Jump to content
MCT

Miele ed Api

Recommended Posts

Apro questo nuovo argomento per parlare da profano di un settore che in pochi considerano importante per l'agricoltura, infatti molto spesso quando ci si imbatte in un arnia la prima cosa che si fa è tenersi a largo per paura di rimediare qualche puntura sempre poco gradita e cosi facendo si finisce per allontanarsi non solo dal pericolo ma anche dal mondo dell'apicoltura, per poi imbattersi in quesiti a cui non si sa dare risposta e questo è proprio quello che è capitato a me.

 

Giorni fa parlando con un conoscente, mi ha detto che il miele fatto dalle sue api ha un sapaoraccio e non riesce a capire il motivo per cui sia venuto fuori cosi, le api ormai da più di un anno gli fanno il miele la zona è coltivata con un frutteto misto e orto, l'unica cosa che mi ha detto è che lo scorso anno aveva messo parecchie cipolle.

 

Secondo voi possono essere alla base del miele dal cattivo sapore?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella delle cipolle non mi giunge nuova.

Ho sentito pure io dire che arnie poste in prossimità di campi con coltura a cipolla hanno dato miele di " particolare" sapore.

Sarebbe davvero interessante saperne di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le cipolle mi sembra strano ma non posso dire che non lo sia..

ma a me e sorto subito il dubbio da quando lo letto il post (sono iscritto da ieri)

Il tuo amico a smielato solo miele opercolato oppure a smielato anche il nettare?

 

La differenza sta nell'umidità...il miele opercolato tiene un umidita del 18-22% mi pare..mentre il nettare tiene un umidita molto alta e di conseguenza fermenta

Share this post


Link to post
Share on other sites
La differenza sta nell'umidità...il miele opercolato tiene un umidita del 18-22% mi pare..mentre il nettare tiene un umidita molto alta e di conseguenza fermenta

 

Penso anche io che sia colpa della troppa umidità del miele (x saperlo bisognerebbe farlo analizzare), non mi risulta che le api raccolgano sulla cipolla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I professionisti usano il refrattometro ...altri usano sistemi poco naturali...

io lavoro ad occhio :asd:...il miele deve essere opercalato, solo se una minima parte di un telaino e disopercolato procedo alla smielatura

Share this post


Link to post
Share on other sites
...il miele deve essere opercalato, solo se una minima parte di un telaino e disopercolato procedo alla smielatura

 

 

Bene, bravo!!!

 

.....ma che significa????????????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Opercolato significa che il miele e chiuso dentro la celletta con uno strato di cera superficiale..

In foto ti mostro un apicoltore che...toglie l'opercolatura

 

 

forchetta_2.jpg

 

 

 

Le api non chiudono mai la celletta quando il nettare e troppo umido...!

Nettare = sostanza raccolta dalle api con umidità oltre il 22%

Miele = sostanza raccolta dalle api che dopo ''maturazione'' viene opercolata umidità non superiore al 22%

 

Ripeto le percentuali sono aprossimative...(mi pare di ricordare)

sta di fatto che le api sanno quando chiudere le cellette perchè il miele non marcirà ( neppure loro mangerebbero miele fermentato)

Edited by walter67
aggiunta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mio zio e mio padre, purtroppo entrambi scomparsi da qualche anno, avevano una ventina di arnie, la coltivazione a fronte era proprio aglio e cipolle ma non ricordo che il miele avesse sapori strani

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quanto ne sapevo io l'umidità del miele dovrebbe variare dal 15 al 18% :cheazz: ma comunque se il telaio è opercolato per almeno 2/3 non si hanno problemi di fermentazione! :asd:

t80879_img-1248-copia.jpg

Edited by matteo lorenzini

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispolvero questo argomento per chiedere, se tra i forumisti, ci sia qualcuno che si diletta nella conduzione di questi splendidi animali.

Io,per ora, possiedo 15 alveari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ne ho 6...:asd: come è andata la stagione Ale87?

 

 

comunque leggendo i post indietro, le api vanno nel fiore della cipolla, qualcuno mette le arnie attorno ai campi proprio per favorire l'impollinazione, però non dà nessun sapore strano al miele... al 90% i mal sapori sono dati dal miele con troppa umidità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

come è andata la stagione?:nutkick:...media 7.5 kg/alveare su 6 alveari, gli altri sono sciami recuperati in giro e nuclei.

Speriamo nel 2015,sono tre anni che va sempre peggio,te come è andata?

Il gusto da cipolla potrebbe essere anche la colza.

Edited by ale87

Share this post


Link to post
Share on other sites

naturalmente è andata male anche a me, 25kg di miele con 4 arnie di cui 2 sciami presi molto presto (inizio giugno) che mi hanno fatto più delle arnie vecchie; le altre due sono sciami e non mi hanno fatto miele. Il problema è che per la fioritura dell'acacio ha piovuto sempre ed era freddo, un pò mi sono salvato con l'erba medica. l'anno scorso ho fatto 50kg di miele con due arnie, ad una avevo messo anche il terzo mielaio. comunque cosa intendi per nuclei? te lo fai il trattamento con acido ossalico?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anch'io acacia zero,mi sono salvato solo grazie al millefiori/melata estiva.

Nuclei intendo famiglie create da me,nel caso specifico con la covata asportata per il trattamento estivo.

Come trattamento estivo uso l'ossalico e asportazione di covata,mentre per l'inverno ossalico quando sono in blocco di covata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora aspetta.... come trattamento invernale anche io faccio blocco di covata e trattamento con ossalico però l'estivo io non tratto, me lo spieghi per favore che non ho idea? come fai ad asportare la covata? come fai a fare i nuclei? tratti anche se negli alveari ci sono i mielai?

 

comunque io per fare delle nuove arnie quando sono verso aprile-maggio, apro l'arnia e vedo più di 5-6 telaini ( non sò come li chiamate voi) pieni di covata, quelli sul di più li metto in una arnia a parte e faccio il "casettino" come lo chiamiamo noi che non è altro che uno sciamo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non tratti in estate?la asportazione di covata consiste nel togliere tutti i telaini con covata,che vanno parziamente scrollati dentro l'arnia per togliere parte delle api che li ricopre.

La regina devi lasciarla dentro l'arnia.

I telaini di covata tolti li metti dentro un cassettino,che dopo 21 giorni tratterai,nel frattempo la nuova regina dovrebbe essere nata.

La vecchia arnia,che é rimasta con regina,api,scorte e telaini senza covata lo tratti il giorno dopo l'asportazione.

Io ho asportato la covata alla fine di luglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non male come idea... non sapevo di questo sistema.. io mai trattate d'estate quando hanno i mielai. comunque ti rompo le scatole un altro pò con altre domande........:asd:

 

come mai tratti il casettino dopo 21 giorni? deve essere nata la regina?

se nell'arnia vecchia ci sono i mielai come fai? li togli, tratti e poi ci li rimetti?

l'arnia vecchia dopo il trattamento continua a cercare il miele oppure si ferma per fare la nuova covata?

come mai questo lavoro non lo fai in primavera? io un lavoro del genere lo faccio verso marzo-aprile solo per fare i casettini senza trattamento...

 

scusa per le troppe domande.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riesci a fare un unico trattamento all'anno?

Il cassettino lo tratto dopo 21 giorni con l'ossalico perché cosi la covata é nata tutta e la nuova regina non ha ancora cominciato a deporre.La regina nuova per allora dovrebbe essere nata e forse già fecondata o sulla via per esserlo.

L'ossalico a tempo di carenza zero,ossia puoi tenere i melari su.

Io però li tolgo per un giornata e poi li rimetto,oppure fai l'asportazione quando sei tra due raccolti estuvi differenti.

Le famiglie asportate raccolgono per ancora una settimana o due,anche perché inizialmente non hanno larve da nutrire.

Comunque anch'io tolgo telaini di covata in aprile maggio per evitare la sciamatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Faccio un trattamento solo perchè ancora sono "alle prime armi" e non conosco tutti i trattamenti che si possono fare alle api...:) sono solo 2 anni che ce lo.. sicuramente il prossimo anno provo il trattamento estivo.

è normale che sciamano a settembre? un'arnia mi ha sciamato alla metà di settembre. Dopo tutta l'acqua di questa estate appena è uscita una giornata di sole se ne sono andate; comunque le ho riprese subito; si sono posate su una pianta lì vicino. quanto costa il miele da te? fai solo millefiori o anche altri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa che sento di consigliarti è di fare un corso,se non lo hai già fatto,e magari cercare qualcuno in zona esperto che ti possa seguire.

il trattamento estivo è importante perchè pulisci le api dalla varroa in modo da avere api invernali forti.La sciamatura di settembre è anomala in teoria è dovuto o a qualche malattia o ad un eccesso di varroa,in pratica sciamano per tentare di salvarsi,ma anche il meteo balordo può avere una parte di colpa.

Qui in teoria si potrebbe fare acacia,millefiori,castagno e melata e come prezzi siamo intorno agli 8-9 euro/kg.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve

Vorrei sapere se il girasole è un buon produttore di polline x fare il miele?

Mi hanno chiesto di mettere delle arnie dove seminerò i girasoli il prossimo anno..io sarei d'accordo in cambio mi basta in po di miele di cui sono ghiotto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie Ale per i cosigli.... sicuramente mi hanno sciamato perchè c'è troppa varroa... infatti sotto ogni arnia ce un "cassetto" di lamiera, quando lo tiro fuori ho visto molte api morte e c'era anche la varroa, comunque sicuramente quella non mi passerà l'inverno perche troppo debole ed è rimasta senza covata, la regina l'ho ricomprata. Il prossimo anno vengo a vendere il miele lassù che conviene.....:asd: qua il prezzo è di 5,5-6 euro/kg per il millefiori e 7,5-8 euro/kg per l'acacio non più.

 

 

[email protected]: non vorrei dire una cavolata ma ho sentito dire che le api nei girasoli seminati con semi ibridi (la maggior parte) non ci vanno perchè non producono polline... non so se sia vero però....

Share this post


Link to post
Share on other sites

[email protected]: non vorrei dire una cavolata ma ho sentito dire che le api nei girasoli seminati con semi ibridi (la maggior parte) non ci vanno perchè non producono polline... non so se sia vero però....

 

Ciao

mi ha detto una cosa simile anche il ptopietario drlle api...cioè che dai girasoli si ricava poco miele! Però se è vero nn capisco perché gli interessa mettere le cassette vicino ai girasoli...io ho pensato che mi ha detto così x non darmi un po di miele...ho pensato male ma tente volte a pensar male ci si prende....

cmq grazie mille e complimenti x il vostro lavoto di apicoltori molto interessante!

Share this post


Link to post
Share on other sites

è un pò tirchio il tuo vicino....:asd::asd::asd: se vuoi mangiare il miele misà che ti conviene mettere su qualche arnia;O0 vicino ai girasoli ci sono piante tipo acaci, tigli, castagni? forse lui ha visto quelli e vuole mettere le arnie nel tuo campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...