Jump to content

Recommended Posts

La tua idea sarebbe di fare solo un passaggio con i dek oppure il doppio passaggio come quest'anno? 

Nel mio caso servono comunque due passaggi, per diversi motivi:
-il mio trattore e’ troppo piccolo per andare con i dek direttamente su sodo.
-da quando si toglie il grano a quando si semina una primaverile passano diversi mesi e bisogna fare almeno due passaggi per eliminare le infestanti che nascono nel frattempo.
Pero gia il fatto di non usare il rotante e’ un bel risparmio di tempo e gasolio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
 
La posizione non lo so ma l incidenza cambia eccome lo sforzo, ancora tipo craker fa tirare meno di un ancora più dritta, per contro rivolta meno la terra
 
 
Inviato dal mio iPad
Sull' esito dell' interramento e del lavoro cambia di certo ma secondo alcune prove rispetto ad un utensile dritto che fende del terreno uno inclinato vanifica il vantaggio di tagliare meglio col fatto che ha più superfice a fare attrito.
Sicuramente ancore inclinate hanno il vantaggio di avere le punte più vicino alle ruote appesantendole

Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ieri provati per la prima volta i vomeri dek sul mio ripper alpego.
Era un terreno dove avevo passato il ripper a ottobre dopo grano, con la paglia lasciata in campo. Nel frattempo erano nate un po di graminacee che avevano fatto un po di ciuffi.
Vomeri dek e profondita di 15 cm circa, e’ venuto veramente un bel lavoro, fra un mese ci seminero girasoli senza ulteriori passaggi. Di solito per fare il ripasso utilizzavo il vibro, ma devo dire che il ripper con i vomeri dek ha diversi vantaggi: non si intasa mai per l’ elevata altezza da terra del telaio, e il doppio rullo molto pesante dietro fa un ottimo lavoro. E poi non e’ che sia tanto tosto da tirare, pensavo peggio (considerando che su sodo con le ancore normali a una profondita di 25 cm il mio povero 100 cv e’ praticamente impiccato, avendo terreni pesanti e collinari). Questo forse e’ il difetto principale, che ci vorrebbe un trattore da 120 cv e 55 quintali almeno per andare via bene.
Pero nel complesso sono molto soddisfatto del ripper, qualita costruttiva alpego molto alta e con i due tipi di ancora e’ molto versatile!
Infine una piccola gioia: terreno non arato da 3 anni, ieri era pieno di lombrichi!!
 

Ciao,anche io ho L alpego e avevo pensato di fare proprio come te, quanto ci metti a cambiare i vomeri?
Sono assolutamente d accordo che il dek faccia un grandissimo lavoro su ripasso e anche su sodo con terreni non troppo pesanti.
Io lo porto con il luxxum e sono in collina però vado via molto bene anche su terreni pesanti invece con altre marche quando le avevo provate non mi trovavo così bene come con alpego


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,anche io ho L alpego e avevo pensato di fare proprio come te, quanto ci metti a cambiare i vomeri?
Sono assolutamente d accordo che il dek faccia un grandissimo lavoro su ripasso e anche su sodo con terreni non troppo pesanti.
Io lo porto con il luxxum e sono in collina però vado via molto bene anche su terreni pesanti invece con altre marche quando le avevo provate non mi trovavo così bene come con alpego


Inviato dal mio iPad

A cambiare i vomeri ci vogliono 5 minuti. Di serie ti danno lo spinotto, io ho preferito sostituirlo con una vite con il dado, secondo me piu comodo rispetto a prendere a martellate lo spinotto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vite col dado, lavorando parecchio tende a smussarsi e diventa difficile poi sostituirla. Con la spina originale basta una mazza ed un caccia spine ed in poco tempo hai fatto il lavoro. Avevo anche io il kd.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

A cambiare i vomeri ci vogliono 5 minuti. Di serie ti danno lo spinotto, io ho preferito sostituirlo con una vite con il dado, secondo me piu comodo rispetto a prendere a martellate lo spinotto.
Occhio con le viti perché hai un bello sforzo. Da che diametro sono le viti? Semmai procura delle 10.9

Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Viti diametro 10 e lunghe 6 cm, stanno completamente dietro l ancora quindi non dovrebbero smussarsi perche la terra non dovrebbe arrivarci. Pero controllero meglio per vedere segni di usura.
Non credo siano sottoposte a sforzo perche l ancora piu indietro non puo andare perche e’ ad incastro, la vite serve solo a non far cadere l ancora quando sollevi l attrezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si mi sono stupito anche io, sicuramente merito anche dell’ inverno e delle ultime 3 settimane senza pioggia!

Diciamo che dei ciuffi di erba che c erano il 60-70% e’ stato o interrato, o rimasto in superficie ma con le radici all’ aria e quindi in questi 3 giorni si e’ seccato. Il resto ha le radici parzialmente interrate, non so se si secchera’ del tutto, anche se altri giorni di sole dovrebbero aiutare. (Infatti si vede ancora un po di verde nella seconda foto sulla destra)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buonasera a tutti, mi accodo in queste discussioni in quanto saremmo interessati ad acquistare un ripper da 5 ancore da tirare con un landini 8830...l intenzione nostra è riportare dei terreni lasciati a pascolo da decenni in seminativo...abbinerei poi una passata di fresa dopo il ripper per finire il tutto...voi cosa consigliate? grazie, tenendo conto che siamo in montagna con terreni anche abbastanza impervi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Buonasera a tutti, mi accodo in queste discussioni in quanto saremmo interessati ad acquistare un ripper da 5 ancore da tirare con un landini 8830...l intenzione nostra è riportare dei terreni lasciati a pascolo da decenni in seminativo...abbinerei poi una passata di fresa dopo il ripper per finire il tutto...voi cosa consigliate? grazie, tenendo conto che siamo in montagna con terreni anche abbastanza impervi...

Ciao, con 80 cv e 30quintali di peso sei molto al limite, se poi lavori andando a basso perché sei in collina allora forse vanno bene.comunque per mettere in produzione dei campi fermi da molto conviene fare un aratura sui 20/30 cm il primo anno


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della risposta, volevamo evitare l aratro per motivi di sicurezza ed esperienza piu che altro se fosse da trovare un ripper più leggero invece?

Inviato dal mio GT-I9070 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Michelangelo1986 ha scritto:

Grazie della risposta, volevamo evitare l aratro per motivi di sicurezza ed esperienza piu che altro se fosse da trovare un ripper più leggero invece?

Inviato dal mio GT-I9070 utilizzando Tapatalk
 

Mmmsi però più che alto devi trovarlo con altezza delle ancore giusta in modo da riuscire a lavorare 20-25 cm e poterlo sollevare in tutta sicurezza senza rischiare di incastrarlo in pietre o altro. Al limite fai due passaggi o le zone in forte pendenza le fai a scendere.

Edited by superbilly1973

Share this post


Link to post
Share on other sites

image.pngripper combinato By Angeloni simile a quello che fa Bednar

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, DjRudy ha scritto:

image.pngNuovo ripper combinato By Angeloni

Ma la dischiera si può escludere del tutto?secondo me i denti del rullo sono un pelo troppo curvi, non vorrei che se hai terra pesante un po' umida non si riesca a staccare la zolla e quello dietro la butta fra i due con conseguente ingolfamento. L'aio aveva quel difetto lì quando l'avevo provato

Edited by Alessandro82

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, DjRudy ha scritto:

image.pngripper combinato By Angeloni simile a quello che fa Bednar

Mi hanno rubato l'idea????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei pochi vantaggi del ripper rispetto ai numerosi attrezzi moderni da minima lavorazione e’ proprio la ridotta lunghezza che ti permette maggior manovrabilita sui campi piccoli. Mentre molti coltivaori da minima sono lunghissimi con tre file di ancore e 3-4 dischiere.
Quindi non mi convince questo ripper “allungato”.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo ha fatto anche Bednar, ma non se ne vedono in giro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi mi rivolgo a voi che sicuramente avete molta più esperienza, ho letto tutta questa discussione, mi ci sono voluti giorni ma non ho trovato riscontri al mio problema, quindi mi scuso anticipatamente se per caso ho sbagliato sezione.

Praticamente noi produciamo anche ortaggi, e di solito facciamo 2 turni, ne senso che ad agosto settembre piantiamo ortaggi (prezzemolo, sedano, cicoria, finocchio, insalate varie, cime di rape broccoli, ecc)di solito questi vengono raccolti da dicembre a febbraio, subito dopo la raccolta viene fresato il terreno e seminato a patate, che poi verranno raccolte tra maggio luglio.

Di solito in passato la verdura si raccoglieva e trasportava a mano(e non avevamo problemi), ma con il passare del tempo e con la meccanizzazione, si è passati a fare entrare in periodi come dicembre febbraio, trattori con muletti per trasportare la verdura sui camion in terreni bagnati con quindi calpestio e relative carreggiate che diventano difficili da lavorare prima della semina delle patate.

Naturalmente ogni anno è diverso da un altro, ma la maggior parte delle volte anche con pioggia si entra cmq con i trattori con muletti nei terreni, quindi la fresatura non riesce a lavorare bene il terreno e specie dove passa più volte sotto diventa un marmo, nell'inverno scorso abbiamo provato un ripper preso in prestito non so la marca , ma era un 5 ancore a v, naturalmente il terreno non esplodeva ma lo tagliava solamente perché umido come normale che sia in quel periodo dell'anno ma sicuramente ha agevolato il lavoro della fresa.

Quindi mi chiedevo qualcuno di voi ha esperienze di questo tipo, avete consigli da darmi?

 

Calcolate anche che stiamo parlando di piccole superfici, saremo intorno ai 6 ettari di ortaggi, e di questi 6 ettari il problema sono solo le carreggiate del trattore con muletto che trasporta le pedane fuori

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ragazzi mi rivolgo a voi che sicuramente avete molta più esperienza, ho letto tutta questa discussione, mi ci sono voluti giorni ma non ho trovato riscontri al mio problema, quindi mi scuso anticipatamente se per caso ho sbagliato sezione.
Praticamente noi produciamo anche ortaggi, e di solito facciamo 2 turni, ne senso che ad agosto settembre piantiamo ortaggi (prezzemolo, sedano, cicoria, finocchio, insalate varie, cime di rape broccoli, ecc)di solito questi vengono raccolti da dicembre a febbraio, subito dopo la raccolta viene fresato il terreno e seminato a patate, che poi verranno raccolte tra maggio luglio.
Di solito in passato la verdura si raccoglieva e trasportava a mano(e non avevamo problemi), ma con il passare del tempo e con la meccanizzazione, si è passati a fare entrare in periodi come dicembre febbraio, trattori con muletti per trasportare la verdura sui camion in terreni bagnati con quindi calpestio e relative carreggiate che diventano difficili da lavorare prima della semina delle patate.
Naturalmente ogni anno è diverso da un altro, ma la maggior parte delle volte anche con pioggia si entra cmq con i trattori con muletti nei terreni, quindi la fresatura non riesce a lavorare bene il terreno e specie dove passa più volte sotto diventa un marmo, nell'inverno scorso abbiamo provato un ripper preso in prestito non so la marca , ma era un 5 ancore a v, naturalmente il terreno non esplodeva ma lo tagliava solamente perché umido come normale che sia in quel periodo dell'anno ma sicuramente ha agevolato il lavoro della fresa.
Quindi mi chiedevo qualcuno di voi ha esperienze di questo tipo, avete consigli da darmi?
 
Calcolate anche che stiamo parlando di piccole superfici, saremo intorno ai 6 ettari di ortaggi, e di questi 6 ettari il problema sono solo le carreggiate del trattore con muletto che trasporta le pedane fuori

Su terreno bagnato meglio la vangatrice. Il ripper su terreno molto bagnato come hai detto tu fa solo tagli al terreno, o peggio ancora si ingolfa e non scorre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, samuele macerata ha scritto:


Su terreno bagnato meglio la vangatrice. Il ripper su terreno molto bagnato come hai detto tu fa solo tagli al terreno, o peggio ancora si ingolfa e non scorre.

Premetto che non conosco la vangatrice, e sono andato su YouTube a vedermi cosa era e come funziona.

Vi dirò che qui da noi mai visto un attrezzo del genere, cmq scusatemi ma vorrei capire che profondità raggiunge, quanto potrebbe costare e quanti cavalli servono alla trattrice per usarla.

Sembra fare un bel lavoro, ma vi dico che la terra è veramente pestata, calcolate che le carreggiate sono sicuramente 20 cm più basse rispetto al livello del terreno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Vito1981 ha scritto:

Ragazzi mi rivolgo a voi che sicuramente avete molta più esperienza, ho letto tutta questa discussione, mi ci sono voluti giorni ma non ho trovato riscontri al mio problema, quindi mi scuso anticipatamente se per caso ho sbagliato sezione.

Praticamente noi produciamo anche ortaggi, e di solito facciamo 2 turni, ne senso che ad agosto settembre piantiamo ortaggi (prezzemolo, sedano, cicoria, finocchio, insalate varie, cime di rape broccoli, ecc)di solito questi vengono raccolti da dicembre a febbraio, subito dopo la raccolta viene fresato il terreno e seminato a patate, che poi verranno raccolte tra maggio luglio.

Di solito in passato la verdura si raccoglieva e trasportava a mano(e non avevamo problemi), ma con il passare del tempo e con la meccanizzazione, si è passati a fare entrare in periodi come dicembre febbraio, trattori con muletti per trasportare la verdura sui camion in terreni bagnati con quindi calpestio e relative carreggiate che diventano difficili da lavorare prima della semina delle patate.

Naturalmente ogni anno è diverso da un altro, ma la maggior parte delle volte anche con pioggia si entra cmq con i trattori con muletti nei terreni, quindi la fresatura non riesce a lavorare bene il terreno e specie dove passa più volte sotto diventa un marmo, nell'inverno scorso abbiamo provato un ripper preso in prestito non so la marca , ma era un 5 ancore a v, naturalmente il terreno non esplodeva ma lo tagliava solamente perché umido come normale che sia in quel periodo dell'anno ma sicuramente ha agevolato il lavoro della fresa.

Quindi mi chiedevo qualcuno di voi ha esperienze di questo tipo, avete consigli da darmi?

 

Calcolate anche che stiamo parlando di piccole superfici, saremo intorno ai 6 ettari di ortaggi, e di questi 6 ettari il problema sono solo le carreggiate del trattore con muletto che trasporta le pedane fuori

Ortaggi su terra pesante = vangatrice, il resto lascia perdere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...