Jump to content

Recommended Posts

6 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Avevano previsto dai 10mm ai 20mm, faremo fatica ad arrivare a 2!!! emoji3166.png

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

Fatta siccità , non piove seriamente da ormai 2 anni....anche anno scorso molto secco., Primavera in particolare.

Non ha bagnato la polvere ed ha tolto tutto....speriamo che sia la volta che fa la sorpresa.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 1.3k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

C'è poco da combattere adesso. Ormai sei in balia del meteo. Io sto facendo il secondo giro di cimatrice. Lunedì finisco e probabilmente martedì ennesimo trattamento in attesa dei presunti temporali d

Buonasera. @CBO colpito e affondato. Il portogruarese in ginocchio. Area nord. Cosa faccio su viti in allevamento prese in quei stati?   

Io ho finito oggi di concimare, e poi rincalzato tutto. 3 qli ettaro Timagold 10-8-18. In autunno avevo distribuito phenix della italpollina. In fase vegetativa valuterò se necessario un po' di solfat

Posted Images

Fatta siccità , non piove seriamente da ormai 2 anni....anche anno scorso molto secco., Primavera in particolare.
Non ha bagnato la polvere ed ha tolto tutto....speriamo che sia la volta che fa la sorpresa.
Da me siamo a 6mm, meglio che niente, xo la volta scorsa aveva fatto quasi 40mm quindi un po' di fondo c'è

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Da me siamo a 6mm, meglio che niente, xo la volta scorsa aveva fatto quasi 40mm quindi un po' di fondo c'è

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

Maial d un busgat!!!! Qua u na murte la porbia.

  • Like 1
  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

é piovuto talmente tanto che oggi pomeriggio ho preso il catorcio di mia madre (lancia Y)  e sono andato a traverso a dare il TRICO in vigne dove i caprioli stanno banchettando.

anche nella mia zona, ci son stati periodi dove non pioveva mai, attorno temporali, qui niente.  ma dicevano fosse il nino (nigno per gli amici) 😆

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
16 ore fa, CBO ha scritto:

Bravo. E' la prima che vedo in zona ma trattandosi di glera ha un suo perche'. 

Sono curioso di vedere come la gestiscono.

Nel pordenonese ero stato tentato anch'io a fare una cosa del genere perche' si presta ad una buona meccanizzazione sia al verde che al bruno ma poi ho optato per uno speronato lungo a 3 gemme per non sollecitare troppo l'acratonia del glera che gia' di suo acceca le basali se troppo carico. 

Il mio paesano me lo ha sconsigliato, lo speronato sul glera. Io invece ho visto a Refrontolo uno speronato casuale di un collega e ho voluto tentare. Rischio? Zero. Cos'e' uno speronato se non un sylvoz accorciato. Appena mi accorgo che cala lo converto accecando i punti vegetativi in piu'. 

Comunque ala gocciolante a 80 cm. Perfetta per una spollonatrice. Rifinitura veloce della squadra che non deve mai piegarsi. Stacchi le ultime coppie di battitori, butti su la macchina e non vai mai a sollecitare l'ala in vendemmia. Non frusti l'ala con la spollonatrice.

Un biliardo. Qui son stati mescolati 4.. ql di letame ettaro + 1.. hl di dige. 

L'unica pecca, che sul mio non avrei mai fatto, visto che trattasi di terreno con discreto scheletro gia' intorno ai 40/50 cm (ergo non subirrigazione) e' tutta l'attivita' di porto e riporto terra fatta peraltro in un periodo sfigatissimo di pioggia. Sembrava un cantiere di cava.

I riporti dei primi strati vanno fatti solo se necessari. Puoi concimare a bomba ma se chi prepara il biliardo non sta attento ti ritrovi con una fascia di vigneto con 60 cm di terra fertile e una fascia che ne ha 10 e il resto terra che deve farsi.

Qui per fortuna non hanno avuto fretta. L'anno scorso era il primo anno con potenziale a piena resa per 2/3 del lotto e non sono arrivati nemmeno a 150 ql/ha.

Dimenticavo. Una delle cose che mi aveva fatto desistere da questo sistema era anche la distribuzione dei pesi che grava tutta da centro palo in su. Infatti c'e' un rompitraccia ogni 70 metri su filari di oltre 300 mt. Anche cosi' io con certi venticelli non sarei tranquillisimo.

Altra cosa che vedo anche nei valori del mio glera pordenonese e' l'elevata esposizione al sole che da un lato garantisce piu' uniformita' rispetto ad un sylvoz dove la parte terminale di archetto per ovvie ragioni non ha la maturita' di quella sul cordone (per me un plus per uve destinate a spumantizzazione) ma dall'altro necessita' di molta molta attenzione in sede di cimatura. C'e' un motore fotosintetico (apparato fogliare) limitato. 

Se qualche collega usa questo sistema da cui sono originati il sylvoz e il casarsa prima ancora mi farebbe piacere leggere la sua esperienza: varietale, sesto, regione ...

Grazie.

Mah..ho qualche dubbio sul sistema. Mi par fatto per chi vuol capra e cavoli. Risparmi la piegatura e un po' di stralciatura. La potatura manuale sarà ben più di una rapida rifinitura. Fili mobili da spostare ne hai, l'uva si affastella che dir si voglia..boh, in ogni caso mi pare un cordone troppo alto, io pensavo si posizionasse ad 1 mt max..lì si son tenuti alti per girarlo a sylvoz nel malaugurato caso, ma adesso non vedo sufficiente superficie fogliare, anche pensando che andrà parecchio defogliato. Staremo a vedere se prenderà piede. Al momento io torno al sylvoz e lascio in stand-by il capovolto..

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
7 ore fa, alefriuli ha scritto:

Mah..ho qualche dubbio sul sistema. Mi par fatto per chi vuol capra e cavoli. Risparmi la piegatura e un po' di stralciatura. La potatura manuale sarà ben più di una rapida rifinitura. Fili mobili da spostare ne hai, l'uva si affastella che dir si voglia..boh, in ogni caso mi pare un cordone troppo alto, io pensavo si posizionasse ad 1 mt max..lì si son tenuti alti per girarlo a sylvoz nel malaugurato caso, ma adesso non vedo sufficiente superficie fogliare, anche pensando che andrà parecchio defogliato. Staremo a vedere se prenderà piede. Al momento io torno al sylvoz e lascio in stand-by il capovolto..

Sulla validita' del sylvoz per chi lo sa fare non credo ci sia discussione alcuna.

E' la potatura che si adatta a tutto.

L'erede maggiore e' un semonit convinto e il Montello e' a doppio capovolto. Come ho scritto piu' volte sono curioso di vedere come gestira' gli spazi nel tempo.

Il sylvoz ha una gestione degli spazi ottimali. 

Per il resto quella potatura/gestione e' da verificare ed e' per questo che ho chiesto se qualcuno la pratica.

Ps. Il cordone lo posizioni anche 1.20/1.30. Il mio speronato e' a 1.20. 

Preferisco un cordone alto piuttosto che un cordone a 70 cm come han fatto a meno di 800 mt in linea d'aria da li' lungo la Pontebbana. Sempre scuola semonit con piante che muoiono come se non di piu' del resto del circondario. 

Link to post
Share on other sites

Notavo che il guyot presenta una buttata nettamente ritardata rispetto capovolto e pergola romagnola....anche da voi?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Notavo che il guyot presenta una buttata nettamente ritardata rispetto capovolto e pergola romagnola....anche da voi?
Mah io ho sempre notato che il guyot più o meno segue le tempistiche del capovolto mentre il casarsa o cmq i cordoni speronati sono sempre in anticipo. Ma è logica e fisiologica come cosa

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Volevo chiedere ai professionisti, a livello biologico qual è il momento ideale per effettuare la spollonatura? Cioè, eliminando i germogli relativamente presto, arriverà più linfa ai frutti o si rischia solo di dover ripassare a spollonare senza un reale guadagno?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
12 ore fa, ALAN.F ha scritto:

Notavo che il guyot presenta una buttata nettamente ritardata rispetto capovolto e pergola romagnola....anche da voi?

penso dipenda dall'altezza del filo portante i tralci , il mio è 1,20 e hanno solo qualche cm. a dir tanto , la pergoletta è a 1, 60 e oltre ,un mezzo grado in T.(mio pensiero)

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Volevo chiedere ai professionisti, a livello biologico qual è il momento ideale per effettuare la spollonatura? Cioè, eliminando i germogli relativamente presto, arriverà più linfa ai frutti o si rischia solo di dover ripassare a spollonare senza un reale guadagno?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

Se cerchi risposte da un professionista è meglio che vai su Yahoo Answer...

Io li tolgo al limite del miglior momento per il loro distacco (col meccanico) o al limite della crescita massima per il miglior risultato (col chimico). Anticipare non ha senso anche perché in nessun caso puoi aspettare che raggiungano dimensioni tali da influire sulla vigoria della pianta, mentre se aspetti troppo vai a rischio di lignificare, far grosse ferite o non seccarli bene, pena ripartenze, col chimico.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
Se cerchi risposte da un professionista è meglio che vai su Yahoo Answer...
Io li tolgo al limite del miglior momento per il loro distacco (col meccanico) o al limite della crescita massima per il miglior risultato (col chimico). Anticipare non ha senso anche perché in nessun caso puoi aspettare che raggiungano dimensioni tali da influire sulla vigoria della pianta, mentre se aspetti troppo vai a rischio di lignificare, far grosse ferite o non seccarli bene, pena ripartenze, col chimico.
Quindi diciamo che anche se raggiungono una lunghezza rilevante, non abbiamo un consumo inutile della forza della pianta sprecando energia vitale ma solamente difficoltà nello staccarli se iniziano la lignificazione.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Quindi diciamo che anche se raggiungono una lunghezza rilevante, non abbiamo un consumo inutile della forza della pianta sprecando energia vitale ma solamente difficoltà nello staccarli se iniziano la lignificazione.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapa

C mi sento dì dire è che staccandoli tardi si rischia di fare ferite relativamente grosse al fusto, non è niente di eccessivamente preoccupante ma son sempre ferite gratuite per la pianta

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Volevo chiedere ai professionisti, a livello biologico qual è il momento ideale per effettuare la spollonatura? Cioè, eliminando i germogli relativamente presto, arriverà più linfa ai frutti o si rischia solo di dover ripassare a spollonare senza un reale guadagno?

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

Certamente i polloni sono un carico per la pianta ma su varietali come il glera e di conseguo il trebbiano che sono vigorosi questo aiuta a contenere la vigoria. 

L'importante e' che il pollone non lignifichi ovvero si incarni perche' per piccole che siano si creano delle ferite. Nei pinot l'attenzione deve essere particolare perche' il pollone si incarna in modo tale che nello stacco si porta via una porzione interna di legno aggravando la ferita. A qurl punto di va di forbicini.

Quanci cm? Mai oltre i 10 cm. 

I polloni pero' sono pericolosi per un altro motivo. Infatti costituiscono degli ottimi scalini per la pero.

Io nei tester li uso come spie di pero. Quando al mattino (non si controlla mai la pero di sera perche' la pero evade di notte e gia' verso le 5/5.5 vedi quello che alle 18 precedenti non c'era. La pero e' un cucciolo rispetto all'oidio che e' piu' da hobbista che da pro. L'hobbisto lo odora. Il pro deve cercarlo) arrivo in campo ottimizzo il tempo cercando sui polloni. Se i polloni sono puliti torno a casa di corsa sperando che la mia nipotina si sia alzata con buoni propositi. 

Sui polloni cerco anche le ciccaline. Loro di notte scendono a dormire finche' non c'e' una buona vegetazione. 

In sintesi i polloni sono scomodi perche' quelli significativi sono i piu' bassi ma sono anche molto utili come indicatori di:

1) infezioni primarie da pero. Ci dicono quando le spore si sono svegliate. 

2) presenza di ciccaline cattive come il potenziale vettore dell'fd.

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

in un paio di vigneti (circa 2ha) ho un disastro fatto dai caprioli. non mi sono accorto di quello che è successo. dall'alto sembrava tutto bene, invece da metà in fondo campo, hanno mangiato tutto, una decina di filari ridotti come d'inverno, non c'è più un pampano.

ho litigato con quelli dell'ATC perchè mi son sentito rispondere "no, tranquillo, per esperienza i caprioli fanno una potatura verde ma la produzione rimane...." 🤮   sti coglioni forse intendono a fine giugno, ma adesso è una grandinata completa.

dopo avergli fatto presente che dopo 25 anni di sto mestiere non è facile farmi prendere per il deretano, hanno sentito che ero parecchio alterato, e m hanno proposto di andare a prendere il TRICO (già fatto a mie spese, appena mi sono accorto) ma purtroppo i buoi sono già scappati....

e poi c'è chi difende i "BAMBI".....zio bono che se un animalista mi rompe i coglioni, lo accoppo, lo congelo e me lo mangio poco per volta il prossimo inverno.....

 

  • Like 2
  • Haha 1
  • Sad 1
Link to post
Share on other sites

La cosa che mi fa incazzare è che da qualche anno, ci sono anche un po' di lupi. ben vengano, tengono sotto controllo tutta sta me....a di animali selvatici che qui, fino a pochi anni fa, non ci sono mai stati.

bene, tutti a rompere i marroni per i lupi. non ho mai sentito dire di qualcuno che sia stato infastidito da sti canidi. mai. appena ti vedono, lontano centinaia di metri, prendono e se ne vanno. ma ci sono decine e decine di segnalazioni di danni fatte da capriolo, cinghiali, e, adesso, sembra stiano arrivando pure i cervi.....che paese di cacca.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, alexbrown ha scritto:

in un paio di vigneti (circa 2ha) ho un disastro fatto dai caprioli. non mi sono accorto di quello che è successo. dall'alto sembrava tutto bene, invece da metà in fondo campo, hanno mangiato tutto, una decina di filari ridotti come d'inverno, non c'è più un pampano.

ho litigato con quelli dell'ATC perchè mi son sentito rispondere "no, tranquillo, per esperienza i caprioli fanno una potatura verde ma la produzione rimane...." 🤮   sti coglioni forse intendono a fine giugno, ma adesso è una grandinata completa.

dopo avergli fatto presente che dopo 25 anni di sto mestiere non è facile farmi prendere per il deretano, hanno sentito che ero parecchio alterato, e m hanno proposto di andare a prendere il TRICO (già fatto a mie spese, appena mi sono accorto) ma purtroppo i buoi sono già scappati....

e poi c'è chi difende i "BAMBI".....zio bono che se un animalista mi rompe i coglioni, lo accoppo, lo congelo e me lo mangio poco per volta il prossimo inverno.....

 

Mi dispiace. Anche io ho grossi problemi con i selvatici cinghiali in particolare. Ma x esperienza personale gli animalisti non c'entrano nulla... Il problema a mio avviso sono i cacciatori che si sono creati una loro riserva di caccia per i loro interessi e non vogliono assolutamente rinunciare ai loro animali e fanno di tutto x non eradicare i cinghiali. A mio avviso dovrebbe essere lo stato attraverso la polizia provinciale e forestale a tenere sotto controllo i selvatici..... E non affidare la cosa ai cacciatori che fanno ciò che vogliono. 

Io come unica soluzione ho trovato i recinti fissi... Sennò ho sempre gli ortaggi e i frutteto devastati. E il prossimo anno che rifaccio la vigna la recinto con la rete elettrosaldata... 

Link to post
Share on other sites

@davide87:

davide, se dovessi recintare tutti i miei vigneti, probabilmente mi converrebbe lasciarmi mangiare tutto il raccolto.

il prox anno, vedrò di studiare una recinzione elettrificata nelle particelle più esposte. magari da fine febbraio a maggio, poi toglierla per poter trattare e lavorare senza troppi sbattimenti.

ma, i cacciatori, qui in zona sono anche tutti agricoli (compreso il sindaco del comune). secondo loro bisognerebbe poter fare una selezione vera, dare una ripulita una volta per tutte, senza eliminare tutti gli esemplari ma riducendone drasticamente il numero, in modo d'avere un pò di anni di respiro. adesso sta diventando una cosa impossibile.

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, alexbrown ha scritto:

@davide87:

davide, se dovessi recintare tutti i miei vigneti, probabilmente mi converrebbe lasciarmi mangiare tutto il raccolto.

il prox anno, vedrò di studiare una recinzione elettrificata nelle particelle più esposte. magari da fine febbraio a maggio, poi toglierla per poter trattare e lavorare senza troppi sbattimenti.

ma, i cacciatori, qui in zona sono anche tutti agricoli (compreso il sindaco del comune). secondo loro bisognerebbe poter fare una selezione vera, dare una ripulita una volta per tutte, senza eliminare tutti gli esemplari ma riducendone drasticamente il numero, in modo d'avere un pò di anni di respiro. adesso sta diventando una cosa impossibile.

Io non sono d'accordo se loro vengono a caccia nei miei campi mi devono tutelare e prima viene il mio lavoro. Sennò vanno a caccia in riserva a pagamento. Prima si difendono gli agricoltori.... 

Anche qui a parole atc cacciatori fanno brigano ecc ma alla fine dei conti fanno quello che gli pare e io mi tengo i danni. Ho ancora bene in mente cosa hanno fatto i cinghiali due anni fa x impedire nuovi abbattimenti fuori dalla stagione di caccia.... Hanno votato contro il bilancio atc bo3 e su sono opposti così latc bo3 è stata commissariata e sono 2 anni che non vedo i danni.... Grazie mille. Ora spero che se viene nominato un nuovo amministratore sbatta fuori chi ha fatto il casino. 

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alexbrown ha scritto:

in un paio di vigneti (circa 2ha) ho un disastro fatto dai caprioli.

io ho 2 ( due ) filari corti, ed è uguale. avevo piantato qualche vite nuova al posto di quelle morte

e si sono mangiati la testa con i tralci nuovi, ed ero stato anche molto sopra il metro, con il fusto che spuntava

da dentro una rete metallica, perchè quelle di plastica se le rosicchiano o le rompono con le corna.

52 minuti fa, davide87 ha scritto:

Il problema a mio avviso sono i cacciatori che si sono creati una loro riserva di caccia per i loro interessi e non vogliono assolutamente rinunciare ai loro animali

questo è, anche secondo me. come il post sopra, da me è uguale.

 

 

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, BIANCO86VE ha scritto:

Veneto orientale zona Portogruaro. Danni gravi. Glera atto a doc. 

IMG-20210428-WA0066.jpeg

IMG-20210428-WA0086.jpg

IMG-20210428-WA0070.jpeg

IMG-20210428-WA0068.jpeg

IMG-20210428-WA0051.jpeg

Ruote di un Marti. 30 ettari/botte e vai sereno.

Link to post
Share on other sites
7 ore fa, davide87 ha scritto:

Io non sono d'accordo se loro vengono a caccia nei miei campi mi devono tutelare e prima viene il mio lavoro. Sennò vanno a caccia in riserva a pagamento. Prima si difendono gli agricoltori.... 

Anche qui a parole atc cacciatori fanno brigano ecc ma alla fine dei conti fanno quello che gli pare e io mi tengo i danni. Ho ancora bene in mente cosa hanno fatto i cinghiali due anni fa x impedire nuovi abbattimenti fuori dalla stagione di caccia.... Hanno votato contro il bilancio atc bo3 e su sono opposti così latc bo3 è stata commissariata e sono 2 anni che non vedo i danni.... Grazie mille. Ora spero che se viene nominato un nuovo amministratore sbatta fuori chi ha fatto il casino. 

Mi dispiace Davide, ma sai come la penso, con le attuali regole di ingaggio è facile denigrare i cacciatori, che se non lo sapete rischiano il penale....inoltre quando si preme il grilletto di un 270 winchester ...sai che puoi ammazzare uno a 1 km...magari perché il proiettile è deviato da un ramo...lasciamoli cacciare di notte con i visori notturni...allora ne riparliamo...ma di giorno non si va ne a caccia ne a pesca..il resto sono chiacchiere da bar

 

 

 

Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Mi dispiace Davide, ma sai come la penso, con le attuali regole di ingaggio è facile denigrare i cacciatori, che se non lo sapete rischiano il penale....inoltre quando si preme il grilletto di un 270 winchester ...sai che puoi ammazzare uno a 1 km...magari perché il proiettile è deviato da un ramo...lasciamoli cacciare di notte con i visori notturni...allora ne riparliamo...ma di giorno non si va ne a caccia ne a pesca..il resto sono chiacchiere da bar

 

 

 

No no il problema sono loro. Stautunno mi hanno risposto che non venivano perché con le chiusure la carne di cinghiale non si vendeva.... Questo basta. 

Inoltre se vengono a caccia nei miei campi mi devono tutelare e risarcire i danni dei loro animali sennò li fanno sparire e poi vanno nelle riserve a pagamento. Prima chi lavora e vive sulla terra poi loro

Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, davide87 ha scritto:

No no il problema sono loro. Stautunno mi hanno risposto che non venivano perché con le chiusure la carne di cinghiale non si vendeva.... Questo basta. 

Inoltre se vengono a caccia nei miei campi mi devono tutelare e risarcire i danni dei loro animali sennò li fanno sparire e poi vanno nelle riserve a pagamento. Prima chi lavora e vive sulla terra poi loro

Mi son perso qualcosa,di chi è la fauna selvatica? Io sapevo dello Stato Italiano, se no non capisco perché se prendo un lepre , storno , capriolo o qualsiasi specie sono accusato di furto allo stato.....

Fauna è stato....stato detta legge....guarda le nutrie.....non si possono uccidere liberamente... protocollo.....se ti trovano che le ammazzi ti giochi la casa.....questa è l Italia...altro che cacciatori

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...