Jump to content
Filippo B

I prezzi delle macchine agricole d'epoca: le Vostre opinioni a riguardo

Recommended Posts

Io non compro i trattori con l'unico scopo di farli lavorare su una fiera, ma anche per la soddisfazione di riparare e possedere un pezzo che personalmente mi piace. Trovo che stiano benissimo anche sotto il portico o in moto nei miei campi. È possibile arare e lavorare anche con una macchina degli anni 20 o 30, probabilmente sarà più complesso e meno divertente che impennare con un L45. E poi al momento attuale in Italia non è legalmente possibile circolare con un trattore d'epoca, quindi i raduni "stradali" io non li considererei neanche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non compro i trattori con l'unico scopo di farli lavorare su una fiera, ma anche per la soddisfazione di riparare e possedere un pezzo che personalmente mi piace. Trovo che stiano benissimo anche sotto il portico o in moto nei miei campi. È possibile arare e lavorare anche con una macchina degli anni 20 o 30, probabilmente sarà più complesso e meno divertente che impennare con un L45. E poi al momento attuale in Italia non è legalmente possibile circolare con un trattore d'epoca, quindi i raduni "stradali" io non li considererei neanche.

Guardacaso possiedo anche un Landini L45 e, nonostante cio'in aratura non gli ho mai staccato le ruote da terra,anzi i miei trattori escono raramente da casa mia,l'unico lavoretto che fanno e'solo nel mio campo,un appassionato vero non va in giro a fare lo sborone a far vedere agli altri a fare le impennate.Tra l'altro cosi'facendo dimostra di non avere rispetto per il mezzo e per la sua storia!Avete mai visto ai raduni di auto d'epoca gente che continua a sgommare a tutte le partenze?no!allora non generalizziamo per favore!In Italia se un trattore e'omologato ASI ed assicurato puo'partecipare ai raduni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo alfre, mi fa piacere ciò che dici. Sarebbe bello se quello che pensi tu fosse un'opinione più diffusa fra i collezionisti...

 

Per quanto riguarda il circolare/lavorare con un mezzo agricolo... attualmente non vi è una legge che distingua una macchina agricola storica da una operativa. Il trattore, storico o no, è intestato regolarmente al proprietario, che detiene una partita iva e quindi una azienda. Dal punto di vista giuridico il trattore è considerato uno dei mezzi operanti all'interno dell'azienda, quindi deve essere in regola con ciò che dice il dpr 81/08 (che sostituisce la 626). Non è possibile inserire sul libretto la dicitura "veicolo storico" o simili, come invece è possibile fare con altri veicoli.

Puoi anche avere targa asi, e puoi anche assicurare un trattore a testa calda... ma se su una qualsiasi fiera qualcuno mette le mani nella puleggia... come lo spieghi che il tuo è un trattore d'epoca? Sicuramente ti diranno che manca un carter...

Per circolare devi essere in regola come con un trattore convenzionale, quindi fanaleria, cinture, protezioni varie e via dicendo...

Ovviamente si spera che la situazione possa cambiare seguendo la direzione di altri paesi europei, dove un qualsiasi storico con semplici passaggi può circolare in sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pienamente d'accordo con alfre riguardo il suo punto di vista sui trattori d'epoca...e da molti messaggi che cerco di spiegare le mie ragioni e lui con un solo messaggio ha saputo raccogliere il nocciolo della questione testa calda tanto amati e tanto odiati ma pur sempre trattori...quindi evitiamo scaramucce dopotutto i punti di vista sono vari e hanno...quasi sempre...le loro ragioni.

Vecchi o giovani, testa calda o petrolio, scomodi o meno, particolari o innovativi, ruggenti o affascinanti sono pur sempre trattori per cui viva il collezionismo di trattori d'epoca e la liberta di ognuno di collezionare il mezzo che più gli sta a cuore :smitten:

A proposito...un trattore diventa d'epoca dopo che son passati circa vent'anni dalla sua produzione se non sbaglio, ihihihihihi...sarà meglio che cominci a comprarmi un 180-90 è quasi d'epoca e lo adoro!!!:asd:

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Caro Luca,sono un possessore sia di un OM che di un Argo e di altri trattori d'epoca che fanno parte della mia modesta collezione, a cui sono affezionato ugualmente ad ogni modello,non posso che condividere la tua opinione ma,sembra che il tempo putroppo non abbia fatto guarire/cambiare opinione a chi si ostina a non accettare la realta'di un mercato dei trattori d'epoca chec'e'in Italia!Il testacalda rimane e rimarra'il piu'amato/odiato trattore d'epoca,amato da chi lo possiede o lo capisce e odiato da chi non ce l'ha e si rifiuta di capirlo.....porta pazienza!

 

 

Ciao Alfre,

qui purtroppo non si tratta di capire o non capire, odiare o amare il trattore testacalda.....qui si tratta piuttosto di fare i conti con delle richieste che stanno fuori dal mondo! Ed è proprio grazie a queste richieste che negli ultimi 2 anni in Italia ne saranno stati venduti 5 di trattori testacalda!!! Restando al mercato dei trattori d'epoca, dalle nostre parti (Molise, Abruzzo, Campania) non c'è paragone: diesel veloci senza storia, con Fiat e Om in prima fila!

A proposito....sono due sere che di fronte casa mia ara un OM 58.....che musica ragazzi! Queste si che sono macchine!

Comunque resto del parere che il Superlandini sia il più gran trattore mai costruito a pari merito con l'OM 35/40CL!

Salutoni

apozzo

Edited by apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cos'hanno di così speciale quei due trattori?

forse è dico forse a livello italiano possono dire la loro soprattutto il cingolo.

macchine di rispetto ma per essere i migliori non è sufficiente.

Edited by Sword
Ortografia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Alfre,

qui purtroppo non si tratta di capire o non capire, odiare o amare il trattore testacalda.....qui si tratta piuttosto di fare i conti con delle richieste che stanno fuori dal mondo! Ed è proprio grazie a queste richieste che negli ultimi 2 anni in Italia ne saranno stati venduti 5 di trattori testacalda!!! Restando al mercato dei trattori d'epoca, dalle nostre parti (Molise, Abruzzo, Campania) non c'è paragone: diesel veloci senza storia, con Fiat e Om in prima fila!

A proposito....sono due sere che di fronte casa mia ara un OM 58.....che musica ragazzi! Queste si che sono macchine!

Comunque resto del parere che il Superlandini sia il più gran trattore mai costruito a pari merito con l'OM 35/40CL!

Salutoni

apozzo

Quali sono le tue fonti per asserire che sono stati venduti cosi'pochi trattori???negli ultimi 2 anni di trattori ne sono stati venduti pochi ma di tutti i generi,comunque ricordati che un testacalda trovera'sempre un nuovo padrone e forse anche prima di un altro!e ci tengo a precisare che non sono un fan dei soli testacalda...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quali sono le tue fonti per asserire che sono stati venduti cosi'pochi trattori???negli ultimi 2 anni di trattori ne sono stati venduti pochi ma di tutti i generi,comunque ricordati che un testacalda trovera'sempre un nuovo padrone e forse anche prima di un altro!e ci tengo a precisare che non sono un fan dei soli testacalda...

 

Ciao Alfre,

beh, tu mi chiedi delle fonti.....le uniche e più attendibili fonti che conosco sono le decine di amici (sia compratori che venditori) che ho in tutta Italia che da anni frequentano e vivono nell'ambiente del collezionismo di trattori d'epoca i quali mi confermano ogni giorno che gli scambi di macchine agricole d'epoca sono ai minimi storici e che quelli di testacalda sono messi ancora peggio! Il motivo è sempre lo stesso: troppi soldi....sopratutto per macchine sempre meno a posto e sempre più pasticciate! L'altro giorno un amico di latina mi diceva di aver preso un L25 a 2300 euro, decentemente conservato e funzionante......ben al di sotto degli 8/10 mila euro che si sentiva sparare fino a non molto tempo fa! Dai ragazzi.....diamoci una svegliata!!!! Il collezionismo di trattori d'epoca è sempre più consapevole e informato.....tutti credo abbiano capito che un trattore d'epoca non ha valore soltanto perchè è monocilindrico testacalda.....come diceva il buon Carraro in qualche messaggio precedente.....macchine come L55, L25, L35 ed 35/8 non hanno alcun valore nella storia della meccanizzazione agricola italiana! Poi se si vuole spendere cifre da capogiro soltanto perchè sotto il sedere hai un motore che batte, sbuffa e fa baccano......siamo su un altro pianeta!

Mi allaccio a questo ragionamento per rispondere anche alle parole di Sword circa il valore che io attribuisco all'OM 35/40CL ed al Superlandini:

 

Cos'hanno di così speciale quei due trattori?

forse è dico forse a livello italiano possono dire la loro soprattutto il cingolo.

macchine di rispetto ma per essere i migliori non è sufficiente.

 

Si tratta, caro Sword, di pareri personali assolutamente opinabili ma per rispondere alla tua domanda ti dico questo:

Il Superlandini ha di speciale che nell'anno in cui uscì dagli stabilimenti Landini in Italia il 75% dei contadini lavorava la terra con i buoi e scusami se è poco!

Il 35/40CL ha di speciale che ha meccanizzato la quasi totalità degli agricoltori del Centro-Sud Italia (al Nord ancora non riesco a ricostruirne bene il percorso evolutivo!)......da noi queste macchine sono caratterizzate da un alone di leggenda che nessuno riesce a scalfire! Soltanto nella mia Regione (Molise) ne lavorano ancora attivamente tantissimi esemplari e basta guardare gli occhi degli anziani quando ne sentono lavorare uno o lo vedono soltanto fermo in un capanno.....roba da lacrime agli occhi! Difficile che succeda con un 80-65, con un Landini Trekker, con un Same Explorer o con uno qualunque dei "plasticoni" che sfornano oggi le case costruttrici!

Notte a tutti

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalle ultime notizie che ho potuto leggere in questo topic chissà perché dobbiamo farci il sangue gramo...se si vendono Landini a 3.000,00€ vuol dire che qualcosa è cambiato e anche i collezionisti meno abbienti o quelli alle prime armi posso togliersi uno sfizio...e allora calmiamoci oppure si pretende di comprare il Landini con poche centinaia di euro o che vi diano ancora qualcosa per portarvelo a casa!!!! :tickedoff:

 

 

Ah ora capisco, sti testa calda non li vuole proprio nessuno, tocca regalarli :muro:

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dalle ultime notizie che ho potuto leggere in questo topic chissà perché dobbiamo farci il sangue gramo...se si vendono Landini a 3.000,00€ vuol dire che qualcosa è cambiato e anche i collezionisti meno abbienti o quelli alle prime armi posso togliersi uno sfizio...e allora calmiamoci oppure si pretende di comprare il Landini con poche centinaia di euro o che vi diano ancora qualcosa per portarvelo a casa!!!! :tickedoff:

 

 

Ah ora capisco, sti testa calda non li vuole proprio nessuno, tocca regalarli :muro:

 

 

Guarda Luca.....io sono calmissimo ed il mio sangue si mantiene agli stessi valori di sempre!

Viste le tue faccine non so se si possa dire lo stesso di te!

Il testacalda (non esiste solo Landini!) secondo me bisogna pagarlo quello che vale, nulla più nulla meno!

apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche io sono calmissimo non mi scaldo di certo per una pacata discussione, le mie faccine rappresentano solo una grande indignazione verso certe correnti di pensiero del collezionismo di trattori d'epoca...sarebbe da provare a mandare qualcuno da un possessore di un Landini o orsi o qualunque altro testa calda, facciamo un esempio, l'Argo che fa tanto schifo, andare la e dire "guarda ti do 12-15.000,00€ per il tuo Argo perché sai non e che mi interessi, non ha fatto parte della meccanizzazione agricola in italia (che non è vero soprattutto nel nord durante la ripresa economica avvenuta dopo la crisi del '45)e ha un motore che non è il massimo...ma visto che ha 4 ruote e un volate te lo compro e guarda ti faccio un piacere!!!

 

 

Dopotutto provare per credere ma attenti alle fucilate!!! :asd:

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites
anche io sono calmissimo non mi scaldo di certo per una pacata discussione, le mie faccine rappresentano solo una grande indignazione verso certe correnti di pensiero del collezionismo di trattori d'epoca...sarebbe da provare a mandare qualcuno da un possessore di un Landini o orsi o qualunque altro testa calda, facciamo un esempio, l'Argo che fa tanto schifo, andare la e dire "guarda ti do 12-15.000,00€ per il tuo Argo perché sai non e che mi interessi, non ha fatto parte della meccanizzazione agricola in italia (che non è vero soprattutto nel nord durante la ripresa economica avvenuta dopo la crisi del '45)e ha un motore che non è il massimo...ma visto che ha 4 ruote e un volate te lo compro e guarda ti faccio un piacere!!!

 

 

Dopotutto provare per credere ma attenti alle fucilate!!! :asd:

 

 

Certo Luca, hai ragione e concordo in pieno sul fatto che questa discussione si stia svolgendo con grande pacatezza e civiltà O0

Volendo rispondere a quanto asserisci nel tuo post, capirai senz'altro che io posso tranquillamente prendere il tuo esempio e girarlo al contrario......il Signor X si reca dal Signor Y che ha messo un annuncio di vendita di un Orsi Argo.....il Signor Y esordisce con fierezza: "questo trattore è unico al mondo, rarissimo e (come piace sempre ai venditori nostrani) ne sono rimasti pochissimi esemplari quindi o mi dai 60 mila euro o te ne puoi anche tornare da dove sei venuto!!"......a quel punto il Signor X non potrà che farsi una bella risata e rispondere di cuore: "tienitela stretta stretta la tua perla rara"......più che le fucilate, un bel vaffa e tanti saluti:ciao::ciao:!

Come vedi, caro Luca, le situazioni vanno analizzate sempre da più punti di vista e solo la media tra questi magari potrà dare un quadro corretto delle dinamiche che ci sono dietro!

Salutoni

apozzo

Edited by apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ti do pienamente torto ma devi ammettere che come collezionista, appassionato e compratore prima di scegliere un mezzo e trovarne uno da acquistare ti sarai informato sui suoi dati personali tipo: anno di produzione, esemplari prodotti, cavalli, cilindrata, optional e a questo punto puoi dargli un valore soggettivo in base alle sue condizioni e al valore affettivo...inoltre nella compra-vendita non ce mai rischiesta e una risposta affermativa o negativa, se ne parla e ognuno fa valere le proprie ragioni, inoltre il prezzo di solito è trattabile, quindi di può trovare una "quadra" e se si vuole avere una certa macchina di scelta di solito se ne trova in giro tenendo anche conto delle richieste presenti sul mercato e delle quotazioni che non si discostano poi cosi tanto dai prezzi richiesti.

è possibile trovare il venditore che si tiene leggermente alto e fa il furbo ma anche l'acquirente non è proprio idiota e sa perfettamente quello che compra :n2mu:

 

Chissà perché mettiamo sempre in mezzo l'argo, se qualcuno ha i dati precisi si può aggiungere alla discussione, ma dai libri di trattori d'epoca che possiedo la orsi dovrebbe aver prodotto circa 350 Argo e meno di un centinaio di Argo "maremma" quindi arrotondiamo per eccesso facciamo 500 sparsi in tutta Italia ora dopo più di 60 anni tra quelli per ricambi, quelli distrutti e quelli fusi (vorrei ricordare il periodo in cui i testa calda venivano distrutti perché ritenuti inutili "trattori vecchi" e direi 20-30 anni fa quando il collezionismo non era ancora praticamente nato) quanti ne saranno rimasti in circolazione senza contare qualche esemplare andato all'estero...bene tirate voi le somme non è che sto trattore sia tanto diffuso!!!

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che non capisco è perchè continuiamo a rigirare la stessa minestra riscaldata di orsi landini fiat e simili. Ci saranno migliaia di marche di trattori, i collezionisti esistono in tutto il mondo, siamo nel 2013 e abbiamo tante belle cose come i mezzi di trasporto, internet e i telefoni che ci permettono di interagire al di là del nostro cortile.

Che siamo in italia e diamo la preferenza ai trattori italiani mi sta bene e sono d'accordo, ma è inutile continuare a volere a tutti i costi sempre gli stessi trattori. Le fiere italiane sono molto simili fra di loro come tipologia di macchine. Ricordatevi che possiamo discuterne fin che volete, ma il prezzo lo farà sempre e solo la domanda. Se voglio un mezzo "scenico", vecchio o particolare basta fare un giro su internet o una visita da alcuni rivenditori seri di macchine d'epoca situati a un migliaio di chilometri da noi; troverete certamente dei pezzi sconosciuti che non avete mai visto e sicuramente vi colpiranno.

Provate ad acquistare un Mogul 8-16 (forse risparmierete un po' rispetto agli ipotetici 60.000€ di un Argo) e portatelo alla fiera del vostro paese. Dopo aver visto 10 volte l'avviamento di un testacalda sicuramente il pubblico apprezzerà tanto anche il vostro trattore del 1916 che funziona regolarmente (dopo una buona messa a punto da parte di un competente) e magari traina il suo piccolo aratro... A me piacerebbe molto, poi i gusti sono personali e su questo non si discute....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quello che non capisco è perchè continuiamo a rigirare la stessa minestra riscaldata di orsi landini fiat e simili. Ci saranno migliaia di marche di trattori, i collezionisti esistono in tutto il mondo, siamo nel 2013 e abbiamo tante belle cose come i mezzi di trasporto, internet e i telefoni che ci permettono di interagire al di là del nostro cortile.

Che siamo in italia e diamo la preferenza ai trattori italiani mi sta bene e sono d'accordo, ma è inutile continuare a volere a tutti i costi sempre gli stessi trattori. Le fiere italiane sono molto simili fra di loro come tipologia di macchine. Ricordatevi che possiamo discuterne fin che volete, ma il prezzo lo farà sempre e solo la domanda. Se voglio un mezzo "scenico", vecchio o particolare basta fare un giro su internet o una visita da alcuni rivenditori seri di macchine d'epoca situati a un migliaio di chilometri da noi; troverete certamente dei pezzi sconosciuti che non avete mai visto e sicuramente vi colpiranno.

Provate ad acquistare un Mogul 8-16 (forse risparmierete un po' rispetto agli ipotetici 60.000€ di un Argo) e portatelo alla fiera del vostro paese. Dopo aver visto 10 volte l'avviamento di un testacalda sicuramente il pubblico apprezzerà tanto anche il vostro trattore del 1916 che funziona regolarmente (dopo una buona messa a punto da parte di un competente) e magari traina il suo piccolo aratro... A me piacerebbe molto, poi i gusti sono personali e su questo non si discute....

 

 

Quoto a pieno! Ovviamente però va fatto un distinguo legato ai vari aspetti che possono concorrere alla scelta di trattori del genere......partendo dal presupposto che trattori come il Mogul, il Titan e i vari Case non sono trenini elettrici, certi tipi di macchine necessitano di uno spazio e di una conformazione orografica dei terrreni senza i quali sono difficilmente gestibili.....in poche parole occorre tanta terra e preferibilmente pianeggiante, caratteristiche che qui nel mio bel Molise è quasi impossibile riscontrare. Anche perchè, a parer mio, un trattore d'epoca devi usarlo il più possibile altrimenti (come dimostra perfettamente quello che mi è successo con il 50R la settimana scorsa!!!) rischia di morire di noia sotto un capanno!

Dunque altro fattore che concorre alla scelta del trattore d'epoca è a mio avviso la tipologia di terreno di cui si dispone! Certo siamo nel 2013 ed esistono tutti i mezzi necessari per spostarsi alle varie manifestazioni sparse per il bel paese e anche oltre.....tuttavia spesso nel 2013 non mi riesce nemmeno di fare 70km con la macchina per andare a farmi una giornata di mare!! Dunque io parto dal presupposto che il trattore d'epoca te lo godi a casa tua e deve essere adatto alla terra che hai! Questo è infatti uno dei motivi principali che mi fanno tuttora tardare nella scelta di un testacalda (oltre al prezzo ovviamente!!!!)....si potrebbe optare per un semicingolato ma li, come dice Luca, sono fucilate anche solo ad avvicinarlo un venditore!!!

Nutro dubbi anche sulla possibilità di usare al meglio il 50R (è comunque un monotrazione) e, nonostante l'adorazione pressochè totale per il mio trattore, non è detto che prima o poi decida di venderlo a qualcuno che magari possa utilizzarlo meglio del sottoscritto o magari di scambiarlo con qualche cingolato (sempre e rigorosamente d'epoca) più adatto alle mie zone! Credo che, visto il legame che ho con il vecchio OM, questo giorno non verrà mai! Tuttavia vederlo li che scalpita in attesa di utilizzo mi fa davvero una tristezza enorme!!

Scusate per l'OT ma mi è venuto in mente e l'ho scritto....

salutoni

apozzo

Edited by apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io piuttosto che portarmi a casa un Titan Mogul e compagnia bella mi tengo PIU CHE VOLENTIERI il mio Argo,che sono sicuro che in 10minuti parte e lo tengo acceso fino a quando mi stufo e tira a'bbestia,con i petrolio se non sono piu'che a posto ti fanno morire solo ad accenderli!gli unici petrolio veramente a posto che girano le feste sono quelli del buon Davide L. che tutti conoscono!E poi l'Argo fa'talmente schifo che sono venuti a chiedermi l'altro giorno di portarlo ad una festa qui in zona molto bella,ma possibile che gli altri trattori non andavano bene??gli ho offerto di portare il Same DA25dt prima serie a barca(che reputo una macchina storica e importante per la Same,forse la piu'importante)e mi hanno detto no.... riguardo ai 5 testacalda venduti in un anno mi risulta che qui al Nord sono stati venduti un Argo e un Super Orsi ad una sola persona e ,un mio amico veneto si e'comprato finalmente dopo anni di ricerche e sacrifici un Landini L55B(che schifo...:asd:)e siamo gia' a 3....poi solita storia.... mi piacerebbe prendere pure un fiat 80R ma cavolo..e'troppo comune..diesel...ce l'hanno tutti...costa troppo...:2funny:riguardo al 180-90 fiat che dire be...non c'e'niente da dire e'l'ultima bestia costruita,dopo di lui LA PLASTICA.... :ave:

Edited by alfre

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che i trattori a petrolio di Davide sono ottimi e funzionano! Ma non è detto una macchina delicata come un motore a ciclo otto non deve funzionare bene a prescindere. Ovvio che se il collezionista medio non distingue un magnete da una dinamo allora il discorso cambia, se manca la cultura e la competenza si continuerà sempre a sostenere che se un trattore non parte o non funziona a dovere è perché è una cattiva macchina.

Su tantissimi raduni continuo a vedere gente che mette in moto orgogliosamente il proprio trattore, ma alla prima domanda tecnica non sa da che parte girarsi, come i famosi sapientoni che incantano il pubblico con le loro teorie che vanno dal field marshall che è un testacalda "perchè ha i volani" o al landini 45 che "tira come un cento cavalli" senza aver mai sentito parlare di giri, coppia, rendimenti,...

Tutti i giorni nel mio lavoro opero su macchine industriali che valgono centinaia di migliaia di euro, e sono ben più complesse dei nostri amati trattori storici; mi riesce impossibile pensare che una macchina costruita a inizio secolo non sia possibile metterla a punto nel 2013; non raccontatemi che non si trovano i ricambi, nel 2013 qualsiasi pezzo si può riprodurre. Mi è capitato su una fiera di assistere a un personaggio che millantava per 40 e più minuti le sue abilità nell'individuare la giusta tipologia di sfera e molla per la valvola di ritegno del suo L25, a suo dire operazione estremamente complessa che implica la disponibilità di ricambi introvabili... per me era quasi comico.

 

Per farvi un esempio sono stato a Panningen a Luglio, su 2000 e più trattori presenti la tipologia di motore era estremamente varia, e ben distribuita dal testacalda, ciclo otto, diesel, vapore,... Forse solo in Italia si ha la concezione che il trattore vecchio è quello con il ciclo misto di Sabathé, mentre il resto è una baracca.

Provate a fare un giro nelle collezioni dei tedeschi, francesi, belga, olandesi, britannici... hanno forse più razionalità di noi, e con questo intendo altri criteri di valutazione del mezzo storico... Mi sta bene che qualcuno possa spendere una cifra notevole per una macchina che piace particolarmente, per la soddisfazione personale di averla. Ma se fra 15/20 anni decido di rivendere il mio mezzo super-raro, bello e potentissimo che ho strapagato siamo sicuri che trovo ancora qualcuno che mi da quella cifra?

 

facciamo un esempio, l'Argo che fa tanto schifo, andare la e dire "guarda ti do 12-15.000,00€ per il tuo Argo perché sai non e che mi interessi, non ha fatto parte della meccanizzazione agricola in italia (che non è vero soprattutto nel nord durante la ripresa economica avvenuta dopo la crisi del '45)e ha un motore che non è il massimo...ma visto che ha 4 ruote e un volate te lo compro e guarda ti faccio un piacere!!!

Dopotutto provare per credere ma attenti alle fucilate!!! :asd:

 

Questo ragionamento non sta in piedi. La cifra che noi riteniamo alta è tale vista la forte richiesta di prodotto, come in qualsiasi mercato, sia di patate, oro o motoseghe. E quindi vista la forte richiesta il venditore tenta di applicare il prezzo "di mercato" (al quale si suppone siano state effettuate la maggior parte di compravendite). E fino qui è tutto più che corretto. Quello che secondo mio modesto parere non va è l'accanimento ad avere tutti la stessa tipologia di macchine. Il discorso che citi tu non bisogna farlo al venditore, ma fra collezionisti. Se il prezzo è quello è perchè c'è (o c'era?) qualcuno che lo compra(va).

 

Perchè se colleziono trattori devo avere quasi per forza un Landini o simili? Forse perchè gli altri non siamo capaci a metterli in moto? O non sappiamo neanche che esistano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

un collezionista serio deve essere capace di apprezzare ogni trattore d'epoca senza pensare all'anno di produzione o tipo di motore, ma quello che non accetto è che vengano catalogati trattori di serie a o b che alcuni trattori tipo L25, 44major, l30, argo ecc... non vengano catalogati come trattori d'epoca solo perché sono stati costruiti alcuni anni dopo il boom del testa calda, verso il declino di tale motore...e debbano essere disprezzati tanto...anche loro hanno lavorato nei nostri campi con molta dignità e l'asi se li certifica trattori d'epoca vorrà dire qualcosa, inoltre non ce molto mercato di questi tipi di trattori visto che chi li ha non li vende se non per problemi particolari, anche perché sono spesso accompagnati da trebbia e imballatore, quei pochi esemplari in vendita sono spesso esasperati e pasticciati, da me (astigiano) hanno da poco comprato un orsi (non ne sono sicuro ma mi sembra super-orsi) quindi non è che il mercato sia fermo...magari non si sa a livello nazionale ma di smercio un po ce ne, visto che molta gente cerca tali trattori!!!

 

 

Sono pienamente d'accordo con alfre, un petrolio e sempre piuttosto rognoso e un vapore piuttosto ingombrante e poco pratico....

 

Io piuttosto che portarmi a casa un Titan Mogul e compagnia bella mi tengo PIU CHE VOLENTIERI il mio Argo,che sono sicuro che in 10minuti parte e lo tengo acceso fino a quando mi stufo e tira a'bbestia,con i petrolio se non sono piu'che a posto ti fanno morire solo ad accenderli!gli unici petrolio veramente a posto che girano le feste sono quelli del buon Davide L. che tutti conoscono!E poi l'Argo fa'talmente schifo che sono venuti a chiedermi l'altro giorno di portarlo ad una festa qui in zona molto bella,ma possibile che gli altri trattori non andavano bene??gli ho offerto di portare il Same DA25dt prima serie a barca(che reputo una macchina storica e importante per la Same,forse la piu'importante)e mi hanno detto no.... riguardo ai 5 testacalda venduti in un anno mi risulta che qui al Nord sono stati venduti un Argo e un Super Orsi ad una sola persona e ,un mio amico veneto si e'comprato finalmente dopo anni di ricerche e sacrifici un Landini L55B(che schifo...:asd:)e siamo gia' a 3....poi solita storia.... mi piacerebbe prendere pure un fiat 80R ma cavolo..e'troppo comune..diesel...ce l'hanno tutti...costa troppo...:2funny:riguardo al 180-90 fiat che dire be...non c'e'niente da dire e'l'ultima bestia costruita,dopo di lui LA PLASTICA.... :ave:

 

inoltre dalle poche feste tenute nella mia zona sono spesso richiesti i testa calda, poche settimane fa ne siamo riusciti a radunare una quindicina: 3 44major, 1 l35-40, 4 l25-30 e 6 argo, con gande piacere del pubblico degli organizzatori e di tutti i trattoristi!!!

 

OT a proposito, di dove sei alfre, da come parli sembri quasi piemontese!!! OT

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bresciano DOC[ATTACH=CONFIG]14805[/ATTACH]PS e questo sarebbe un brutto trattore e non storico???MA FATEMI MI IL PIACERE!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest baccio 56

Ho diversi trattori d'epoca, i più numerosi sono i landini testacalda, ne ho diversi, ma non sminuisco nessun tipo di trattore, per la mia passione sono uno più bello dell'altro e io ripeto passione e non prezzi e speculazione, non mi sfiora minimamante, mi piace soprattutto il restauro che è il mio mestiere, anche se il conservato lo apprezzo molto.

Bisogna però ammettere e che quando si parla di valore di questi mezzi, bisogna tener conto di quello sono le "leggi" e richieste di mercato e quì bisogna tener conto che i landini, questo molto dovuto alle particolarità di questa macchina, sono tra quelli più quotati, questa è la realtà, le chiacchiere i perchè non contano.

Pensate, il trattore che posseggo e che apprezzo di più anche se il vaolre è minimo, è un vecchio 601 Fiat a petrolio[ATTACH=CONFIG]14806[/ATTACH], non lo venderei per nessuna cifra, ma quì si parla di valore affettivo non reale.

Allego una foto del trattorino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vero!!! conservati hanno un fascino tutto particolare...ma, purtroppo quando la ruggine rischia di distruggere il trattore meglio restaurarli...e bene per giunta in modo che sembrino lucenti come appena usciti di fabbrica...e come ho già avuto il piacere di provare...la soddisfazione è talmente tanta che ce da commuoversi :cry:

 

anche io essendo puro amatore e collezionista di trattori d'epoca ho un attaccamento tutto particolare verso le mie macchine e non le venderei per nulla al mondo...."questo è il mio trattore, ce ne sono tanti come questo, ma questo è il mio!!!"

:smitten:

 

 

Infatti a forza di comprare e mai vendere inizio ad avere seri problemi di spazio...lascio la macchina in cortile :asd:

Edited by luca80r-argo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace. Ripeto non sono un collezionista ho un solo pezzo, e mi piace guidare ciò che batte sbuffa e fa baccano e aggiungo io che imbratta e impolvera. Quindi ho deciso di spendere qualche soldino su ciò che mi piace invece che dallo psicologo per capire da dove viene e rimuovere quest' istinti autolesionistici del portafogli e della persona, optando per il piccolo L poichè un Super o un Velite non erano alla mia portata . L' L25 a poco più di duemila euro ;abilità del compratore ,fortuna o bisogno di chi vendeva ma è quel "decentemente conservato" che mi preoccupa. Chiudo citando la frase finale di una prefazione ad un volume di Dozza dove elencando gli ultimi modelli di testacalda prodotti dice "la storia finisce comincia la leggenda",ecco un Mogul un TItan un Fordson un Farmall un 700 un Porsche un Om o tanti altri saranno innovativi per il loro tempo, rari ma a mio avviso per la realtà italiana non saranno mai leggendari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest baccio 56
Vero!!! conservati hanno un fascino tutto particolare...ma, purtroppo quando la ruggine richina di distruggere il trattore meglio restaurarli e bene per giunta in modo che sembrino lucenti come appena usciti di fabbrica...e come ho già avuto il piacere di provare...la soddisfazione è talmente tanta che ce da commuoversi :cry:

 

anche io essendo puro amatore e collezionista di trattori d'epoca ho un attaccamento tutto particolare verso le mie macchine e non le venderei per nulla al mondo...."questo è il mio trattore, ce ne sono tanti come questo ma questo è il mio!!!"

:smitten:

 

 

Infatti a forza di comprare e mai vendere inizio ad avere seri problemi di spazio...lascio la macchina in cortile :asd:

Stesso mio problema, un capannone pieno e non intendo vedere posti vuoti almeno per ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dozza elencando gli ultimi modelli di testacalda prodotti dice "la storia finisce comincia la leggenda",ecco un Mogul un TItan un Fordson un Farmall un 700 un Porsche un Om o tanti altri saranno innovativi per il loro tempo, rari ma a mio avviso per la realtà italiana non saranno mai leggendari.

 

Frase piena di sentimento e significato che racchiude tutta una corrente di pensiero per gli amanti dei testacalda...e non

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una volta di più devo dirlo: questa discussione è semplicemente adorabile! Direi senza dubbio che da sola vale il prezzo del biglietto!!! Dopo aver letto i post di Alfre e Luca me ne sono convinto a maggior ragione: le due simpatiche "testecalde" (in senso assolutamente simpatico e per nulla offensivo, si intenda!!) adesso si ergono quasi a "vittime sacrificali" di una sorta di oscuro "sistema" che tende a demonizzare i trattori testacalda (Argo ed L55 in primis).....scusate un pò ragazzi, ma chi mai vi ha detto che questi trattori fanno schifo???? Io qui asserisco semplicemente che a mio avviso ste macchine le valutate un pò troppo rispetto a quello che hanno rappresentato per l'agricoltura italiana....tutto qui!!!:)

Detto questo, passerei al discorso vendite.....credo, caro Alfre, che la mia frase per cui negli ultimi 2 anni fossero stati venduti 5 testacalda non andasse presa proprio testualmente......era per dire che di movimento attorno a queste macchine negli ultimi anni ce n'è poco.....poi se lo si vuol negare si è liberi di farlo!!! Badate bene ragazzi: un conto è che quando metti in moto un testacalda si avvicinano 200 persone, un conto è quando metti in vendita lo stesso trattore (sopratutto alle cifre attuali!)......arrivano 200 offerte???.....non credo proprio!!!! Mi direte....ne basta una ma buona....il problema è che spesso non arriva neanche quella!!!

Sentivo poi sempre da Alfre delle citazioni sull'R80.......se tanto mi da tanto sarei tentato di applicare lo stesso assioma con cui paragonavi l'Orsi Argo agli obsoleti trattori a petrolio al "Fiattone" r80, paragonando quest'ultimo proprio all'Orsi Argo: l'R80 parte in 1/2 secondi (contro i 10 minuti dell'Argo) e di Orsi se ne tira dietro un bel pò!!! Come vedi è sempre molto relativo fare paragoni tra macchine così diverse.....ogni trattore ha le sue doti, i suoi difetti, le sue peculiarità!!!

 

Vorrei poi citare miro filippucci

 

................ecco un Mogul un TItan un Fordson un Farmall un 700 un Porsche un Om o tanti altri saranno innovativi per il loro tempo, rari ma a mio avviso per la realtà italiana non saranno mai leggendari.

 

Fiat e Om sono la leggenda vivente delle macchine agricole!! Ma abbiamo soltanto una vaga idea della quantità e qualità delle macchine realizzate da questi costruttori??? Non so da te ma se qui in zona parli di OM 35/40, 70C, 58, 55C la gente te ne racconta per 5 ore di fila!!! Ragazzi non scherziamo.....i soldi e le quotazioni astronomiche dei testacalda sono una cosa (in questo sono i numeri uno assoluti!).....la leggenda è un'altra storia!!! La leggenda l'hanno fatta quelle macchine che, dopo 50 anni dalla costruzione, lavorano ancora attivamente nelle campagne e portano il pane a casa (avete mai provato a fare un conto approssimativo di quante fiat 70c arano ancora oggi ettari ed ettardi di terra???).....il testacalda va rispettato, amato e pagato (secondo Alfre :asd:) ma non si provi ad ergerlo ad espressione massima del trattore agricolo in Italia perchè è una cosa che non sta ne in cielo ne in terra!!!

apozzo

Edited by apozzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...