Jump to content
martiz

info flavescenza

Recommended Posts

Come da titolo ho una curiosità.

E' possibile che la F.D. prenda alcuni tralci ed altri rimangano sani?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come da titolo ho una curiosità.
E' possibile che la F.D. prenda alcuni tralci ed altri rimangano sani?
Sì è un Micoplasma, un batterio che entra nelle cellule a differenza dei batteri normali, il micoplasma é un batterio sui generis ma sempre un batterio.
Sì entra e resta nel floema delle piante nei vasi floematici della linfa elaborata. Si comporta così resta in alcune parti del tralcio o poco più basso dove intoppa i vasi. Le piantevcon fd possono avete remissioni dei sintomi o aver eliminato i sintomi dopo energica potatura specie in annate molto calde se il micoplasma n9n arriva alle radici o in zona portainnesto.
Apparentementevè trasportato dallo scsfoideo titano ma non é esclusa altra cicalina anche senza diversi riprodurre dentro l'insetto o essete iniettato con la saliva dell'insetto dove si concentra. La stagione molto calda ha mascherato 8l.micoplasma perché come i virus non campa bene col calfo e si riproduce nale, riproduce come tutti i batteri essendo annoverato come gram negativo.
Può restare in alcune parti della pianta o.belle zone appena inoculato, arrivare ai grappoli dentro.il florma nella linfa.
C'é poi un suo parente che é il Legno Nero Bois noire forse un pò più diffuso in quanto il suo vettore é parecchio diffuso in ER covettore di altri micoplasmi come nel pomodoro.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come da titolo ho una curiosità.
E' possibile che la F.D. prenda alcuni tralci ed altri rimangano sani?
Sì è un Micoplasma, un batterio che entra nelle cellule a differenza dei batteri normali, il micoplasma é un batterio sui generis ma sempre un batterio.
Sì entra e resta nel floema delle piante nei vasi floematici della linfa elaborata. Si comporta così resta in alcune parti del tralcio o poco più basso dove intoppa i vasi. Le piantevcon fd possono avete remissioni dei sintomi o aver eliminato i sintomi dopo energica potatura specie in annate molto calde se il micoplasma n9n arriva alle radici o in zona portainnesto.
Apparentementevè trasportato dallo scsfoideo titano ma non é esclusa altra cicalina anche senza diversi riprodurre dentro l'insetto o essete iniettato con la saliva dell'insetto dove si concentra. La stagione molto calda ha mascherato 8l.micoplasma perché come i virus non campa bene col calfo e si riproduce nale, riproduce come tutti i batteri essendo annoverato come gram negativo.
Può restare in alcune parti della pianta o.belle zone appena inoculato, arrivare ai grappoli dentro.il florma nella linfa.
C'é poi un suo parente che é il Legno Nero Bois noire forse un pò più diffuso in quanto il suo vettore é parecchio diffuso in ER covettore di altri micoplasmi come nel pomodoro.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minutes ago, CultivarSé said:

Sì è un Micoplasma...

Era, una volta, classificato come organismo simile a micoplasma; è un Fitoplasma. Fitoplasmi non hanno una organizzazione nucleare propria; i micoplasmi infettano anche gli animali (uomo incluso), fitoplasmi no. 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille ...

Trattandosi di piante giovanissime, piantate nel 2017, è possibile tentare un capitozzatura?

O pensate valga la pena estirpare e sostituire?

Share this post


Link to post
Share on other sites

la capitozzatura serve per il legno nero, eventualmente (almeno questo mi insegnava il mio prof di fitopatologia)

per la fd, solo estirpo.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, martiz said:

Grazie mille ...

Trattandosi di piante giovanissime, piantate nel 2017, è possibile tentare un capitozzatura?

O pensate valga la pena estirpare e sostituire?

Quante piante sono colpite?

Comunque, ci sono due visioni riguardo a piante malate.

Francia: dice che le piante malate rappresentano un bacino dal quale, tramite l’insetto, la malattia viene propagata. Di conseguenza, se trovano che hai più di 20% di piante malate ti rasano tutto.

In Italia si fa una cosa del genere solamente nel caso d’epidemia.

Per ora l’unica “cura” che si usa come sterilizzazione e di immergere le piante dormenti in acqua a 50gradi C per 45 minuti (ovviamente prima di piantarle).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Terranorum ha scritto:

Quante piante sono colpite?

Comunque, ci sono due visioni riguardo a piante malate.

Francia: dice che le piante malate rappresentano un bacino dal quale, tramite l’insetto, la malattia viene propagata. Di conseguenza, se trovano che hai più di 20% di piante malate ti rasano tutto.

In Italia si fa una cosa del genere solamente nel caso d’epidemia.

Per ora l’unica “cura” che si usa come sterilizzazione e di immergere le piante dormenti in acqua a 50gradi C per 45 minuti (ovviamente prima di piantarle).

No anche in Italia con un 20% estirpi perche' sei considerato focolaio.

Che poi avvenga realmente e' altro questione. Ho un collega che e' impestato dopo aver estirpato sempre per fd. Vigneto di 11 anni devastato.

Chardonnay.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, martiz ha scritto:

Grazie mille ...

Trattandosi di piante giovanissime, piantate nel 2017, è possibile tentare un capitozzatura?

O pensate valga la pena estirpare e sostituire?

Tira via. I recuperi di fd durano 1/2 anni poi sei punto e a capo. A me riescono ogni tanto con il mde ma sui vigneti piu' vecchi. Con quelli piu' recenti (post 2007) non so perche' ma dopo 2/3 anni virano verso una forma di nannismo vegetativo. E quindi da estirpare.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minutes ago, CBO said:

1.No anche in Italia con un 20% estirpi perche' sei considerato focolaio.

2.che e' impestato dopo aver estirpato sempre per fd.

Volevo dire che in Francia tirano fuori l'intero vigneto. 

come puo essere impestato dopo aver estirpato? le piante sono state tolte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Era, una volta, classificato come organismo simile a micoplasma; è un Fitoplasma. Fitoplasmi non hanno una organizzazione nucleare propria; i micoplasmi infettano anche gli animali (uomo incluso), fitoplasmi no. 
No micoplasma é micoplasma o Plo in inglese, fito perché infetta le piante ma non é vero micoplasma infetta piante e animali ossia insetti cicaline e si riproduce in 8ntestinone ghiandole salivari. I micoplasmi sono come la sifilide e leptospirosi. Anticamente erano tutti batteri animali che si sono adattati alle piante in Nord america.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Volevo dire che in Francia tirano fuori l'intero vigneto. 
come puo essere impestato dopo aver estirpato? le piante sono state tolte.
Ma le cicaline infettecrestano per 5 o 8 settimane e passano alle piante vicine e ai selvatici di vite. Si tenta il risanamento con termoterapia varia anche con filo riscaldante e coperta isolante ma pericoloso é il vettore e i tagli seppur è malattia floematica profonda, costa meno il reimpianto che il.tentativondi recupero.
Il legno nero ha un vettore più numeroso e polifago, la flavescenza, lo Scaphoideus titno é costretto e vive esclusivamente sulla vite e la cerca.
Piante giovani il problema sononi vivai e i primi mesi di affogliazione specie giugno, se le poante sono sofferenti o gisllognole attirano lo scafoide e sono mazzi.
Basilare é chevogni votigno e anche cline reagisve in maniera particolare alla flavescenza, lo Chardonnay é quello che più segna, quasi tutti i francesi, il Cortese quello più silenzioso vhe porta meno complicanze da infezione.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Terranorum ha scritto:

Volevo dire che in Francia tirano fuori l'intero vigneto. 

come puo essere impestato dopo aver estirpato? le piante sono state tolte.

Estirpato per fd a novembre 2007. Reimpiantato a marzo/aprile 2008. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minutes ago, CultivarSé said:

No micoplasma é micoplasma o Plo in inglese, fito perché infetta le piante ma non é vero micoplasma infetta piante e animali ossia insetti cicaline e si riproduce in 8ntestinone ghiandole salivari. I micoplasmi sono come la sifilide e leptospirosi. Anticamente erano tutti batteri animali che si sono adattati alle piante in Nord america.
 

Phytoplasmas were previously called mycoplasma-like organisms (MLO). These small prokaryotes are related to bacteria and comprise some of the smallest free-living micro-organisms; their small size of 150 to 350nm is more on the order of viruses than of bacteria. They lack the cell wall found in bacteria, have a pleiomorphic or filamentous shape (normally with a diameter of less than one micrometer), and very small genomes.

For almost half a century, plant pathologists thought phytoplasmas were viruses. To this day, the inability to grow these bacteria outside plants or insects hinders efforts to get a handle on their biology and genomes.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minutes ago, CBO said:

Estirpato per fd a novembre 2007. Reimpiantato a marzo/aprile 2008. 

Sul Carso Sloveno hanno ripulito un intera zona quando è comparsa flavescence dorée; anche vietato piantare nuove piante per qualche anno; proprio versione nucleare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Terranorum ha scritto:

Sul Carso Sloveno hanno ripulito un intera zona quando è comparsa flavescence dorée; anche vietato piantare nuove piante per qualche anno; proprio versione nucleare.

Lui e' un bio dei primi tempi. Nell'ultimo periodo si e' lanciato anche con le tolleranti.

Ma ha uno chardonnay malandato purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sul Carso Sloveno hanno ripulito un intera zona quando è comparsa flavescence dorée; anche vietato piantare nuove piante per qualche anno; proprio versione nucleare.
Ma tanto esiste da prima del 1974 per cui da decenni era in Italia, la Fd c'é da decenni mai manifesta gino a che si sono smessi i bombardamenti a calendario proprio su tignola, agricoltura più pulita ha favorito tutti questi insetti secondari e purtroppo vettori. Manifestata in Veneto e Friuli quindi da considerarsi di casa poi via via ci si é accorti un pò ovunque.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lui e' un bio dei primi tempi. Nell'ultimo periodo si e' lanciato anche con le tolleranti.
Ma ha uno chardonnay malandato purtroppo.
Chardonnay é orrendo di suo ma enologicamente meglio del Gamay però sono piaghe non certo tolleranti.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, CultivarSé ha scritto:

Chardonnay é orrendo di suo ma enologicamente meglio del Gamay però sono piaghe non certo tolleranti.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Io lo trovo (chardonnay) un taglio molto utile per certe basi spumante.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io lo trovo (chardonnay) un taglio molto utile per certe basi spumante.
 
Sì difatti enologicamente ma ad oggi c'é una certa riscossa degli indigeni, sovranidmi spumsntisti. Certo é la base e il taglio base degli spumanti ma si rischia industrializzazione.
Patologicamente si francesi sono piaghe non tutti ovvio ma assai delicati.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto ... grazie a tutti ...

Le piante colpite sono un paio in un vigneto hobbistico.

Quindi nessun problema ... avevo già programmato l'estirpazione ... Ma mi ha fatto piacere avere qualche opinione in più.

La mia prima domanda, sulla parzialità degli effetti, nasceva dal fatto che una delle due piante sta portando sia tralci verdi, che tralci lignificati con qualche grappolo sano e questa parzialità non l'ho trovata menzionata su nessun testo che ho letto.

 

Le avrei già tolte, se non fosse che la piegatura delle foglie si è manifestata da poco e solo adesso si apprezza la differenza tra i tralci lignificati e quelli rimasti verdi.

Per tutta l'estate le foglie erano rosse ma vigorose e non mi sono preoccupato della mancata o scarsa produzione, essendo state piantate nel 2017.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, CBO ha scritto:

Lui e' un bio dei primi tempi. Nell'ultimo periodo si e' lanciato anche con le tolleranti.

Ma ha uno chardonnay malandato purtroppo.

Daniele P.? Anche lui mi diceva avere sto problema...per non parlare di William...

ma in verità nel portogruaro/lison c'è una recrudescenza della FD (anche nella zona di Villorba).  e quest'anno gli organi preposti al controllo sono molto più rigidi e determinati rispetto al passato

per ora, ma dobbiamo solo incrociare le dita, nella ns zona in questi anni non è pestilenziale (e nell'azienda bio in cui lavoro riusciamo a tenerla bene sotto controllo)

come ho scritto nel forum relativo, ci preoccupa più la cocciniglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, martiz ha scritto:

Innanzitutto ... grazie a tutti ...

Le piante colpite sono un paio in un vigneto hobbistico.

Quindi nessun problema ... avevo già programmato l'estirpazione ... Ma mi ha fatto piacere avere qualche opinione in più.

La mia prima domanda, sulla parzialità degli effetti, nasceva dal fatto che una delle due piante sta portando sia tralci verdi, che tralci lignificati con qualche grappolo sano e questa parzialità non l'ho trovata menzionata su nessun testo che ho letto.

 

Le avrei già tolte, se non fosse che la piegatura delle foglie si è manifestata da poco e solo adesso si apprezza la differenza tra i tralci lignificati e quelli rimasti verdi.

Per tutta l'estate le foglie erano rosse ma vigorose e non mi sono preoccupato della mancata o scarsa produzione, essendo state piantate nel 2017.

eventualmente prova a tirare via la parte che ti sembra malata.

essendo hobbistico, puoi permetterti anche di sperimentare!

Share this post


Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, Francesco F. ha scritto:

Daniele P.? Anche lui mi diceva avere sto problema...per non parlare di William...

ma in verità nel portogruaro/lison c'è una recrudescenza della FD (anche nella zona di Villorba).  e quest'anno gli organi preposti al controllo sono molto più rigidi e determinati rispetto al passato

per ora, ma dobbiamo solo incrociare le dita, nella ns zona in questi anni non è pestilenziale (e nell'azienda bio in cui lavoro riusciamo a tenerla bene sotto controllo)

come ho scritto nel forum relativo, ci preoccupa più la cocciniglia.

Proprio lui. E anche S...an e' sempre li'. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...