Jump to content

Recommended Posts

Sentendo i primi che hanno trebbiato l'orzo settimana scorsa nella mia zona si parla di una produzione che varia dai 3 ai 4 q.li la pertica, circa 45/60q.li l'ettaro. Conoscendo i nostri terreni è una buona resa, peccato solo che le piogge di questi giorni stiano facendo diventare nere le spighe dei frumenti già secchi, al contrario credo che per i frumenti ancora un po' verdi sia un bene.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

ieri ho iniziato a tagliare i miei 57 ha di grano tenereo (mieti e bologna) molto in ritardo sul solito periodo di raccolata.

Non vi riesco a spiegare il nervoso e la delusione ....peso specifico buono (78) 46 q.li per ha ma co una trebbia leggera (claas 420 cn barra da 4,20) CI SI è PIANTATI per 5 volte in 6 ore e dopo 20 ha si è lascaito lì.

in tutta la mia zona nessuno oggi sta più mietendo....tutti si piantano...così è un disastro e il grano sta inzianodo a germogliare...basta un pioggerellina per trasformarsi in una catastrofe.... nel resto del "bel paese" come va la trebbiatura??

 

dscn0887f.th.jpg

 

 

dscn0876u.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come diserbante ho usato Hussar, su indicazione dell'agronomo del consorzio al quale apporto il grano, ma il campo è stato bello "pulito" fino a 40 giorni fa, poi pian piano si è sporcato e adesso c'è una fitta vegetazione verdeggiante e bassa un pò dappertutto, di contro non c'è vegetazione alta oltre il grano. E' l'hussar che non tiene a lungo, è normale?

Per il resto il grano è bello, ma è ancora presto per la raccolta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non penso sia colpa dell'hussar(max vero?) ma dell'annata piovosa che ha favorito la germinazione anticipatamente delle malerbe

Share this post


Link to post
Share on other sites

in che periodo hai diserbato?

è plausibile che il prodotto abbia funzionato a dovere, tra l'altro l'hussar è un ottimo prodotto contro le infestanti, ma che le abbondanti piogge cadute ultimamente ne abbiano fatta nascere di nuova

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per la precisione ho dato Hussar Maxx e Biopower la prima settimana di maggio. Può essere stato il problema pioggia?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Campagna praticamente finita, tranne qualche ritardatario. Superfici in leggera contrazione e raccolta durata 10 gg causa/grazie il bel tempo.

 

Situazione bizzarra e sulla falsa riga di quella dell'anno scorso. Fino a metà maggio campi in ottimo stato e potenzialmente da rese medio-alte; poi: le abbondanti piogge hanno forse mascherato, grazie ad abbondante lussureggiare, sensibili densità di fusariosi; così come l'immancabile vento caldo di giugno ha portato all'inevitabile stretta.

 

Rese mediamente di 50-55 q/ha, le punte migliori registrate sono state di 60-65q/ha. Importanti danni da eccesso di pioggia, esplicati sia in densità di piante per m2 bassa, così come in mancate/parziali allegagioni ed ovviamente importanti attacchi di fusiarium.

Le situazioni più critiche nelle varietà precoci, in particolare Mieti, il quale risulta tutto pregerminato e destinato quasi esclusivamente ad usi mangimistici.

 

Inutile ribadire come le rese più basse si siano ottenute in particolari casi di non/mala gestione; non deve di certo stupire. L'annata seppure antagonista ad una normale produzione, ha permesso in campi ben seguiti produzioni di tutto rispetto.

Dov'è mancato adeguato diserbo, dove il ristoppio è regola, dove il drenaggio è bandito, dove la concimazione è al risparmio, la produzione è dimezzata. Ma questo si sapeva. Purtroppo situazioni simili non sono isolate.

I problemi sanitari seppure manifestando il massimo effetto nel calo delle rese, non limitano solo a questo la loro azione. Da anni ormai c'è maggior attenzione alla sanità delle granelle, espressa essenzialmente nei liveli di DON e micotossine. E' plausibile affermare come quest'anno si presenteranno partite particolarmente "difficili".

Se come s'è detto altrove un grosso problema del mercato cerealicolo italiano è rappresentato dalla volatilità dei prezzi, queste situazioni di incertezza sulla destinazione d'uso delle partite stoccate, non possono che accentuare il problema.

Vedremo se le rese europee, previste in calo, sapranno compensare questi ed altri problemi e ridare stabilità al prezzo del frumento.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sto leggendo ovunque niente ringrano o ristoppio, chiamiamolo come vogliamo..

ma io cosa ci faccio ????? cioè sono quasi costretto, faccio rotazione con girasole e mais, ma qualche decina di ettari di ristoppio viene fuori..

principali problematiche ? altre coltivazioni tipo colza o roba simile mal sono state accettate nella nostra zona..

consigli ? anche eseguendo un'adeguata aratura lo sconsigliate il ringrano ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, penso sia da sconsigliare sempre frumento dopo frumento, io per ovviare a questo faccio orzo dopo frumento, siccome subisce meno gli effetti negativi del ristoppio:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luchino oltre a provare la colza, che problemi hai ad aumentare qualche ettaro di girasole?

 

Ringrano arando lo puoi anche fare, l'aratura riduce molto il problema malattie, ma ha senso con il grano a 15 € mettersi ad arare per fare di nuovo grano?

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

non so dalle vostre parti ma qui con il girasole si rimette, il grano almeno non rimetti i soldi, la fai para almeno.. sbaglio ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

hai ragione almeno si fa pari e si rinnovano i prati di medica!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

luchino guarda secondo me un anno di ristoppio non crea particolari danni, per me era la norma in passato fare dopo medica due anni di frumento, il secondo anno hai un calo di produzione fisiologico (il cereale non sente più i benefici dell'azoto lasciati dalla medica nel terreno) ma con un attenta pratica colturale si riescono ad ottenere buone rese lostesso. Io ho sempre arato perche sui ristoppi ho sempre distribuito un pò di letame.

Il discorso cambia se si fa ringrano per più anni, arrivi ad un punto che o spendi una vagonata di soldi in concimi o non ottieni nulla. conosco un tipo che sono più di 10 anni che fa sempre orzo sullo stesso appezamento..... morale della favola produzione irrisoria ( non concima a parte del liquame in aratura) e non riesce più a diendresi dalle malerbe....

Share this post


Link to post
Share on other sites

io il massimo che posso fare sono 2 anni di fila grano (con aratura) e poi 1 anno di qualcosaltro tipo girasole, mais o altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dovrò seminare grano tenero (prevedo di farlo intorno al 10 novembre) su un terreno dove l'anno scorso c'era il favino. Ho arato a fine agosto e adesso la terra e' coperta di piantine di favino alte 15 20 cm rinato evidentemente da quello caduto al momento della battitura. Qual'e adesso la miglior casa da fare preparando il terreno? Che faccio trincio le piantine (col cingolato sulla terra arata) e poi erpice a dischi o Tiller oppure le interro direttamente?

Considerate anche che probabilmente non avrò a che fare con un terreno troppo asciutto ed che e' argilloso.

Edited by gianluca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ti consiglio di passare 1 volta con frangizzolle (erpice a dischi) , poi: 1- dopo qualche giorno passi con erpice rotante (se ce l'hai) e quindi semini, 2 -sennò va bene anche un vibrocoltivatore+erpice trainato a denti fissi (se ce l'hai) e poi semini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

avrei intenzione di provare il nuovo frumento tenero ibrido renk venturoli hysto qualcuno ha sentito parlare di questo frumento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne provo 5 ha quest'anno. In compenso altri mi han messo la pulce nell'orecchio che in realtà l'incremento produttivo è legato anche alla bassa densità di semina...

Spiego: test fatti anche con varietà tradizionale provando varie densità di semina da 100 a 600 semi/m2 con 150-200-250 unità azoto la massima produzione (fino a 8-9-10 Ton/ha)si trova a cavallo dei 200 semi/m2 (la metà dei canonici 400-450 semi/m2) con quantità di azoto "normali" (non raddoppiare ed arrivare a 300-350). Considerato anche la maggior "purezza varietale" propagandata per il seme ibrido si giunge rese in teoria più alte...(Ma proverò anche qualche Ha a 250 semi/m2 di "normale" )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io voglio provare col frumento ibrido quest'anno..

Ma tu dumuzi73 hai visto rese maggiori??

 

Sul depliant della venturoli test fatti in mezza "padania" davano incrementi di anche 20qli a ettaro..

Sarà vero???

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi con cosa tratto il grano da seme lasciato in trebbaitura ? non posso mica seminarlo senza trattamento..

di solito do la polvere caffaro ma non è prettamente per il grano.. sapete consigliarmi qualcosa ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti riporto quanto scritto qui http://www.tractorum.it/forum/coltivazioni-erbacee-f21/malattie-fogliari-sul-grano-e-fungicidi-esperienze-costi-consigli-1968/index3.html#post95692

 

l'ultimo che ho usato nel sacchetto c'è scritto "agrirame" ed ha una percentuale superiore di rame rispetto al prodotto dell'anno precedente (rame metallico gr. 33, sotto forma di ossicloruro) quello dell'anno precedente sarà stato sui 10 gr. costava meno ma ovviamente bisognava metterne qualcosa in più, di solito ne metto quando basta per incipriare bene il chicco e qualcosina in più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie Hp90..

 

posso continuare qui o devo scrivere nell'altra discussione ?

comuqnue la polvere caffaro è un fungicida rameico in polvere bagnabile... quindi bo..

mi consigliano questo al centro dove acquisto le sementi..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luchino perchè hai scelto di utilizzare il tuo grano invece di acquistare il seme certificato e già conciato? Forse perchè ora per prendere l'articolo 68 non è più obbligatorio l'utilizzo di seme certificato?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perché si spende meno! all'inizio.... in fondo alla fiera non saprei...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...