Jump to content

Recommended Posts

53 minuti fa, monster ha scritto:

Così per curiosità, si può sapere quale era la vecchia cantina e, quale la nuova?

Ex Romagnole, (han chiuso il punto raccolta di Santerno in modo arbitrario e discutibile nel lasciare libero soci con minore superficie ed obbligare altri al rispetto del vincolo triennale del socio a conferire a Bagnacavallo...😔) .....ma è storia passata, ora sono Agrintesa Russi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque ieri ho raccolto Malvasia di Candia(super) un clone di trebbiano che bisognerebbe picchiare chi l ha fatto, anzi dubito che sia trebbiano, della ribolla e del tocai....

Da lunedì tempo permettendo vado in quella in affitto...su argilla pura....vediamo almeno in grAdo quanto spunta...vecchio clone di trebbiano rosso fiamma....l anno scorso fece  più dell' 11... Baume'..facciamo saltare i babometri🤣....

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Comunque ieri ho raccolto Malvasia di Candia(super) un clone di trebbiano che bisognerebbe picchiare chi l ha fatto, anzi dubito che sia trebbiano, della ribolla e del tocai....
Da lunedì tempo permettendo vado in quella in affitto...su argilla pura....vediamo almeno in grAdo quanto spunta...vecchio clone di trebbiano rosso fiamma....l anno scorso fece  più dell' 11... Baume'..facciamo saltare i babometri....
Quello di ieri quanto dava?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

🙏

11 ore fa, CBO ha scritto:

Se cimi qualche giorno prima della vendemmia non fai nulla di che. 

Chiaro che l'ideale sarebbe cimare davanti alla vendemmiatrice ma uno deve fare quel che puo'.

Sono giornate di arrivi

20190921_203753.jpg

20190921_200233.jpg

e di partenze  🤗

20190921_202152.jpg

Ma allora la portano anche da te l'uva in rimorchi tagliata a mano ? Pensavo si andasse solo di vasche inox

1 ora fa, ALAN.F ha scritto:

Comunque ieri ho raccolto Malvasia di Candia(super) un clone di trebbiano che bisognerebbe picchiare chi l ha fatto, anzi dubito che sia trebbiano, della ribolla e del tocai....

Da lunedì tempo permettendo vado in quella in affitto...su argilla pura....vediamo almeno in grAdo quanto spunta...vecchio clone di trebbiano rosso fiamma....l anno scorso fece  più dell' 11... Baume'..facciamo saltare i babometri🤣....

Che la forza sia con te ! 🙏

Io ieri fatta la nera per me. Rese sarò intorno ai 20 q.li/ha :sob:     grado babo poco oltre i 19 con temperatura mosto 23°C

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cominciato anche io ieri. Su nei campi in alto avevo 5 filari ma li han completamente mangiati i cinghiali.... X fortuna mi sto rifacendo con la vigna giù. X ora non ho notato grossi cali di produzione in 5 file ho fatto 21 casse lo scorso anno23. Vedremo nelle prossime 9....ma qui debbo ringraziare AlanF e l'urea!

Una foto del pignoletto in casse per un privato

IMG_20190921_172107.jpg

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, davide87 ha scritto:

Cominciato anche io ieri. Su nei campi in alto avevo 5 filari ma li han completamente mangiati i cinghiali.... X fortuna mi sto rifacendo con la vigna giù. X ora non ho notato grossi cali di produzione in 5 file ho fatto 21 casse lo scorso anno23. Vedremo nelle prossime 9....ma qui debbo ringraziare AlanF e l'urea!

Una foto del pignoletto in casse per un privato

IMG_20190921_172107.jpg

Bello e basta 😋

 

Edited by CBO
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, superbilly1973 ha scritto:

🙏

Ma allora la portano anche da te l'uva in rimorchi tagliata a mano ? Pensavo si andasse solo di vasche inox

 

Eh si. Non tutti i conferitori hanno lotti meccanizzabili mentre altri pur avendoli vanno di mano comunque.

Qui e dove scaricano i giganti ma se serve anche i piccolini di primo mattino 😂😂

20190921_200001.jpg

E dimenticavo chi lavora. Confusion de tubi20190921_200412.jpg

 

Edited by CBO
Aggiunta fotina
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, CBO ha scritto:

Eh si. Non tutti i conferitori hanno lotti meccaniqualità mentre altri pur a? vanno di mano comunque.

Qui e dove scaricano i giganti ma se serve anche i piccolini di primo mattino 😂😂

20190921_200001.jpg

E dimenticavo chi lavora. Confusion de tubi20190921_200412.jpg

 

Complimenti per la tua campagna di raccolta cbo...hai numeri impressionanti. Ma per curiosita vendemmia solo di notte con le vendemmiatrici? X un fatto di temperatura e qualita?

Edited by davide87

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, davide87 ha scritto:

Complimenti per la tua campagna di raccolta cbo...hai numeri impressionanti. Ma per curiosita vendemmia solo di notte con le vendemmiatrici? X un fatto di temperatura e qualita?

Preferisco la notturna per una questione di temperature. Lavoro sulle uve e non sui mosti in questo modo anche se non e' un fatto matematico con le temperature di certi precoci. 

E intanto continua lo stillicidio di materiale. Fatela finita.

20190922_104317.jpg

E poi c'e' chi si arrende. Il 2012/2014 e' stato un flash. Qualcuno ne ha approfittato🤫. Ora sara' strutturale. Basta aspettare. Massa, ci vuole massa. A buon intenditore poche parole.

 Non so ma a valdobbiadene son talmente legati alle loro colline e alla loro storia che qui e li' c'e' sempre chi vende (Bisol, Canevel, Ruggeri...). 

20190922_104402.jpg

E qui gli incappucciati di pianura. Sempre la stessa fine pero' ...

20190922_111732.jpg

Ci risentiamo mercoledi'. Qui non mi vogliono piu'. E un collega mi ha offerto un pass veloce per la Puglia. Vo a vedere cosa combinano i colleghi di laggiu' 🤗

Na guera costante 😎

 

Edited by CBO
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Quello di ieri quanto dava?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

9,3(15babo)

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, davide87 ha scritto:

Cominciato anche io ieri. Su nei campi in alto avevo 5 filari ma li han completamente mangiati i cinghiali.... X fortuna mi sto rifacendo con la vigna giù. X ora non ho notato grossi cali di produzione in 5 file ho fatto 21 casse lo scorso anno23. Vedremo nelle prossime 9....ma qui debbo ringraziare AlanF e l'urea!

Una foto del pignoletto in casse per un privato

IMG_20190921_172107.jpg

Grazie Davide, ma solo merito tuo......io al massimo visto che mi piace la selvaggina mi sarei .....ma sto scherzando.....piazzato qualche notte d estate con un calibro 8 con silenziatore da marmittoni ..e palla da 6grammi doppia carica polvere 800x Dupont🤣...ma si scherza..🤡..non vorremmo mica estinguerli i cinghiali...

  • Thanks 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/9/2019 Alle 10:51, CBO ha scritto:

Tutti veniamo da esperienze diverse. 

Io per esempio non ho mai nemmeno valutato le Pellenc. Eppure anche in zona c'e' chi le ha (anche vicino a te) e si trova bene e guai a toccarle. 

C'e' chi denigra le Nh perche' troppo violente, troppo lente rispetto alle Gregoire. Io, e qui mi collego a Psg con cui non sono per nulla d'accordo, dico che ci vuole manico come in tutte le operazioni di campo. Manico che consiste soprattutto in esperienza che ti aiuta a tarare la macchina su quel lotto invece di continuare a bastonare o a correre senza senso perche' sul lotto precedente avevi quell'impostazione che avevi ereditato dal lotto di partenza.

Sono convintissimo che Hamilton non sia il marziano che descrivono, ma sono anche convinto che la Mercedes senza Hamilton non avrebbe vinto quel che ha vinto negli ultimi anni. 

La pulizia del materiale. Non ho e non vendemmio cordone libero (forse quest'anno da cacciatore e allora ti diro' come vanno le bestie. Il Gigione pero' usa Nh. Alessandro che secca piu' di mila ettari a cordone ha Gregoire) ma ti faccio presente che a 500 metri da la J..a (credo tu conosca Massimo o Paolo, chiedi a loro) c'e' un lotto di 40 ettari + altri 30 di rinnovo a cordone libero e han lasciato l'unica Ero semovente circolante in zona per passare all'Imeca. 

Sia chiaro non rinnego la Gregoire. Ma adesso come adesso non ti nascondo che dopo averla vista lavorare su un lotto molto problematico sarei imbarazzato nella scelta. 

E come sai i contadini difficilmente vedono i pregi dei mezzi altrui. 

partendo dal fatto che la macchina cambia la qualità di raccolta e questo lo abbiamo assodato, sono d'accordo che l'esperienza fa la differenza, però alla fine quando hai fatto due anni di vendemmia cominci ad avere quel bagaglio di regolazioni che poi ti rimane, quello che voglio dire è che con un pilota esperto al max dell'esperienza il 90% della raccolta la fa la macchina, uno più di quel bagaglio non può andare e fare... poi capita a tutti di rompere qualche palo durante la stagione 1/2, stanchezza etc etc, specialmente se il vigneto non è tenuto al top... e comunque io non capisco il fatto di lamentarsi di menare, l'uva per farla cadere che tu cammini ai 3 con ipotesi 400 battiti o ai 4 con 450 l'energia data è la stessa per il distacco dell'uva, è vero che andando più piano la cosa un pelo migliora ma non è che si nota tutta questa differenza... se poi uno va ai 6 e mena 600 quello è un cane, alla fine la sera un po di ettari tocca farli, se la macchina rende 100 e ci sono le condizioni per fare un ottimo lavoro perché non rendere 100, poi magari ti capita il bianco indiavolato e li per non rompere troppo la fai rendere 80 si tratta sempre di trovare il giusto compromesso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, CBO ha scritto:

Preferisco la notturna per una questione di temperature. Lavoro sulle uve e non sui mosti in questo modo anche se non e' un fatto matematico con le temperature di certi precoci. 

E intanto continua lo stillicidio di materiale. Fatela finita.

20190922_104317.jpg

E poi c'e' chi si arrende. Il 2012/2014 e' stato un flash. Qualcuno ne ha approfittato🤫. Ora sara' strutturale. Basta aspettare. Massa, ci vuole massa. A buon intenditore poche parole.

 Non so ma a valdobbiadene son talmente legati alle loro colline e alla loro storia che qui e li' c'e' sempre chi vende (Bisol, Canevel, Ruggeri...). 

20190922_104402.jpg

E qui gli incappucciati di pianura. Sempre la stessa fine pero' ...

Ci risentiamo mercoledi'. Qui non mi vogliono piu'. E un collega mi ha offerto un pass veloce per la Puglia. Vo a vedere cosa combinano i colleghi di laggiu' 🤗

Na guera costante 😎

 

Io ho sempre caricato il rimorchio quando facevo uva in serie quantità però si metteva sempre a posto ( non pigiata eh ) e non ho mai perso un acino.

Non mi piace la storia di vendere ai cinesi. Dopo esperienza di tessile e industria del mobile , vendere così a stranieri e con una certa propensione al guadagno a discapito della qualità mi sa tanto di anticamera della distruzione. Però magari sono io che penso male. E il fatto che il signore sia di origine sarda non me lo rende di certo simpatico. C'è una cosa però che non capisco. Perchè una azienda straniera che fa tutt'altro si mette a acquistare vigneti in italia. Poi a chi li farebbe lavorare ? E il vino come lo fa ? Va bè è off-topic. Lasciamo perdere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

Poi a chi li farebbe lavorare ?

i cinesi, no ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Io ho sempre caricato il rimorchio quando facevo uva in serie quantità però si metteva sempre a posto ( non pigiata eh ) e non ho mai perso un acino.

Non mi piace la storia di vendere ai cinesi. Dopo esperienza di tessile e industria del mobile , vendere così a stranieri e con una certa propensione al guadagno a discapito della qualità mi sa tanto di anticamera della distruzione. Però magari sono io che penso male. E il fatto che il signore sia di origine sarda non me lo rende di certo simpatico. C'è una cosa però che non capisco. Perchè una azienda straniera che fa tutt'altro si mette a acquistare vigneti in italia. Poi a chi li farebbe lavorare ? E il vino come lo fa ? Va bè è off-topic. Lasciamo perdere.

Gli investitori mettono capitale e guardano l'utile, mica guidano il trattore o decidono il sesto d'impianto. Ben vengano capitali freschi esteri. Significa che le aziende sono attrattive e hanno potenzialità di crescita. I soldi non hanno alcuna tipicità territoriale, ben vengano da qualsiasi parte del mondo. Ci son già diverse e famose realtà vitivinicole italiane che sono di proprietà straniera e lavorano con capitali stranieri, ma il prodotto finito è assolutamente made in Italy. Non vi è alcuna correlazione tra origine del prodotto e origine dei soldi che servono a produrlo.

  • Like 3
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gli investitori mettono capitale e guardano l'utile, mica guidano il trattore o decidono il sesto d'impianto. Ben vengano capitali freschi esteri. Significa che le aziende sono attrattive e hanno potenzialità di crescita. I soldi non hanno alcuna tipicità territoriale, ben vengano da qualsiasi parte del mondo. Ci son già diverse e famose realtà vitivinicole italiane che sono di proprietà straniera e lavorano con capitali stranieri, ma il prodotto finito è assolutamente made in Italy. Non vi è alcuna correlazione tra origine del prodotto e origine dei soldi che servono a produrlo.
Il discorso fila,è così in tutti i settori quindi anche l'agricoltura deve adeguarsi. Xò credo anche che sia un peccato, farsi aggredire proprio in un settore tipico italiano. É vero che i capitali servono e vanno attirati,è anche vero xò che chi mette soldi si aspetta soldi indietro, quindi un minimo (o massimo, dipende da come va l'investimento) esce dall'Italia e mai più ci tornerà. Sono le regole del business, non possiamo farci niente.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, alefriuli ha scritto:

Gli investitori mettono capitale e guardano l'utile, mica guidano il trattore o decidono il sesto d'impianto. Ben vengano capitali freschi esteri. Significa che le aziende sono attrattive e hanno potenzialità di crescita. I soldi non hanno alcuna tipicità territoriale, ben vengano da qualsiasi parte del mondo. Ci son già diverse e famose realtà vitivinicole italiane che sono di proprietà straniera e lavorano con capitali stranieri, ma il prodotto finito è assolutamente made in Italy. Non vi è alcuna correlazione tra origine del prodotto e origine dei soldi che servono a produrlo.

Dici...... ma credo che chi mette i soldi poi può anche decidere.... faccio esempio....... dove comprare bottiglie, pali ecc ecc...... e non credo che debba per forza essere Made in Italia........

  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, carvigna ha scritto:

Dici...... ma credo che chi mette i soldi poi può anche decidere.... faccio esempio....... dove comprare bottiglie, pali ecc ecc...... e non credo che debba per forza essere Made in Italia........

Ovvio. Qual' è il problema? Io mica scelgo il made in Italy. Scelgo il miglior rapporto qualità prezzo(secondo mio personale e modesto parere). Sta ai produttori italiani fare in modo che io scelga loro, così come sta a noi della filiera vitivinicola italiana fare in modo che, nel mondo, scelgano noi. 

Non vedo il problema. Funziona così in tutto il mondo, non è che i cinesi o gli americani comprano solo aziende italiane. Esistono anche aziende italiane (Ferrero, per dirne una) che acquistano aziende agroalimentari estere. Davvero, non colgo il problema.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Io ho sempre caricato il rimorchio quando facevo uva in serie quantità però si metteva sempre a posto ( non pigiata eh ) e non ho mai perso un acino.

Non mi piace la storia di vendere ai cinesi. Dopo esperienza di tessile e industria del mobile , vendere così a stranieri e con una certa propensione al guadagno a discapito della qualità mi sa tanto di anticamera della distruzione. Però magari sono io che penso male. E il fatto che il signore sia di origine sarda non me lo rende di certo simpatico. C'è una cosa però che non capisco. Perchè una azienda straniera che fa tutt'altro si mette a acquistare vigneti in italia. Poi a chi li farebbe lavorare ? E il vino come lo fa ? Va bè è off-topic. Lasciamo perdere.

Io la vedo in modo diverso e potrei anche sbagliarmi.

E mi spieghero' al ritorno. Partiti da Bari direnzione Salento centrale.

Ieri nel primo pomeriggio sono andato a "caccia".

Qui si sentono odorini ma e' stracarico. Viti mature, concimate solo con letame equino ...

Questo un glera giovane piu' scarico piu' magro ma perfetto ancora

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, CBO ha scritto:

Io la vedo in modo diverso e potrei anche sbagliarmi.

E mi spieghero' al ritorno. Partiti da Bari direnzione Salento centrale.

Ieri nel primo pomeriggio sono andato a "caccia".

Qui si sentono odorini ma e' stracarico. Viti mature, concimate solo con letame equino ...

Questo un glera giovane piu' scarico piu' magro ma perfetto ancora

 

Le sgasate in sottofondo sono le Braud in partenza? 🧨🧨😂

Bello bello!  Ma il glera lo hai tutto a sylvoz? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intanto 10minuti piove e 10minuti no.....ma va.......

  • Like 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, alefriuli ha scritto:

Ovvio. Qual' è il problema? Io mica scelgo il made in Italy. Scelgo il miglior rapporto qualità prezzo(secondo mio personale e modesto parere). Sta ai produttori italiani fare in modo che io scelga loro, così come sta a noi della filiera vitivinicola italiana fare in modo che, nel mondo, scelgano noi. 

Non vedo il problema. Funziona così in tutto il mondo, non è che i cinesi o gli americani comprano solo aziende italiane. Esistono anche aziende italiane (Ferrero, per dirne una) che acquistano aziende agroalimentari estere. Davvero, non colgo il problema.

... Non dicevo fosse un problema..... tu lo stai chiamando "problema "......poi nomini "Ferrero".... ma si contano su una mano le aziende italiane che comprano quelle estere......

Share this post


Link to post
Share on other sites
30 minuti fa, carvigna ha scritto:

... Non dicevo fosse un problema..... tu lo stai chiamando "problema "......poi nomini "Ferrero".... ma si contano su una mano le aziende italiane che comprano quelle estere......

Certo, io lo chiamo problema perché così ho interpretato il tuo intervento. Oppure è una cosa neutra per te? Ne un vantaggio ne' un problema? Spiegati meglio. Almeno con me, abbi pazienza.

Certo che nomino Ferrero. Perché? Cosa significa quel "ma..."? Sembrerebbe che per te sia un problema, ma ormai ho sempre il dubbio di travisare quel che scrivi. Per me è un grosso problema il fatto che in Italia ci siano pochi Ferrero o Campari o Barilla e, ancor di più, è un problema che vi siano aziendine di 2/5 ettari, anche in pianura padana. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intanto 10minuti piove e 10minuti no.....ma va.......
Dovevi iniziare stamattina ma ho fatto bene a sospendere tutto, a sto punto non so nemmeno se si vada domani, adesso ci sta dando abbastanza. Cmq l'uva tiene bene, quest'anno è più indietro, il problema sorge se piove un giorno si e uno no, allora diventa dura.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...