Jump to content
mareziano

Vendita trattore non a norma

Recommended Posts

Salve, dovrei vendere un trattore gommato non a norma, ma sono indeciso perchè mi hanno detto che la legge vieta la vendita di questi mezzi in questa condizione e confermato che non ci sono sistemi sicuri per evitare la responsabilità per eventuali infortuni, per il venditore, durata dieci anni. Qualcuno sa darmi consigli in merito.:cheazz: Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche se lo vendi come ricambi?

 

Inviato dal mio Moto Z2 Play utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vendita è possibile, purché sia dichiarato in fattura che il mezzo è sprovvisto di determinati sistemi di sicurezza, quindi come mezzo da riparare, nello stato in cui trovasi, visto e piaciuto. Senti il commercialista per le diciture esatte

 

Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho venduto qualche mese fa una scavabietole (già modificata in altro) completamente fuori norma e il commercialista mi ha fatto scrivere in fattura mezzo d'epoca non idoneo a lavorazioni agricole

 

Inviato dal mio LG-K100 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto il corso per il patentino per il trattore a dicembre ed ho posto ai tecnici il quesito, la risposta è stata che la legge vieta la vendita di mezzi agricoli non a norma e non da nessuna specifica o deroga su situazioni particolari, e nessuna dichiarazione ha valore legale e non elimina alcuna responsabilità.

Ecco la legge

RICORDIAMO CHE :

Gli articoli 23 e 72 del d.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni, nel vietare la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuale o impianti non conformi alla normativa tecnica, intendono perseguire la finalità di anticipare la tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori, garantendo l’utilizzo unicamente di quei beni conformi ab origine ovvero di quelli preventivamente adeguati alla normativa.

E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti, o meglio, vista la normativa il venditore resta teoricamente sempre responsabile di eventuali danni causati dall'aver ceduto un mezzo non a norma.

Tutto quello che viene dichiarato è sempre materia di interpretazione da parte del giudice, ma la legge non da specifica di casi particolari, parla di proibizione senza nessuna eccezione, quindi nessuno può dare sicurezza in materia, se succede qualcosa secondo me sono problemi seri, quello che mi chiedo è: ma chi da consigli in merito lo fa con certezza o con superficialità, tanto in tribunale o peggio in galera ci vanno gli altri......

Questo è il quesito.

Inoltre l'art. 60 del ministero dei trasporti non include le macchine agricole fra i mezzi di interesse storico e collezionistico, quindi non si può parlare di mezzi d'epoca se non sono riconosciuti legalmente.

Edited by mareziano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho fatto il corso per il patentino per il trattore a dicembre ed ho posto ai tecnici il quesito, la risposta è stata che la legge vieta la vendita di mezzi agricoli non a norma e non da nessuna specifica o deroga su situazioni particolari, e nessuna dichiarazione ha valore legale e non elimina alcuna responsabilità.

Ecco la legge

RICORDIAMO CHE :

Gli articoli 23 e 72 del d.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni, nel vietare la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuale o impianti non conformi alla normativa tecnica, intendono perseguire la finalità di anticipare la tutela della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori, garantendo l’utilizzo unicamente di quei beni conformi ab origine ovvero di quelli preventivamente adeguati alla normativa.

E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti, o meglio, vista la normativa il venditore resta teoricamente sempre responsabile di eventuali danni causati dall'aver ceduto un mezzo non a norma.

Tutto quello che viene dichiarato è sempre materia di interpretazione da parte del giudice, ma la legge non da specifica di casi particolari, parla di proibizione senza nessuna eccezione, quindi nessuno può dare sicurezza in materia, se succede qualcosa secondo me sono problemi seri, quello che mi chiedo è: ma chi da consigli in merito lo fa con certezza o con superficialità, tanto in tribunale o peggio in galera ci vanno gli altri......

Questo è il quesito.

Inoltre l'art. 60 del ministero dei trasporti non include le macchine agricole fra i mezzi di interesse storico e collezionistico, quindi non si può parlare di mezzi d'epoca se non sono riconosciuti legalmente.

Ma infatti non è più una macchina agricola non essendo più idonea a lavorazioni agricole

 

Inviato dal mio LG-K100 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pure io al corso per il patentino ho fatto domanda per quelli non messi a norma. Ne e ' venuto fuori solo a fini collezionistici e dichiarazione da parte del compratore che non lo usa per lavorarci.

Edited by Piozzo 1180

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pure io al corso per il patentino ho fatto domanda per quelli non messi a norma. Ne e ' venuto fuori solo a fini collezionistici e dichiarazione da parte del compratore che non lo usa per lavorarci.

Ma chi lo garantisce???? I fini collezionistici non possono essere certificati da nessun organo statale perchè come ho detto l'art. 60 del ministero non include le macchine agricole, quindi il trattore non può essere certificato tale, ricordo che la certificazione deve essere riportata sul libretto di circolazione altrimenti non ha nessun valore. Come evidenziato in seguito, non si parla di non uso, di storicità o altro, si parla di PROIBITO, quindi secondo me tutti gli escamotage sono chiacchiere e non è che sono d'accordo con "loro". anzi secondo me è una grossa cavolata, la responsabilità di un mezzo non a norma dovrebbe essere solo di chi lo usa non di chi lo vende, visto che viene accettato come tale.

E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti.

 

 

 

 

Edited by mareziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche a me al corso lo hanno vietato, anzi meglio non scrivere propio nulla, alla fine se scritto o no... secondo me cambia poco... si spera e prega che tutto vada bene

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi lo garantisce???? I fini collezionistici non possono essere certificati da nessun organo statale perchè come ho detto l'art. 60 del ministero non include le macchine agricole, quindi il trattore non può essere certificato tale, ricordo che la certificazione deve essere riportata sul libretto di circolazione altrimenti non ha nessun valore. Come evidenziato in seguito, non si parla di non uso, di storicità o altro, si parla di PROIBITO, quindi secondo me tutti gli escamotage sono chiacchiere e non è che sono d'accordo con "loro". anzi secondo me è una grossa cavolata, la responsabilità di un mezzo non a norma dovrebbe essere solo di chi lo usa non di chi lo vende, visto che viene accettato come tale.

E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti.

 

 

 

 

 

Lo venderesti con regolare carta di circolazione? Perchè in quel caso si non puoi dire di averlo venduto per pezzi o ai fini del collezionismo. Il punto è che questa norma vale anche tra privati? Perchè tu non sei un venditore e che io sappia tu non puoi "garantire un mezzo". Nè puoi essere responsabile di come verrà utilizzato. Penso che se indichi il fatto che è sprovvisto di telaio di protezione debba essere responsabilità di chi lo usa metterlo a norma se è un'azienda agricola e se il mezzo circola su strada. Però la mia è un'opinione personale. Sono sicuro sul fatto che un'officina meccanica o un rivenditore NON lo può fare ma non ne sono così sicuro che non lo possa fare un privato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certamente io sono un privato e parlo di un mezzo regolare, munito di documenti, ma la legge non parla di privato o altro, proibisce la vendita e questo vale per tutti, chi lo vende rimane responsabile per dieci anni, questo è il punto , sono perfettamente in accordo con mitomane, scrivere non serve a nulla, è quello che hanno detto anche a me, la legge non parla di casi particolari, proibisce e basta e dieci anni sono lunghi. Pensate qui in Toscana nel 2015, ci sono stati 37 morti e 61 feriti gravi e a livello nazionale si parla di un morto ogni due giorni, non è una bella media, da questo si comprende che la legge anche se un p'ò "strana" alla fine va compresa, so per certo che ora passeranno anche ai controlli degli orti, per chi usa la fresa, macchina ritenuta fra le più pericolose e verranno fatti anche di domenica.

Devo confessare che avevo già il compratore in partenza per venirlo a prendere, l'ho bloccato, per il momento non voglio rischiare, sarò troppo pauroso, ma trovarsi davanti al giudice credo che non piaccia a nessuno.

Edited by mareziano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Certamente io sono un privato ,...,.........

 

Sei un privato o un'azienda agricola?

 

Inviato dal mio Moto G (5S) Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Consiglio mio, radialo con documenti per espatrio, accontentati di meno e dormi sogni tranquilli sapendolo lontano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma chi stabilisce che un trattore " é " a norma durante la vendita?

Ovvero se vendo il mio trattore perfettamente "normodotato" e ( ipotesi) il giorno dopo (figuriamoci in 10 anni di utilizzo cosa può avvenire) l'utilizzatore smonta l'arco di protezione e se lo ribalta addosso, affermando che >, chi può affermare il contrario?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma chi stabilisce che un trattore " é " a norma durante la vendita?

Ovvero se vendo il mio trattore perfettamente "normodotato" e ( ipotesi) il giorno dopo (figuriamoci in 10 anni di utilizzo cosa può avvenire) l'utilizzatore smonta l'arco di protezione e se lo ribalta addosso, affermando che >, chi può affermare il contrario?

 

Stavo pensando la stessa cosa se uno il giorno dopo toglie una protezione e si fa male .....

che cavolo di legge è

Share this post


Link to post
Share on other sites
Certamente io sono un privato e parlo di un mezzo regolare, munito di documenti, ma la legge non parla di privato o altro, proibisce la vendita e questo vale per tutti, chi lo vende rimane responsabile per dieci anni, questo è il punto , sono perfettamente in accordo con mitomane, scrivere non serve a nulla, è quello che hanno detto anche a me, la legge non parla di casi particolari, proibisce e basta e dieci anni sono lunghi. Pensate qui in Toscana nel 2015, ci sono stati 37 morti e 61 feriti gravi e a livello nazionale si parla di un morto ogni due giorni, non è una bella media, da questo si comprende che la legge anche se un p'ò "strana" alla fine va compresa, so per certo che ora passeranno anche ai controlli degli orti, per chi usa la fresa, macchina ritenuta fra le più pericolose e verranno fatti anche di domenica.

Devo confessare che avevo già il compratore in partenza per venirlo a prendere, l'ho bloccato, per il momento non voglio rischiare, sarò troppo pauroso, ma trovarsi davanti al giudice credo che non piaccia a nessuno.

 

Ma chi stabilisce che un trattore " é " a norma durante la vendita?

Ovvero se vendo il mio trattore perfettamente "normodotato" e ( ipotesi) il giorno dopo (figuriamoci in 10 anni di utilizzo cosa può avvenire) l'utilizzatore smonta l'arco di protezione e se lo ribalta addosso, affermando che >, chi può affermare il contrario?

 

Ma infatti per me la responsabilità è solo per i venditori di professione. Tu fai presente che il mezzo è sprovvisto di arco di protezione ( che è un adeguamento ad una norma successiva alla fabbricazione ) e che spetta all'acquirente metterlo a norma. Sono i mezzi nuovi che non possono assolutamente essere immatricolati e venduti senza essere a norma. Per il resto spetta agli acquirenti e ai futuri utilizzatori. Mi suona assurda questa cosa dei 10 anni per un mezzo usato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, ma faccio un esempio, ad un trattore del 1965, se viene montato un arco di protezione e messo a norma, viene rilasciata relativa documentaziione che va esposta e allegata al momento della vendita, se poi l'acquirente lo smonta sono cavoli suoi, sono appigli che non reggono. La legge parla di venditore, non specifica nulla, quindi quando si vende siamo tutti venditori. So che è una cavolata, ma la legge purtroppo è questa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusate, ma faccio un esempio, ad un trattore del 1965, se viene montato un arco di protezione e messo a norma, viene rilasciata relativa documentaziione che va esposta e allegata al momento della vendita, se poi l'acquirente lo smonta sono cavoli suoi, sono appigli che non reggono. La legge parla di venditore, non specifica nulla, quindi quando si vende siamo tutti venditori. So che è una cavolata, ma la legge purtroppo è questa.

 

Si però che io sappia un vendtore privato non ha obblighi di legge sulla garanzia. Anche perchè chi acquista prende visione del mezzo e decide di comprarlo. Non può essere ingannato. Come mi pare strano che una legge italiana sia "chiara" :perfido:

Nel tuo post precedente dici che "E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti, o meglio, vista la normativa il venditore resta teoricamente sempre responsabile di eventuali danni causati dall'aver ceduto un mezzo non a norma.

 

Ora cosa si intende per " teoricamente "? Se tu fai un passaggio di proprietà di un mezzo agricolo puoi indicare l'obblico per l'acquirente di mettere a norma il mezzo . Scusa ma allora è come se io vendessi un mezzonon funzionante in qualche sua parte. allora lo si usa così e poi si dà la colpa al vecchio proprietario ?

Edited by superbilly1973

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io andrei in pesa, lo peserei, e poi in fattura scriverei “30q di ferro” :2funny:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti fai una scrittura privata con

Nome -cognome-data di nascita -n documento dell 'acquirente

Stesso per te

Marca-modello-n telaio-targa del mezzo in vendita

Scrivi in modo chiaro che l'acquirente è consapevole che la macchina NON è

dotata dei sistemi di protezione individuale obbligatori

Scrivi in modo chiaro che il mezzo NON è funzionante e che viene venduto ad ESCLUSIVO uso di recupero pezzi di ricambio usati.

Firma di ambedue.

secondo il mio avvocato in una vendita tra privati tu non sei più responsabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si però che io sappia un vendtore privato non ha obblighi di legge sulla garanzia. Anche perchè chi acquista prende visione del mezzo e decide di comprarlo. Non può essere ingannato. Come mi pare strano che una legge italiana sia "chiara" :perfido:

Nel tuo post precedente dici che "E' quindi proibita la vendita di un mezzo agricolo che non sia a norma con le normative vigenti, o meglio, vista la normativa il venditore resta teoricamente sempre responsabile di eventuali danni causati dall'aver ceduto un mezzo non a norma.

 

Ora cosa si intende per " teoricamente "? Se tu fai un passaggio di proprietà di un mezzo agricolo puoi indicare l'obblico per l'acquirente di mettere a norma il mezzo . Scusa ma allora è come se io vendessi un mezzonon funzionante in qualche sua parte. allora lo si usa così e poi si dà la colpa al vecchio proprietario ?

 

C' scritto TEORICAMENTE SEMPRE RESPONSABILE e VENDITA PROIBITA.

 

Qui non si parla di garanzia per guasti o altro che è altra cosa, si parla di responsabilità

Se la legge VIETA la vendita inutile cercare appigli, mi sembra che c'è poco da dire.

 

Gli avvocati a mio avviso dovrebbero consigliare il contrario se ci fossero state sentenze in merito che dicono altro, ma se il giudice applica la legge interpretandola come scritta sono cavoli amari. Come al solito la legge italiana non è mai chiara, è sempre pane per gli avvocati e non da mai una definizione certa al caso.

Chi può dare la certezza che se succede qualcosa non ci saranno problemi (NESSUNO)e dieci anni sono lunghi...

Edited by mareziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il teoricamente sta proprio li per dare quel tocco di “se hai culo di beccare il giudice giusto” e “facciamo lo stipendio agli avvocati”

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non voglio insistere ma in tutto questo si parla sempre di una macchina agricola che viene usata come tale e impiegata in lavorazioni agricole, nella vendita di cui parlavo all'inizio della discussione su consiglio dei CD ho appunto aggiunto macchina non adibita a lavorazioni agricole. È chiaro che nel mio caso il compratore ha accettato questa condizione perché avrebbe smontato quasi tutto ma nel caso di un trattore che deve continuare la sua "carriera" la vedo dura. Comunque 10 anni vanno al di là di qualsiasi logica, garanzia ecc..

 

Inviato dal mio LG-K100 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il trattore dovrebbe essere "inutilizzabile".

Chi significa che se uno lo vuole ripristinare deve eseguire delle attività straordinarie ( non basta togliere la batteria)".

Ti consiglio.

Smonta un pezzo critico della macchina ( sterzo magari) fai foto per documentare che senza quello la macchina è inutilizzabile., le alleghiamo alla doc di vendita.

 

 

Inviato dal mio Moto G (5S) Plus utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il trattore dovrebbe essere "inutilizzabile".

Chi significa che se uno lo vuole ripristinare deve eseguire delle attività straordinarie ( non basta togliere la batteria)".

Ti consiglio.

Smonta un pezzo critico della macchina ( sterzo magari) fai foto per documentare che senza quello la macchina è inutilizzabile., le alleghiamo alla doc di vendita.

 

 

Inviato dal mio Moto G (5S) Plus utilizzando Tapatalk

Questo sarebbe uno di quei casi in cui la legge direbbe, "lo puoi vendere se" ma la legge non parla di questo, proibisce la vendita senza specifica di condizione, questo è il punto.

Il mio pensiero è che tutto ciò sia architettato per favorire i concessionari i quali al momento del ritiro di queste macchine la prima cosa che dicono è che c'è da spenderci per metterlo a norma e lo pagano 4 soldi, inoltre chi ha un trattore di poco valore e in condizioni precarie, essendo poco conveniente spenderci soldi, lo cambia, altre spiegazioni logiche non le vedo, in questo giro economico lo stato ci guadagna.

Che facciano tutto questo per salvarci la vita ho forti dubbi....:cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...