Jump to content
mitomane

vigneto e burocrazia

Recommended Posts

Buonasera a tutti, in primavera dovrei impiantare il mio primo vigneto regolare ( attualmente ne ho ma per uso familiare ) le quote ci sono, mi devo ora muovere per pali e barbatelle, impianto di pinot grigio...

quello che non mi è chiaro ( non ho ancora chiesto in giro ) è :

 

- per impiantare devo fare una domanda?

- per il rispetto dei metri che ho dalle quote devo presentare disegno o altro

- verranno a controllare l'impianto se conforme alle misure?

 

la mia domanda più in generale è: che adempimenti burocratici dovrò sostenere per fare tutto in regola?

 

grazie a tutti

 

Nicola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovresti fare una dichiarazione di avvenuto impianto e successivamente una richiesta di collaudo. Andrà corredata, la prima, di mappa del vigneto se non sbaglio. Ad ogni modo, ti consiglio di farti assistere da un CAA per queste cose (anche perché può essere che alcuni adempimenti possa farli solo il CAA). Poi dipende se fai ristrutturazione vigneti o meno, ci sono adempimenti differenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devi passare per un associazione con o senza premio di ristrutturazione.

 

Rispetto a 2/3 anni fa le cose si sono un po' complicate. Non serve un vero progetto ma arrivare in associazione con confini e terminali del vigneto definiti semplichi le cose al tecnico.

 

Presentata la domanda e ricevuto il nulla osta di Avepa realizzerai il tuo vigneto. A fine lavori chiederai il collaudo. Uscira' qualcuno (con priorita' ai collaudi da premio di ristrutturazione e per le autorizzazione).

 

Rispetto a quelli che dichiari in domanda a

hai un margine del 5% di errore se non vado erraro. Il tuo b1 comenque verra' caricato per i diritti/autorizzazioni esercitati in caso di errore entro questo margine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il consiglio di andare al tuo sindacato è fondamentale.

 

Dovrai comunicare che impianti e i mappali oggetto dell'investimento barbatelle.

 

Consiglio di chiamare un tecnico misurare bene con il teodolite la zona che impianterai, disegnare i filari col cad così avrai una chiara idea di quante barabatelle pali pali di testata e misure da fornire alla associazione per verificare con i loro mappali.

 

Poi Cbo ti ha già detto tutto una volta autorizzato (qua da noi l'anno scorso hanno dormito con le autorizzazioni da parte dell'ente provinciale) verranno a controllare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mito. Lascia stare il tecnico. Se chiami il terzista per la posa meccanica e conosci i tuoi confini in real time con una normalissima stazione gps ti calcola l'area e entro 48 ore se non e' un terreno a zighezaghe hai la proposta di vigneto con la maggiore lineare in base alle tue indicazioni: capezzagne e interfila.

 

Se l'area del terzista e' sballata rispetto al catastale significa che non conosci i tuoi confini e allora prima di andare dal tecnico che ti proporra di pacca un riconfinamento (a che ti serve riconfinare se tu o il vicina gia' da 20 anni vi siete vicedevolmente arati un pezzo del terreno dell'altro non l'ho mai capito) vai dal tecnico della tua associazione e chiedigli il rilievo foto aereo del terreno con la sovrapposizione usata da Avepa per le verifiche pac. Se hai quote sicuramente sei passato per Avepa.

 

Se il catastale viene confermato significa che il terzista la sera prima ha "lavorato" oppure il tuo terreno ha la strana capacita' di allugarsi o restringersi per effetto del burian.

 

Spero non se la prenda John ma avendo realizzato qualche impianto in giro per il Veneto in questi anno ho visto tecnici farsi dello grosse risate.

 

ps. comunque se serve un tecnico con i controrazzi, preciso (lavorava per la forestale quindi ha fatto esperienza tra i boschi per chi sa cosa significa) e molto abbordabile economicamente a cui affido tutti i rilievi di collina (la pianura non ha certi problemi) miei e dei miei clienti son qua.

 

ps1 consiglio: non sta farti paranoie per i mq. Mal che vada oltre al margine di errore dici che hai piantato 1000 mq in piu' per casa :fiufiu::clapclap:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A guarda se c'è una persona che non si offende sono proprio io tranquillo, io comunque il tecnico ho dovuto chiamarlo perchè dovevo sbancare mezza colina e poi perchè sono circondato da vicini che adorano pagare gli avvocati, quindi anche se quello che è venuto da me sapeva benissimo quello che doveva fare purtroppo ho dovuto tappezzarmi di ferro nelle zone a rischio.

 

E poi se qualcuno mi da delle dritte più intelligenti delle mia al massimo lo ringrazio e imparo, se proprio proprio cerco di conoscerlo meglio per imparare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mito. Lascia stare il tecnico. Se chiami il terzista per la posa meccanica e conosci i tuoi confini in real time con una normalissima stazione gps ti calcola l'area e entro 48 ore se non e' un terreno a zighezaghe hai la proposta di vigneto con la maggiore lineare in base alle tue indicazioni: capezzagne e interfila.

 

 

allora sono a cavallo.... farà tutto lui... il terreno è un perfetto rettangolo in pianura.... quindi 0 problemi

Share this post


Link to post
Share on other sites
allora sono a cavallo.... farà tutto lui... il terreno è un perfetto rettangolo in pianura.... quindi 0 problemi

 

Ti va di c..o allora risparmi anche sulla tracciatura. Se hai filari oltre i 120/130 ricordati di mettere un doppio palo (se usi metallo a prescindere. Nei miei uso inserire dei pali di castagno da 12 trattati) ogni 20/25 metri iniziando dal primo palo utile dalla testata. Qualcuno ti dira' che non serve. Tu mettilo. Non sono 700/800 euro di pali in piu' che ti rovinano. Un telaio piegato si e scavatore o no rimane piegato perche' se non e' piegato il palo, il palo ha comunque creato un taglio sotto che gli fa da lasco per n tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao ragazzi... questo ha messo fuori un mio confinante.....mah bisogna fare domanda al comune???? per l'impianto di un vigneto anche?? oppure solo se si fanno lavori di sbancamento ecc....

 

http://www.imagebam.com/image/52159b796590983

 

http://www.imagebam.com/image/eb3020796588293

 

A mio modesto parere, vista l'attività descritta dalla comunicazione preventiva, il cartello è un di più. In 11 anni di impianti mi è capitato di esporre cartelli (io o il cliente) solo in caso di opere di drenaggio, sbancamenti con modifche del piano campagna ...

 

Sul montello, ma il cartello in foto non è il mio :) perchè i miei sono in zona Santi Angeli, ho ancora esposto i cartelli del 2016/2017 e spero di esporre quello del 2018. Nel mio caso però ho dovuto pagare l'obolo a tre enti di tutela perchè in area vincolata anche per fare la pipi controvento.

 

La verifica è molto semplice comunque perchè fa testo il regolamento di polizia rurale. 2 minuti in ufficio tecnico. Se non ti va di passare in ufficio tecnico perchè a quest'ora è chiuso fai un fiscio a Gobbo Impianti (se trovi Rudy meglio) che lavora molto nell'area della destra Piave e ti dicono subito se e cosa serve.

Share this post


Link to post
Share on other sites
A mio modesto parere, vista l'attività descritta dalla comunicazione preventiva, il cartello è un di più. In 11 anni di impianti mi è capitato di esporre cartelli (io o il cliente) solo in caso di opere di drenaggio, sbancamenti con modifche del piano campagna ...

 

Sul montello, ma il cartello in foto non è il mio :) perchè i miei sono in zona Santi Angeli, ho ancora esposto i cartelli del 2016/2017 e spero di esporre quello del 2018. Nel mio caso però ho dovuto pagare l'obolo a tre enti di tutela perchè in area vincolata anche per fare la pipi controvento.

 

La verifica è molto semplice comunque perchè fa testo il regolamento di polizia rurale. 2 minuti in ufficio tecnico. Se non ti va di passare in ufficio tecnico perchè a quest'ora è chiuso fai un fiscio a Gobbo Impianti (se trovi Rudy meglio) che lavora molto nell'area della destra Piave e ti dicono subito se e cosa serve.

 

grazie della celere e precisa risposta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi, non so se sia la sezione giusta ma vi espongo un quesito: un mio vicino mi ha chiesto se quest'anno posso trattargli il vigneto e probabilmente dovrei tenere il suo magazzino dei fito. È una cosa possibile? A livello burocratico cosa comporta oltre al qdc? Naturalmente io sono azienda agricola e non ct

 

Inviato dal mio SM-J320FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salve ragazzi, non so se sia la sezione giusta ma vi espongo un quesito: un mio vicino mi ha chiesto se quest'anno posso trattargli il vigneto e probabilmente dovrei tenere il suo magazzino dei fito. È una cosa possibile? A livello burocratico cosa comporta oltre al qdc? Naturalmente io sono azienda agricola e non ct

 

Inviato dal mio SM-J320FN utilizzando Tapatalk

 

Tu non puoi trattare sul fondo altrui nemmeno per delega. O sei un contoterzista oppure un cd (onestamente non so se rientra anche lo iap) ma in questo caso il l'acquisto/deposito deve rimanere in carico al proprietario del vigneto. Ovviamente il cd lavora non per il soldo ma per il buon vicinato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie! Io sono cd e i prodotti alla fine rimangono intestati a lui quindi io posso fargli questo piacere

 

Inviato dal mio SM-J320FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non volevo aprire una discussione destinata a morire subito.

 

Chiedo c'e' qualche collega della provincia di Chieti che mi puo' dire qualcosa sul Montepulciano: rese/ha e prezzi medi uve. Se potete indicarmi le cantine piu' conosciute della zona.

 

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che sono pugliese ma il montepulciano ce l'hanno diversi anche qui, tra cui mio zio, rese fino a 400 quintali ad ettaro per impianto a tendone a 4 tralci per vite, soffre molto di botrite, prezzo in media 5 euro in più al quintale rispetto ai trebbiani e alla malvasia.... Qui da me chi ha parecchi quintali la porta a cantine Tollo, a Tollo (Chieti)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie.

 

Nel mio caso sarebbero vigneti a spaliera. Nel w.e. vado a vederli e mi informo meglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se ti può essere di aiuto ne vendemmio un po ct, sembra simile al sangio come produttività e come resistenze alle malattie e anche i prezzi da quel che ho capito sono simili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...