Jump to content

Trattori John Deere prodotti a Manheim (D) dal 1960 al 1992


Recommended Posts

Trattori John Deere prodotti a Manheim dal 1960 al 1992

 

i872_50years2.jpg

 

Nel 1956 la John Deere rilevò per 150 milioni di Marchi lo storico stabilimento Lanz AG di Manheim dove furono prodotti oltre 200.000 esemplari dei trattori Bulldog, che in Europa e soprattutto in Germania raggiunsero una certa diffusione.

 

Trattori John Deere - Lanz serie 00 dal 1960 al 1964

 

i873_JD500.jpg

 

I primi trattori John Deere - Lanz, marchio col quale si identificavano le prime serie di trattori prodotti a Manheim, videro la luce nel 1960, ed erano:

 

- 300 da 28cv, motore JD 4 cilindri 2,4 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 17,5

- 500 da 36cv, motore JD 4 cilindri 2,4 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 18

 

A due anni di distanza la gamma venne ampliata con altri 3 modelli

 

- 100 da 18cv, motore JD 2 cilindri da 1,2 lt, cambio meccanico 6 + 2, peso qli 13

- 200 da 25cv, motore JD 2 cilindri da 1,4 lt, cambio meccanico 6 + 2, peso qli 14,5

- 700 da 50cv, motore JD 4 cilindri da 2,7 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 23

 

I motori sono tecnicamente i medesimi degli omologhi modelli americani; ad esempio Il motore del modello 700 era lo stesso adottato sul modello 2010 "new generation" , mentre quello del modello 500 era il medesimo del 1010.

Queste macchine erano disponibili solo in versione a 2 ruote motrici, senza idroguida con impianto idraulico a centro aperto con pompa ad ingranaggi, la pto ad inserimento meccanico tramite doppia frizione a secco era disponibile già allora con 2 velocità a 540 e 1000 giri/minuto estraendo l'alberino "double face" e reisenserendolo a rovescio.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
  • Replies 189
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Trattori John Deere serie 010 dal 1964 al 1967

 

i874_JD710.jpg

 

Nel 1964 viene presentata la seconda serie di trattori fabbricati in Germania, perdendo definitivamente la dicitura Lanz dal marchio...ora sono a tutti gli effetti John Deere:

 

- 310 da 32cv, motore JD 3 cilindri da 2,5 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 21

- 510 da 40cv, motore JD 3 cilindri da 2,5 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 21,3

- 710 da 50cv, motore JD 4 cilindri da 3,3 lt, cambio meccanico 10 + 3, peso qli 23

 

L'estetica rimane praticamente la medesima e, a parte le motorizzazioni, questi modelli subiscono solo leggere migliorie rispetto agli omologhi predecessori. Notare come la produzione di macchine leggere a 2 cilindri venga quasi immediatamente sospesa, infatti i modelli 100 e 200 non vengono riproposti nella nuova gamma.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '20 dal 1967 al 1974

 

i897_0e.jpg

 

La serie '20, rispetto alla precedente introduce diverse importanti innovazioni tecniche, oltre a coprire una fascia di potenze decisamente più ampia ed modo molto più articolato. Esteticamente la nuova serie assume una personalità spiccatamente JD, la fascia gialla lungo il cofano motore dalla caratteristica forma a dorso di balena. Il serbatoio carburante posizionato anteriormente a partire da questa serie, caratterizzerà a lungo l'estetica dei trattori John Deere con la calandra anteriore singolarmente "cieca", cioè priva della "mascherina" traforata per il passaggio dell'aria di raffreddamento che comunemente caratterizza la generalità dei trattori. Le calandre di aspirazione nei John Deere sono posizionate lateralmente tra il serbatoio del carburante ed il radiatore.

 

I nuovi modelli sono:

 

3 cilindri fino al 1974

 

con assale anteriore registrabile a V

i882_0e0820.JPG

- 820, 32cv, motore JD da 2,5 lt, cambio meccanico 8 +4 , peso qli 18,5

- 920, 41cv, motore JD da 2,5 lt, cambio meccanico 8 +4 , peso qli 20

 

con assale anteriore registrabile diritto

i883_0e1020.JPG

- 1020, 46cv, motore JD da 2,5 lt, cambio meccanico 8 +4 , peso qli 22

- 1120, 51cv, motore JD da 2,5 lt, cambio meccanico 8 +4 , peso qli 25

 

4 cilindri fino al 1972

i884_0e2020.JPG

- 2020, 60cv, motore JD da 3,3 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 29

- 2120, 68cv, motore JD da 3,6 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 30

 

6 cilindri fino al 1972

i876_JD3120.JPG

- 3120, 81cv, motore JD da 5 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 39

 

INNOVAZIONI INTRODOTTE

 

IMPIANTO IDRAULICO A CENTRO CHIUSO

Questa gamma di macchine adotta un impianto a centro chiuso con pompa a pistoni a portata variabile. Con un unica pompa si alimenta sia il sollevatore che i distributori idraulici che il servosterzo idraulico disponibile a richiesta sui modelli a 4 cilindri e standard sul 3020.

 

TRASMISSIONE

Viene introdotta la trasmissione hi-lo (high-low) ad innesto idraulico sotto carico che consente di aumentare del 22% la velocità di ogni rapporto senza frizionare. Singolare l'adozione di un sistema se vogliamo evoluto per quei tempi su di una cambio meccanico non sincronizzato...

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '30 1° serie dal 1972 al 1975

 

Il passaggio dalla serie '20 alla serie '30 avviene gradualmente, interessando dapprima, nel 1972, i modelli a 4 e 6 cilindri i quali mantengono anche il caratteristico styling della serie' 20 .

Possiamo perciò parlare di una serie '30 prima serie prodotta dal 1972 al 1975 tra i quali:

 

3 cilindri

 

1630 da 68cv, motore JD da 2,9 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 26

 

4 cilindri

 

i896_2030e.jpg

 

- 2030 da 68cv, motore JD da 3,6 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 27,5

- 2130 da 75cv, motore JD da 3,9 lt, cambio meccanico 16 + 8 (hi-lo) , peso qli 30

 

 

6 cilindri

 

i894_3130.jpg

 

- 3130, 89cv, motore JD da 5,4 lt, cambio meccanico 12 + 6 (hi-lo) , peso qli 40

 

MOTORI

L'evoluzione più evidente di questa nuova serie rispetto alla precedente sta nella motorizzazione.

Sul 2020 il motore John Deere 4202 da 3,3 litri viene sostituito col 4236 da 3,6 litri sul 2030.

Sul 2120 il motore John Deere 4219 da 3,6 litri viene sostituito col 4239 da 3,9 litri sul 2130.

Sul 3120 il motore John Deere 6303 da 5 litri viene sostituito dal 5,4 litri sul 3130.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '30 2° serie dal 1974 al 1979

 

La serie '30 vera e propria, restilizzata ed ampliata all'intera gamma, si può dire venga introdotta a partire dal 1974 con i 3 cilindri e l'anno successivo tutta la gamma fino ai 6 cilindri. Tra i competitori europei dell'epoca ricordiamo sopratutto gli International Harvester (644, 844 ecc.) i Fiat (780, 880, 1000 ecc.) ed i Ford (5600, 6600 ecc.) rispetto ai quali la serie '30 presentava soluzioni tecniche avanzate.

 

i898_130family.jpg

 

I modelli:

 

3 cilindri

 

i916_1030a.JPG

- 830, 35cv, motore 2,7 lt, cambio meccanico 8 + 4, peso qli 21,5

- 930, 41cv, motore 2,7 lt, cambio meccanico 8 + 4, peso qli 22,5

- 1030, 46cv, motore 2,7 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 27

- 1130, 51cv, motore 2,7 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 27,5

- 1630, 56cv, motore 2,7 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 27,5

 

4 cilindri

 

i917_2030.JPG

- 2030, 68cv, motore 3,6 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 28,5

- 2130, 75cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 29,8

 

6 cilindri

 

i918_3030f.JPG

- 3030, 86cv, motore 5,4 lt, cambio meccanico con hi-lo 12 + 6, peso qli 40,2

- 3130, 92cv, motore 5,4 lt, cambio meccanico con hi-lo 12 + 6, peso qli 42,8

 

CARATTERISTICHE E INNOVAZIONI

 

MOTORI

i984_engine2130.JPG

L'evoluzione dei motori, come abbiamo visto, è l'elemento determinanate quando in John Deere si rinnova la gamma, per cui, coerentemente, rinnovando lo styling, ma non la motorizzazione i serie '30 evo 2 non cambiano denominazione, cosa che avviene contestualmente sui piccoli 3 cilindri, adottando il nuovo 2,9 litri e la nuova livrea...

 

CABINA U.P.O.

i919_2030CAB.JPG

Viene introdotta la cabina U.P.O. (Unità di Protezione dell'Operatore) disponibile dal modello 1030 al modello 3130. La struttura è in grado di garantire un'insonorizzazione pari ad 86db. L'applicazione della cabina non era ancora integrata al progetto globale del trattore, ad esempio i comandi del cambio erano ancora inseriti direttamente sulla cassa del cambio tra le ginocchia dell'operatore, comunque

 

TRAZIONE ANTERIORE IDRAULICA

i959_TAI.JPG

I modelli 2130, 3030 e 3130 erano disponibili con questa dotazione di estrazione statutinetense che se già in patria non raccolse grandi consensi, meno che meno fu apprezzata in Europa. Già sperimentata sul 4020, la trazione alle ruote anteriori HFWD (Hydraulic Front Wheel Drive) viene affidata a 2 motori idraulici-riduttori applicati ai mozzi anteriori, sfruttando le grandi possibilità offerte dall'impianto idraulico a centro chiuso. La velocità di rotazione viene coordinata ai rapporti meccanici del cambio attraverso una serie di valvole solenoidi.

I vantaggi di tale soluzione rispetto alla trazione anteriore meccanica erano considerati:

- mantenimento del raggio di sterzata

- possibilità di variare la carreggiata come su un assale 2RM

- elevata luce da terra

Purtroppo a questi vantaggi l'HFWD contrapponeva un grosso, insormontabile svantaggio: non riuscire a trsferire una potenza accettabile alle ruote anteriori.

Fu l'argomento maggiormente sfruttato dai competitori per mettere in cattiva luce questi trattori in quanto questa soluzione, non raggiungeva certo (e manco ne aveva l'obbiettivo) l'efficenza e la resa di una trazione anteriore meccanica.

 

TRAZIONE ANTERIORE MECCANICA

i958_TAM.JPG

I modelli 1030, 1130, 1630 e 2030 erano disponibili con trazione anteriore meccanica. Il ponte anteriore con differenziale laterale ed un anacronistico riduttore al differenziale e non al mozzo secondo i dettami dei ponti anteriori più evoluti per quei tempi. La trazione anteriore "trapiantata" in maniera abbastanza rudimentale fu comunque fortemente voluta dall'engineering di Manheim consapevole di quanto questa soluzione fosse irrinunciabile per il mercato Europa, in quanto, all'epoca negli USA, la trazione anteriore (meccanica soprattutto) era considerata una complicazione costruttiva di scarso interesse....vincendo perciò le perplessità del management di Moline.

 

INSERIMENTO IDRAULICO PTO

i965_PTO.JPG

Anche questa soluzione, applicata sull'intera gamma, fu uno dei punti di forza di queste macchine, cui garantiva un'innesto forte e progressivo, annullando le problematiche di surriscaldamento e di usura delle universalmente diffuse doppie frizioni a secco.

 

CODIFICA CROMATICA DEI COMANDI

Da sottolineare su queste macchine l'adozione, per la prima volta in assoluto, della codificazione cromatica dei comandi, tutt'oggi utilizzata ed apprezzata sulla produzione JD così come molti altri costruttori:

- ROSSO: cambio di velocità ed accelleratore

- GIALLO: comandi PTO

- NERO: comandi sollevatore e distributori idraulici

 

i1033_jd3130a.jpg

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '40 1° serie dal 1979 al 1981

 

Il successo riscosso dalla serie '30 creò i presupposti per sviluppare i trattori di Manheim cercando di migliorarne ancora le prestazioni e l'affidabilità. Nel 1979 viene presentata la nuova, ampia gamma '40, rinnovata nello styling e nei contenuti, saranna i primi trattori a posizionare il silenziatore dello scarico sotto cofano, proteggendolo dagli agenti atmosferici e ricendo la rumorosità, questa soluzione modificherà la linea del cofano, facendo sparire la classica forma a "dorso di balena" che caratterizzò la produzione JD fino alla serie '30 lasciando il passo ad una più moderna forma "spiovente" verso l'avantreno.

La nuova gamma è così composta:

 

3 cilindri

 

i969_1140.jpg

 

- 840, 35cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico 8 + 4, peso qli 22,7

- 940, 44cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico 8 + 4, peso qli 22,7

- 1040, 50cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 29

- 1140, 56cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 29,5

 

4 cilindri

 

i982_2140.JPG

 

- 1640, 62cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 33,6

- 2040, 70cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 33,6

- 2140, 82cv, motore 3,9 lt turbo, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 35,4

 

 

6 cilindri

 

i983_3140.JPG

 

- 3040, 90cv, motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 43,6 (47,3 dt)

- 3140, 97cv, motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 43,6 (47,3 dt)

 

CARATTERISTICHE E INNOVAZIONI

 

MOTORE

i985_3140engine.JPG

I motori, ormai per potenza e affidabilità diventuti punti di forza della produzione John Deere, vengono rinnovati:

I 3 cilindri sono gli unici che restano invariati nella configurazione 3179 da 2,9 litri (106,5 mm x 100)

I 4 cilindri (che ora sono montati anche sulla modello 1640) 4239 da 3,9 lt (106,5 x 110) ora sono montati sull'intera gamma (sulla serie '30 era usato solo sul 2130) e per la prima volta sulla produzione tedesca, appare una versione turbocompressa sul 2140.

I 6 cilindri sui modelli adottano l'inedito 6359 da 5883 cc (106,5 x 110) in versione aspirata su entrambe i modelli.

 

TRAZIONE ANTERIORE MECCANICA

i986_ponte40.JPG

Sulla serie '40 viene finalmente concepita una trazione anteriore meccanica integrata, disponibile su tutti i modelli a partire dal 1040. Di fabbricazione ZF, finalmente con adeguati riduttori ai mozzi secondo dettami adeguati, anche se ancora anacronistico appare il differenziale laterale. Funzionale ed apprezzato l'inserimento sotto carico elettroidraulico attivabile tranite un pulsante a bilanciere sul cruscotto, che agisce su una frizione a bagno d'olio.

 

TRAZIONE ANTERIORE IDROSTATICA

i987_3140.JPG

La serie '40 evo 1 sarà il canto del cigno della trazione anteriore idrostatica, disponibile per l'ultima volta esclusivamente sul modello 3140

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '40 2° serie dal 1981 al 1987

 

Interessa solamente i modelli a 4 e 6 cilindri:

 

4 cilindri

i992_2040S.JPG

- 1640, 62cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 33,6

- 2040, 70cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 33,6

- 2040S, 75cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 33,6

- 2140, 82cv, motore 3,9 lt turbo, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 35,4

 

6 cilindri

i991_3640.JPG

- 3040, 92cv, motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 43,6 (47,3 dt)

- 3140, 100cv, motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 43,6 (47,3 dt)

- 3640, 112cv, motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 54 solo dt

 

CARATTERISTICHE E INNOVAZIONI

 

Si sottolinea l'introduzione di 2 nuovi modelli: il 2040S che va a chiudere ua range di potenza forse troppo grande tra il 2040 ed il 2140, ed il nuovo 3640, progetto invece più articolato in una fascia di potenza divenuto strategico per l'Europa, sulla meccanica del 3140, ma con una struttura ed un impianto idraulico più robusto, concepito per le applicazioni, sempre più frequenti, del sollevatore anteriore. A tal fine si sottolinea l'adozione di serie di una piastra di raccordo tra la barca anetriore e la cassa del cambio, predisponendo strutturalmente l'autotelaio a supportare gravosi carichi sull'avantreno.

 

PONTE ANTERIORE CASTER ACTION

 

i1011_CASTER.JPG

 

Il ponte anteriore di queste macchine, progettato interamente da John Deere, ma prodotto su licenza da ZF, introduce il sistema "Caster Action" tutt'ora coperto da brevetto. Tale sistema con l'inclinazione di 13° dell'asse di sterzo delle ruote anteriori, consente, senza complicati artifizi, di contenere il raggio di sterzo. Oltre a questa esclusiva innovazione, finalmente viene adottato uno snello e robusto differenziale centrale. Queste soluzioni, consentono così alla produzione John Deere di colmare il gap tecnico (e se vogliamo anche di sopravanzare i competitori) in fatto di trazione anteriore che tanto l' aveva penalizzata nei confronti della miglior produzione europea ed in particolare italiana, che in fatto di trazione anteriore, va riconosciuta una indiscutibile supremazia...fino ad allora.

 

CABINA SOUND GARD II

 

i1012_SGII.JPG

 

Finalmente disponibile anche sui trattori europei 4 e 6 cilindri, assieme al ponte anteriore, diventa uno degli elementi di eccellenza di questa nuova serie. Prodotta nei nuovi stabilimenti di Bruchsal, vicino a Manheim, stabilisce nuovi standard di ergonomia, comfort e silenziosità.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

Trattori John Deere serie '50 dal 1987 al 1994

 

Presentata nel 1987, fu la massima espressione della produzione di Manheim prima del progetto 6000. Le macchine a 4 e 6 cilindri portarono avanti il discorso avviato col prodotto 3640 relativo alla ricerca della multifunzionalità dei trattori ed alla loro predisposizione all'applicazione del sollevatore e pto anteriori ed a supportare carichi sempre più gravosi anche sull'avantreno.

Ecco la gamma

 

3 cilindri

i1022_1950.JPG

- 1350, 38cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 24,3 (2rm)

- 1550, 44cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 28,9 (4rm)

- 1750, 50cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 32,9 (4rm)

- 1850, 56cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 32,9 (4rm)

- 1950, 65cv, motore 2,9 lt turbo, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 31 (4rm)

in Italia furono commercializzati i modelli 1750 e 1950

 

4 cilindri (prodotti fino al 1994 con cabina MC1)

i1024_2650.JPG

- 2250, 62cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 34,4 (4rm)

- 2450, 70cv, motore 3,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 37,1 (4rm + cab)

- 2650, 78cv, motore 3,9 lt turbo, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 38 (4rm + cab)

- 2850, 86cv, motore 3,9 lt turbo, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 39 (4rm + cab)

in Italia furono commercializzati i modelli 2450, 2650 e 2850

 

6 cilindri

i1025_3650.JPG

- 3050, 92cv motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 45,30 (4rm + cab)

- 3350, 103cv motore 5,9 lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 46,40 (4rm + cab)

- 3650, 116cv motore 5,9 turbo lt, cambio meccanico con hi-lo 16 + 8, peso qli 54 (4rm + cab)

in Italia furono commercializzati i modelli 3350 e 3650

 

CARATTERISTICHE E INNOVAZIONI

 

MOTORE

 

i1030_3650engine.jpg

 

Il turbocompressore è presente su 5 modelli (1950, 2650,2850, 3350, 3650) sia 3 che 4 che 6 cilindri. Sui modelli a 4 e 6 cilindri viene adottato il giunto viscoso alla ventola di raffreddamento eco fan che consente di risparmiare carburante e di ottimizzare il controllo delle temperature d'esercizio del motore in qualsiasi condizione ambientale

 

SOLLEVATORE ELETTRONICO

Disponibile a richiesta solo su alcuni modelli

 

 

i1031_jd3350expl.jpg

 

CONCLUSIONE

Con la serie '50 si conclude un ciclo iniziato nel 1960, quello del trattore John Deere a configurazione convenzionale, cioè con motore, cassa del cambio e differenziale sfruttati come elementi stressati dell'autotelaio.

La scelta radicale di John Deere di cessare lo sviluppo di queste macchine per riprogettare integralmente il concetto di trattore con i serie 6000 e 7000, fanno apparire i serie '50 più obsoleti di quello che sono ancor oggi, tant'è che a ben vedere, vediamo sul mercato parecchi modelli di marchi anche della miglior concorrenza che risultano essere aggiornamenti elettronico-idraulici di progetti ancor più "vecchi" dei gloriosi '50.

La generosità e l'affidabilità di queste macchine sono state sicuramente alla base della diffusione del marchio John Deere ed un ottima credenziale per il successo ottenuto poi dalle serie 6000......

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

piccolo errore :il john deere 10 20 ha 54 cv igm,58 cv sae...n.cilindri 3,alessaggio102mm corsa110 cilindrata 2690cc rapporto compressione 16,7:1..coppia massima a1500 giri 15,5kgm mentre la potenza massima é sviluppata a 2500 giri,ai bilanceri delle valvole bisogna lasciare un gioco(naturalmente a freddo)di 35 centesimi x l'aspirazione e di 45 centesimi x lo scarico......gia che cero ho messo anche questi dati chissa mai che a qualcuno potessero servire...

Link to post
Share on other sites
piccolo errore :il john deere 10 20 ha 54 cv igm,58 cv sae...n.cilindri 3,alessaggio102mm corsa110 cilindrata 2690cc rapporto compressione 16,7:1..coppia massima a1500 giri 15,5kgm mentre la potenza massima é sviluppata a 2500 giri,ai bilanceri delle valvole bisogna lasciare un gioco(naturalmente a freddo)di 35 centesimi x l'aspirazione e di 45 centesimi x lo scarico......gia che cero ho messo anche questi dati chissa mai che a qualcuno potessero servire...

 

 

Da quello che risulta dalle mie molteplici e autorevoli fonti il modello 1020 monta il motore 98 x 110 ( e non 102 x 110 come da te indicato) da 2490 cc (che ho abbreviato in 2,5 litri). Relativamente alla potenza, la brochure qui sotto mi sembra sufficientemente esplicita.

 

A questo punto ci sono due possibilità:

 

- o ti confondi con il modello 1120 che adottava il motore con 102 mm di alesaggio

- oppure potrebbe anche essere, come a volte succede in casa JD, che gli ultimi esemplari (allora dovrebbe essere almeno del 1974) dei 1020 montassero già il motore del 1030, cioè il consueto 102 x 110 che nella serie successiva veniva utilizzato su tutti i modelli 3 cilindri.

 

Dall'immagine che hai inserito sulla pagina dei tuoi dati personali sembrerebbe che tu possieda un 1020 o un 1120.......qualora fosse un 1020, sarebbe bello che riuscissi a postare una scannerizzazione del libretto di circolazione (oscurandone eventualmente i dati relativi alla proprietà) così da riuscire a dare una collocazione temporale a quella che potrebbe essere una singolarità di cui tener conto nella "tassonomia" johndeeristica che tanto mi appassiona...

 

 

Grazie

 

 

i4338_0e1020f.jpg

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
......Le macchine dei miei sogni di quand'ero giovincello. Belli davvero, complimenti ad entrambi.

 

Gian, la gommatura anteriore di quello splendido 3650 è originale? Non ricordo di averne mai visti con \"scarpe\" così generose.

 

devi sentire che motore che ha. fa paura!! gli attacco il quadrivomere e va come una scheggia!!!

Link to post
Share on other sites
quel manometro messo al centro vicino al vetro é la pressione del turbo???

 

Mmmhhh...per me è più probabile che si tratti del manometro della pressione dell'impianto di frenatura pneumatica....anche perchè, se non erro, il 3350 è aspirato!!!!!

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
Gian, la gommatura anteriore di quello splendido 3650 è originale? Non ricordo di averne mai visti con \\"scarpe\\" così generose.

 

Sinceramente non so,però dubito che sia originale in quanto non ho visto nessun altro trattore di questa serie montare posteriormente i cerchi saldati.

Le gomme sono Taurus 520/70 R38 posteriori e 540/65 R24 anteriori

 

quel manometro messo al centro vicino al vetro é la pressione del turbo???

 

Mmmhhh...per me è più probabile che si tratti del manometro della pressione dell'impianto di frenatura pneumatica....anche perchè, se non erro, il 3350 è aspirato!!!!!

 

Si tratta proprio del manometro delle pressione dell'impianto di frenatura pneumatica.

Correggo Jd fan in quanto il modello di cui parlo è un 3650 e quindi ha un motore turbo.

Link to post
Share on other sites

ho guardato il libretto di circolazione del mio 1020 e mi da una cilindrata di2490cc e 43 kw DGM di potenza max,allora ho ricontrollato il libretto manutenzione jd e mi da 2690cc (alessaggio 102xcorsa110)...l'errore é certamente nel libretto di circolazione e non é l'unico adesempio sono segnati freni meccanici mentre i john deere gia allora potevano vantarsi di efficentissimi freni a disco IDRAULICI!(forse all'epoca erano gli unici)...comunque non convinto della cosa sono andato in un vecchio cassone del rottame dove avevo custodito una camicia sostituita 15 anni fa perche la corrente statica(almeno cosi mi avevano detto)corrose il cilindro formando un forellino piccolissimo come la punta di uno spillo e l'acqua trafilava nell'olio,ho misurato il cilindro e confermo l'alessaggio 102 per la precisione 101,80 millimetri......allego le foto dei libretti del cilindro se riesco anche qualcuna del trattore prima e dopo il restauro

Edited by giovanni
Link to post
Share on other sites

 

 

3 cilindri

i1022_1950.JPG

- 1350, 38cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 24,3 (2rm)

- 1550, 44cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 28,9 (4rm)

- 1750, 50cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 32,9 (4rm)

- 1850, 56cv, motore 2,9 lt, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 32,9 (4rm)

- 1950, 65cv, motore 2,9 lt turbo, cambio meccanico hi-lo 16 + 8, peso qli 31 (4rm)

 

Piccola aggiunta

In origine il 1950 aveva 62 cv (1987-1991), la seconda versione aveva 65 cv ed è stata prodotta fino al 1994.

 

L'unità Hi-Lo era disponibile come optional in tutta la gamma e di base c'era l'ottimo cambio meccanico 8 + 4, da sottolineare la presenza di una pompa idraulica a pistoni da 35 litri/min (posizionata fra radiatore e serbatoio e collegata direttamente all'albero motore.

 

Ecco una recensione del nostro piccolo 1950.

 

La macchina strutturalmente è ben piazzata ed in grado di portarsi sul sollevatore una decina di qli senza grossi patemi (non pochi per un trattorino da 60 cv), unica pecca il sollevatore potente ma poco preciso e la posizione della cabina MC1 un pò troppo arretrata, tanto che con alcuni attrezzi portati si rischia di rompere il vetro posteriore (già sostituiti 3 o 4).

 

Molto rude il motore (tipico del 3 cilindri) ma la potenza e la coppia non fa rimpiangere i 4 cilindri, noi lo utilizziamo sempre al massimo delle sue capacità e fino ad ora (8000 ore) se si tralascia un lieve consumo d'olio non ha mostrato segni di cedimento.

 

Fino ad oggi non ho trovato un trattore manovrabile come il nostro 1950, sterzo leggerissimo e freni in bagno d'olio lo fanno girare su se stesso senza fatica anche innestando una marcia alta.

 

Altra piccola inezia: il filtro del gasolio è stato messo sotto ad un montante della cabina, e se non si ha pratica ci si perde mezza giornata per smontarlo e un altra mezza per rimontarlo.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Video ottimi non c'è che dire. Complimenti !

 

Ma...nello specifico, la prova al caricatore mi è parsa un po' troppo "forzata", retorica. Il Case ho avuto modo di utilizzarlo a lungo e mentirei se dicessi che la mancanza della posizione neutra nell'inversore, non mi ha fatto sproloquiare spesso e volentieri...Ma da qui ad arrivare a vuotare per terra mezza benne di terra solo perchè non si vuol mettere il piedino sulla frizione, ne passa.

E' una (grave) mancanza ? Ovvio, ma c'erano forse altri modi per metterla in evidenza.

Link to post
Share on other sites

altro che paragonarlo al "vecchio" case. un mio caro amico usa fin oggi un 3350 con oltre 15000 ore e dice sempre che quel mezzo è un mulo di battaglia , difatti paragonandolo al suo tm140 dice addirittura di essere superiore.

difatti dato che non l ho mai visto al opera andrò sicuramente a vederlo , perchè molte volte il vecchio ha vinto al nuovo .

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...