Jump to content
Guest albe 86

Cantieri di trinciatura

Recommended Posts

Oggi ho visto che nella mia zona Alessandria-Frugarolo-Bosco Marengo hanno incominciato a trinciare il triticale, la macchina era una trincia New Holland (non so il modello), di trattori c'erano un T8 e altri 2 New Holland con rimorchi dumper Crosetto,Gamarino e Fielgh, spero si scriva così, mi sebra che lo portavano alla centrale biogas di Mandrogne.

 

Ciao a tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non è il posto giusto in cui hai aperto la discussione, comunque è Carega, se vai sul mio canale youtube ci sono dei video che ho fatto lo scorso anno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao oggi tra San Giuliano e il bivio della Ventolina c'era un cantiere simile, per l'accompagnamento hanno un fuoristrada "mimetico" ? Hanno bloccato al statale per svariati minuti perché non riuscivano ad entrare in un campo, hanno preso parecchie male parole e non del tutto a torto . Bella macchina, non ho fatto foto perché l'ambiente era piuttosto surriscaldato.

Edited by albo
corretto errore di battitura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si si sono loro.. Avevano due nh e un case magnum coi rispettivi rimorchi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si...

e tra un pò escono anche le trebbie

 

Se ci mettiamo tutti quanti a scrivere quando ne vediamo una non se ne esce più!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest ale76

confermo che in entrambi i casi era Carega

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Notare in curioso cantiere di sfalcio e andanatura, con falciacondizionatrice anteriore e ranghinatore posteriore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
confermo che in entrambi i casi era Carega

ma Carega non li mette più i video su Youtube? erano carini quelli che metteva

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve,

Vi ringrazio per le domande a cui avete risposto qualche pagina indietro.

 

Avrei un altra domanda riguardando la trincea: Quanti giorni puo' restare aperta (fase di raccolta) in modo da non compromettere la qualita' dell'insilato per il biogas? Conviene fare piu' trincee e piu' piccole per non rischiare di tenere aperto a lungo?

 

Grazie,

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salve,

Vi ringrazio per le domande a cui avete risposto qualche pagina indietro.

 

Avrei un altra domanda riguardando la trincea: Quanti giorni puo' restare aperta (fase di raccolta) in modo da non compromettere la qualita' dell'insilato per il biogas? Conviene fare piu' trincee e piu' piccole per non rischiare di tenere aperto a lungo?

 

Grazie,

No secondo me non conviene avere tante trincee piccole, io mi ricordo che trinciavamo per una settimana a file delle volte per finire la trincea dal nonno poi la chiudevamo e non ci sono mai stati problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'insilato di mais non è necessario avere più trincee piccole in quanto un impanto a biogas ha bisogno di molta sostanza e quindi ogni giorno si riesce a fresare un po' su tutto il fronte della trincea, o al massimo lo si fa in 2 giorni. Discorso diverso per il pastone di mais, meglio una trincea non troppo larga e comunque dimensionata con la necessità di prelievo quotidiana, in modo che ogni giorno da tutto il fronte della trincea sia prelevato del materiale così da non lasciarlo scoperto troppo tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Johndin e Gian81 grazie per le vostre preziose risposte.

 

Gian81, io mi riferivo non al utilizzo dell'insilato ma a fare l'insilato. In altre parole per un impianto di Biogas ho bisogno di 18-20.000 ton, se si hanno dei problemi di tipo climatico, organizzativo,trasporto etc, e l'operazione per trinciare su 300-400ha non si riesce a fare in pochi giorni ma 10-15 giorni e' un problema se la trincea rimane aperta per tutto questo tempo prima di sigillare?

 

Grazie,

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sapevo dove mettere questa domanda e quindi la metto qui!

 

Sapete grossomodo il prezzo di una lama di trinciato, la più economica?

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Johndin e Gian81 grazie per le vostre preziose risposte.

 

Gian81, io mi riferivo non al utilizzo dell'insilato ma a fare l'insilato. In altre parole per un impianto di Biogas ho bisogno di 18-20.000 ton, se si hanno dei problemi di tipo climatico, organizzativo,trasporto etc, e l'operazione per trinciare su 300-400ha non si riesce a fare in pochi giorni ma 10-15 giorni e' un problema se la trincea rimane aperta per tutto questo tempo prima di sigillare?

 

Grazie,

 

Non credo ci siano grossi problemi, però se chiami un terzista con un parco macchine in grado di gestire lavori importanti gli chiedi di non dilungarsi troppo con i lavori: con 2 trince sui 600cv a 8 file 400ha si trinciano in 8 o 9 giorni. Il consiglio è quello di seminare i mais scaglionati, magari nel giro di 10- 15 giorni in modo che non corri il rischio di trovarti gli ultimi trinciati troppo maturi; di solito se hai del mais secco è bene metterlo sul fondo, mentre quello verde usarlo in copertura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bè insomma...le fermentazioni cominciano dopo già un paio di ore, figuriamoci dopo giorni che rimane aperto. Per non parlare degli zuccheri..

 

Piuottosto di una trincea iper larga come quella nel video qui sopra è meglio lunga e "stretta" in modo da poterla chiudere un pò alla volta senza lasciarla aperta tutta per giorni e giorni, oppure più trincee. Poi influisce molto il clima..trinciare a 20 gradi o a 35 come da noi l'anno scorso non è la stessa cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Bellissimo video! Trattorista, ti sarai fatto centinaia di km per riprendere tutte queste macchine tra Padova, Vicenza e Treviso, ma direi che ne è valsa la pena! Trovo conferma, come mi era stato riferito, che il conc. Krone, ex Claas, come primo anno di operatività con il nuovo marchio, ha piazzato veramente un numero significativo di macchine.

Ciao

Edited by sandroz

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bè insomma...le fermentazioni cominciano dopo già un paio di ore, figuriamoci dopo giorni che rimane aperto. Per non parlare degli zuccheri..

 

Piuottosto di una trincea iper larga come quella nel video qui sopra è meglio lunga e "stretta" in modo da poterla chiudere un pò alla volta senza lasciarla aperta tutta per giorni e giorni, oppure più trincee. Poi influisce molto il clima..trinciare a 20 gradi o a 35 come da noi l'anno scorso non è la stessa cosa.

 

Quoto in pieno....noi trinciando da soli e quindi lavorando per più giorni rispetto ad un contoterzista, una volta fatto il piano cerchiamo di coprire almeno 3 metri al giorno se no poi partono subito anche le muffe. Il vantaggio delle trincee strette è anche che nella fase di desilamento si fa va a togliere prodotto sempre più fresco facendo più fresate in tutta la parete, oltre anche che ad una migliore lavorazione nella fase di stivaggio...

Anche sulle temperature sono pienamente d'accordo, presso dove lavoro infatti trinciamo quasi esclusivamente mais di secondo raccolto, che si va a fare a fine settembre primi di ottobre a temperature molto più basse di 30 gradi, e insilare a quelle temperature è tutta un'altra cosa..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bè insomma...le fermentazioni cominciano dopo già un paio di ore, figuriamoci dopo giorni che rimane aperto. Per non parlare degli zuccheri..

 

Piuottosto di una trincea iper larga come quella nel video qui sopra è meglio lunga e "stretta" in modo da poterla chiudere un pò alla volta senza lasciarla aperta tutta per giorni e giorni, oppure più trincee. Poi influisce molto il clima..trinciare a 20 gradi o a 35 come da noi l'anno scorso non è la stessa cosa.

 

Negli impianti a biogas in cui sono stato a trinciare finora si fanno almeno 2 trincee (20m di larghezza, con muri in cemento armato da 4 o 5 metri, lunghezza tra gli 80 ed i 100m) e si cerca di terminare il lavoro in una settimana, massimo un paio di giorni in più. Il che significa che la trincea rimane aperta 4 o 5 giorni.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

dove lavoro,i miei titolari e altri soci hanno da quasi un anno un impianto da un mega,come ha scritto gian trincee grosse,due da 20 m per 80,e una da 12m per 80,ma credo che verranno presto affiancate da ancora un paio di trincee.

l'anno scorso per riempirle ci è voluta una settimana e mezza abbondante,però lavorando con una trincia per quasi una settimana,si iniziava alle 7 e finiva....in trincea una pala gommata,un tm e un 936.

sulle dimensioni trincea,magari ho capito male,ma è meglio farle grosse,in quanto ogni trincea ha un prodotto con delle proprie caratteristiche,credo ph,e i batteri che sono nel digestore sono molto sensibili al cambio di prodotto,difatti quando si sta per terminare una trincea,bisogna cominciare ad aprire l'altra e iniziare con piccole dosi a mischiare il trinciato della trincea in via di ultimazione con quello di quella appena aperta,cercando di aumentare gradualmente le quantità del "nuovo" prodotto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...