Jump to content

Recommended Posts

Il 24/7/2020 Alle 22:49, ntoni ha scritto:

Si può mettere una resistenza sul condizionatore, e ridurre il freddo così. Il mio meccanico lo ha fatto sul mio, non chiedermi i dettagli, ma adesso va meglio.

Sarebbe un peccato cambiare modello solo per questo, se ti trovi bene è comunque sempre un rischio...

Grazie del consiglio. Infatti sto provando ad informarmi da qualche meccanico per poter fare qualche modifica perchè in concessionario non mi danno ascolto dicono che nessuno si lamenta e allora non approfondiscono. Su che modello ti ha fatto modifica il meccanico? Grazie mille.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 25/7/2020 Alle 16:06, EnricoTr ha scritto:

La mia domanda era riferita a chi ha avuto modo di provarli entrambi e paragonarli,

i due motori sono assolutamente paragonabili. non ci sono problemi in entrambi e hanno ottime prestazioni.

se proprio vogliamo...il deutz è un pochino più "costretto" del perkins a causa, forse, della minore cilindrata (...ma potrebbe essere solo un aspetto psicologico). perkins un pochino più reattivo. ma la differenza sostanziale è che uno ha la regolazione elettronica che l'altro non ha.

top tutti e due, comunque. i motori sono una sicurezza

 

Il 24/7/2020 Alle 22:31, Pieraldo Dal Cero ha scritto:

Buonasera francesco. Neanch' io sono amante del freddo, uso aria condizionata sempre ma cerco di impostarla da non sudare non da invernarmi sopra. Il difetto del NH che ho è proprio questo una volta acceso il clima non si riesce a modulare quindi stavolta non prendo nh proprio per questo motivo, per il resto gran macchina. Ho provato same (non il cvt frutteto standard) , kubota e in questi giorni massey ferguson 3700, ma nessuno macchine discrete ma nessuno dei 3 è a livello di nh. IL Massey dei 3 è quello meglio disposto kubota bella cabina, ma più rumorosa, privo di sollevatore elettronico e distributori elettrici e cabina non in cat 4. Massey macchina buona quello  in prova era full optional  con ponte sospeso e idraulica al top con pacchetto efficient,  il mezzo va bene, ha il bracciolo con tutti i comandi sulla destra, il ponte sospeso funziona bene, buono il regolatore dell' agressività dell' inversore però idraulica nonostante i 120 litri della carta non si avvicina al nh, il mio arrivo in fondo fila schiaccio il pulsante e in un secondo il sollevatore è già a fine corsa, invece questo devo aspettare 4 secondi prima che si stacchi da terra per fare manovra, cabina più rumorosa, e tunnel centrale pronunciato. L' unica macchina che mi resta è il landini rex 4 anche perchè come cabina è ben disposta e cat 4 . Peccato che nessun rivenditore lo faccia provare.

 

 

strano non lo facciano provare, qui da noi ce n'era uno che penso abbia girato metà aziende agricole della provincia!

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Pieraldo Dal Cero ha scritto:

Grazie del consiglio. Infatti sto provando ad informarmi da qualche meccanico per poter fare qualche modifica perchè in concessionario non mi danno ascolto dicono che nessuno si lamenta e allora non approfondiscono. Su che modello ti ha fatto modifica il meccanico?

Rex F 110 motorizzato Perkins del 2018.

Anche a me dicevano che nessuno si lamenta, poi ne ho trovato 3 nelle vicinanze che l'hanno fatta...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Landini Rex 4 Electra Evolving Hybrid

Molto interessante questo Rex che è stato premiato come novità tecnica ad Eima 20.

Già diversi anni fa parlammo dell'assale anteriore elettrificato, in particolare quando John Deere presentò il sistema di boost con batteria montato sul sollevatore anteriore ma poi non si è visto più nulla.
Landini ha evidentemente creduto nell'elettrificazione dell'assale anteriore. Sicuramente la semplificazione è uno dei punti di forza e la trasmissione va servire solo l'assale posteriore e le prese di forza. Così facendo non si avrà più una DT, un relativo sistema di riduzione sull'anteriore ed un differenziale.

In merito alla trasmissione "robotizzata ed automatica" non si conosce nulla, ma questi due aggettivi non farebbero propendere per un CVT.

Infine c'è la sospensione della cabina semi attiva.

Non resta che aspettare Eima Digital a novembre per saperne di più.

image.png

  • Like 4
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Federix ha scritto:

Landini Rex 4 Electra Evolving Hybrid

Molto interessante questo Rex che è stato premiato come novità tecnica ad Eima 20.

Già diversi anni fa parlammo dell'assale anteriore elettrificato, in particolare quando John Deere presentò il sistema di boost con batteria montato sul sollevatore anteriore ma poi non si è visto più nulla.
Landini ha evidentemente creduto nell'elettrificazione dell'assale anteriore. Sicuramente la semplificazione è uno dei punti di forza e la trasmissione va servire solo l'assale posteriore e le prese di forza. Così facendo non si avrà più una DT, un relativo sistema di riduzione sull'anteriore ed un differenziale.

In merito alla trasmissione "robotizzata ed automatica" non si conosce nulla, ma questi due aggettivi non farebbero propendere per un CVT.

Infine c'è la sospensione della cabina semi attiva.

Non resta che aspettare Eima Digital a novembre per saperne di più.

image.png

Invece di toglierla l'elettronica la usano a iosa, qualcuno gli ha spiegato che questi macchinari lavorano la terra???

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Fast ha scritto:

Invece di toglierla l'elettronica la usano a iosa, qualcuno gli ha spiegato che questi macchinari lavorano la terra???

Ci sono trasmissione elettrificate che lavorano in miniera altro che terra, tra polvere, rocce, umidità e caldo.

Un macchina convenzionale ha comunque una trazione ed un bloccaggio elettro-idraulici.

La differenza qui è che l'assale anteriore è svincolato dalla trasmissione.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Federix ha scritto:

Ci sono trasmissione elettrificate che lavorano in miniera altro che terra, tra polvere, rocce, umidità e caldo.

Un macchina convenzionale ha comunque una trazione ed un bloccaggio elettro-idraulici.

La differenza qui è che l'assale anteriore è svincolato dalla trasmissione.

 

 

Quello di cui parli in miniera è totalmente diverso, li c'è un motore tradizionale che fa da gruppo elettrogeno che da  energia hai motori elettrici che fanno muovere le ruote, parliamo di macchine da decine di milioni di euro e non di un trattore da 4 soldi. Non hanno problemi di ingombro e di distribuzione dei pesi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Fast ha scritto:

Quello di cui parli in miniera è totalmente diverso, li c'è un motore tradizionale che fa da gruppo elettrogeno che da  energia hai motori elettrici che fanno muovere le ruote, parliamo di macchine da decine di milioni di euro e non di un trattore da 4 soldi. Non hanno problemi di ingombro e di distribuzione dei pesi. 

Appunto è diverso, questo è ancor più semplice è un assale elettrificato senza arrivare alle trasmissioni elettrificate, che ormai non sono solo su mezzi da milioni di euro.
La risposta era dovuta al fatto che lavorano la terra, quindi essendoci applicazioni ben più gravose non è quello il problema.

Il discorso costi invece sarà da analizzare ma per ora si tratta solo di una novità tecnica, quindi un concept, che magari potrebbe andare in produzione nei prossimi anni o no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cambio  è solo robotizzato .. sistemi che hanno dato problemi già sulle auto .... non parlo dei doppia frizione ma solo degli elettro attuati . 

Dal disegno non si capisce da dove prende potenza l'assale elettrico ....  ci dovrebbe essere un generatore collegato al motore ?  Non penso abbia batteria da qualche parte . 

Sicuramente svincolare   l'assale anteriore della trasmissione  è un ottima idea ... ci può essere poi un controllo molto più preciso sulle singole ruote anteriori  che potrebbe 

aiutare frenata e sterzata .   Ormai  le grandi navi non hanno più gli assi ma  motori elettrici  sulle eliche . 

Tuttavia  Landini   sulle nuove macchine non ha brillato per qualità di assemblaggio e controllo qualità ....  una macchina così complessa mi 

fa restare molto perplesso ... Dopo  5 anni dall'uscita dovrebbe essere  acquistabilie con più serenità .

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allego foto del nuovo Rex4 all opera a pieno campo.. Ha seminato 20Ha di grano con una combinata low cost fatta dietro il fienile. Il deutz 2900cc è un po soffocato da egr e catalizzatore a detta del proprietario. Ponte sospeso ok. 

IMG-20201117-WA0005.jpg

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peccato per tutte quelle magagne che si sentono dagli utilizzatori all unanimità e che la casa madre continua a ripetere.. Ad esempio il clima.. Cosa gli costa montare un impianto un po più grande e rendere la cabina fresca nei mesi estivi?? O fissare bene qualche tubo idraulico durante il montaggio?  Gli anni passano e i problemi restano irrisolti.. Gli ispettori parlano di continui miglioramenti.. I concessionari sbandierano evoluzioni miracolose sui modelli nuovi ma in luglio non si dura dal caldo nella cabina chiusa.. E ora che chi progetta cambi lavoro o squadra

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Peccato per tutte quelle magagne che si sentono dagli utilizzatori all unanimità e che la casa madre continua a ripetere.. Ad esempio il clima.. Cosa gli costa montare un impianto un po più grande e rendere la cabina fresca nei mesi estivi?? O fissare bene qualche tubo idraulico durante il montaggio?  Gli anni passano e i problemi restano irrisolti.. Gli ispettori parlano di continui miglioramenti.. I concessionari sbandierano evoluzioni miracolose sui modelli nuovi ma in luglio non si dura dal caldo nella cabina chiusa.. E ora che chi progetta cambi lavoro o squadra
Per cosa? Il Deurhz è tedesco ma ormai ha pensiero Same che non è il pensiero italiano. Rispetto a Sdf vero il DF è sicuramente meglio se fatto in Germania.
Landini sta involvendo, perde prodotto ma perde concessionario e meccanici.
Se attualmente il punto medio èil DF madein Germany con contratto quinquennalw c'è da pensarci.Il Warrior non sarà bello e con non troppa visibilità ma qualitàprezzo etiro/ pdp, non è brutto.
Se persino il.muo terzista si sta orienta do su trebbia DF e un Warrior media potenza vuol dire che le cose stanno cambiando anche finsnziariamente, tanto i Valtra ce li ha, a poco a poco si librra dei mezzi vecchi e piuttosto prende il Deuthz chiavi in mano.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/11/2020 Alle 19:13, Cat power ha scritto:

Allego foto del nuovo Rex4 all opera a pieno campo.. Ha seminato 20Ha di grano con una combinata low cost fatta dietro il fienile. Il deutz 2900cc è un po soffocato da egr e catalizzatore a detta del proprietario. Ponte sospeso ok. 

IMG-20201117-WA0005.jpg

Dalla foto non si capisce, che modello è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/11/2020 Alle 22:21, CultivarSé ha scritto:

Per cosa? Il Deurhz è tedesco ma ormai ha pensiero Same che non è il pensiero italiano. Rispetto a Sdf vero il DF è sicuramente meglio se fatto in Germania.
Landini sta involvendo, perde prodotto ma perde concessionario e meccanici.


 

scusa il mio OT ma deutz ag non è same (come deutz fahr), semmai avrà una partecipazione (che al momento non ricordo, dovrei verificare)

sul resto concordo con il tuo ragionamento

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve, ho acquistato da pochi giorni un rex 90 gt del 2011. Sono nuovo nel mondo dei trattori e non riesco a capire dal manuale in che posizione lasciare la frizione della presa di forza quando non mi serve. Intendo la leva sotto al volante, dal manuale capisco che va tenuta attivata (in posizione in su) cioè come quando è in funzione. Poi dice che quando voglio usare la pto devo disattivare questa leva, attivare la presa di forza e poi mettere la leva in su della frizione.

La cosa che mi fa rimanere perplesso è che mi sembra strano che io debba lasciare la leva della frizione pto in posizione su quando non mi serve..

grazie dell'aiuto

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La leva va lasciata bassa quando non usi la pto...

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Landini e così....la metti giù innesti pdf e l'azioni riportandola su..poi quando non ti serve disinnesti e la riporti su..e importante..

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, luca ha scritto:

La leva va lasciata bassa quando non usi la pto...

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk
 

Lasciandola bassa rimane inserito il sistema idraulico che fa funzionare la pdf...e non va bene..

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

perfetto grazie mille... l'unica cosa che ho visto è che ogni tanto la pto a frizione su ma leva disinnestata mi prende 30/50 giri, ma questo non sempre...

 

Edited by giulio m

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magari non stacca bene...dovrebbe esserci un cavo che va ad azionare e questo ha un registro....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lasciandola bassa rimane inserito il sistema idraulico che fa funzionare la pdf...e non va bene..
Azz...ho sempre sbagliato allora...pensavo fosse come i vecchi Fiat...certo che così quando non la usi c è l'hai sempre alzata in mezzo si piedi...grazie carv...

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
perfetto grazie mille... l'unica cosa che ho visto è che ogni tanto la pto a frizione su ma leva disinnestata mi prende 30/50 giri, ma questo non sempre...
 
Quello lo fa anche il mio TL, per farla smettere di girare a vuoto sposto in folle la leva di selezione sincronizzata/al motore. Non so se anche tu la hai...

Share this post


Link to post
Share on other sites

la leva va lasciata giu. disinnesti l'ingranaggio con la leva sulla sinistra e abbassi la frizione servo assistita. nel trekker invece va lasciata su..(funziona al contrario)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Frio87 ha scritto:

la leva va lasciata giu. disinnesti l'ingranaggio con la leva sulla sinistra e abbassi la frizione servo assistita. nel trekker invece va lasciata su..(funziona al contrario)

Quindi intendi che sul rex funziona al contrario rispetto a come dice carv...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, giulio m ha scritto:

Quindi intendi che sul rex funziona al contrario rispetto a come dice carv...

 

1 minuto fa, giulio m ha scritto:

Quindi intendi che sul rex funziona al contrario rispetto a come dice carv...

 

8 ore fa, Frio87 ha scritto:

la leva va lasciata giu. disinnesti l'ingranaggio con la leva sulla sinistra e abbassi la frizione servo assistita. nel trekker invece va lasciata su..(funziona al contrario)

Nel mio Mc Cormick F95 ( Rex rosso) va lasciata su, meglio che andiamo tutti a rileggere il manuale d' uso..........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...