Jump to content
Mikis70

Tecniche di vinificazione

Recommended Posts

metterò del saccaromices bayanus...non so se accenderci la lampada alogena vicino per tenere la temperatura alta

Sicuramente una temperatura bassa non aiuta la fermentazione.

Io ti consiglio di portare il mosto ad una temperatura di 16-18 gradi.

I lieviti vanno sciolti in acqua zuccherata (o acqua e mosto) ad una temperatura di 36/38 gradi e lasciati riposare per una mezz'ora.

Una volta reidratati (dovrebbe formarsi una bella schiuma densa) aggiungi ancora un po di mosto e controlla che la fermentazione parta subito, dopo qualche ora aggiungi ancora mosto e lascia fermentare, continua così fino a quando non hai raggiunto una massa di 15/20 litri di mosto in piena fermentazione. A questo punto saranno passati almeno un paio di giorni e puoi unire il tutto alla restante massa controllando sempre che la fermentazione non si arresti.

Sarebbe anche utile per queste fermentazioni "difficili" aggiungere della scorza di lievito che serve da nutrimento per i lieviti stessi.

Fatto tutto questo serve solo tanta pazienza ed aspettare che la fermentazione finisca, sapendo che può durare anche alcuni mesi.

Vinificare certe uve non è semplice, richiede tempo e il risultato non è garantito (poiché possono sorgere diversi problemi) ma la soddisfazione e l'appagamento che si ha dopo non ha prezzo.:gluglu:

Share this post


Link to post
Share on other sites

voi subito dopo alla pigiatura dove mettete il vino a fermentare prima di essere torchiato io prima lo mettevo in una "tina in cemento"adesso visto che ho ridotto le viti questa struttura è troppo grande e ho provato a metterlo in botti di vetroresina ma mi sembra che non si sia trasformato in vino sembra dolciastro bo. voi utilizzate botti in vetroresina o c'è un qualche contenitore piu grosso di spessore in modo che non risenta dello sbalzo di temperatura

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, volevo farvi una domanda, dunque per ottenere il vino frizzante in casa solitamente lo si fa ri-fermentare in bottiglia, e qui ok... Ma se io invece di farlo ri fermentare in bottiglia lo faccio fermentare in un'autoclave da acqua? a pressione controllata mediante manometro e entrata e uscita del vino dal basso, in modo che quando avrà finito la fermentazione,visto che l'uscita è dal basso, il fondo dei lieviti morti li toglierei spillando il primo vino, così che rimane solo vino limpido all'interno... Tipo una sorta di bag in box gigante... che ne pensate? è possibile una cosa simile o sono un folle? =D =D =D

 

http://www.xtremeshack.com/image/270284.html

Edited by FIAT 27C DIESEL

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salve a tutti, volevo farvi una domanda, dunque per ottenere il vino frizzante in casa solitamente lo si fa ri-fermentare in bottiglia, e qui ok... Ma se io invece di farlo ri fermentare in bottiglia lo faccio fermentare in un'autoclave da acqua? a pressione controllata mediante manometro e entrata e uscita del vino dal basso, in modo che quando avrà finito la fermentazione,visto che l'uscita è dal basso, il fondo dei lieviti morti li toglierei spillando il primo vino, così che rimane solo vino limpido all'interno... Tipo una sorta di bag in box gigante... che ne pensate? è possibile una cosa simile o sono un folle? =D =D =D

 

http://www.xtremeshack.com/image/270284.html

 

Se la struttura del mezzo e' quella in foto quando sbocchi perdi un bel po' di materiale causa sedimenti che decadono anche dopo lo sboccatura. Non avrai nemmeno la possibilita' di campionarlo per decidere il giusto punto del prodotto finale.

 

Se per te non e' un problema e hai un filtro a maglie strette non vedo perche' no. L'unico inconveniente e' legato alla campionatura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della risposta, e se invece tenessi l'apertura verso l'alto? Così i sedimenti rimangono in fondo e essendo a pressione il pallone inerno, il vino uscirebbe comunque...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie della risposta, e se invece tenessi l'apertura verso l'alto? Così i sedimenti rimangono in fondo e essendo a pressione il pallone inerno, il vino uscirebbe comunque...

 

No ti esce solo il gas. Il vino sta sempre sotto. Gli assaggiavino di solito stanno nel mezzo, ma li mi sembra un po' complicato adattarlo. Forse potresti tenerlo in posizione orizzontale, dentro una culla durante la fase di fermentazione. In quella posizione dovresti riuscire a prelevare senza prendere solo i sedimenti. Poi è ovvio che quando vorrai toglierlo da li come ti ha detto CBO ci vorrebbe un filtro a maglie strette perché il tappo lo devi rimettere sotto, oppure lo bevi torbido...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E se prendo uno di quei fusti da olio col tappo ermetico, e nel tappo gli faccio un foro e gli metto un manometro per la pressione? il rubinetto dovrebbe rimanere due dita dopra al fondo del fusto così che quando si spilla non dovrebbe uscire il fondo... in teoria...

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ti consiglio di non giocare troppo per fare vini spumanti... un contenitore del genere a 5-6 bar è una piccola "bomba"... la cosa migliore sarebbe utilizzare i fusti in inox per birra/vino... il problema dopo è spillare il prodotto perchè serve la spina...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quanto zucchero bisognerebbe aggiungere per farlo frizzante? Perché più che lo zucchero io preferirei aggiungere vino dolce, tipo 25 litri del mio sangiovese e 5 litri di cagnina (vino rosso dolce) e i lieviti per far partire la fermentazione... Oppure 20 sangiovese, 5 cagnina e 5 lambrusco, per darci più profumi ;)

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra un po' fiacco ad 1,5 o 2 bar. Di solito si lavora sui 4 bar e per ottenerli spesso si parte dai 5. Diciamo che ci vogliono dai 16 ai 20 g/litro di zucchero. Per usare vino dolce dovresti fare un'analisi e vedere quanti zuccheri residui possiede ancora quel vino. Partendo da quel dato aggiusti il tiro con lo zucchero se serve. Per il resto evita assolutamente di usare recipienti non adatti alla pressione. Puoi farti del male o farne ad altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me basterebbe fare un vino simil lambrusco frizzante, ma con base sangiovese, nel coperchio ci metterei un manometro per il controllo della pressione e una valvola di sfiato se aumentasse troppo... A fine fermentazione imbottoglierei tutto e via...

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cominciata la vendemnmia 2017 ...

Buona vendemmia a tutti

Se avete dubbi o curiosita siamo pronti ad ascoltarvi!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...