Jump to content

Recommended Posts

PREMESSA: in questo argomento ci occuperemo delle normali e ordinarie manutenzioni inerenti le Stazioni Automatiche di Controllo (SAC) SAME, relative alle macchine anni 60 e 70.

 

La SAC è un dispositivo che, soprattutto con attrezzi al "traino" (aratri, estirpatori etc), puo' dare molte soddisfazioni, ma che va comunque manutenuta con cura, soprattutto considerando che ci stiamo riferendo a trattori che hanno parecchi lustri sulle spalle. Dei semplici controlli, che nella peggiore delle ipotesi possono generare manutenzioni risolvibili in poco tempo, possono garantire il buon funzionamento del sistema idraulico del Vostro trattore SAME.

 

Possiamo, a titolo di esempio, elencare alcune macchine alle quali le prossime spiegazioni e foto possono abbinarsi:

Same 240, 250, 360 secondo tipo, Puledro primo e secondo tipo, Sametto Automazione, 450V, Atlanta primo e secondo tipo, Italia primo e secondo tipo. Queste alcune macchine con SAC orizzontale.

Macchine con SAC verticale: Centauro, Leone, Minitauro eccetera eccetera; per queste macchine valgono piu o meno gli stessi principi delle macchine sopra, anche se la disposizione dei componenti è leggermente diversa.

 

 

Partiamo anzitutto con la PULIZIA DEL FILTRO INTERNO E SOSTITUZIONE OLIO; è preferibile effettuare questa operazione, soprattutto se si è entrati in possesso di una macchina usata e non se ne conosce la manutezione.

Il sintomo principale riscontrabile qualora ci sia il filtro interno intasato è la lentezza di risalita dei bracci quando si da il comando di alzata. In caso di filtro particolarmente intasato, le parallele possono impiegare alcuni minuti per salire fino al punto max di escursione.

 

L'operazione è relativamente semplice, e puo' essere eseguita da chiunque abbia un minimo di cognizione e, soprattutto, capacità di interpretare correttamente le operazioni da svolgere.

 

Prima operazione da effettuare: svuotare la SAC completamente dal suo olio. In genere lo scarico è sul lato sinistro della stessa, piu o meno sopra le pedane nel caso di SAC orizzontali, mentre di norma è sulla destra nelle SAC verticali. Comunque il manuale di uso e manutenzione del mezzo riporta esattamente il punto in cui si trova.

Per praticità, sarebbe preferibile sistemare il trattore con la ruota posteriore opposta al tappo di scarico sopra una zeppa di legno (sufficiente anche un altezza di circa 10cm) in modo da favorire lo svuotamento e la successiva pulizia.

 

Una volta svuotata la SAC, si puo' procedere togliendo il coperchio superiore: nelle SAC orizzontali in genere si rende necessaria l'asportazione del sedile, ma si puo' operare anche lasciandolo flangiato sul coperchio SAC, a patto di riuscire a togliere le viti di serraggio coperchio sotto il suo fulcro.

Le SAC verticali invece in genere non interferiscono con il sedile.

 

Una volta tolto il coperchio superiore, la visione che appare piu o meno è questa:

 

t1348_IMGA1959.JPG

 

 

Il filtro in oggetto si trova nella posizione indicata in foto sotto nel caso di SAC orizzontali:

t1349_IMGA19603.JPG

 

Oppure come indicato nella scansione sotto in caso di SAC verticali:

 

t1354_sac150DPI.jpg

 

Il filtro comunque è facilmente identificabile, va tolto agendo sulla fascetta che lo fissa all'aspirazione della pompa a pistoni.

 

IL MANUTENTORE DEVE AVERE LA MASSIMA CURA SVOLGENDO QUESTE OPERAZIONI, IN QUANTO I COMPONENTI IN OGGETTO SONO MOLTO DELICATI. VA INOLTRE OSSERVATA UNA SCRUPOLOSA PULIZIA PRIMA DI INIZIARE LE OPERAZIONI. IL FILTRO VA RIMOSSO E MANEGGIATO CON MOLTA DELICATEZZA IN QUANTO PARTICOLARMENTE DELICATO E FACILMENTE ROVINABILE.

 

Una volta rimosso il filtro, va ripulito con un po' di gasolio e soffiato con aria compressa, avendo cura a non soffiare troppo vicino alla reticella, in quanto potrebbe perforarsi.

 

Sarebbe preferibile ripulire anche l'interno della scatola SAC, soprattutto se prima dell'operazione il sollevatore manifestava i sintomi gia spiegati; è infatti possibile che vi siano dei depositi di morchie, che finirebbero nuovamente ad intasare il filtro.

Tappare con uno straccio o un turacciolo di sughero l'aspirazione da dove è stato precedentemente rimosso il filtro; con un pennello, spennellare le parti interessate e, se necessario, sversare al suo interno un po' di gasolio. Lo scarico naturalmente sarà stato lasciato aperto, e l'inclinazione data al mezzo con la zeppa sotto la ruota agevolerà la fuoriuscita totale di morchie e depositi vari formati se l'operazione non era mai stata svolta finora.

 

 

Una volta terminata la pulizia, rimontare il filtro, e chiudere il coperchio prestando particolare attenzione alla sua guarnizione, che se risulta rotta sarebbe preferibile la sua sostituzione o riparazione per evitare le fastidiose "trasudazioni" di olio.

 

L'olio potrebbe essere immesso prima di chiudere il coperchio: questo per facilità.

 

Comunque, di norma va rabboccato e controllato da apposito tappo con astina, nelle SAC orizzontali di norma è a dx (vedi foto sotto):

t1350_IMG2768.JPG

 

Nelle SAC verticali invece è sulla parte sinistra del coperchio, con forma a pomello svitabile a mano.

 

La quantità di olio necessario è riportato nel manuale uso e manutenzione del mezzo.

A titolo di esempio, riportiamo le quantità prescritte per alcune macchine:

  • same centauro 11 litri circa;
  • same atlanta 8 litri circa;
  • same 360C 13 chilogrammi circa
  • same Puledro B 8 litri circa.

 

Comunque se l'utilizzatore è sprovvisto del manuale uso del mezzo, puo' basarsi sull'astina di controllo, normalmente dotata di tacca di min e max.

 

TIPO DI OLIO DA UTILIZZARE

 

SAme ha prescritto nel tempo due Fornitori per i lubrificanti delle macchine in oggetto: ESSO e AGIP. Comunque basta utilizzare un olio di medesime caratteristiche.

Va precisato subito che per la SAC non si raccomanda un solo tipo di olio; Same indica la possibilità di utilizzare sia olio motore, sia olio da trasmissione, sia olio idraulico.

 

Ecco alcune tipologie:

  • Olio motore non additivato, viscosità SAE 40;
  • olio viscosità SAE 80 (olio da trasmissione);
  • olio idraulico "a base paraffinica"

questo sul Centauro e omologhi modelli con SAC verticale;

 

  • olio motore viscosità SAE 50;
  • olio da trasmissione viscosità SAE 90;

questo sui trattori con SAC orizzontale.

 

In linea di massima si puo' utilizzare un olio idraulico OSO, se ve n'è la disponibilità, altrimenti va bene l'olio da trasmissioni. Personalmente non ho mai utilizzato olio motore nella Stazione Automatica di Controllo.

 

PRECISAZIONE FONDAMENTALE: UNA VOLTA SVUOTATO L'OLIO NON E' ASSOLUTAMENTE POSSIBILE ACCENDERE IL TRATTORE IN QUANTO LA POMPA GIREREBBE A "VUOTO", RIPORTANDO SERI DANNI. QUINDI ABBIATE LA CURA DI PORRE IL MEZZO GIA' IN POSIZIONE CONSONA PRIMA DI SVUOTARE LA SAC.

Edited by Filippo B
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un controllo facile facile da effettuarsi è la verifica del serraggio delle BIELLETTE PER IL RILIEVO DELLO SFORZO. Sembra una cosa banale, così non è.

Il sintomo più evidente di un loro gioco è l'attrezzatura che affonda più da un lato durante il lavoro. Per esempio, se operiamo con un estirpatore perfettamente regolato in piano a macchina ferma, una volta interrato potrebbe tendere ad affondare più da una parte in caso di sforzo.

 

Comunque, a prescindere dal sintomo sopra riportato, è un controllo che richiede un minuto ed è preferibile effettuarlo spesso, pena la compromissione di alcuni componenti delicati e non sempre facilmente sostituibili causa scarsità ricambi.

 

Per verificare, basta semplicemente afferrare le due parallele (una alla volta) e tirarle verso di sè: in genere osservando le parti in esame si dovrebbe notare del gioco.

 

Comunque, l'operatore puo' procedere come sotto con una certa frequenza, a prescindere dai sintomi e dai giochi riscontrati:

 

smontare i due bracci del sollevatore. Una volta smontati più o meno si vede quanto sotto:

 

t1351_IMG2759.JPG

Il perno visibile in primo piano in foto è la sede della noce del braccio del sollevatore.

Verificare il serraggio del bullone, come da immagine sotto:

t1352_IMG2761.JPG

 

Con chiave adeguata serrare e verificare poi il perfetto serraggio del particolare sul millerighe.

 

Come visto, è un operazione che porta via pochissimi minuti, ma è importante la verifica in quanto far lavorare il sollevatore con del gioco nel particolare in oggetto significa compromettere il millerighe e la bielletta, con la loro necessaria sostituzione.

 

E' possibile tentare di recuperare anche un accoppiamento con eccessivo gioco: se appunto si è lavorato a lungo con componenti allentati, il serraggio del bullone puo' non essere sufficiente. A questo punto, visto che l'unica ipotesi sarebbe la loro sostituzione, tanto vale tentare con un sistema un po' "empirico":

la bielletta in oggetto (Same la chiama "leva per tiranti") ha l'accoppiamento (con millerighe) aperto con una fenditura di circa 1mm; tale fenditura viene serrata dal bullone che fa si che il tutto si stringa attorno al millerighe.

In caso di gioco eccessivo si puo' tentare di aumentare l'ampiezza di questa fenditura, in modo da poter aumentare il serraggio. L'operatore valuterà come procedere, personalmente ho utilizzato un disco abrasivo da taglio (per materiali durissimi) dello spessore di circa 1,5mm accoppiato a smerigliatrice angolare. La sua rigidità fa si che, con un po' di "mano", si riesca ad ottenere un'asportazione molto netta e"precisa". E' possibile poi eventualmente spessorare con carta "spagna" qualora la nuova fenditura fosse eccessiva.

L'OPERAZIONE APPENA DESCRITTA SE NON SVOLTA CORRETTAMENTE POTREBBE PORTARE ALLA ROVINA DEL COMPONENTE IN OGGETTO, PERTANTO SPETTA ALL'OPERATORE VALUTARE SE CONVENIENTE O MENO.

Edited by Filippo B

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puo' succedere che la SAC non effettui più correttamente la correzione dello sforzo.

In pratica succede che, nonostante si inserisca lo sforzo controllato con la leva gialla, l'attrezzo affonda del tutto senza venir richiamato.

Le cause possono essere più di una, comunque partiamo dalla piu banale e semplice, ovvero la REGOLAZIONE DEL TIRANTE DI INGRESSO ALLA SAC.

In foto sotto vediamo i due tiranti che entrano nella SAC, e che provengono dalle leve allocate sul piantone dello sterzo:

 

t1353_IMG2769.JPG

 

Nel nostro caso, il tirante che ci interessa è quello di sinistra, naturalmente osservato dal posto di guida. Comunque l'operatore puo' capire da solo manovrando le due leve ed osservando i tiranti, così da capire l'abbinamento leva gialla e leva verde e rispettivi tiranti.

 

I sintomi sono già stati descritti, in pratica succede che, essendo solo l'ultima porzione di escursione della leva gialla quella che fa inserire il controllo dello sforzo, in pratica la sua escursione non è piu sufficiente per far entrare il menzionato controllo, lasciando di fatto la SAC in flottante (e quindi l'attrezzo va a "picco" nel terreno senza nessun controllo).

L'operazione è semplicissima; basta infatti rimuovere la spina che accoppia il morsetto a "C" al tirante di ingresso, svitare il controdado e allentare il detto morsetto; l'operatore puo' tentare con un giro o due, ed eseguire delle prove.

Riassemblare il tutto e provare così a lavorare in sforzo controllato. Se ora il rilievo dello sforzo funziona, il problema puo' definirsi risolto.

Provare anche a vedere se le stegole sollevano del tutto l'attrezzo, perchè si potrebbe aver allentato troppo il morsetto a "C"

Edited by Filippo B

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao

ho avuto lo stesso problema che dicevi tu filippo su un delfino, cioè il prigioniero di accoppiamento della bielletta dello sforzo controllato e il perno sotto, si era smollato...

Dato che il trattore lo ho preso usato, il proprietario vecchio non aveva serrato questo dado e si è rovinato tutto il mille righe...

ho provato a sentire per i prezzi dei pezzi nuovi, ma costavano 600-650 euro usati!!!

Allora ho deciso di rifare il millerighe del perno con il dremmel e il millerighe della bielletta con una lama del seghetto.

Il metodo è un pò arcaico, ma efficace...

Poi ho inserito come spessore un pezzo di lattina di bevanda e ho serrato bene.

Spero che funzioni perchè ancora non lo ho provato, ma sulla morsa teneva bene!

Un altra cosa, del delfino che anche lui a la S.A.C puoi dire qulcosa dato che il filtro del olio è fuori vicino al motore...

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bolo, credo che Tu abbia fatto un buon lavoro nelle biellette. L'unico consiglio che posso darti è monitorarle spesso quando utilizzerai il sollevatore, esistono poi specifici prodotti (loctite) per recuperare in parte il gioco ma personalmente mi sento si sconsigliarli vivamente nell'applicazione in oggetto.

 

Circa il filtro del Delfino, in effetti è vicino al motore vista la presenza della pompa nel frontale del trattore.

Non posso aggiungere nulla a tal riguardo in quanto non ho esperienze sulla macchina, sentiamo se qualche Utente vuole aggiungere qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me quando avevo il Delfino, era successo un imprevisto, mentre stavo arando, all'improvviso non funzionava piu' lo sforzo controllato, ho smontato il coperchio sollevatore ed ho visto una bielletta con un perno con la sede per un seeger, allora ho svuotato l'olio ed in fondo al cambio c'era una rotellina con un foro da 10 mm che casualmente andava bene sul perno :fiufiu:, l'ho rimontata con un seeeger nuovo (visto che il suo chissà dov'è finito) e dopo pochi giorni è di nuovo uscita dalla sede :AAAAH:, stessa procedura (coperchio, olio, ecc..) ma la rotellina non riuscivo a trovarla, speravo solo non fosse tra qualche ingranaggio :o l'ho poi trovata, dove indica la freccia in alto:AAAAH:

t6407_sac150DPImodificata.jpg

un po' schiacciata :asd:, ne ho poi montata una nuova e non è mai piu' successo :cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

quidi ci sono due filtri S.A.C nel delfino, uno davanti vicino alla pompa a ingranaggi e uno all'interno della S.A.C ?

anche l'olio della S.A.C devo cambiare sul delfo e ci sono ben 30 litri dato che fa anche il cambio...

Mi Hanno detto che spenderò sui 190-200 euro!!!

comunque è meglio che lo cambio cosi sono sicuro che è nuovo...

Ma se quando lo cambio poi devo toglierlo per cambiare qualche cosa l'olio va bene lo stesso ho si deve ricambiare?

Quando apro il coperchio della S.A.C devo controllare qualche cosa di particolare o solo il filtro se è intasato?

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, il filtro è uno solo, vicino alla pompa, la foto che ho postato prima non è del Delfino, era solo per far vedere dove è finita la rotellina :asd: il prezzo dell'olio mi sembra un po' caro :AAAAH: se dovessi togliere l'olio per smontare qualcosa (sempre che sia pulito) e lo hai sostituito da poco, lo puoi filtrare O0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si senno consuma più olio che gasolio!!!

L'olio è mobil e mi hanno detto che è quello compatibile con la S.A.C e il cambio.

Devo ancora prenderlo, voi senno che marca mi consigliate e che tipo, con anche una cifra indicativa della spesa...

Mi fate vedere anche una foto della S.A.C del delfino?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

N.B. messaggio quotato dalla discussione http://www.tractorum.it/forum/storia-macchine-agricole-f28/same-automazione-anni-60-a-132/index2.html#post72136

 

ciao filippo... sono nuovo del forum... ho visto che te ne intendi parecchio di trattori. ho un grosso problema con il sollevatore di un sametto 120 22 hp. Non riesco ad utilizzare la leva verde (leva di profondità). durante l'aratura vorrei tenere l'aratro a una certa profondità. nel manuale c'è scritto che per tarare la profondità bisogna, a trattore fermo, portare la leva gialla nel punto dove c'è l'omino in equilibrio, quindi nel punto più alto. quando provo ad alzare questa leva si alza contemporaneamente il sollevatore se la fermo si ferma e se la riporto nel punto più basso si abbassa anche il sollevatore. tutte queste operazioni le ho fatte con la leva gialla di sollevamento nel settore rosso. sai dirmi perchè fa cosi? non posso arare con l'artro sollevato!!!! :cheazz: ti ringrazio in anticipo.

ah un'altra cosa... nel sollevatore ho messo l'olio multi f trasmission oil ambra sae 20w-30 nh 420 a. va bene?

grazie ancora...

 

Salve Cambio, premesso che non sapevo che anche il Sametto avesse avuto la griglia tipica dei 240 (omino con paracadute, omino in equilibrio etc, pensavo che il Sametto fosse stato costruito solo con griglia di comando numerata e con scritte float etc).

 

Secondo me devi fare cosi: porta la leva VERDE anche un po' piu giu' della corrispondenza all'onimo in equilibrio, giusto per iniziare. La leva gialla la abbassi del tutto, fino a fine corsoio. In questa posizione dovresti sentire come una specie di "scatto" della leva, come se si inserisse qualcosa. Parti con il trattore, l'attrezzo si dovrebbe interrare, ad un certo punto probabilmente lo sforzo diventerà eccessivo ed il trattore inizierà a slittare. A questo punto piano piano alzi un po' alla volta la leva verde finchè senti che la macchina non slitta più e lo sforzo è commisurato alle capacità del mezzo.

A quel punto la leva verde devi scordartela. A fine solco alzi tutta la leva gialla per sollevare, prendi il nuovo solco, abbassi l'attrezzo fermando la leva per qualche secondo nella posizione a cavallo tra i colori blu e giallo (sarebbe la posizione flottante, in modo che l'attrezzo si interri velocemente) e poi spingi la stessa leva gialla giù, a fine corsa in basso, per far entrare in funzione il controllo dello sforzo.

 

Questo è quanto, se non funziona così secondo me c'è da regolare i tiranti delle leve, dovresti trovare qualche indicazione gia in questo argomento.

 

Se fossimo vicini lo verrei a vedere di persona per eventualmente darti qualche consiglio (il poco che so).

 

Per l'olio, non intendendomene di lubrificanti lascio la parola a altri, comunque se hai solo rabboccato senza sostituirlo è probabile che tra un po' inizi a diventare lento (il sollevatore).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'olio, non intendendomene di lubrificanti lascio la parola a altri, comunque se hai solo rabboccato senza sostituirlo è probabile che tra un po' inizi a diventare lento (il sollevatore).

Anche io non me ne intendo molto di olio, posso dirvi come faccio io: Nelle sac vecchie, come queste, se non ricordo male andrebbe usato un olio idraulico molto viscoso con gradazione 100-125, agip ha l'oso 100 o l'arnica 100 tanto per fare un esempio. Io uso di solito, senza star li a comprare olio apposta, l'olio per le moderne sac e cambi powershift senza problemi. L'olio potrebbe essere, per stare in casa agrip, il rotrajd, oppure tamoil jm, questi ultimi hanno viscosità un po' inferiore rispetto ai 125 degli idraulici sopracitati, ma van bene lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si in questo video si vede meglio....

grazie per le info.. provo e poi ti dico se ho risolto.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi spero sia la discussione giusta...

Il centurion si sta avvicinando alle 4000 ore e in tutto questo periodo non è mai stato fatto alcun tipo di manutenzione al sollevatore, è forse il caso di fare qualcosa??

Mi chiedevo dove si trova il filtro dell'olio e sopratutto se è arrivato il momento di sostituire sia olio che filtro. Non è complicato effettuare questa manutenzione?? Se è fattibile preparo il necessario e quest'estate mi dedico un po' a lui.

 

Inoltre ho notato che negli ultimi anni con poco peso da sollevare, quando si alza il sollevatore da dei piccoli colpetti durante la salita, specie quando sta arrivando alla posizione desiderata o quando si solleva lievemente. E' il famoso "beccheggio" che nei trattori fiat si regola con la levetta?? In questo caso è regolabile??

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

questa era la sac del mio falcon aperta per la prim volta a 3950 ore, l'ho lavata con gasolio e pennello e poi aspirato tutto con una pompa elettrica e infine rimesso l'olio nuovo, adesso lucica dentro:asd:

quando la torni a chiudere ti conviene o cambiare guarnizione o mettere un'pò di pasta rossa perchè quando la aprirai ti si romperà di sicuro la guarnizione anche se stai super attento, io cmq ho messo olio 80-90...

penso il tuo sia uguale, se vuoi altr foto non esitare a chiedere,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel mio SAME Atlanta 42cv ho riscontrato, da alcuni giorni, una perdita d'olio dall'albero delle leve di sollevamento della SAC.

L'olio esce dal lato sinistro, sicuramente sono le guarnizione o-ring da sostituire ma prima di metterci mano vorrei alcuni vostri consigli su come procedere allo smontaggio dell'albero.

 

Ciao a tutti, Drag.

Share this post


Link to post
Share on other sites
questa era la sac del mio falcon aperta per la prim volta a 3950 ore, l'ho lavata con gasolio e pennello e poi aspirato tutto con una pompa elettrica e infine rimesso l'olio nuovo, adesso lucica dentro:asd:

quando la torni a chiudere ti conviene o cambiare guarnizione o mettere un'pò di pasta rossa perchè quando la aprirai ti si romperà di sicuro la guarnizione anche se stai super attento, io cmq ho messo olio 80-90...

penso il tuo sia uguale, se vuoi altr foto non esitare a chiedere,

 

Devo aprire il coperchio superiore del sollevatore per smontare il filtro??? :AAAAH::AAAAH: Mi piange il cuore dover rompere la vernice ancora intatta!!!

Poi all'interno il filtro è facilmente smontabile e sopratutto non corro rischi di fare danni?? e ancora il filtro si lava o dopo trent'anni è forse il caso di sostituirlo??

Infine l'olio nel manuale è riportato il tipo Agip F1 Rotra MP/S Sae 80W, quindi l'80-90 dovrebbe essere giusto anche se mi pare che questo tipo d'olio sia utilizzato nelle trasmissioni e nei riduttori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao angelo

per toglierti ogni dubbio prova a vedere il sito trattore.it , ci sono gli spaccati dei trattori e si vede come viene assemblato.

Poi ci sono anche i prezzi di qualche ricambio e se li contatti ti dicono i prezzi di tutti i componenti

 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Devo aprire il coperchio superiore del sollevatore per smontare il filtro??? :AAAAH::AAAAH: Mi piange il cuore dover rompere la vernice ancora intatta!!!

Poi all'interno il filtro è facilmente smontabile e sopratutto non corro rischi di fare danni?? e ancora il filtro si lava o dopo trent'anni è forse il caso di sostituirlo??

Infine l'olio nel manuale è riportato il tipo Agip F1 Rotra MP/S Sae 80W, quindi l'80-90 dovrebbe essere giusto anche se mi pare che questo tipo d'olio sia utilizzato nelle trasmissioni e nei riduttori.

 

si la devi aprire, scalda bene l'olio prima magari così ti viene fuori subito, io per velocizzre ho sgonfiato la gomma destra, la fascetta del filtro la alenti con una chiave da 10 normalissima, vai tranquillo che non serve una laaurea per tirarlo giù fai solo attenzione che durante l'assenza del filtro non ti vada sporcizzia dentro il foro senno la pompa si potrebbe offendere e altra cosa non mettere assolutamente in moto il trattore prima di avere rimesso dentro l'olio senno ciao ciao pompa, ps l'80-90va benissimo potresti anche utilizzare un olio idraulico molto denso, ma per esser sicuro al 100% metti l'80-90 e stai super tranquillo, il filtro non serve cambiarlo una volta tolto lo lavi con gasolio e lo spennelli delicatamente e poi li dai una soffiata sempre con cautela da dentro verso fuori così facendo tornerà come nuovo io l'ho fatto 3 mesi fà questo lavoro se vuoi altre foto della sac dimmi che le carico senno vai nel mio profilo e te le guardi, buon lavoro ps usa gunti in lattice perchè l'80-90 ti impregna le mani talmente tanto che ti fa venir la nausea:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok ragazzi vi ringrazio ho capito cosa fare. Quest'estate (ora non ho tempo) dopo aver dato una bella ripulita al trattore ne approfitto del calore estivo e svuoterò tutto, dopodichè apro e vedrò se lavare semplicemente il filtro o sostituirlo, tanto qua i ricambisti SAME non mancano. L'interno della scatola pensavo di lavarlo con del gasolio in modo da eliminare il deposito formato negli anni. Infine richiuderò la scatola con la pasta rossa o rifaccio la guarnizione e la sigillo col mastice. Olio 80-90!!

Ma poi alla rimessa in moto la pompa non va a secco e non è necessario fare degli spurghi all'impianto??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ok ragazzi vi ringrazio ho capito cosa fare. Quest'estate (ora non ho tempo) dopo aver dato una bella ripulita al trattore ne approfitto del calore estivo e svuoterò tutto, dopodichè apro e vedrò se lavare semplicemente il filtro o sostituirlo, tanto qua i ricambisti SAME non mancano. L'interno della scatola pensavo di lavarlo con del gasolio in modo da eliminare il deposito formato negli anni. Infine richiuderò la scatola con la pasta rossa o rifaccio la guarnizione e la sigillo col mastice. Olio 80-90!!

Ma poi alla rimessa in moto la pompa non va a secco e non è necessario fare degli spurghi all'impianto??

se lavi con il gasolio preoccupati di tirarlo fuori tutto dopo, magari con l'ausilio di una pompa con in aspirazione un tubo sottile, la pompa si "spurga" da sola diciamo basta che prima di riaccendere il motore riempi la sac e non avrai problemi... buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma su modelli tipo solaris e omologhi viene utilizzato sempre tale sistema di sollevamento???sto impazzendo col mio prince 445 neanche il meccanico sa piu cosa fare!!!!Da freddo (quando si scalda no) ho il sollevatore che balla,me l hanno aperto 2 volte ma è tutto in ordine,hanno provato a regolare i registri ma cambia poco.Proverò a cambiare l olio,voi cosa dite???

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sostituzione delle guarnizioni o-ring presenti sull'albero superiore dei bracci del sollevatore è un'operazione piuttosto semplice.

Bisogna ovviamente smontare il coperchio della SAC e svuotare l'olio seguendo passo passo i consigli visti in precedenza.

Anche in questo caso una pulita al filtro ed agli organi interni è sottointeso.

Ora ci troviamo di fronte la SAC con il suo interno in bella vista e ben ripulito, iniziamo con svitare, con una chiave da 19, la vite che stringe il braccio all'albero, quindi passiamo a svitare, attraverso una chiave da 17, la coppia di viti che fissano, con la ranella di spallamento, il braccio del sollevatore all'albero.

Procediamo pari passo pure al braccio opposto.

Adesso avremo l'albero del sollevatore libero di muoversi lungo il suo asse permettendoci così di poter sfilare le boccole interne con relative guarnizioni o-ring.

In questa fase l'unica accortezza è quella di fare attenzione all'ordine in cui sono inserite le boccole in modo da non invertirle nella fase di montaggio.

Le dimensioni delle guarnizioni utilizzate dalla SAC del mio Atlanta sono rispettivamente 51 x 3,53 e 54,2 x 3,53 anzichè 44,45 x 3,53 e 47,63 x 3,53 riportate nel catalogo ricambi SAME (sezione 10 SAC)

Ora montiamo le nuove guarnizioni nelle sedi delle boccole e lubrifichiamo con ul leggero strato di grasso specifico ad alti carichi le guarnizioni.

Questo ci aiuterà ad infilare agevolmente le boccole nelle loro sedi senza alcun problema.

Rimontato le boccole andremo a fissare i bracci del sollevatore all'albero seguendo i passi nel senso inverso che abbiamo effettuato nello smontaggio.

Quindi prima fisseremo, attraverso la ranella di spallamento e le 2 viti con chiave da 17, il braccio all'albero e poi lo stringeremo con la vite e chiave da 19.

Una volta terminata questa fase è bene verificare il corretto movimento dei bracci che dovrà risultare libero e senza alcuna frizione.

 

Vi allego alcune foto dei particolari.

 

Drag

Share this post


Link to post
Share on other sites

Drag, grazie mille davvero per l'esaustiva guida.

Avevo anche io delle foto e gli appunti con misure varie degli oring, li avevo cercati ma non li trovo più.

 

Nel mio caso ci sarebbero state anche le boccole da sostituire, ma per il momento le ho lasciate come sono.

 

Grazie ancora per il contributo.

 

 

Ma su modelli tipo solaris e omologhi viene utilizzato sempre tale sistema di sollevamento???sto impazzendo col mio prince 445 neanche il meccanico sa piu cosa fare!!!!Da freddo (quando si scalda no) ho il sollevatore che balla,me l hanno aperto 2 volte ma è tutto in ordine,hanno provato a regolare i registri ma cambia poco.Proverò a cambiare l olio,voi cosa dite???

 

 

Se non erro, Toni ha il Tuo stesso problema sul suo, dovresti aspettare lui per sentire se ha risolto.

Edited by Filippo B

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...