Jump to content

Trinciatrici Forestali


Recommended Posts

per alessio..io ho un trincia per sarmenti hermes da 1.8 m..da 10 anni a questa parte oltre che nel vigneto ha trinciato i sarmenti di 1 ha di bosco che abbiamo, 600 m di siepe in piedi lungo la ferrovia e l'anno scorso ho macinato un pino (diametro circa 30 cm) secco..se hai un'andana tanto alta basta prenderla in retro se non hai il soll. ant. basta non abbassare tutto se no non riesce ad entrare la roba...

Link to post
Share on other sites
  • 7 months later...
  • Replies 121
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sei sui 120/130 eurini/giornata i.e. con una testata da metro con taglio di diametro utile di 10 o 15 cm, onestamente non mi ricordo. Comunque cambia poco. Forse niente. Quello che incide e' la d

Il fatto che si porti dietro la cisterna del gasolio la dice lunga Scherzi a parte, ottima macchina, ottima trincia ma a questi livelli preferisco un semovente dedicato. Lo avranno protetto come si

Posted Images

Eccomi di nuovo con sta cavolo di trincia forestale...mi devo decidere prima o poi(speriamo poi!:asd:).

 

Stavo guardando sul sito della Berti(perchè su quella marca vorrei restare) il modello EFX/MD ovviamente qualla più stretta possibile,visti i pochi cv a disposizione...il mio principale sospetto appunto è,cè la faccio col mio macinino?o ci vogliono per forza 120/140 cv?io non ho certo fretta posso benissimo andar piano,solo che però non voglio assolutamente far sforzare il trattore con cali vistosi,però allo stesso tempo voglio una macchina robusta al seguito che non s'apra come una cozza!!preciso che per l'80% dovrò lavorare su ramaglia e non su piante in piedi e non mi interezza uno sminuzzamento tanto fine.....consigli?prezzi?varie ed eventuali...grazie....

 

 

Mattia ho capito cosa intendi,sollevo un pò alto,più passate,retro ecc ecc,l'ho sempre fatto ma volevo una macchina più specifica.....

Edited by Alessio
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

ho appena acquistato un'azienda di 100ha con un impianto di essenze (ventennale) e ad agosto iniziano a tagliare il tutto......

Mi date delucidazioni come posso fare a rimettere in coltura ( riso e mais) questa superficie: con quali mezzi (attrezzi) e data la superficie se conviene l'acquisto/ affitto attrezzature o demandare tutto a un contoterzista bravo?

se qualcuno mi sa dare dei nominativi per eventuali preventivi di spesa.....

o se conosce qualcuno che vende tali macchine usate....

Vi ringrazio sin da ora per l'aiuto...

Johndeerista

Link to post
Share on other sites

la maggior parte sono pioppi, ma ci sono anche ontani, faggi, ecc, il vecchio proprietario ormai defunto aveva messo l'azienda a regime "ventennale" e gli eredi oggi hanno preferito alienare il bene piuttosto che riconvertire l'azienda...

Il problema che già l'anno scorso ho rimesso a coltura dei terreni ventennale ma nonostante l'uso di trivelle e trincia forestali, ho dovuto passare tutto quell'appezzamento con l'escavatore con notevole dispendio di lavoro e poi tutte quelle radici ho dovuto posizionarle in un angolo del terreno.

il problema che il terreno acquistato oggi è 10 volte maggiore e passarlo tutto con escavatore mi ci vuole 1 anno e poi tutte le radici tolte cosa ne faccio?

ciao johndeerista

Link to post
Share on other sites

ok ma tale macchina fa solo il ceppo e le ramaglie? ipotizzando di arare con monovomere da scasso dopo le radici che fuoriescono con cosa le trituro?

grazie per le risposte ma dato che hai + background di me in agricoltura, mi ipotizzi data la superficie di 100 ha l'acquisto/ noleggio se lo fanno o rivolgermi a un contoterzista che fa queste bonifiche?

Tu conosci qualcuno in proposito?

Per delucidarti di come sono andate le cose l'anno passato , il contoterzista chiamato è passato 8 volte prima di trivellarmi tutti i ceppi e lui stesso ha tentato di usare un challenger 755B con fae ma data la grandezza dei ceppi cedeva il motore in 1!!!!!

Per cui sono un po'disorientato sul cosa usare dato che per aratura e livellamento ho rotto aratro- bracci sollevatore 7800; livella mara rotta un' ala durante livellamento tutto per non completa triturazione ceppi, amnesie di ceppi non trivellati perche' la trincia forestale li copriva con la terra invece di evidenziarli e alla fine sono andato in contenzioso con quel contoterzista poco pofessionale ( comunque messo tutto a posto dopo qualche mese).

Dall'altra per 1 bonifica si di 100ha ho un budget da seguire e l'acquisto di tutte queste macchine mi sembra un po' oneroso.....

Chiedo quindi consiglio a te e a chi si è già trovato nelle mie condizioni o che conosce veri professionisti

che possono effettuare un lavoro appropriato.

ciao e grazie

johndeerista

Link to post
Share on other sites

Io procederei in questo modo:

Taglio legna magari avvalendosi di ditte boschive, se la legna è buona puoi chiedere anche un pagamento tipo 3-4 € a q.le e da quello che dici un 300q.li di legna ad ettaro li dovresti ricavare, poi considera che se il terreno va messo a coltura è possibile tagliare anche in estate e le ditte boschive potrebbero essere interessate al taglio estivo visto che loro in estate non possono tagliare all'interno di aree boscate destinate a rimanere tali,potresti fare dei lotti da affidare a diverse ditte tipo 10 lotti da 10 ettari.

Intanto che tagliano e sgombrano la legna, tu procedi con la trinciatura delle ramaglie con trincia nemmeno troppo pesante visto che la/e ditta/e boschiva/e tendono a portare via tutti gli assortimenti sopra a 5 cm di diametro.

Poi rippatura con grosso cat tipo d8-9 da comprare usato visto che si trovano a non molti soldi, una volta rippato ci sarà da togliere le ceppaie fuoriuscite dal terreno, credo che potresti fare con un escavatore da circa 200 q.li dotato di cucchiaio di grosse dimensioni del tipo che si usa per raccogliere i sassi e far cadere la terra (adesso non ricordo come si chiama) fare dei mucchi e caricarli con altro escavatore dotato di ragno su rimorchi per destinarle all'abbruciamento o all'accatastamento in zone ben definite, infine trinciatura delle ceppaie piccole rimaste a terra con trincia forestale.

 

Se trovi le ditte boschive interessate al lavoro secondo me con il ricavato dei soldi dalla vendita della legna in piedi ricavi una buona cifra per pagare una parte delle spese.

Naturalmente questo presume che tu abbia tutti ipermessi per procedere al cambio di destinazione del terreno che da boschivo diventerà agricolo.

Link to post
Share on other sites
Io procederei in questo modo:

Taglio legna magari avvalendosi di ditte boschive, se la legna è buona puoi chiedere anche un pagamento tipo 3-4 € a q.le e da quello che dici un 300q.li di legna ad ettaro li dovresti ricavare, poi considera che se il terreno va messo a coltura è possibile tagliare anche in estate e le ditte boschive potrebbero essere interessate al taglio estivo visto che loro in estate non possono tagliare all'interno di aree boscate destinate a rimanere tali,potresti fare dei lotti da affidare a diverse ditte tipo 10 lotti da 10 ettari.

Intanto che tagliano e sgombrano la legna, tu procedi con la trinciatura delle ramaglie con trincia nemmeno troppo pesante visto che la/e ditta/e boschiva/e tendono a portare via tutti gli assortimenti sopra a 5 cm di diametro.

Poi rippatura con grosso cat tipo d8-9 da comprare usato visto che si trovano a non molti soldi, una volta rippato ci sarà da togliere le ceppaie fuoriuscite dal terreno, credo che potresti fare con un escavatore da circa 200 q.li dotato di cucchiaio di grosse dimensioni del tipo che si usa per raccogliere i sassi e far cadere la terra (adesso non ricordo come si chiama) fare dei mucchi e caricarli con altro escavatore dotato di ragno su rimorchi per destinarle all'abbruciamento o all'accatastamento in zone ben definite, infine trinciatura delle ceppaie piccole rimaste a terra con trincia forestale.

 

Se trovi le ditte boschive interessate al lavoro secondo me con il ricavato dei soldi dalla vendita della legna in piedi ricavi una buona cifra per pagare una parte delle spese.

Naturalmente questo presume che tu abbia tutti ipermessi per procedere al cambio di destinazione del terreno che da boschivo diventerà agricolo.

E perchè, dopo il taglio e la trinciatura delle ramaglie, non passi con una macinasassi tipo FAE o Rinaldi o simili? Unico passaggio e trinciatura di ogni residuo colturale (compreso radici e sassi) fino a 30-40 cm. di profondità

 

 

Saluti

Link to post
Share on other sites

Esperienza di pioppete da sistemare non ne ho molte, comunque da 3 anni coltivo un pezzo di terra (4 ettari) dove c'era un pioppeto, è stata fatta la raccolta di tutta la legna, la trivellazione delle ceppaie, poi c'ho passato un paio di volte l'erpice a dischi per spianare le buche, e in questi 3 anni ho fatto solo sodo e minima lavorazione, un'altro paio di anni così, poi penso di arare a 20-25 cm e penso che per quel tempo le radici anche se ci sono siano abbastanza marce da non dover fare grossi danni, stessa cosa fatta da un'altro agricoltore 10 anni fa su una pioppeta da 25 ettari riportata a seminativo, ha fatto minima lavorazione per 4-5 anni, poi ha arato e livellato senza fare danni.

 

Potresti fare così anche te, una volta levata la legna, trivellate le ceppaie, fare qualche anno di minima lavorazione superficiale e poi arare più avanti.

 

Se invece devi assolutamente livellare, non vedo altra soluzione che una fresaceppi così almeno per i primi 40 cm sei apposto, ma fresare 100 ettari di roba non è cosa da poco.

Edited by DjRudy
Link to post
Share on other sites

Prima di tutto dovevi combinarti bene sulla trivellazione dei ceppi,magari ti costava un po' di piu' ma dovevi chiedergli di tagliare meno spesso.

Oppure combinavi con l'estrazione e recuperavi il ceppo al limite come legna da ardere.

Questo significava meno legno in giro a pertanto meno problemi.

 

Intanto ora ti devi accertare che non vi siano piu' ceppi in giro.

 

Poi hai due scelte:

O chiami qualcuno con una fresa forestale e pretendi i 40 cm. di profondita'

Oppure ti vai a cercare qualcuno con un aratro da scasso,80-90 cm, di quelli pesanti trainati da cingolati da 200-250 Hp

Cosi risolvi il problema definitivamente.

Una curiosita:

Chi e' venuto con la trivella?

 

Se hai dei problemi per l'aratura o la fresa forestale mandami un MP che ti posso dare alcuni riferimenti.

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ragazzi, ne aprofitto per chiedervi un consiglio.

Ho un pascolo in disuso da un po di anni ed in una parte sono cresciute ginestre di oltre 1,5 metri.

Ora devo rimettere in "funzione" il pascolo ed ho contattato 2 terzisti e con trinci forestali.

 

Secondo la vostra esperienza viene fuori un buon lavoro?

Una volta passato con il trincia forestale, mi consigliate di ripassarlo con un classico trincia a martelli l'anno successivo?

E' sufficiente secondo voi come lavoro?

 

Vi ringrazio in anticipo

 

Luca

Casa Bianca

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Alla fine abbiamo tentato con un buon successo.

 

Avevamo ginestre alte dal metro e mezzo ai 3 metri che passavano ben oltre il tettino della ruspa.

 

Eravamo così attrezzati FA 120 con rastrello per schiacciare (una o 2 passate), Fiat 95/55 con trincia nobili a martelli che spaccava il grosso e per finire Lamborghini EVO III con trincia cabe a coltelle.

 

Alla fine sta venendo un ottimo lavoro, tutto sminuzzato perfettamente. Devo dire che siamo partiti molto scettici, perchè l'agosto scorso avevamo provato senza successo, forse a fine inverno la pianta di ginestra è più tenera e si è lavorato bene.

 

Vi allego 3 foto per rendervi conto di cosa abbiamo fatto..... e dovremo ancora fare...

cimg2956x.jpg

cimg2943z.jpgcimg2948.jpg

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
  • 2 months later...
  • 5 months later...
ok ma tale macchina fa solo il ceppo e le ramaglie? ipotizzando di arare con monovomere da scasso dopo le radici che fuoriescono con cosa le trituro?

grazie per le risposte ma dato che hai + background di me in agricoltura, mi ipotizzi data la superficie di 100 ha l'acquisto/ noleggio se lo fanno o rivolgermi a un contoterzista che fa queste bonifiche?

Tu conosci qualcuno in proposito?

Per delucidarti di come sono andate le cose l'anno passato , il contoterzista chiamato è passato 8 volte prima di trivellarmi tutti i ceppi e lui stesso ha tentato di usare un challenger 755B con fae ma data la grandezza dei ceppi cedeva il motore in 1!!!!!

Per cui sono un po'disorientato sul cosa usare dato che per aratura e livellamento ho rotto aratro- bracci sollevatore 7800; livella mara rotta un' ala durante livellamento tutto per non completa triturazione ceppi, amnesie di ceppi non trivellati perche' la trincia forestale li copriva con la terra invece di evidenziarli e alla fine sono andato in contenzioso con quel contoterzista poco pofessionale ( comunque messo tutto a posto dopo qualche mese).

Dall'altra per 1 bonifica si di 100ha ho un budget da seguire e l'acquisto di tutte queste macchine mi sembra un po' oneroso.....

Chiedo quindi consiglio a te e a chi si è già trovato nelle mie condizioni o che conosce veri professionisti

che possono effettuare un lavoro appropriato.

ciao e grazie

johndeerista

 

 

Alla fine come hai proceduto all'esbosco?

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
  • 4 months later...

Deutz con trincia forestale visto in croazia, da notare le condizioni generali, soprattutto delle gomme, e la maxi zavorratura!

 

Dato che ci sono metto anche un victory, che ha una macina sassi.

 

[ATTACH=CONFIG]6932[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]6933[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]6934[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]6935[/ATTACH] [ATTACH=CONFIG]6931[/ATTACH]

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
  • 2 years later...

Buongiorno a tutti. Ho da poco comprato una pala cingolata Fiatallis Fl7 con impianto idraulico per ripper/retroescavatore. Avendo necessità di pulire parecchi terreni da infestazioni di rovi e ginestre, pensavo di comprare una trincia forestale idraulica (da collegare all'impianto del retroescavatore) da montare al posto della benna. Volevo chiedervi se avevate esperienza diretta di questo tipo di soluzione e se mi potete consigliare qualche modello specifico. Premetto che la Seppi mi ha riferito di non avere macchine adatte alla mia pala (pare per problemi di portata di olio).

Grazie in anticipo a tutti.

Marchese

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...