Jump to content

VENDEMMIA 2021 (NO SOGNATORI)


Recommended Posts

22 minuti fa, ALAN.F ha scritto:

Qua partiamo tutti giovedì 16 , in carga dura!!!!!!

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk
 

Con il trebbiano? Oggi ho fatto dei trasporti di pignoletto per il compratore di Martinaz! Il mio trebbiano salta anche la prox settimana

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • Replies 685
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Fabian si aggiunge alla grande famiglia di tractorum, grazie ragazzi!!! Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

Eh, ma quanta saggezza stasera!!! Nel frattempo, dopo una bella giornata di vendemmia.... Portateci fortuna please

Si conscio di questo rialzo ecco i 50 euro meglio spesi.... Eliminato la rampa !!! Ottimo cosa devo fare qualche miglioria ma ci siamo! Non guardate la vernice alimentare

Posted Images

Con il trebbiano? Oggi ho fatto dei trasporti di pignoletto per il compratore di Martinaz! Il mio trebbiano salta anche la prox settimana
Si , io con tocai, chi ha marcio con trebbiano. Ma partono tutti

Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
L' anno scorso segnavi dei 160/170 (se non ricordo male) mentre io e Bianco si buttava in vasca anche qualche sasso per arrivare a 120. Il pg e' ballerino.
Immagino che fosse di qualita' eccelsa. Ho visto i dati di un pg della Valcellina staccato tra giovedi' e sabato ed erano very special forse anche troppo. 125/140 ql/ha a seconda della tessitura tutto a doppio capovolto lungo anno antecedente alla riapertura del doc del 2016.
Quindi hai firmato.
Adesso ci devi dire a quanto pero'. I 95 non ti avevano convinto e io ti ho sostenuto consigliandoti di tenere duro. 
Quanto duro? L' hai fatto gridare spero. Ricorda che di pg quest' anno ce n'e' bisogno. Lascia che dicano il contrario i mediatori e i loro leccaculo.
Condivido con voi un articolo che ho letto con doppio piacere. Uno perche' c'e' l' intervento di un signore verso cui ho grande stima, secondo a mio modesto parere per capacita' di lettura del mercato al piu' volte citato Lorenzo Biscontin, (entrambi con un passato ai vertici di S.Margherita). Un intervento che va letto e meditato. 
Due perche' c'e' anche spazio per l' intervento del presidente di @alefriuli.
https://winenews.it/it/il-boom-del-vino-bianco-nel-mondo-visto-dai-territori-top-del-belpaese-enoico_450770/
I prezzi di uol street Treviso
uve (5).pdf
Ps.: non ve l' ho mai chiesto: ma voi ce la fate a dormire durante la vendemmia? Io fatico. Ogni anno che passa fatico sempre di piu'. 
Deve essere l' eta' ma fino a 3 barra 4 giorni prima della chiusura mi prende un eccitazione incredibile.
Non vedo l' ora che arrivi il 9.10 p.v. per la fotina di gruppo. 
Ps.2: ribadisco che a mio modesto parere un consorzio serio che si propone di offrire spumanti di media alta gamma dovrebbe vietare la raccolta di uve cotte. Anche oggi over 30* e tshirt bagnate che influiscono negativamente sulla qualita' delle uve.
Bravo Flavio, maestro di soluzioni alternative. Bravo e basta. Un esempio per tutti. Non ho capito perche' non abbia scelto l'elica fin da subito ma sono certo che lo scopo fosse da un lato che in questo paese nessuno lavora e dall' altro dimostrare che se si vuole c'e' sempre una strada alternativa agli ostacoli che il destino ci presente.
Che maschio alfa. 
https://www.facebook.com/domenico.familiari/videos/301532798442270/
Dai cbo lo sai che scherziamo, sei il nostro faro nella nebbia, sei la luce in fondo al tunnel, sei il comandante del battaglione!!!
Unico problema, qui si continua a chiudere con prezzi largamente over 40, la tua previsione si è rivelata letteralmente sballata!!!

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
39 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Dai cbo lo sai che scherziamo, sei il nostro faro nella nebbia, sei la luce in fondo al tunnel, sei il comandante del battaglione!!!
Unico problema, qui si continua a chiudere con prezzi largamente over 40, la tua previsione si è rivelata letteralmente sballata!!! emoji1787.pngemoji1787.pngemoji1787.png

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk
 

...paga 70 lo Chardonnay..a 50 del Trebbiano ci arriva comodo comodo..

Paga il nulla più totale il glera atto a prosecco e strapaga altre uve bianche.

Marzullo diceva: "Fatti una domanda e datti una risposta."

Ocio adesso il papiro di supercazzole.

Dai. 3..2..1..

 

  • Haha 4
Link to post
Share on other sites
9 ore fa, CBO ha scritto:

leggevo un articolo e ho meditato sulla qualita' delle risposte e ho raggiunto la conclusione che siamo molto poco professionali rispetto ad altri settori.

https://www.winemeridian.com/news_it/sostenibilita_investimenti_crescita_.html

Non ho ben capito quale è il tuo parere, il mio è che a pagare è la sostenibilità sulla carta, quella ben comunicata, quella relativa ad un prodotto non essenziale  dove lo storytelling funziona molto bene. Fare la vera sostenibilita in tutti gli altri beni che si trovano fuori da questa cupola fatata non paga.

È più sostenibile 1 litro di trebianazz da 300q.li/Ha venduto in cartone o un pinot da 130q.l/Ha in bottiglia di vetro?

La Sostenibilità paga solo quando è di facciata.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, EnricoTr ha scritto:

Non ho ben capito quale è il tuo parere, il mio è che a pagare è la sostenibilità sulla carta, quella ben comunicata, quella relativa ad un prodotto non essenziale  dove lo storytelling funziona molto bene. Fare la vera sostenibilita in tutti gli altri beni che si trovano fuori da questa cupola fatata non paga.

È più sostenibile 1 litro di trebianazz da 300q.li/Ha venduto in cartone o un pinot da 130q.l/Ha in bottiglia di vetro?

La Sostenibilità paga solo quando è di facciata.

Dipende da quella che è la definizione di sostenibilità. Io non la so ancora. Ma soprattutto secondo te che idea hanno i consumatori della sostenibilità e in che consierazione la tengono? Purtroppo non sono cultore della beata ignoranza io.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, CBO ha scritto:

La sguazza elevata all' ennesima potenza: 13/14 gradi di escursione giorno notte. Demolisce tutto. A Valdobbiadene dovevano partire a fine mese. Chi puo' sta gia' raccogliendo ...

Che e' la carta rossa. Mi interessa magari la introduco anche da me.

Mi dispiace Cbo nostro faro.....ma la carta rossa l'ho imparato anch'io oggi sono i 50 euro...

Mentre sapevo quando si fanno affari importanti ci vogliono quelle verdi da mettere sotto il becco del zaccolo (anatra) così becca....e si fa l'affare...

 

Grande Alan ti faccio assumere come lettore masselli 10:70 saresti più rapido e non chiavi almeno quei 10/15 litri ogni carro prima della pesa....

La squadra arranca siamo sui 170kg ora.....😑😑😑

Edited by 5500
Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, EnricoTr ha scritto:

Non ho ben capito quale è il tuo parere, il mio è che a pagare è la sostenibilità sulla carta, quella ben comunicata, quella relativa ad un prodotto non essenziale  dove lo storytelling funziona molto bene. Fare la vera sostenibilita in tutti gli altri beni che si trovano fuori da questa cupola fatata non paga.

È più sostenibile 1 litro di trebianazz da 300q.li/Ha venduto in cartone o un pinot da 130q.l/Ha in bottiglia di vetro?

La Sostenibilità paga solo quando è di facciata.

sono d'accordo in toto...ora più che mai vendi la storiella confezionata ad arte. 

famiglia del mulino bianco insegna.

alla fine il misterioso CBO nella sua utopistica bonarietà una cosa giusta la dice.

la gente vuota la devi riempire con qualcosa...qualunque cosa,

importante si senta qualcosa nel branco(nella società),

è così da almeno 30 anni , timberland(orrori da boscaioli ai piedi di stupende nipotine),

le hogan.....e tante altre.....voglia di identificarsi.

se al bar non hai il flute di bollicine ...te un sfigheeee!

tra 20 anni se sarai rimasto li sarai sfigato ....

Edited by gallogeorge
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
41 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

secondo te che idea hanno i consumatori della sostenibilità e in che consierazione la tengono?

Quella che gli raccontano! se non sai quale è il processo produttivo di un bene non puoi farti una idea su quanto un prodotto che si definisce green lo sia veramente.

Ripeto, la sostenibilità viene tenuta in considerazione solo per quei prodotti in cui lo storytelling funziona.

Se funzionasse sempre una ditta come l'ilva probabilmente sarebbe stata messa a norma, invece coloro che comprano i profilati di ferro della sostenibilità non ne tengono conto e preferiscono comprare il ferro fatto in india o Cina...

Edited by EnricoTr
  • Like 4
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, monster ha scritto:

Con il trebbiano? Oggi ho fatto dei trasporti di pignoletto per il compratore di Martinaz! Il mio trebbiano salta anche la prox settimana

Uelàà, il boss vecchio lo hai visto in forma?? perchè è lui che mi liquida i skèj a fine gennaio 

E quasi sicuramente anch'io inizio giovedì ,domani pulisco vasche poi attacco i torchietti sperando fili liscio tutto.....qualche acino inizia a cedere ma roba di poco conto ,irriga e irriga chicchi compressi da pavùra!,,ogni spesso mentre trincio l'erba stacco un chicco , prontissima!

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
sono d'accordo in toto...ora più che mai vendi la storiella confezionata ad arte. 
famiglia del mulino bianco insegna.
alla fine il misterioso CBO nella sua utopistica bonarietà una cosa giusta la dice.
la gente vuota la devi riempire con qualcosa...qualunque cosa,
importante si senta qualcosa nel branco(nella società),
è così da almeno 30 anni , timberland(orrori da boscaioli ai piedi di stupende nipotine),
le hogan.....e tante altre.....voglia di identificarsi.
se al bar non hai il flute di bollicine ...te un sfigheeee!
tra 20 anni se sarai rimasto li sarai sfigato ....
......quando finisce un pasto ....che arrivano con Limoncello Liquerizia Nocino Mirtillino....e tu in mezzo a sto ben di Dio......
Pronuci la parola magica .....Amaro....

Avete un Petrus....panico...poi fai l opera pia...o un Fernet , ovviamente liscio senza ghiaccio.
@Monster alla Bicocca prima di Castel del Rio...ridono ancora...avevano appena subito un furto...ed i ladri si erano scolati una bottiglia di Petrus...quando l ho chiesto ....la Marina e Mirco mi fanno.....ecco chi è stato....nessuno beve più il Petrus. ( PS miglior amaro per me).

Ultimo giorno d ufficio , stasera mega gardellata di porco(gran bestia)...e domattina si comincia .

La tigre del Same è pronta, sveglia 5,30 , colazione , polli capponi ed Arcibalda , poi si va
7-11,30. 13,00/16,30....
Armata Brancaleone composta dai magnifici 3 , io mia mamma e il suo compagno.
La crisi morde.

Domani avrò il primo vero riscontro sul calo di produzione visto che ho i riferimenti fila per fila con anni precedenti.
Matematica domina.



Inviato dal mio Redmi 5 Plus utilizzando Tapatalk

  • Like 6
  • Haha 2
Link to post
Share on other sites

Finto cortese.rimane la Barbera e il Moscato  passito.rrsa 150ha babbo 19.3 ottimo aggiungerei .ho cominciato a tagliare i girasoli e il mais,disastro tutta la linea e telefonate  a ripetizione dai raccoglitori....devo solo decidere dove portarli.....il materiale manca da noi eh.notizia buona da noi ha cominciato a piovere

 

Edited by andrea4500c
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, martinaz ha scritto:

Uelàà, il boss vecchio lo hai visto in forma?? perchè è lui che mi liquida i skèj a fine gennaio 

E quasi sicuramente anch'io inizio giovedì ,domani pulisco vasche poi attacco i torchietti sperando fili liscio tutto.....qualche acino inizia a cedere ma roba di poco conto ,irriga e irriga chicchi compressi da pavùra!,,ogni spesso mentre trincio l'erba stacco un chicco , prontissima!

Del grande vecchio neanche l’ombra! C’era solo la nipote! 

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, alefriuli ha scritto:

...paga 70 lo Chardonnay..a 50 del Trebbiano ci arriva comodo comodo..

Paga il nulla più totale il glera atto a prosecco e strapaga altre uve bianche.

Marzullo diceva: "Fatti una domanda e datti una risposta."

Ocio adesso il papiro di supercazzole.

Dai. 3..2..1..

 

1) Mi spieghi perche' non dovrei pagare 70/75 eurini/ql i.e. lo chardonnay atto al taglio?

Posti 150 ql/ha di glera a doc con estrazione al 75% ricavo 15mila bottiglie e questo sarebbe il mio limite massimo. Con il taglio posso spostare questo limite a oltre 17mila bottiglie sempre con la dicitura prosecco. O no? Lo chardonnay in coop se hai una copertura a prosecco aziendale ti viene pagato poco sotto il valore del doc.

Io lo pago cosi' perche' il doc che serve a valorizzare lo chardonnay e' mio. Un pezzo di acciaio ha un costo identico in partenza. Se viene montato su una Giulia verra' valorizzato x se viene montato su Rs6 y ma l' Audi non paga di piu' perche' ha piu' margine. Te a capi? 

Perche' secondo te il pn quota quanto il doc in questo momento? Se ci fosse un abbondanza di pn pari a quello dello chardonnay secondo te il pn avrebbe le quotazioni di oggi? 

Spiegami come ragioni perche' fatico a capirti. Io scrivo tanto perche' voglio sviluppare un discorso e non per tediarti con delle supercazzole. 

E non accetto la solita solfa "a me io non so come funzioni il mercato del vino". In questi anni sono sicuro di avere dato informazioni di "mestiere" altrimenti tenute nel cassetto. 

2) Io pago bene il doc a 110/115 eurini/ql i.e. Su 180 ql tu ti metti in tasca almeno 13mila eurini senza fare nulla se vuoi. Il nulla significa stare seduti e aspettare il bonifico. Altrimenti viaggi sui 16 in base al culo che sei disposto a farti

Se 13mila eurini/ha di utile netto sono nulla ben per te. Ti stanno leggendo colleghi che faticano ad arrivare a 10mila eurini/ha di prodotto lordo vendibile. Pensa a quanto sei fortunato.

Quel 110 si traduce in coop in almeno 120 eurini/ql i.e. (piu' probabile 125/130 i.e. come ho scritto) dipende da quanto la cantina margina su voci che ti ho elencato piu' volte e che tu non vuoi farti entrare in testa: margini di vinificazione + eventuali margini di vendita diretta prodotto finito (bottiglia). Discorso affrontato anche di recente in tema di valorizzazione del trebien.

Leggi bene perche' l'ho scritto piu' volte in questi anni: se fossi un collega che si ferma alla tramoggia cercherei in tutti i modi di entrare in una coop. Stare sul libero mercato significa essere prede abitudinarie

Qui discutevo con un collega proprio sul punto. Dalla discussione "2021 tutto vigneto".

Il 14/8/2021 Alle 08:46, CBO ha scritto:

Se ti han tolto 20 cent significa che si sono trattenuti come minimo 30/35 eurini/ql sul prezzo liquidato ai soci. Ti han fatto pagare i servizi di vinificazione piu' un obolo di generosita'.

Ti saresti pagato una buona fetta di ingresso come socio ...

Leggiti il pregresso e il post della discussione. 

Quanto valgono i margini di vinificazione che una cantina riesce a redistribuire l'ho detto piu' volte anche questo: dai 7/8 eurini/ql ovvero 7/8 centesimi kg netti a salire (in loco non meno di 15 eurini ma si arriva anche a piu' del doppio).

Sono i margini base di un vinificatore. Sempre se diamo per scontato che non sia un benefattore per la comunita' dei villani.

L' uva non si trasforma in un derivato per opera della spirito santo' purtroppo. Come tu guardagni dal tuo lavoro anche la cantina guadagno dal suo. 

Se @5500 ha odorato solo ora i 50 significa che ha un olfatto non allenato (la domanda di ieri era ironica). Io ho trattato con lui da privato a privato 34/36 eurini i.i. Lui come tutti quelli che negli ultimi 45 giorni argomentavano pro 50 avevano sotto gli occhi tutti gli elementi per valutare la mia offerta se non generosa (come ritengo convinto di avere un cuore grande) almeno equa.

35(34/36) + 7 = 42 + ivaP0⁰a⁰0= 46.2 eurini/ql i.i. considerando un margine basso ma visto le strutture monster che centralizzano i romagnoli io posso dirti con assoluta certezza che il margine di vinificazione e' piu' alto.

Se fosse come nel caso del collega (lo ha scritto lui che gli han tolto 20 centesimi/ql rispetto alla liquidazione cantina = margine di vinificazione) un 20 centesimi/ql i conti sarebbero questi:

35+(20 + costi) = 55+iva = 60.5 eurini/ql i.i.

Prendiamo una mediana (perche' 20 centesimi e' un ladrocinio) di (7 +20)/2 = 13.5 eurini/ql ne risulta

35 + 13.5 = 48.5 + iva= 53.3 eurini/ql i.i.

Sono un paperino e' vero ma mi diverte tantissimo stuzzicarvi.

Mi sarei divertito molto di piu' se almeno uno mi avesse detto: Cbo sei generoso in effetti. 

E dire che vi ho lasciato piu' di un spunto per ragionare perche' basta entrare nel meccanismo di calcolo e poi al baretto ascolti divertito i pro perdersi in supercazzole da far invidia al peggiore degli zingari che e' li solo per leggere il suo oroscopo.

I prezzi si fanno prima di uol strit Treviso. Si fanno guardando il vino' te l' ho gia' detto. Le uve quotano un mese all' anno. Il vino 12. E' il vino che fa il valore delle uve e non il contrario. 

Sapevatelo cavallini feat bufalini. 

Scusate l' ennesima supercazzola ma io non mollo. Se mollo significa che non vi ritengo all' altezza di capire e questo non voglio nemmeno pensarlo.

Save the date: 9.10 p.v.

Aggiornamento: il coneglianese e' stato staccato.

Ql/ha: 157 + 

Media babo: 14.8

Media ph: 3.32

Ieri un conferitore mi ha buttato in tramoggia 2 carri da 60 ql con babo a 15.9 con ph a 3.28. Glera docg in purezza. Zona Scomigo. Viti pre 2000. Conferitore che si e' prestato ad un prova con un prodotto di biostimolazione di cui si era parlato con @BIANCO86VE

Sempre ieri un grosso terzista ha battuto oltre 18mila ql per una centrale locale. Zona opitergina irrigua. Danno quantitativo (no qualiquanti) reale valutato su base 180 con metodo Cbo tra il 20% e il 25%. In un altro lotto piu' a sud con 15/20 punti% in piu'= resa in vasca complessiva 145 + ...  teoricamente sulla base della valutazione post allegagione non dovevano uscirne piu' di 14/15 mila ql ... oltre il 20% in piu' di quanto valutato. 

Mancano una 20 di ettari di conferimento a mano ma ora l' attenzione si sposta nel padovano. Manutenzione alle bestie e poi trasferimento. Un boccone veloce e poi si parte a spiano. Turno lunghissimo tra oggi e domani. No stop finche' il meteo regge. 

Anche il friulano ha ceduto alla tentazione.

Ps.: notare il capellino. 

13 ore fa, EnricoTr ha scritto:

Non ho ben capito quale è il tuo parere, il mio è che a pagare è la sostenibilità sulla carta, quella ben comunicata, quella relativa ad un prodotto non essenziale  dove lo storytelling funziona molto bene. Fare la vera sostenibilita in tutti gli altri beni che si trovano fuori da questa cupola fatata non paga.

È più sostenibile 1 litro di trebianazz da 300q.li/Ha venduto in cartone o un pinot da 130q.l/Ha in bottiglia di vetro?

La Sostenibilità paga solo quando è di facciata.

La sostenibilita' paga quando e' declinata nell' unico modo possibile: puntale attenzione ai costi. 

La sostenibilita' di facciata e' un medium comunicativo troppo scontato ormai e se rimane tale e' solo un costo. 

Se invece piu' che la facciata mi interessano i costi di esercizio aziendali la sostenibilita economica (minori costi) si traduce anche in sostenibilita' ambientale (minori consumi) grazie ad un efficientamento del processo produttivo. 

Ci vuole uno sguardo che vada oltre il costo bruto dell' investimento considerandolo un pezzo del processo d' insieme.

Spero di essere stato chiaro.

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, CBO ha scritto:

Quanto valgono i margini di vinificazione che una cantina riesce a redistribuire l'ho detto piu' volte anche questo: dai 7/8 eurini/ql ovvero 7/8 centesimi kg netti a salire

Lo scrivi spesso, ed ogni volta mi chiedo: sicuri che questi 7/8 eurini vengano ridistribuiti? A me non sembra tutta questa differenza

Edited by EnricoTr
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, EnricoTr ha scritto:

Lo scrivi spesso, ed ogni volta mi chiedo: sicuri che questi 7/8 eurini vengano ridistribuiti? A me non sembra tutta questa differenza

Un buon 50% si perde per una serie di motivi che, non scrivo! 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, EnricoTr ha scritto:

Lo scrivi spesso, ed ogni volta mi chiedo: sicuri che questi 7/8 eurini vengano ridistribuiti? A me non sembra tutta questa differenza

 

3 ore fa, monster ha scritto:

Un buon 50% si perde per una serie di motivi che, non scrivo! 

Scusate ma secondo voi che ruolo hanno le coop nel sistema vitivinicolo? Escludiamo gli aereali in cui il privato fatica per colpe spesso non sue e limitiamoci ad areali piu' fortunati dove il privato sogna tutte le notti di alzarsi in un mercato senza coop tra i piedi che condizionano il prezzo pro villani. 

Vi garantisco che se non ci fossero le coop il prosecco doc con o senza uva sopra gli 80 eurini/ql i.e. non andrebbe (per me e' il suo giusto prezzo, scritto e riscritto piu' volte). Il disequilibrio di margini tra i vari soggetti della filiera del prosecco non ha pari, credo. I villani hanno margini vergognosamente alti per l' impegno richiesto dal varietale. Alcuni lucrano oltre il 20%/annuo sul capitale investito stando semplicemente seduti ad aspettare il bonifico altro che mocassini occhialini e chiappe al vento 😂 

Nel pg il rapporto e' piu' equilibrato verso gli hobbisti. Le coop stranamente sono meno avide.

Comunque voi dovete spiegarmi perche' ad esempio alcune coop locali sono costrette a dire di no alle richieste di nuovi ingressi se il delta con il privato e', come sostenete voi, minimale.

Da noi chiedono anche 10/13mila eurini/ha come ticket di ammissione in coop e sono soldini che il collega non vedra' mai piu'. Un fondo perduto per la collettivita'.

Sono tutti masochisti quelli che decidono di attendere 13/14 mesi per un saldo che nel privato viene pagato entro il 31.12 dell' anno corrente?

Chi di voi andrebbe ad impegolarsi per pochi eurini/ql in piu' con dei soggetti che sono sempre piu' lontani dalla base sociale quando venendo da me ci si parla da pari a pari senza timore referenziale tipico del villano verso il supermega direttore? Con una snellezza di rapporti e una facilita' a trovare soluzioni a reciproche necessita' che in una coop diventano tragedie di proporzioni gigantesche?

Io sono convinto che l' unico ma anche il piu' importante motivo per cui un villano con po' di testina deve pagare il ticket di ingresso in coop e' una remunerazione che raramente trova nel privato e se la trova e' condizionata ad un carico di impegni non indifferente che rende ancora preferibile la coop. 

Questa la mia esperienza. Quando sento che un collega passa dal mercato tutelato (coop) al libero mercato lo inquadro subito come un soggetto pericoloso: non e' lui che ha scelto ma la coop che ha scelto per lui.

E' successo anche di recente (2018 o 2019) e l' ho anche scritto. Un gruppetto di valorosi accomunati dallo stesso tecnico di campagna avevano la stranezza di avere babi con un delta dalla media cantina (una grossa coop) del tutto anomali. Dopo l' ennesimo richiamo sono stati accompagnati alla porta con il reciproco impegni di non avanzare pretese strane.

Non chiedetemi cosa usavano perche' non ve lo dico. O lo sapete usare e avete uno che vi segue bene in campo e vi dice quando usarlo oppure buttate solo soldini e rischiate pure di macchiare il materiale se a bacca bianca.

Furbizia di bassa lega. Tutto il gruppetto strano ma vero non c'entra un razzo con il nostro settore. 

Mettiamo l' ipotesi che arrivi un controllo con prelievo prima dello scarico, tempo di refertare i campioni, e la partita giornaliera lavorata dalla centrale per quel varietale va a sigillo giudiziario sine die.

Non e' una "cosa" nociva per la salute tanto piu' che degrada rapidamente in fermentazione ma configura una forma di "adulterazione", una truffa insomma.

Un articolo di speranza, da leggere

https://winenews.it/it/la-vendemmia-avanza-lentamente-ma-ce-tensione-per-la-crescita-dei-prezzi-di-uve-mosti-e-vini_450788/

Nota: i prezzi sono al litro e non a kg. Ripeto al litro non a kg. Quanti kg di uva servono per fare 1 litro? Dipende dalla resa in pressa ovvero dalla percentuale di estrazione che va dall' 80% per gli igp (trebien igp/glera tal quale) a scendere. Lo trovate indicato nei vs disciplinari di produzione. Per il doc prosecco 75% (1 kg = 1 bottiglia di 75 cl). Per il docg e il per il pg 70% (il pg da taglio doc 75%).

La formula per il trebien (uno a caso):

1 litro : x = 0.8 litro : 1 kg = 1.25 kg

Ciao cavallini feat bufalini. 

Mi hanno lasciato custode della cantina per i conferimenti serali e quelli di domani. Spero di non fare castronerie. E' gia' scattato il solito sottile bullismo famigliare: se ci sono problemi chiama subitissimo, hai capito? 😥

Son tristissimo. Si fidano cosi' tanto che mi han lasciato sotto la supervisione dei due stagisti, bravi ragazzi gia' alla seconda esperienza. Sono anche carini e servizievole. 

La cosa che mi fa piu' pensare e' che siamo rimasti solo in 4 piu' la principessa. E di questi 4 sono io il piu' ignorante in termini di titoli. Forse mio fratello pensa di farmi tirare tubi alla mia eta' mentre lui e' servito e riferito nel padovano? Devo meditare.

Sono veramente triste. 

Mi sento come il gobbo di spalle.

 

Link to post
Share on other sites
21 ore fa, gallogeorge ha scritto:

sono d'accordo in toto...ora più che mai vendi la storiella confezionata ad arte. 

famiglia del mulino bianco insegna.

alla fine il misterioso CBO nella sua utopistica bonarietà una cosa giusta la dice.

la gente vuota la devi riempire con qualcosa...qualunque cosa,

importante si senta qualcosa nel branco(nella società),

 

Direi che semplificare troppo porta a derive pericolose perchè da me quello che storytelling lo vengono a verificare sia i clienti che gli importatori, e se dici e fai va bene ma se non è così ti sputtani una volta e finisci nel calderone.

Diciamo che ci sono diversi modi di vedere il mondo del vino, dal cartonato alla bottiglia da 1000 euro (un mio amico fa 1000 bottiglie anno in valpolicella è il mio idolo) col cartonato puoi dire quello che vuoi, con la bottiglia da 1000 euro direi di no.

Di conseguenza ci sono una varietà di mondi difficilmente paragonabili, dalle piscine 3 assi alle cassette da 8kg ventilate di Antinori

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
8 ore fa, CBO ha scritto:

1) Mi spieghi perche' non dovrei pagare 70/75 eurini/ql i.e. lo chardonnay atto al taglio?

Posti 150 ql/ha di glera a doc con estrazione al 75% ricavo 15mila bottiglie e questo sarebbe il mio limite massimo. Con il taglio posso spostare questo limite a oltre 17mila bottiglie sempre con la dicitura prosecco. O no? Lo chardonnay in coop se hai una copertura a prosecco aziendale ti viene pagato poco sotto il valore del doc.

Io lo pago cosi' perche' il doc che serve a valorizzare lo chardonnay e' mio. Un pezzo di acciaio ha un costo identico in partenza. Se viene montato su una Giulia verra' valorizzato x se viene montato su Rs6 y ma l' Audi non paga di piu' perche' ha piu' margine. Te a capi? 

Perche' secondo te il pn quota quanto il doc in questo momento? Se ci fosse un abbondanza di pn pari a quello dello chardonnay secondo te il pn avrebbe le quotazioni di oggi? 

Spiegami come ragioni perche' fatico a capirti. Io scrivo tanto perche' voglio sviluppare un discorso e non per tediarti con delle supercazzole. 

E non accetto la solita solfa "a me io non so come funzioni il mercato del vino". In questi anni sono sicuro di avere dato informazioni di "mestiere" altrimenti tenute nel cassetto. 

2) Io pago bene il doc a 110/115 eurini/ql i.e. Su 180 ql tu ti metti in tasca almeno 13mila eurini senza fare nulla se vuoi. Il nulla significa stare seduti e aspettare il bonifico. Altrimenti viaggi sui 16 in base al culo che sei disposto a farti

Se 13mila eurini/ha di utile netto sono nulla ben per te. Ti stanno leggendo colleghi che faticano ad arrivare a 10mila eurini/ha di prodotto lordo vendibile. Pensa a quanto sei fortunato.

Quel 110 si traduce in coop in almeno 120 eurini/ql i.e. (piu' probabile 125/130 i.e. come ho scritto) dipende da quanto la cantina margina su voci che ti ho elencato piu' volte e che tu non vuoi farti entrare in testa: margini di vinificazione + eventuali margini di vendita diretta prodotto finito (bottiglia). Discorso affrontato anche di recente in tema di valorizzazione del trebien.

Leggi bene perche' l'ho scritto piu' volte in questi anni: se fossi un collega che si ferma alla tramoggia cercherei in tutti i modi di entrare in una coop. Stare sul libero mercato significa essere prede abitudinarie

Qui discutevo con un collega proprio sul punto. Dalla discussione "2021 tutto vigneto".

Leggiti il pregresso e il post della discussione. 

Quanto valgono i margini di vinificazione che una cantina riesce a redistribuire l'ho detto piu' volte anche questo: dai 7/8 eurini/ql ovvero 7/8 centesimi kg netti a salire (in loco non meno di 15 eurini ma si arriva anche a piu' del doppio).

Sono i margini base di un vinificatore. Sempre se diamo per scontato che non sia un benefattore per la comunita' dei villani.

L' uva non si trasforma in un derivato per opera della spirito santo' purtroppo. Come tu guardagni dal tuo lavoro anche la cantina guadagno dal suo. 

Se @5500 ha odorato solo ora i 50 significa che ha un olfatto non allenato (la domanda di ieri era ironica). Io ho trattato con lui da privato a privato 34/36 eurini i.i. Lui come tutti quelli che negli ultimi 45 giorni argomentavano pro 50 avevano sotto gli occhi tutti gli elementi per valutare la mia offerta se non generosa (come ritengo convinto di avere un cuore grande) almeno equa.

35(34/36) + 7 = 42 + ivaP0⁰a⁰0= 46.2 eurini/ql i.i. considerando un margine basso ma visto le strutture monster che centralizzano i romagnoli io posso dirti con assoluta certezza che il margine di vinificazione e' piu' alto.

Se fosse come nel caso del collega (lo ha scritto lui che gli han tolto 20 centesimi/ql rispetto alla liquidazione cantina = margine di vinificazione) un 20 centesimi/ql i conti sarebbero questi:

35+(20 + costi) = 55+iva = 60.5 eurini/ql i.i.

Prendiamo una mediana (perche' 20 centesimi e' un ladrocinio) di (7 +20)/2 = 13.5 eurini/ql ne risulta

35 + 13.5 = 48.5 + iva= 53.3 eurini/ql i.i.

Sono un paperino e' vero ma mi diverte tantissimo stuzzicarvi.

Mi sarei divertito molto di piu' se almeno uno mi avesse detto: Cbo sei generoso in effetti. 

E dire che vi ho lasciato piu' di un spunto per ragionare perche' basta entrare nel meccanismo di calcolo e poi al baretto ascolti divertito i pro perdersi in supercazzole da far invidia al peggiore degli zingari che e' li solo per leggere il suo oroscopo.

I prezzi si fanno prima di uol strit Treviso. Si fanno guardando il vino' te l' ho gia' detto. Le uve quotano un mese all' anno. Il vino 12. E' il vino che fa il valore delle uve e non il contrario. 

Sapevatelo cavallini feat bufalini. 

Scusate l' ennesima supercazzola ma io non mollo. Se mollo significa che non vi ritengo all' altezza di capire e questo non voglio nemmeno pensarlo.

Save the date: 9.10 p.v.

Aggiornamento: il coneglianese e' stato staccato.

Ql/ha: 157 + 

Media babo: 14.8

Media ph: 3.32

Ieri un conferitore mi ha buttato in tramoggia 2 carri da 60 ql con babo a 15.9 con ph a 3.28. Glera docg in purezza. Zona Scomigo. Viti pre 2000. Conferitore che si e' prestato ad un prova con un prodotto di biostimolazione di cui si era parlato con @BIANCO86VE

Sempre ieri un grosso terzista ha battuto oltre 18mila ql per una centrale locale. Zona opitergina irrigua. Danno quantitativo (no qualiquanti) reale valutato su base 180 con metodo Cbo tra il 20% e il 25%. In un altro lotto piu' a sud con 15/20 punti% in piu'= resa in vasca complessiva 145 + ...  teoricamente sulla base della valutazione post allegagione non dovevano uscirne piu' di 14/15 mila ql ... oltre il 20% in piu' di quanto valutato. 

Mancano una 20 di ettari di conferimento a mano ma ora l' attenzione si sposta nel padovano. Manutenzione alle bestie e poi trasferimento. Un boccone veloce e poi si parte a spiano. Turno lunghissimo tra oggi e domani. No stop finche' il meteo regge. 

Anche il friulano ha ceduto alla tentazione.

Ps.: notare il capellino. 

La sostenibilita' paga quando e' declinata nell' unico modo possibile: puntale attenzione ai costi. 

La sostenibilita' di facciata e' un medium comunicativo troppo scontato ormai e se rimane tale e' solo un costo. 

Se invece piu' che la facciata mi interessano i costi di esercizio aziendali la sostenibilita economica (minori costi) si traduce anche in sostenibilita' ambientale (minori consumi) grazie ad un efficientamento del processo produttivo. 

Ci vuole uno sguardo che vada oltre il costo bruto dell' investimento considerandolo un pezzo del processo d' insieme.

Spero di essere stato chiaro.

 

Io capisco spizzichi e bocconi di quel che scrivi, rivolgiti agli altri che ti seguono. Io non combino.

La prox volta specifica che lo Chardonnay è atto a prosecco. 70 è poco e un cazzo allora. E aspetto chi, sul forum, conosce qualcuno che ha venduto il prosecco ad agosto o settembre a 105. Ah, già, ma tu fai i contratti...quando? Che non ricordo..

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Salve mi intrometto nella discussione per chiedere una informazione. Questo anno ho solo 3 filari e visto che è poca l'uva pensavo di metterla io... Ho i serbatoi semprepieno in vetroresina però un vicino ha un semprepieno in acciao inox da 1000l con coperchio e camera daria e relativa pompa... Senza piedi. Quanto può valere usato? Grazie 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...