Jump to content

GOLDONI-KEESTRACK


Recommended Posts

  • Replies 141
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Soprattutto funzionerà solo se non fanno i sognatori come hanno fatto quelli di Lovol.....trattori campo aperto...mietitrebbie ....e giu a promettere ricchi salari a gente che lavorava altrove pur di

Ok ho capito quello che dici, praticamente era solo un'operazione commerciale senza senso.

Esatto, e dire che la casa costruttrice gli ha omologato anche un sollevamento di 1400kg sul sollevatore anteriore... io quando non serve gli tolgo pure i 100kg di zavorre per non caricarlo troppo🤣

Posted Images

Buona notizia per chi ci lavora per fortuna, ma qualcuno qua crede davvero che riusciranno a fare numeri?io personalmente no,è fallita decenni fa e bene o male che sia così doveva rimanere


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

non mi è chiaro se continueranno con il settore agricolo o verrà cambiata la tipologia di prodotto 

Link to post
Share on other sites

Io, da persona esterna all'azienda, credo che sia un bene in primis per gli operai (ai quali auguro di poter continuare a percepire lo stipendio) e poi per quei fornitori dell'indotto che si vedono ancora fatture da saldare. Per il resto credo che l'avventura in campo agricolo si concluda qui. I nuovi acquirenti provengono da un settore diverso, perciò credo non conoscono le dinamiche del mercato agricolo, cosa richiede il cliente, che adempimenti bisogna seguire e via dicendo.
Certo, potrebbero cercare di "corrompere" a suon di quattrini qualche altisonante manager con esperienza nel campo per provare ad andare avanti...ma lo aveva già fatto Lovol e i risultati sono sotto agli occhi di tutti mi pare.
Per quanto mi riguarda se riuscissero almeno a mandare avanti il servizio ricambi così come era organizzato (e posso dirlo, bene) fino ad esaurimento scorte sarebbe già tanto, poi chi vivrà vedrà..

Inviato dal mio Redmi 7A utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

La cosa piu bella di tutta sta vicenda è che il marchio Matermac non si è fermato e non solo....è tornato nei colori giallo rossi originali e non in quella cagata di colori lovol di merda

Edited by SAN64
  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Si ho visto che scaricando il catalogo nuovo son tornati ai soliti colori originali, probabilmente si sono salvati. Menomale, i prodotti Matermacc mi sono sempre piaciuti e sarebbe stato un peccato, poi come dicevi San quel turchese era veramente osceno.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Oggi 11/03/2021 Goldoni entra a far parte del gruppo belga (con sede in italia) keestrack, marchio noto nella costruzione di macchinari industriali.

L'incubo del fallimento di una storica azienda italiana sembra essere sventato, e anche tutti i possessori goldoni (compreso me) possono tirare un sospiro di sollievo sul discorso ricambi... L'azienda sembra promettere bene, fra le tante novità ci sarà il ritorno della storica livrea arancione su tutti i prodotti nonchè l'intenzione di apliare la gamma Goldoni con una serie di trattori da campo aperto (serie k). 

Personalmente l'intenzione della serie di trattori da campo aperto non la vedo una buona idea, davanti c'è già l'esempio di arbos, dove la loro serie campo aperto è stata un flop ma è tutto da vedere.... secondo voi questa nuova alleanza riporterà goldoni ai tempi d'oro o si farà la stessa fine che è stata fatta con Lovol? A voi la parola...

Link to post
Share on other sites

Soprattutto funzionerà solo se non fanno i sognatori come hanno fatto quelli di Lovol.....trattori campo aperto...mietitrebbie ....e giu a promettere ricchi salari a gente che lavorava altrove pur di accaparrarsela......sono contento per Goldoni e sono contento che pian piano si ritorna alle origini con i colori sia di Goldoni che di Matermacc e che chi era morto e  hanno pensato di farlo resuscitare, che lo lascino riposare in pace una volta tanto

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Per me intanto devono tornare a fare bene quello che sanno fare prima di lanciarsi sulla full line o roba simile, poi ti puoi espandere.

Domanda OT per San: come mai San dici che le Arbos erano balorde come trebbie? Io non me ne intendo ma per il poco che ho sentito erano abbastanza apprezzate.

Link to post
Share on other sites

Già l' Arbos di allora era un tentativo di mantenere in vita un marchio e una dinastia che fece la storia ma ormai morente da decenni
Forse questo intendeva San

Inviato dal mio SM-J330FN utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Niky199 ha scritto:

Per me intanto devono tornare a fare bene quello che sanno fare prima di lanciarsi sulla full line o roba simile, poi ti puoi espandere.

Domanda OT per San: come mai San dici che le Arbos erano balorde come trebbie? Io non me ne intendo ma per il poco che ho sentito erano abbastanza apprezzate.
 

esatto, anche a parer mio devono applicarsi di più su quello che sanno già fare, portando un pò di innovazione in più per arrivare al pari della concorrenza, poi se proprio vogliono lanciarsi sul campo aperto e bene che rimangano sotto i 100-120cv andare oltre non avrebbe senso, troppa concorrenza.

Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Andrews311 ha scritto:

esatto, anche a parer mio devono applicarsi di più su quello che sanno già fare, portando un pò di innovazione in più per arrivare al pari della concorrenza, poi se proprio vogliono lanciarsi sul campo aperto e bene che rimangano sotto i 100-120cv andare oltre non avrebbe senso, troppa concorrenza.

Già se arrivassero su macchine come gli utility e si affermerebbero su qualità e rete di vendita si sistemerebbero per bene

Link to post
Share on other sites
22 ore fa, Niky199 ha scritto:

Per me intanto devono tornare a fare bene quello che sanno fare prima di lanciarsi sulla full line o roba simile, poi ti puoi espandere.

Domanda OT per San: come mai San dici che le Arbos erano balorde come trebbie? Io non me ne intendo ma per il poco che ho sentito erano abbastanza apprezzate.
 

Non ho detto questo.....ho detto solo che al mondo ci sono cose che nascono, hanno il loro successo, e poi in un modo o nell'altro scompaiono dalla scena.....Arbos sarà stato un marchio che a pur fatto il suo successo come all'epoco lo ha fatto Laverda....ma in un modo o nell'altro sono usciti di scena.....e quindi averlo resumato dal sepolcro è stato una cosa senza fondamento......basta guardare Deutz Fahr che per essere uscita dallo scenario per poco piu di 5 anni, ora non riesce e non riuscirà mai a rientrare nel comprato mietitrebbie perche la tecnologia l'ha devastata.....per stare in scena devi investire e investire molto e questo lo fai solo se hai un fatturato che te lo permette.....riniziare tutto da capo non ha senso....il mercato macchine da raccolta perde numeri ogni anno e se sei piazzato bene ( ciò significa essere trà i primi 3 almeno in Europa) almeno sopravvivi altriemnti sei fottuto....per non parlare di trattori dove non hai e non avevi nulla in mano

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
  • 2 weeks later...
  • 1 month later...

Ciao a tutti, volevo chiedervi un parere: io avrei la necessità di cambiare il mio frutteto e così sono andato a vedere e a farmi fare preventivi da parte di quasi tutte le Marche che fanno frutteti. Devo dire che sono rimasto piacevolmente soddisfatto da 2 in particolare l'arbos q 100 e il deutz serie 5 105 cv. 

Premetto che io ho un azienda in cui faccio nocciole e quindi la cabina ribassata omologata di arbos o goldoni che si voglia e la sua stabilità sarebbe l'ideale. Ma altrettanto vero che ho tanta paura di acquistare un mezzo che passa i 50k per poi ritrovarmi senza pezzi di ricambio o simili nei prossimi anni. Voi che consigli mi dareste ad oggi? Qualcuno ha avuto modo di provarlo?

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, John240 ha scritto:

Ciao a tutti, volevo chiedervi un parere: io avrei la necessità di cambiare il mio frutteto e così sono andato a vedere e a farmi fare preventivi da parte di quasi tutte le Marche che fanno frutteti. Devo dire che sono rimasto piacevolmente soddisfatto da 2 in particolare l'arbos q 100 e il deutz serie 5 105 cv. 

Premetto che io ho un azienda in cui faccio nocciole e quindi la cabina ribassata omologata di arbos o goldoni che si voglia e la sua stabilità sarebbe l'ideale. Ma altrettanto vero che ho tanta paura di acquistare un mezzo che passa i 50k per poi ritrovarmi senza pezzi di ricambio o simili nei prossimi anni. Voi che consigli mi dareste ad oggi? Qualcuno ha avuto modo di provarlo?

Per i pezzi di ricambio finquando durerà l'era Keestrack non ci saranno problemi, io stesso ho da poco preso una pompa idraulica dalla goldoni ed è arrivata in meno di una settimana, sul gruppo facebook goldoni un possessore di Q100 si è fatto sostituire le pompe dei freni senza problemi ed in pochissimi giorni in garanzia, 

Più che altro valuta bene con il deutz, se c'è poca differenza io andrei di deutz

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Andrews311 ha scritto:

Per i pezzi di ricambio finquando durerà l'era Keestrack non ci saranno problemi, io stesso ho da poco preso una pompa idraulica dalla goldoni ed è arrivata in meno di una settimana, sul gruppo facebook goldoni un possessore di Q100 si è fatto sostituire le pompe dei freni senza problemi ed in pochissimi giorni in garanzia, 

Più che altro valuta bene con il deutz, se c'è poca differenza io andrei di deutz

La differenza è praticamente nulla di prezzo e di caratteristiche e optional ho fatto mettere su entrambi le stesse cose. Differenza è che deutz ha un cambio 45+45 con inversore elettroidraulico, arbos cambio a 16+16 inversore meccanico. Mi cambia solo il fatto che uno è alto 2,20 m (deutz) mentre 1,80 l'arbos. E la stabilità del Q arbos non la trovi in deutz. E per me con nocciole basse e pendenze come se non ci fosse un domani l'arbos sarebbe l'ideale. Ma ora keestrack ha già pagato tutti i debiti pregressi fatti da goldoni e arbos? Ha iniziato a fare già i pezzi di ricambio nuovi?

Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, John240 ha scritto:

La differenza è praticamente nulla di prezzo e di caratteristiche e optional ho fatto mettere su entrambi le stesse cose. Differenza è che deutz ha un cambio 45+45 con inversore elettroidraulico, arbos cambio a 16+16 inversore meccanico. Mi cambia solo il fatto che uno è alto 2,20 m (deutz) mentre 1,80 l'arbos. E la stabilità del Q arbos non la trovi in deutz. E per me con nocciole basse e pendenze come se non ci fosse un domani l'arbos sarebbe l'ideale. Ma ora keestrack ha già pagato tutti i debiti pregressi fatti da goldoni e arbos? Ha iniziato a fare già i pezzi di ricambio nuovi?

Ovviamente a livello strutturale sono 2 macchine differenti, sicuramente sul deutz hai cambio e frenatura migliore, però il Q come compattezza è secondo solo ai carraro, comunque sia i pezzi di ricambio li stanno producendo (detto da chi ci lavora dentro)

Link to post
Share on other sites

Infatti io posseggo già un trx8400 guida reversibile e mezze marcie e non voglio assolutamente cambiarlo. Ho poi preso un quasar 85 che ora vorrei cambiare e prenderne un altro simile. Si strutturalmente il deutz è un'altra macchina anche solo a vista....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...