Jump to content
orroz

Scuola guida trattori cingolati anni 60/70/80/90

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

Sono un hobbista e da poco ho iniziato ad utilizzare, senza esperienza (mi hanno aiutato moltissimo le preziose info di questo frum),  un vecchio cingolato,

nel mio caso un Landini 5500c  Montagna largo 1,68 mt e suole da 36 cm Cingolato con 4.000 ore alle spalle ma che tengo con una manutenzione scrupolosa.

Il Landini 5500c ha  8 marce in avanti  (4 marce ridotte e 4 veloci)
 e 4 in retromarcia (purtroppo la 1 retromarcia è troppo veloce negli avvicinamenti di precisione)
cosi' risultanti con motore a regime di potenza massima:

1a km/h 1,4   2a-1,85   3a-2,46   4a-3,51   5a-4,61   6a-6,03   - 7a-8,05   - 8a- 11,45 

1aRM- Km/h 2,82 !!! - 2aRM- 3,70   3a-RM 4,94   4a_RM-7,02

 

Dato che lavoro su un terreno a volte con dislivelli e pendenze, avrei paura di trovarmi in pericolo usando marce sbagliate che magari ti spengono il motore con le pericolose conseguenze del caso.

1) Io pensavo che per andare ad un'andatura lenta/lentissima dovessi per forza tenere la 1a marcia (ridotta) anche se il cingolato non era sotto sforzo in quanto per esempio trainante solo un carrello di legna leggera che in pianura trainerebbe magari anche con marce alte.

2) Posso invece utilizzare una marcia veloce (esempio la 5a) al minimo per andare alla stessa velocità come con una ridotta tipo 1a o 2a?

3) Posso passare da una marcia all'altra del Landini 5500c senza fermarmi per cambiare? Sono sincronizzate?

4) Puo' essere che, sopratutto sterzando , utilizzando una ridotta al posto di una veloce (richiesta per quell'andatura) ci sia maggior consumo di freni e frizioni di sterzo in quanto si va a contrastare tutta la potenza del motore al massimo?

5) L'utilizzo delle soprasuole/ciabatte per non rovinare il terreno crea problemi?

6)  Durante il lavoro  in caso di rottura del circuito di raffreddamento che fare per evitare di far bruciare la testa del motore che non riceve più acqua raffreddata?

Per gli esperti sono sicuramente domande esiliranti ma ringrazio chi vorra' dare delle dritte utili.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti rispondo per punti cercando di essere il più esaustivo possibile. premetto che non ho mai avuto cingolati landini ma solo fiat, e purtroppo non sono esperto dei celesti, ma proviamo a fare qualcosa 
1) E 2) abitando in montagna e avendo a che fare con situazioni simili non ti consiglio di utilizzare il motore a minimo. Anche se i perkins sono molto coppiosi anche ai bassi regimi potrebbe esserci il rischio di andare sottocoppia e spegnerlo. cerca tu un compromesso sensato, se la 1a ridotta è troppo lenta, prova la terza-quarta, sempre però con un filo di acceleratore, tienilo sempre intorno ai 1500-1700 rpm, non sono quei 5 grammi in più di gasolio che consumeresti il problema
3) Non so assolutamente risponderti, non conosco il cambio del 5500 ma presumo che le marce siano sincronizzate, qui srrve il parere di un proprietario
4) E' il contrario, in realtà, a bassa velocità hai poca inerzia, al contrario dell'alta velocità. Secondo te consumi di più i freni della macchina facendo una frenata da 50 kmH a zero o da 200 a zero?
5) cosa intendi? problemi alle catenarie, dici? assolutamente no
6) spegni tutto e fermati 🤣Soprattutto su macchine datate ti consiglio di controllare periodicamente i vari manicotti e le fascette dei relativi manicotti

Non sono domande esilaranti, però ti consiglio, se non lo hai fatto, data l'inesperienza di seguire il corso per l'abilitazione alla conduzione delle macchine agricole. Corso di una noia mortale ma ti danno quelle 2-3 nozioni che, a chi come me, le ha date il nonno con il manico della vanga sulle gambe, ovviamente con più delicatezza però 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per le dritte jd7530,

D. 4) Puo' essere che, sopratutto sterzando , utilizzando una ridotta al posto di una veloce (richiesta per quell'andatura) ci sia maggior consumo di freni e frizioni di sterzo in quanto si va a contrastare tutta la potenza del motore al massimo?

R .4) E' il contrario, in realtà, a bassa velocità hai poca inerzia, al contrario dell'alta velocità. Secondo te consumi di più i freni della macchina facendo una frenata da 50 kmH a zero o da 200 a zero?

Con cingolato non sotto sforzo alcuno, intendevo dire sterzare lentamente tenendo ad esempio la 1a anziche' la 4a ma in entrambi i casi alla minima velocita'  . Mi sembrerebbe che, a velocità Minima, una 1a tiri di piu' di una 4a e quindi richieda più consumo di freni e frizioni ... o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ma non puoi consumare giornate lavorando in prima sperando che il trattore duri altri 50 anni

Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, orroz ha scritto:

Grazie per le dritte jd7530,

D. 4) Puo' essere che, sopratutto sterzando , utilizzando una ridotta al posto di una veloce (richiesta per quell'andatura) ci sia maggior consumo di freni e frizioni di sterzo in quanto si va a contrastare tutta la potenza del motore al massimo?

R .4) E' il contrario, in realtà, a bassa velocità hai poca inerzia, al contrario dell'alta velocità. Secondo te consumi di più i freni della macchina facendo una frenata da 50 kmH a zero o da 200 a zero?

Con cingolato non sotto sforzo alcuno, intendevo dire sterzare lentamente tenendo ad esempio la 1a anziche' la 4a ma in entrambi i casi alla minima velocita'  . Mi sembrerebbe che, a velocità Minima, una 1a tiri di piu' di una 4a e quindi richieda più consumo di freni e frizioni ... o sbaglio?

Fatti meno problemi, credimi... 

Usalo con cognizione di causa si, ma nemmeno con il tappeto di seta per terra

Il mio 70.65 montagna ha 14 mila ore, usato per tirare legna dalla montagna, aratura in terreni durissimi altolegati, vangature e preparazioni varie e va ancora con i freni originali 

Ergo, usalo tranwuklo il tuo, farà sì e no 5 ore l'anno 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda la scelta della marcia è solo l'esperienza che te lo può insegnare. L'importante è andare piano se non si è sicuri. Per andare forte c'è tempo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, johndeere7530 ha scritto:

Fatti meno problemi, credimi... 

Usalo con cognizione di causa si, ma nemmeno con il tappeto di seta per terra

Il mio 70.65 montagna ha 14 mila ore, usato per tirare legna dalla montagna, aratura in terreni durissimi altolegati, vangature e preparazioni varie e va ancora con i freni originali 

Ergo, usalo tranwuklo il tuo, farà sì e no 5 ore l'anno 

14000 ore coi freni originali??Un serie 65?

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, l'ho sempre portato o io o mio nonno, è sempre stato trattato con i guanti bianchi. a breve dopo l'aratura autunnale vorrei revisionarlo per bene visto che è in programma l'acquisto di una nuova macchina. pensavo di fare la pazzia e comprare l'stx 150 della scaip e tenere il 70.65 per i lavori minori.. staremo a vedere

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, johndeere7530 ha scritto:

Con cingolato non sotto sforzo alcuno, intendevo dire sterzare lentamente tenendo ad esempio la 1a anziche' la 4a ma in entrambi i casi alla minima velocita'  . Mi sembrerebbe che, a velocità Minima, una 1a tiri di piu' di una 4a e quindi richieda più consumo di freni e frizioni ... o sbaglio?

Ok, quest'anno però, piano piano, ho già fatto 27 ore.

Edited by orroz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio così, più ci stai su più prendi confidenza 

L'importante é non essere troppo sicuri di sé, il cingolo non perdona 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto parecchi lavoretti e la macchina mi soddisfa. Anzi se trovo un'altro cingolato Landini 5500c o Massey Ferguson 154c  Montagna lo prendo.

Edited by orroz

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, johndeere7530 ha scritto:

Si, l'ho sempre portato o io o mio nonno, è sempre stato trattato con i guanti bianchi. a breve dopo l'aratura autunnale vorrei revisionarlo per bene visto che è in programma l'acquisto di una nuova macchina. pensavo di fare la pazzia e comprare l'stx 150 della scaip e tenere il 70.65 per i lavori minori.. staremo a vedere

 

Tutto puo essere ma e' veramente una durata eccezzionale...diciamo circa 10 volte la media

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, devil man ha scritto:

Tutto puo essere ma e' veramente una durata eccezzionale...diciamo circa 10 volte la media

concordo , ne ho 2 e circa ogni 4 mila ore vanno fatti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, johndeere7530 ha scritto:

Meglio così, più ci stai su più prendi confidenza 

L'importante é non essere troppo sicuri di sé, il cingolo non perdona 

 

Sicuramente bisogna sempre stare  molto attenti quando si lavora in pendenza ma con il cingolo si è molto molto sicuri.

Bisogna solo evitare lastre di sasso e terreni ghiacciati. C'è da farsi veremante male.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, davide lei ha scritto:

bisogna sempre stare  molto attenti quando si lavora in pendenza

riprovo a chiederlo qua. dunque ricapitolando, di traverso secondo voi a quanti gradi di inclinazione ci si può spingere con un cingolato ? diciamo 50° ?

e con un normale gommato 4x4 da collina ? 35/40° ? grazie ( restando sul sicuro ).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, luca santolamazza ha scritto:

concordo , ne ho 2 e circa ogni 4 mila ore vanno fatti 

Mi dicono tutti la stessa cosa, è anche vero che le prime 4-5000 ore se l'è fatte solo di pdf, tra turbina da irrigazione e sega circolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, siesa ha scritto:

riprovo a chiederlo qua. dunque ricapitolando, di traverso secondo voi a quanti gradi di inclinazione ci si può spingere con un cingolato ? diciamo 50° ?

e con un normale gommato 4x4 da collina ? 35/40° ? grazie ( restando sul sicuro ).

Ma io i gradi non saprei dirteli e poi secondo me in pochi sanno dirtelo così guardando una salita....

Quindi ci vuole esperienza.

Dipende molto anche da cosa hai attacato dietro e se stai lavorando o se stai facendo manovra

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, davide lei ha scritto:

Sicuramente bisogna sempre stare  molto attenti quando si lavora in pendenza ma con il cingolo si è molto molto sicuri.

Bisogna solo evitare lastre di sasso e terreni ghiacciati. C'è da farsi veremante male.

Per i miei "colleghi" pricipianti ...

evitare il mio errore: pala da carico dietro piena di sassi tenuta troppo alzata da terra e cingolo dx che sprofonda in buca nascosta. Tutto il cingolo si e' messo a guardare il cielo ... ed essendo alle prime armi non ho abbassato subito la pala dietro. E' andata bene comunque, ma che spavento.

Da allora tengo sempre la pala dietro rasente il terreno e pronto ad abbassarla.

Edited by orroz

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Domanda incredibile ma vera:

ma nessuno sa se posso passare da una marcia all'altra del Landini 5500c senza fermarmi per cambiare? Sono sincronizzate?  Non vorrei spaccare tutto.

Sono sempre partito da fermo o mi fermavo per cambiare la marcia alta o bassa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

prova stando attendo, se gratta hai la risposta. comunque credo che quel tipo di landini abbia la sincronizzazione a partire da metà anni 2000

circa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...