Jump to content
Johndin

Difesa della vite (patologia ed entomologia!)

Recommended Posts

Io otto giorni prima di trovare le tracce d'oidio avevo dato forum r + microthiol 500g/Hl(zolfo bagnabile) ma l'oidio me lo sono cuccato lo stesso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il prodotto in polvere penetra meglio sia all'interno della vegetazione che nei grappoli,cosa molto più difficile con un prodotto bagnabile,e inoltre la parte caduta nel terreno ritorna sotto forma di vapore sulla vegetazione.Però può andare bene anche quello bagnabile se non disponi di solforatore.

L'uva bianca è uva da tavola?

 

Ciao Roberto.

Ricordavo di averlo visto, e l'ho trovato il solforatore, e funziona.

Lo userò per queste viti che hanno più problemi.

L'uva bianca dovrebbe essere da tavola, ma dato l'aspetto non invitante la parte utilizzabile va a finire nel mosto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per hp 90 ad essere sincero mi sembrano pochini 2 trattamenti l'anno, a meno che dalle tue parti hai l'angelo custode.Io ne ho fatti 7.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Agropowero stai sicuro che l'angelo custode lo hai pure tu se qui da me si fosse a soli 7 trattamenti non ci sarebbero neppure le viti! ormai cominciamo a parlare del doppio quasi...........e non solo io ma la media normale che cè in giro......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per hp 90 ad essere sincero mi sembrano pochini 2 trattamenti l'anno, a meno che dalle tue parti hai l'angelo custode.Io ne ho fatti 7.

I miei quantitativi sono sotto i 400 litri di vino (per uso proprio).

Credo sia stato 3 anni fa, non ho fatto trattamenti,

l'anno scorso ne avrò fatto un paio, quest'anno circa 3, ma ora terrò sott'occhio solo quelle soggette ad ammalarsi.

Solitamente quì in montagna l'estate è molto asciutta,

i nostri problemi iniziano da fine autunno a fine primavera, con un inverno freddo umido.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io questa mattina ho fatto l'11 trattamento ne faro sicuramente altri 2 poi spero basta

Come detto in qualche post fa quest'anno e' un disastro con l'oidio,in particolar modo in un vigneto che e' in collina dove nel pomeriggio c'e' sempre vento,ora ho fatto due trattamenti ravvicinati di thiovit e topas ad alto dosaggio per cercare di fermare l'infezione e poi oggi sono ripartito con trattamenti normali,con prodottoi per oidio tenendo sempre dosi alte,pensavo di fare un trattamento con l'impolveratrice tra un trattamento e l'altro,in quanto prima che inizi l'invaiatura passeranno ancora due settimane comode,secondo voi e' una buona idea

Edited by dadorex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo zolfo in polvere, a 25-30 kg/ha, è micidiale! Secondo me è un'ottima idea!

E' ben attivo anche su infezioni in atto... ovvio che quel che è fatto è fatto: ma puoi limitare la diffusione del fungo!

CIao!

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche anno fa diedi dello zolfo in polvere ma poi si sentiva il cattivo odore nel vino, come si può evitare questa cosa?

Se cade a terra funziona ugualmente un po'?

Share this post


Link to post
Share on other sites

penso che basta rispettare i tempi di carenza e le dosi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

domani volevo fare il trattamento in polvere visto che volevo farlo questa mattina ma pioveva,solo che ho un dubbio,domani il meteo mette bel tempo per praticamente tutto il giorno,poi giovedi pioggia per tutto il giorno e da venerdi poi bello,mi conviene aspettare venerdi a fare il trattamento secondo voi?chiedo perche trattamenti in polvere non ne ho mai fatti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ormai aspetta venerdì. Poi quando sei a metà invaiatura fai un trattamento ai grappoli con rame, poi basta trattamenti.

 

Ciao Roberto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri ho dato lo zolfo in polvere con un solforatore a spalla, che fatica, però spero che funzioni dato che i vari prodotti sistemici usati fin'ora mi hanno regalato tracce d'oidio nelo sangiovese...

Quest'altranno se lo trovo, prendo un solforatore da attaccare al trattore, quanto potrà costare? Magari anche usato dato che ho solo 1 ettaro di vigneto...

comunque ieri allo zolfo in polvere ho aggiunto anche un po' di ossicloruro di rame, ho fatto bene secondo voi? Saluti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

ho seguito i Vs. consigli e devo dire che mi sono trovato molto bene.

Ho continuato ad usare Curit trio + zolfo in polvere (in sostituzione dell'arius system) + dusban + l'ultima pompata con un prodotto x le mosche bianche.

L'uva la vedo abbastanza bene, solo un pochino di macchie sugli acini e qualche spaccatura sugli stessi.

sarà iodio ??

qualche domanda ancora:

1- ma l'ultimo trattamento quando si fà ?? considerando che il vino lo faccio l'ultima settimana di settembre.

2 - e' importante spogliare la pianta di tutte le foglie x far maturare il grappolo ? 1 volta l'ho fatto e' una faticaccia.....

 

grazie

frack

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fiat27C,non hai fatto male ad aggiungere rame allo zolfo in polvere,anzi.....i solforatori da 50 kg circa costano circa 1300/1500 euro.....nuovo,ma per un ettaro ti conviene cercarne uno usato....

 

Frack71,se la spaccatura è abbastanza profonda potrebbe essere oidio,ma anche no!ci vorrebbe qualche foto cosi a naso è difficile....l'ultimo trattamento lo faccio in base alla stagione (piovosa o meno...NON spogliare la pianta assolutamente,la defogliazione è importante in caso di tanta vigoria della pianta,togli un pò di foglie magari tra 10/15 giorni dove sono concentrati i grappoli ma non tutte!

Ancora Dusban??ma che cavolo ne fai???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Alessio,

meno male per la defogliazione, che faticaccia risparmiata.

Appena posso, faccio qualche foto.

Il dusban lo tenevo e ce lo ho messo, non dovevo ?

Volevo chiederti qualche consiglio sull'uva rossa. Io ho la falnghina bianca, nel terreno di mia suocera che ha comprato 2 anni fà ci sono una decina di filari da 5mt. e' il piedirosso . Ho fatto gli stessi trattamenti ma l'uva e' pochissima. Il problema e' che molte piante non ne hanno proprio fatta. L'anno scorso ancora peggio, adesso si comincia a vedere qualc'osa.

Qualche consiglio ? concimazione e/o altro ?

grazie

frack

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma a mio avviso il dursban potrebbe aver fatto bene per la tignola se c'è ne qualcuna in giro. La spaccatura sul chicco con polverina biancastra attorno è oidio. Potresti fare del tebuchenazolo. L'ultimo trattamento come ti ho già detto altre volte dipende come dice Alessio dal tempo. Oramai la peronospora non fa più paura ma se per casd quello che hai è oidio e allora bisogna tenerlo sotto controllo con un prodotto specifico. Per quanto riguarda la vigna che non produce parti da una buona potatura poi basta del letame o della nitrophoska e vedrai che l'uva verrà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si alfieri,il dusban va benissimo per la tignola(anche se io per disciplinare non posso usarlo)però il nostro amico,mi pare che l'abbia messo più del dovuto infatti l'ho sentito parlare spesso di questo prodotto,l'oidio orami non si fa più nulla,se ce l'hai devi tentare di fermarlo,ma non sperare di riuscire a toglierlo perchè è troppo tardi......

 

Riguardo alla poca produzione,è un argomento troppo vasto,può essere benissimo come dice alfieri che con una buona letamata si risolve,come potrebbe eseere che te la sei bruciata trattando non correttamente........(speriamo di no!)

 

A prposito di tignola,qualcino di voi ha fatto lo spinosad?comè?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sei nella fase dell'invaiatura? Ormai i trattamenti sono inutili,eventualmente se vi fosse un periodo piovoso e con forte umidità si può pensare di effettuare un rameico sui grappoli,o un antibotritico per evitare l'insorgenza delle muffe, ma solo in questo caso altrimenti basta trattamenti. L'Oidio quello che hai ti rimane,la vegetazione non colpita ormai non è più attaccabile dall'Oidio.

Per l'uva che manca, nella vigna della suocera, prova il prossimo anno a cimare le viti una decina di giorni prima della fioritura in questo modo si viene a interrompere l'attività vegetativa che è in competizione con i grappoli in fase di fecondazione,e si favorisce l'allegagione.

 

Ciao Roberto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non sono affatto d'accordo,i trattamenti si devono fare ancora,nella mai zona sicuro,solo giovedi sera ha fatto quasi 70 mm di pioggia senza contare quelle del giorno prima............e domani dicono che ricomincia a piovere......antibotritico per me è d'obbiglo facendo uva da riposo.....poi cè da trattare per la tignola..ehh è ancora presto per metter via l'atomizzatore.........

 

Son d'accordo che l'oidio che hai te lo tieni ma se interrompi i trattamenti ora potresti benissimo prenderte ancora....

Share this post


Link to post
Share on other sites

noi per disciplinare dal 5 di agosto dobbiamo interrompere i trattamenti sui bianchi e dal 10 sui rossi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

oggi ho trattato con solo rame nei rossi ( solo le punte), forse la prossima settimana faccio l'ultimo antibotritico nei bianchi e quella dopo nei rossi...sicuramente a Trento non avete l'umidità e la vigoria che abbiamo in pianura ma il 5 di agosto mi sembra un po presto...quando credete di iniziare la vendemmia?!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non sono affatto d'accordo,i trattamenti si devono fare ancora,nella mai zona sicuro,solo giovedi sera ha fatto quasi 70 mm di pioggia senza contare quelle del giorno prima............e domani dicono che ricomincia a piovere......antibotritico per me è d'obbiglo facendo uva da riposo.....poi cè da trattare per la tignola..ehh è ancora presto per metter via l'atomizzatore.........

 

Son d'accordo che l'oidio che hai te lo tieni ma se interrompi i trattamenti ora potresti benissimo prenderte ancora....

 

In che cosa non sei d'accordo? Hai scritto esattamente quello che ho scritto nel post, in ogni caso il suggerimento era per Frack 71 che è della zona di Napoli,e non è quindi del Nord-Est come nel tuo caso.L'Oidio comunque ormai non lo prendi più,quindi a che cosa serve trattare contro l'Oidio?

 

Ciao Roberto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
...sicuramente a Trento non avete l'umidità e la vigoria che abbiamo in pianura ma il 5 di agosto mi sembra un po presto...quando credete di iniziare la vendemmia?!

 

Fine agosto, inizio settembre per base spumante , Chardonnay, Pinot ecc.

(L'anno scorso abbiamo vendemmiato il Chardonnay da vino fermo il 29 e 31 agosto).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho concluso i trattamenti il 31/07 sul pinot grigio, e il 10/08 su merlot e cabernet sauvignon.

L' antibotritico non lo faccio (serve unghezz).:asd:

L' anno scorso ho ultimato i trattamenti sulle varietà rosse, il 1° agosto e vendemmiato dal 17 settembre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...