Jump to content

Recommended Posts

Fossi in te, quantomeno non mi aspetterei aumenti proporzionati. E mi pare una frase piena zeppa di ottimismo ai limiti della ragionevolezza. 
Allora mi aspetto che continuino e aumentino i vari giochetti burocratici delle coop, xké altrimenti il sistema non sta in piedi. Già ora ho una plv pari ad un terzo di quella del prosecco (mi piace rimarcarlo, 18000€ contro i nostri 6000€.... Non scordiamocelo mai) producendo 400 quintali, se poi mi obbligano a farne solo 200 allo stesso prezzo, addio Gesù.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk


Link to post
Share on other sites
  • Replies 2k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

C'è poco da combattere adesso. Ormai sei in balia del meteo. Io sto facendo il secondo giro di cimatrice. Lunedì finisco e probabilmente martedì ennesimo trattamento in attesa dei presunti temporali d

Buonasera. @CBO colpito e affondato. Il portogruarese in ginocchio. Area nord. Cosa faccio su viti in allevamento prese in quei stati?   

Esatto Gianni, nessuno va al bar dicendo c'è l ho più lungo....si mangia una Simmenthal o una manzotin , si guarda il vicino con i freni ad aria e 80qli di portata con stupore. L abbondanza non porta

Posted Images

5 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Allora mi aspetto che continuino e aumentino i vari giochetti burocratici delle coop, xké altrimenti il sistema non sta in piedi. Già ora ho una plv pari ad un terzo di quella del prosecco (mi piace rimarcarlo, 18000€ contro i nostri 6000€.... Non scordiamocelo mai) producendo 400 quintali, se poi mi obbligano a farne solo 200 allo stesso prezzo, addio Gesù.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

 

Come già espresso , si confonde il vino sfuso , che è una commodities con il vino da bottiglia o imbottigliamento , che è un brand .

Se non c'è il trebbiano romagnolo , ci sarà il rumeno o lo spagnolo ......

Sembra di sentire l inizio della fine delle drupacee in Italia, iniziarono proprio con la riduzione degli ettari.....poi le varietà, poi e cazz ad dicoli!!!!!

Curioso di sapere come la prenderanno pugliesi e abruzzesi, sempre che la legge valga per tutti.....e già qui mi viene da ridere.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
Come già espresso , si confonde il vino sfuso , che è una commodities con il vino da bottiglia o imbottigliamento , che è un brand .
Se non c'è il trebbiano romagnolo , ci sarà il rumeno o lo spagnolo ......
Sembra di sentire l inizio della fine delle drupacee in Italia, iniziarono proprio con la riduzione degli ettari.....poi le varietà, poi e cazz ad dicoli!!!!!
Curioso di sapere come la prenderanno pugliesi e abruzzesi, sempre che la legge valga per tutti.....e già qui mi viene da ridere.
Mi sembra ridicolo che prendano una decisione del genere alla muta, se non arrivavano dei messaggi WhatsApp non si sapeva niente. Sono cose che cambiano radicalmente le strategie imprenditoriali, cambiano la conformazione degli impianti, non sono solo numeri su un foglio. Sono incredulo.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Mi sembra ridicolo che prendano una decisione del genere alla muta, se non arrivavano dei messaggi WhatsApp non si sapeva niente. Sono cose che cambiano radicalmente le strategie imprenditoriali, cambiano la conformazione degli impianti, non sono solo numeri su un foglio. Sono incredulo.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

 

Ma, per esempio: nel comune X si possono fare 400q.li, in quello Y 300. Potrebbero cambiare, per logiche di mercato, anche l'appetibilità dei terreni? Nel caso sopra riportato, nel comune X i terreni avranno più valore rispetto al comune Y.

A me non cambia nulla, il problema (forse) non mi tocca, perlomeno non direttamente. Resto però abbastanza perplesso sulla validità di una discriminante simile. 

 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
Ma, per esempio: nel comune X si possono fare 400q.li, in quello Y 300. Potrebbero cambiare, per logiche di mercato, anche l'appetibilità dei terreni? Nel caso sopra riportato, nel comune X i terreni avranno più valore rispetto al comune Y.
A me non cambia nulla, il problema (forse) non mi tocca, perlomeno non direttamente. Resto però abbastanza perplesso sulla validità di una discriminante simile. 
 
Ah beh sicuramente se tutto fosse confermato, cambiano eccome i valori dei terreni. Il problema è che io casco esattamente subito oltre il confine dei 400 quindi sarei presumibilmente nei 300, e avendo impianti esclusivamente giovani, tenerli a bada a 300 non è semplice. Ripeto, sono stati progettati, allevati e mantenuti per arrivare a produzioni più alte, è difficile modificare una pianta di 6 anni che ha sempre fatto dai 350 ai 450 e volerla portare a 250/300. Se abbasso il numero di gemme rischio che mi faccia tanto di quel legno che poi mi ribalto a potare. Mmm, problema notevole, a sto punto o conviene cambiare varietale o fare impianti con sesti meno intensivi e calare tutti gli input come concimazioni ecc

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Ah beh sicuramente se tutto fosse confermato, cambiano eccome i valori dei terreni. Il problema è che io casco esattamente subito oltre il confine dei 400 quindi sarei presumibilmente nei 300, e avendo impianti esclusivamente giovani, tenerli a bada a 300 non è semplice. Ripeto, sono stati progettati, allevati e mantenuti per arrivare a produzioni più alte, è difficile modificare una pianta di 6 anni che ha sempre fatto dai 350 ai 450 e volerla portare a 250/300. Se abbasso il numero di gemme rischio che mi faccia tanto di quel legno che poi mi ribalto a potare. Mmm, problema notevole, a sto punto o conviene cambiare varietale o fare impianti con sesti meno intensivi e calare tutti gli input come concimazioni ecc

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

Speriamo che oggi ottengano quello pensato in origine , 300 con deroga 400.

A 400 cinsi può ragionare

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
Il 3/3/2021 Alle 20:18, ALAN.F ha scritto:

Come già espresso , si confonde il vino sfuso , che è una commodities con il vino da bottiglia o imbottigliamento , che è un brand .

Se non c'è il trebbiano romagnolo , ci sarà il rumeno o lo spagnolo ......

Sembra di sentire l inizio della fine delle drupacee in Italia, iniziarono proprio con la riduzione degli ettari.....poi le varietà, poi e cazz ad dicoli!!!!!

Curioso di sapere come la prenderanno pugliesi e abruzzesi, sempre che la legge valga per tutti.....e già qui mi viene da ridere.

mi sono assentato un po' e qua si parla di rese...non ho sentito dire nulla però qui in zona...con i miei impianti vecchi 300 q.li ci arrivi mediamente quindi ci starei.....ma dato che avrei intenzione di fare qualche impianto nuovo....la questione si fa più seria... che sia il caso di puntare sul del rosso o del precoce chardoney o pinot bianco...?

intanto lustratevi gli occhi con il nuovo packaging del brand romagnolo....con un occhio all'ambiente.....e hai grandi numeri....il più grande vigneto d'Italia.......😓😓

IMG-20210306-WA0009.jpg

IMG-20210306-WA0008.jpg

  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, 5500 ha scritto:

mi sono assentato un po' e qua si parla di rese...non ho sentito dire nulla però qui in zona...con i miei impianti vecchi 300 q.li ci arrivi mediamente quindi ci starei.....ma dato che avrei intenzione di fare qualche impianto nuovo....la questione si fa più seria... che sia il caso di puntare sul del rosso o del precoce chardoney o pinot bianco...?

intanto lustratevi gli occhi con il nuovo packaging del brand romagnolo....con un occhio all'ambiente.....e hai grandi numeri....il più grande vigneto d'Italia.......😓😓

IMG-20210306-WA0009.jpg

IMG-20210306-WA0008.jpg

Sono qua che mi scervello, oramai ho deciso per virare verso il nero ( da be' ve'  negar no ve' Ros) 

5500 hai anche del Sangiovese?

Per adesso escluso la macchina di quintali Fortana , ho stretto a 3 varietà salvo idee nuove l impianto che farò a dicembre.

Merlot Shiraz Sangiovese.... queste sono le tre opzioni anche in ordine di preferenza

Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Sono qua che mi scervello, oramai ho deciso per virare verso il nero ( da be' ve'  negar no ve' Ros) 

5500 hai anche del Sangiovese?

Per adesso escluso la macchina di quintali Fortana , ho stretto a 3 varietà salvo idee nuove l impianto che farò a dicembre.

Merlot Shiraz Sangiovese.... queste sono le tre opzioni anche in ordine di preferenza

Vai di sangiovese Alan gran vitigno! Pochi problemi e tanta resa. Ne avevo delle piante nella vigna vecchia che ho tolto e faceva sempre una marea d'uva e non lo mai vista ammalata. 

Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, davide87 ha scritto:

Vai di sangiovese Alan gran vitigno! Pochi problemi e tanta resa. Ne avevo delle piante nella vigna vecchia che ho tolto e faceva sempre una marea d'uva e non lo mai vista ammalata. 

Ciao Davide!!! 💪

In cantina cercano vino bello scuro per tagliare la Fortana che rimane molto chiara. 

Poi il Sangiovese di pianura non è il Sangiovese di collina , per quello chiedevo a 5500, visto che spesso nel forlivese il Sangiovese sconfina a nord della via Emilia.

Sul Merlot son più tranquillo , va in pianura .oltre una maturazione decisamente precoce rispetto Sangiovese

Sento in Cantina 👍

Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Ciao Davide!!! 💪

In cantina cercano vino bello scuro per tagliare la Fortana che rimane molto chiara. 

Poi il Sangiovese di pianura non è il Sangiovese di collina , per quello chiedevo a 5500, visto che spesso nel forlivese il Sangiovese sconfina a nord della via Emilia.

Sul Merlot son più tranquillo , va in pianura .oltre una maturazione decisamente precoce rispetto Sangiovese

Sento in Cantina 👍

Qui in zona una volta c'è n'era molto di sangiovese come di lambrusco poi con l'abbandono della viticoltura "contadina" a favore di quella più moderna industrializzata degli anni 90 con la nascita di aziende che facevano solo uva e vino si sono affermati i più blasonati vinifrancesi ma solo per il nome.... Ora sangiovese qui non c'è n'è più ed è un peccato perché x la mia piccola esperienza in collina viene bene fa uva bella pesante ed è rustico. Teme un po' l'oidio ma se trattato non c'è problema. Non si deve raccogliere stramatura perché col grappolo compatto diventa frollo.. 

Il Merlot è un buon produttore con dei bei grappoli grandi ma non mettere razze francesi dai. 

Edited by davide87
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Ciao Davide!!! 💪

In cantina cercano vino bello scuro per tagliare la Fortana che rimane molto chiara. 

Poi il Sangiovese di pianura non è il Sangiovese di collina , per quello chiedevo a 5500, visto che spesso nel forlivese il Sangiovese sconfina a nord della via Emilia.

Sul Merlot son più tranquillo , va in pianura .oltre una maturazione decisamente precoce rispetto Sangiovese

Sento in Cantina 👍

Il merlot e' rognoso fino all'allegagione. 

Da noi e' il varietale tester per la larvata. 

Lo shiraz e' troppo diffuso e voi con i canguri non potete competere.

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

 

12 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Merlot 181

 

Lavora sul portainnesto e su cloni tradizionali. 

In stagione ti mostro il mottense, nuovo entrato 2021. 

E poi decidi. 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, CBO ha scritto:

 

Lavora sul portainnesto e su cloni tradizionali. 

In stagione ti mostro il mottense, nuovo entrato 2021. 

E poi decidi. 

Grazie!!!!!

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ALAN.F ha scritto:

Sono qua che mi scervello, oramai ho deciso per virare verso il nero ( da be' ve'  negar no ve' Ros) 

5500 hai anche del Sangiovese?

Per adesso escluso la macchina di quintali Fortana , ho stretto a 3 varietà salvo idee nuove l impianto che farò a dicembre.

Merlot Shiraz Sangiovese.... queste sono le tre opzioni anche in ordine di preferenza

ciao Alan 

si ho del sangiovese a nord della via Emilia...a Bertinoro vigna vecchiotta e mal ridotta...80 q.li ettaro grado 13,60  (affitto zero)...finita diretta come un fuso nel sangiovese superiore......sicuramente se ci fossero tutte le piante e io fossi più generoso con le concimazioni arrivi ai 120/130 q.li

come si comporta se lo porto sotto alla via Emilia????

l'unica cosa che credo di aver notato è che si ammalano di più di esca...

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, 5500 ha scritto:

ciao Alan 

si ho del sangiovese a nord della via Emilia...a Bertinoro vigna vecchiotta e mal ridotta...80 q.li ettaro grado 13,60  (affitto zero)...finita diretta come un fuso nel sangiovese superiore......sicuramente se ci fossero tutte le piante e io fossi più generoso con le concimazioni arrivi ai 120/130 q.li

come si comporta se lo porto sotto alla via Emilia????

l'unica cosa che credo di aver notato è che si ammalano di più di esca...

se nin si valorizza il territorio è la fine.............

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Articolo sul tema rese...

Prima grana per il neoministro Stefano Patuanelli: le cooperative agroalimentari dell'Emilia Romagna contrarie alla bozza del Decreto Rese: «Danno enorme per la nostra viticoltura, così si rischia l’invasione di produzioni straniere».

https://vigneviniequalita.edagricole.it/news/no-alla-riduzione-indiscriminata-delle-rese-massime-per-i-vini-generici/?utm_term=538529+-+https%3A%2F%2Fvigneviniequalita.edagricole.it%2Fnews%2Fno-alla-riduzione-indiscriminata-delle-rese-massime-per-i-vini-generici%2F&utm_campaign=Campagne+B-NBM+Terra+e+Vita+(TV)+-+TV_daily_20210308&utm_medium=email&utm_source=MagNews&utm_content=110217+-+53884+(2021-03-08)

 

Edited by Romagna-doc
  • Like 3
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Volevo chiedere ai prosecchisti, un impianto di pinot grigio in pianura irrigato e concimato a volontà, senza limiti di disciplinare, a che produzione potrebbe arrivare? Ai 300 sarebbe possibile?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk



  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

Il Giova e la passione per la vite ma forse ancor di piu' per i porcini a dimostrazione che alla passione non c'e' limite di stazza.

Lavorare bene in vigneto per lavorare meno in cantina. 

https://www.facebook.com/watch/?v=148110470504327

Ps. Le macchie bianche (terreno calcareo) interno vigneto cosa sono secondo voi?

Pascion ovvero la mia proposta di consulenti di campo per promuovere la sostenibilita' ambientale tra gli hobbisti.

I pro sono anche piu' fortunati: hanno le etichette. 

Ps. Mi corre l'obbligo di dirvi per il principio di diversificazione che il sottostante al fib e' arrivato a valori di resistenza storica. 

Se va va se non va non va. Che ve lo dico a fare.

Facete voi.

20210309_124328.jpg

 

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Volevo chiedere ai prosecchisti, un impianto di pinot grigio in pianura irrigato e concimato a volontà, senza limiti di disciplinare, a che produzione potrebbe arrivare? Ai 300 sarebbe possibile?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk


 

È difficile trovare un vero prosecchista che sappia fare il grigio.😎

Tornando alla domanda: 300 come exploit o come media? Come exploit in terreni vergini non lo escludo sebbene non abbia diretta testimonianza (da me no di certo), come media assolutamente no.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Volevo chiedere ai prosecchisti, un impianto di pinot grigio in pianura irrigato e concimato a volontà, senza limiti di disciplinare, a che produzione potrebbe arrivare? Ai 300 sarebbe possibile?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk


 

No. Anche avessi terra da orto con interfila a 280 e sperando in un rewind del 2018 non ci arrivi su spalliera.

Io, come tanti altri, nel pordenonese nel 2018 sono arrivato a  .50/55 ql/ha carichiamoci un 10% di perdite i 300 non li ho fatti pur avendo un clone generoso. 

In Puglia li fai su tendone e anche li' dipende dal terreno.

Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Volevo chiedere ai prosecchisti, un impianto di pinot grigio in pianura irrigato e concimato a volontà, senza limiti di disciplinare, a che produzione potrebbe arrivare? Ai 300 sarebbe possibile?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk


 

Comunque verso metà settembre, dopo le 18, in più di qualche osteria friulana senti gente che arriva anche oltre i 400. E non ti dico il grado..e i prezzi..

🍷🍷🍷🍷🍷

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

Per non parlare dei problemi di marciume che si rischia di incorrere se non si tratta come si deve, il pinot grigio è uno dei varietali più delicati, sicuramente il più delicato che ho in azienda, se non sei un bravo viticoltore il Pinot grigio te lo dimostra, te lo schiaffa in faccia e te lo ricorda per più e più anni, come a prenderti in giro ogni volta che lo guardi.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...