Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 1.7k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Eccole Luca... qui erano appena installate. A parte il costo e la disponibilità di materiale del fornitore, ho scelto di accoppiare due lastre da 3mm in modo che nel caso col tempo la parte esterna si

io mi sono fatto sagomare delle lastre di policarbonato trasparente 3+3mm di spessore in modo da coprire tutta la porta e il deflettore dx del mio Lambo R2.86. Sono fissate al telaio della cabina pe

Oggi sono andato a prenderlo e portato a casa, visto che era di un vicino, sono rimasto davvero  ammirato dalla robustezza della macchina, ha una carcassa con degli spessori di lamiere  che non mi asp

Posted Images

8 minuti fa, Niky199 ha scritto:

Si esatto. Avrei potuto fare anche la modifica artigianale ma ho preferito prenderlo già fatto.

 

Continuo a pensare di aver fatto bene ad eliminare il portellone in configurazione tutta aperta da tutti i trincia che progetto e metto in produzione

Link to post
Share on other sites
Continuo a pensare di aver fatto bene ad eliminare il portellone in configurazione tutta aperta da tutti i trincia che progetto e metto in produzione
Magari manuale, ma il portellone anche solo per il cambio denti, lavaggio macchina, risulta comodo.
Che poi sia fuori norma si sa.
Strano infatti ci siano costruttori che lo prevedano
Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Gallo88 ha scritto:

Magari manuale, ma il portellone anche solo per il cambio denti, lavaggio macchina, risulta comodo.
Che poi sia fuori norma si sa.
Strano infatti ci siano costruttori che lo prevedano

Puoi sempre scavalcare il problema semplicemente mettendo dei pittogrammi che identificano il portellone smontabile solo per manutenzione, come fa la maggior parte dei costruttori. Ma su questo agrimaster mancano anche i pittogrammi (e ne mancano anche altri sulla parte frontale del trincia)

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Niky199 ha scritto:

Si, altrimenti per il mercato UE non viene fatta. Così posso chiudere vicino alle strade ai confini degli appezzamenti (visto i tempi che corrono c'è da prendersi una denuncia come niente) e apro in tutte quelle situazioni in cui voglio che il trincia scarichi di più.
L'ha visto mio babbo ha detto che la macchina pare bella, spero vada anche bene.

Questa cosa non me la spiego. Quando ho preso la trincia berti il portellone lo hanno bloccato irreversibilmente ( devi smerigliare un bel pò di roba) e per sostituire i denti a trincia va appesa e lavori da sotto , cioè non puoi lavorare con l'attrezzo al sollevatore del mezzo. Personalmente preferirei lavorare con la trincia collegata al mezzo e poggiata a terra però se non può essere neanche fabbricata così già da due anni , come hanno fatto a vendertela ora così? Scaricare ? Non capisco i problemi nello scaricare i residui. Il limite della trincia è la trasmissione a cinghia mica il flusso dei residui.

Link to post
Share on other sites



Scaricare ? Non capisco i problemi nello scaricare i residui. Il limite della trincia è la trasmissione a cinghia mica il flusso dei residui.

Succede soprattutto con la paglia, tende a lasciare l'andana lì dov'è, a cofano aperto invece la sparge almeno un po', stesso difetto con gli stocchi di mais. Anche con l'erba se è parecchio alta e fitta tende a fare il "mucchio".

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Niky199 ha scritto:


 


Succede soprattutto con la paglia, tende a lasciare l'andana lì dov'è, a cofano aperto invece la sparge almeno un po', stesso difetto con gli stocchi di mais. Anche con l'erba se è parecchio alta e fitta tende a fare il "mucchio".
 

Dipende anche da quanto la fai lavorare rasoterra. Comunque se non hai controlli su sicurezza o bandi inail , devi solo stare attento tu. Io Ho provato a tenere sollevate le bandelle posteriori però alla fine non è che sparge molto di più. Quando trincio gli stocchi dei carciofi fatti ad andana fa mucchio solo se non sono bene secchi o se il terreno è umido . Non ho mai trinciato paglia andanata ma penso sia lo stesso . Se secca ti polverizza tutto e niente mucchi

Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Niky199 ha scritto:

Succede soprattutto con la paglia, tende a lasciare l'andana lì dov'è, a cofano aperto invece la sparge almeno un po', stesso difetto con gli stocchi di mais. Anche con l'erba se è parecchio alta e fitta tende a fare il "mucchio".

Esatto, il mio vecchio trinciastocchi anni '90 non aveva il portellone dietro e con certi residui faceva il mucchio, soprattutto con quelli di mais e soia, l'anno scorso lo abbiamo sostituito con un nuovo modello ovviamente con il portellone e tenendolo chiuso abbiamo notato che stende il residuo su tutta la larghezza uniformando la bina ed eliminando i mucchi, oltre che a sminuzzare maggiormente i residui.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Questa cosa non me la spiego. Quando ho preso la trincia berti il portellone lo hanno bloccato irreversibilmente ( devi smerigliare un bel pò di roba) e per sostituire i denti a trincia va appesa e lavori da sotto , cioè non puoi lavorare con l'attrezzo al sollevatore del mezzo. Personalmente preferirei lavorare con la trincia collegata al mezzo e poggiata a terra però se non può essere neanche fabbricata così già da due anni , come hanno fatto a vendertela ora così? Scaricare ? Non capisco i problemi nello scaricare i residui. Il limite della trincia è la trasmissione a cinghia mica il flusso dei residui.

sbagliato. la geometria posteriore del trincia è determinata dal tipo di prodotto da trinciare. nei trinciastocchi a portellone apribile si può decidere come distribuire il prodotto ma, soprattutto, a determinarne lo sminuzzamento. di conseguenza un portellone "chiuso" consente un migliore sminuzzamento che si paga con maggiore potenza assorbita. al contrario se si usa un portellone aperto lo sminuzzamento è inferiore e pure la potenza assorbita. la maggior parte dei costruttori propone trinciastocchi a portellone perchè sono normalmente macchine più corte e sono figlie di progetti vecchi. dopodichè per farle a norma il portellone viene bloccato (saldato o avvitato) con i pittogrammi dedicati. negli ultimi trinciastocchi che ho fatto ho mantenuto il portellone ma tale è solo per ispezione. la macchina è diventata lunga così si simula il trinciastocchi a portellone aperto, pur rimanendo a norma.

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, ingpirata21 ha scritto:

sbagliato. la geometria posteriore del trincia è determinata dal tipo di prodotto da trinciare. nei trinciastocchi a portellone apribile si può decidere come distribuire il prodotto ma, soprattutto, a determinarne lo sminuzzamento. di conseguenza un portellone "chiuso" consente un migliore sminuzzamento che si paga con maggiore potenza assorbita. al contrario se si usa un portellone aperto lo sminuzzamento è inferiore e pure la potenza assorbita. la maggior parte dei costruttori propone trinciastocchi a portellone perchè sono normalmente macchine più corte e sono figlie di progetti vecchi. dopodichè per farle a norma il portellone viene bloccato (saldato o avvitato) con i pittogrammi dedicati. negli ultimi trinciastocchi che ho fatto ho mantenuto il portellone ma tale è solo per ispezione. la macchina è diventata lunga così si simula il trinciastocchi a portellone aperto, pur rimanendo a norma.

Cosa sbagliato ? Il limite della trincia? Intendevo che nel funzionamento ciò che limita la velocità è la trasmissione a cinghia nel senso che non posso fargli trinciare tutto quello che voglio e alla velocità che mi pare. Il trattore alla pdf ha la potenza per far girare il tutto ma poi vedi le cinghie fumare. La mia è a cassa alta e lunga circa un metro e mezzo  e non ho mai avuto problemi a trinciare qualsiasi cosa a condizione che fosse ben secca la terra presente. Stocchi di carciofo dopo la lamatura spesso sono compattati con terra. Purtroppo non mai usato una trincia con portellone aperto però da quelle che ho visto vecchie non avevano problemi se non una maggiore difficoltà a determinare l'altezza di lavoro perchè erano senza rullo e quindi la finivano per lavorare come frese...😅

Però ho rivisto ora la brochure del mio modello attualmente on-line.  Anche la land ora ha il portellone apribile con l'idraulica. Ma sono cambiate le norme nel frattempo? Strano che si siano ammorbidite. Con il portellone chiuso sarebbero state un pochino più avanti riguardo alla specifica  "a prova di deficiente" .

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Cosa sbagliato ? Il limite della trincia? Intendevo che nel funzionamento ciò che limita la velocità è la trasmissione a cinghia nel senso che non posso fargli trinciare tutto quello che voglio e alla velocità che mi pare. Il trattore alla pdf ha la potenza per far girare il tutto ma poi vedi le cinghie fumare. La mia è a cassa alta e lunga circa un metro e mezzo  e non ho mai avuto problemi a trinciare qualsiasi cosa a condizione che fosse ben secca la terra presente. Stocchi di carciofo dopo la lamatura spesso sono compattati con terra. Purtroppo non mai usato una trincia con portellone aperto però da quelle che ho visto vecchie non avevano problemi se non una maggiore difficoltà a determinare l'altezza di lavoro perchè erano senza rullo e quindi la finivano per lavorare come frese...😅

Però ho rivisto ora la brochure del mio modello attualmente on-line.  Anche la land ora ha il portellone apribile con l'idraulica. Ma sono cambiate le norme nel frattempo? Strano che si siano ammorbidite. Con il portellone chiuso sarebbero state un pochino più avanti riguardo alla specifica  "a prova di deficiente" .

Non si sono ammorbidite, anzi. A dirla tutta se si seguono i criteri di progettazione illustrati nella normativa EN al dettaglio i piccoli trincia per uso hobbistico sarebbero invendibili. Magari il Land della brochure è raffigurato in una configurazione non per paesi UE. Se metti un portellone apribile completamente e succede qualcosa, il costruttore ne è direttamente responsabile. Perciò vendere una macchina del genere in UE è parecchio rischioso

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 4 months later...

scusate ma ho bisogno del consiglio degli esperti: mi serve un attrezzo per sminuzzare le infestanti che svettano sopra il frumento o il trifoglio, prima che vadano in seme.  Biologico, quindi uno dei pochi modi per pulire i campi è questo. La trincia sollevata un palmo sopra il livello della coltura funzionerebbe bene, ma sono fatte per appoggiare a terra, almeno quelle con il rullo, e con vibrazioni e sobbalzi rischio di spaccare i bracci del trattore. Esistono trince con ruote posteriori, da sostituire al rullo, ed altezza regolabile, in modo da poter passare con il taglio anche a 30/50 cm? oppure meglio le barre falcianti (che però non sminuzzano le infestanti)? avete attrezzi da consigliare per fare questo lavoro? grazie!

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Niky199 ha scritto:

Piatto rasaerba? Lo tieni alzato, dovrebbero essere più leggeri del trincia 


 

devo farci più o meno un centinaio di ettari... mi serve una larghezza di minimo 2 mt altrimenti è un lavoro infinito e non vale la pena.

 

Link to post
Share on other sites
devo farci più o meno un centinaio di ettari... mi serve una larghezza di minimo 2 mt altrimenti è un lavoro infinito e non vale la pena.
 

Mai visto fare così,secondo me è più quello che pesti che la pulizia che fai,la trincia fa ben poco se sta alzata perché trincia proprio perché sbatte la roba a terra,il piatto ok ma secondo me nn ha senso.
In bio le infestanti si controllano con le lavorazioni primarie e con le giuste rotazioni


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Calle 89 ha scritto:


Mai visto fare così,secondo me è più quello che pesti che la pulizia che fai,la trincia fa ben poco se sta alzata perché trincia proprio perché sbatte la roba a terra,il piatto ok ma secondo me nn ha senso.
In bio le infestanti si controllano con le lavorazioni primarie e con le giuste rotazioni


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

è quello che facciamo, ma non ci si riesce sempre nè ovunque, è sempre una lotta contro il tempo (metereologico), capita che salti la possibilità di una falsa semina perchè per le piogge non si riesce ad entrare per due mesi di fila, ad esempio, oppure che certe partite di seme siano sporche, insomma, capita.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, K71 ha scritto:

devo farci più o meno un centinaio di ettari... mi serve una larghezza di minimo 2 mt altrimenti è un lavoro infinito e non vale la pena.

 

Ma anche se prendi una trincia a coltelli leggera , se passi con il grano in levata schiacci un sacco di roba. Qualcosa si solleva ma sale anche l'erba di nuovo. La trincia se è leggera puoi togliere il rullo e farla lavorare alta ma occhio al cardano perchè con grosse angolazioni potrebbe lavorare male .

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Lascia perdere la trincia, ti serve una cimatrice, meglio se frontale.
Con la trincia come si diceva sopra è più quel che pesti.
Produttori nazionali Meneguzzo o Cavalleretti.
Questo è un esempio



Costo relativo, soprattutto se devi passare 100 ettari.
Io la uso sulla soia, ma se guardi i video soprattutto in Francia la usano su grano

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Domyx ha scritto:

Lascia perdere la trincia, ti serve una cimatrice, meglio se frontale.
Con la trincia come si diceva sopra è più quel che pesti.
Produttori nazionali Meneguzzo o Cavalleretti.
Questo è un esempio

 


Costo relativo, soprattutto se devi passare 100 ettari.
Io la uso sulla soia, ma se guardi i video soprattutto in Francia la usano su grano

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk
 

 

eccola, è questa che mi serve. Grazie!

Link to post
Share on other sites


eccola, è questa che mi serve. Grazie!
Grazie di cosa?
Io ci sono arrivato quest'anno.
L'anno scorso per cimare il giavone sul riso ho provato anche il Kubota da giardino 23 CV con lama davanti...

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
Lascia perdere la trincia, ti serve una cimatrice, meglio se frontale.
Con la trincia come si diceva sopra è più quel che pesti.
Produttori nazionali Meneguzzo o Cavalleretti.
Questo è un esempio



Costo relativo, soprattutto se devi passare 100 ettari.
Io la uso sulla soia, ma se guardi i video soprattutto in Francia la usano su grano

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk

L'ha usata anche il mio vicino in bio sulla soia lo scorso anno, con buoni risultati.

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Ad una manifestazione di macchine per agricoltura biologica in Francia ho visto in azione questa marca di cimatrici totalmente idraulica, ( https://www.agriaffaires.it/usato/attrezzo-animato-altro/42471989/ecimeuse-6m.html ) non parlo per esperienza perché non l’abbiamo in azienda, ma se la dovessi acquistare starei sopra i 6 metri di larghezza, altrimenti a mio avviso pesti troppo.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Volevo chiedere informazione, io lavoro in azienda che produce trinciatrici praticamente sono partito con i dimensionamenti trinciatrici idrauliche per il corretto accoppiamento con escavatori e skid street ma essendo  piccola azienda sono l'unico ingegnere realizzo i telai e faccio responsabile acquisti.

Anche io ho trinciatrice e quando la regolo tengo i martelli a  tre quattro dita da terra e avendo l'asola su terzo punto cerco di tenerlo nel mezzo per avere un certo movimento.

Adesso cliente aveva richiesto trincia con mazze lisce al posto delle dentate che hanno raggio più corto di un centimetro e dopo un anno ha tagliato le piastre perché dice sarebbe meglio se le mazze quasi toccassero il terreno.

La mia domanda è questa, voi come regolate la trinciatrice? Secondo me tenere troppo vicino le mazze soprattutto su terreni non perfettamente in piano toccherebbero provocando rapida usura, 

per come la penso io la trinciatrice deve trinciare e non fresare, ed è quello che vedo molto spesso su macchine in riparazione sembra che facciano il secondo lavoro.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...