Jump to content

Recommended Posts

Grazie, dovere; spero che la redazione dell'Informatore Agrario non se ne abbia a male per i diritti d'autore non rispettati (in teoria bisognerebbe chiedere l'autorizzazione prima di copiare).

Ne ho in cantiere anche altri, ma prossimamente.

Link to post
Share on other sites

Cosa resterà di quegli anni '80 ? Mi sembra fosse Raf (che non è manco il mio ideale d'artsta) che cantava una cosa del genere, e che ben si adatta al tema.

 

Accusatemi giustamente di essere fazioso, ma oggi, a 24 (ventiquattro) anni da quell'articolo d'attualità tecnica, rieco a leggere solo una grande linea di coerenza, ed è verde con una line gialla in mezzo.... anche se si possono scorgere altre tonalità lì in mezzo.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites

 

Accusatemi giustamente di essere fazioso ..........................

 

 

No, secondo me solo poco obbiettivo ...................

 

Sò benissimo che con i "sè e con i mà", non si arriva da nessuna parte, tuttavia credo che se nell' articolo in questione fosse stato mensionato/analizzato anche il MF 3090 o 3610 (naturalmente macchine circa pari cv. a quelle prese in esame)................... con tutta probabilità, forse le linee di grande coerenza sarebbero state due ................... mà ............ dubito che le avresti lette entrambe. :2funny::2funny::2funny:

Link to post
Share on other sites

Forse, in soldoni, l'unica cosa che riguarda noi, è la valutazione dell'usato e quanto possa essere gradito sul piazzale del commerciante ogniuno di quei trattori (ovvero qual'è il più rivendibile e piazzabile).

Link to post
Share on other sites
Cosa resterà di quegli anni '80 ? Mi sembra fosse Raf (che non è manco il mio ideale d'artsta) che cantava una cosa del genere, e che ben si adatta al tema.

 

Accusatemi giustamente di essere fazioso, ma oggi, a 24 (ventiquattro) anni da quell'articolo d'attualità tecnica, rieco a leggere solo una grande linea di coerenza, ed è verde con una line gialla in mezzo.... anche se si possono scorgere altre tonalità lì in mezzo.

 

Scusami ma dove la vedi? io circa 6 anni dopo ho acquistato un jd 3350 grandissima macchina niente da dire ma molto molto convenzionale anzi quasi arcaica infatti alcuni anni prima avevo acquistato un same explorer che secondo me a innovazione era più avanti, un mio amico sempre in quegli anni aveva comprato un titan che aveva addirittura la telecamera per controllare il lavoro al posteriore ....

secondo me come innovazione negli ultimi anni un solo marchio si è distinto ed è la fendt:ave:...

Link to post
Share on other sites

Grazie mille Tiziano per aver postato questi documenti (per me valgono come l'oro!).

 

Se ne hai altri (ad esempio un confronto simile, ma su una fascia di cavalli più alta o più bassa) postali quando e se ne hai la possibilitàO0.

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

Il concetto di "coerenza" relativamente ai modelli trattati e che volevo esprimere si può così riassumere:

 

- Renault, non esiste più...

- Gruppo Deutz Same Lamborghini. Almeno all'epoca i bianchi avevano l'acqua ed i rossi avevano l'aria, come per gli stessi Deutz. Oggi si sono mischiati un pò tutti assieme e la risultante ....ne è la conseguenza

- Fiat, le ceneri sono conservate in un'urna a Basildon (qualcuno ancora porta fiori ogni 2 novembre)

- International IH Neuss (D) ...manco il DNA è rimasto (pensare che era forse il Grande Competitor)

- Carraro... molto meglio l'identità che si è saputa creare l'Agritalia di oggi

- Landini.... forse la coerenza è l'unica grande virtù, certo non dello stesso "rango"

- Fendt, .....forse quello più vicino a JD come "vera coerenza", anche se i padroni son cambiati...

- John Deere tale era, tale è, stessa fabbrica, stessa autarchia, stessa proprietà, stessa filosofia...

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
Il concetto di "coerenza" relativamente ai modelli trattati e che volevo esprimere si può così riassumere:

 

- Renault, non esiste più...

- Gruppo Deutz Same Lamborghini. Almeno all'epoca i bianchi avevano l'acqua ed i rossi avevano l'aria, come per gli stessi Deutz. Oggi si sono mischiati un pò tutti assieme e la risultante ....ne è la conseguenza

- Fiat, le ceneri sono conservate in un'urna a Basildon (qualcuno ancora porta fiori ogni 2 novembre)

- International IH Neuss (D) ...manco il DNA è rimasto (pensare che era forse il Grande Competitor)

- Carraro... molto meglio l'identità che si è saputa creare l'Agritalia di oggi

- Landini.... forse la coerenza è l'unica grande virtù, certo non dello stesso "rango"

- Fendt, .....forse quello più vicino a JD come "versa coerenza", anche se i padroni son cambiati...

- John Deere tale era, tale è, stessa fabbrica, stessa autarchia, stessa proprietà, stessa filosofia...

 

In effetti vista così hai ragione non avevo capto cosa intendessi...O0

comunque includerei anche la same anche perchè con le leggi anti inquinamento i motori ad aria non possono più essere omologati quindi hanno dovuto cambiare per forza...

Link to post
Share on other sites
Il concetto di "coerenza" relativamente ai modelli trattati e che volevo esprimere si può così riassumere:

 

- Renault, non esiste più...

- Gruppo Deutz Same Lamborghini. Almeno all'epoca i bianchi avevano l'acqua ed i rossi avevano l'aria, come per gli stessi Deutz. Oggi si sono mischiati un pò tutti assieme e la risultante ....ne è la conseguenza

- Fiat, le ceneri sono conservate in un'urna a Basildon (qualcuno ancora porta fiori ogni 2 novembre)

- International IH Neuss (D) ...manco il DNA è rimasto (pensare che era forse il Grande Competitor)

- Carraro... molto meglio l'identità che si è saputa creare l'Agritalia di oggi

- Landini.... forse la coerenza è l'unica grande virtù, certo non dello stesso "rango"

- Fendt, .....forse quello più vicino a JD come "versa coerenza", anche se i padroni son cambiati...

- John Deere tale era, tale è, stessa fabbrica, stessa autarchia, stessa proprietà, stessa filosofia...

 

Che John Deere sia rimasta l'unica casa costruttrice a non essere stata acquisita da nessun gruppo internazionale e che pertanto abbia mantenuto una propria solida identità, è fuor di dubbio, ed è un merito che giustamente le va riconosciuto.

 

Tuttavia, a mio parere, la "coerenza" di una casa va ricercata piuttosto nella capacità di mantenere nel tempo i propri punti saldi che caratterizzano l'originalità dei propri prodotti nel tempo: mi viene in mente Fendt con la continua ricerca di tecnologie innovative da mettere al servizio dei propri clienti, che utilizza propulsori esclusivamente teutonici (Man, Deutz,..); oppure Landini che, seppur negli ultimi 20 anni sia passata per varie proprietà, ha sempre mantenuto la sua caratteristicha di fabbrica costruttrice di macchine semplici, alla portata di tutti e affidabili (anche tenendo conto degli alti e bassi che bene o male interessano un po' tutti i costruttori); o ancora Valtra, che seppur non è stata presa in considerazione dall'articolo dell'Informatore, ha da sempre creato macchine originali, fatte al 100x100 in Finlandia e che rispecchiano a pieno la filosofia del marchio.

 

E questi sono solo alcuni marchi che mi vengono in mente subito...... ma ce ne sarebbero altri. Quindi penso che bisogna "dare a Cesare quel ch'è di Cesare.."..: d'accordissimo per il discorso "passaggi di proprietà" in cui JD non ha nulla da appuntare, quella era e quella è, (e spero per i Deeristi rimarrà).

 

Ma la coerenza, almeno come la intendo io, è possibile ritrovarla in più di qualche marchio ancora presente sul mercato.

 

P.S.: complimenti a Tiziano per la pubblicazione dell'articolo! Ottima idea!!O0

Link to post
Share on other sites
Il concetto di "coerenza" relativamente ai modelli trattati e che volevo esprimere si può così riassumere:

 

- Renault, non esiste più...

- Gruppo Deutz Same Lamborghini. Almeno all'epoca i bianchi avevano l'acqua ed i rossi avevano l'aria, come per gli stessi Deutz. Oggi si sono mischiati un pò tutti assieme e la risultante ....ne è la conseguenza

- Fiat, le ceneri sono conservate in un'urna a Basildon (qualcuno ancora porta fiori ogni 2 novembre)

- International IH Neuss (D) ...manco il DNA è rimasto (pensare che era forse il Grande Competitor)

- Carraro... molto meglio l'identità che si è saputa creare l'Agritalia di oggi

- Landini.... forse la coerenza è l'unica grande virtù, certo non dello stesso "rango"

- Fendt, .....forse quello più vicino a JD come "vera coerenza", anche se i padroni son cambiati...

- John Deere tale era, tale è, stessa fabbrica, stessa autarchia, stessa proprietà, stessa filosofia...

concordo in tutto e aggiungo ke fendt anche se é la piu vicina é lontana anni luce da jd,...fendt progetta compra e assembla,john deere COSTRUISCE anche!!!..io piu vicino a john deere metterei same e valtra in particolare valtra che i trattori se li fanno loro e come vogliono loro con caratteristiche uniche sul mercato....chi spiace siano spariti sono i fiat ho imparato a guidare con i fiat e un po li avevo nel cuore.

Link to post
Share on other sites

 

mi viene in mente Fendt con la continua ricerca di tecnologie innovative da mettere al servizio dei propri clienti, che utilizza propulsori esclusivamente teutonici (Man, Deutz,..);

 

 

 

 

P.S.: complimenti a Tiziano per la pubblicazione dell'articolo! Ottima idea!!O0

 

....mi sembra che i motori SISU utilizzati sulla serie 200 vario non siano per niente TEUTONICI....che siano FINLANDESI?...potrei anche sbagliarmi...:fiufiu::fiufiu:...

Link to post
Share on other sites

Sulle prerogative dei deutz,bisogna chiarire:quelli raffreddati ad aria non abbisognando del radiatore,lasciavano spazio per sistemare altro(sempre sui frutteti),con quelli ad acqua deutz non disponeva(giustamente)di un tre cil da 110 cv(visto che il 4cil ruba spazio).Resta il dubbio di come la concorrenza sistemi adeguatamente i 4cil sui frutteti laddove fendt è in difficoltà.

Tornando al 1986,giova ricordare che Same ha appena lanciato sul mercato il suo bestseller Explorer nelle varianti da 60,70,80,90cv,in configurazione special ed export:mi sembra che tutt'oggi tali macchine siano a listino(seppure con i dovuti accorgimenti),la proprietà same è rimasta la stessa e cioè saldamente nelle mani della famiglia Cassani-Carozza,unico esempio di holding internazionale amministrata ancora dalla famiglia del fondatore!

I motori della serie mille sono ancora fondamentalmente gli stessi di allora così come gli stabilimenti storici di treviglio:che poi il gruppo si sia globalizzato,non intacca lo spirito iniziale-.

Ergo direi che forse solo Same,nello spirito e nella sostanza,mantiene un filo di continuità:che è argento su fondo rossoO0

Link to post
Share on other sites

La cosa che mi colpisce di più nell'articolo???

 

Adesso un articolo simile si potrebbe fare???

 

No perchè a parità di macchina come cavalleria c'è una varietà di allestimenti e trasmissioni che non permetterebbe il confronto......................

 

No perchè ci sono almeno due allestimenti della stessa macchina per cui si dovrebbero almeno fare tre tipi di confronti....................

 

Ma la tenuta del prezzo dell'usato a parità di cavalli è la stessa al giorno d'oggi?????

 

Ma la qualità costruttiva è la stessa???? Intendo che quelli dell'articolo erano dei bimbi che non andavano spesso dal meccanico anzi, e allora mi chiedo era necessaria tanta sofisticazione??????

 

Finisco qua le domende perchè me ne vengono troppe...............

Link to post
Share on other sites

:cheazz:giusto per restare in argomento johndin,ho visto sul sito internazionale Same,il glorioso Laser,aggiornato con cabina insonorizzata e volendo sospesa:mi chiedo se con motore euro 3 non possa essere veramente un toccasana alla smania incontrollata di tecnologia, che poi regolarmente ci lascia a piedi,senza parlare che oggi i trattori hanno listini da extrasupercar!

Link to post
Share on other sites
:cheazz:giusto per restare in argomento johndin,ho visto sul sito internazionale Same,il glorioso Laser,aggiornato con cabina insonorizzata e volendo sospesa:mi chiedo se con motore euro 3 non possa essere veramente un toccasana alla smania incontrollata di tecnologia, che poi regolarmente ci lascia a piedi,senza parlare che oggi i trattori hanno listini da extrasupercar!

 

http://www.tractorum.it/forum/trattori-da-campo-aperto-f5/deutz-fahr-serie-agrotrac-3389/

Link to post
Share on other sites
Ma la qualità costruttiva è la stessa???? Intendo che quelli dell'articolo erano dei bimbi che non andavano spesso dal meccanico anzi, e allora mi chiedo era necessaria tanta sofisticazione??????.............

 

si io sono convinto di si! e lo capisci bene se usi x qualche giorno un trattore odierno e poi ti fai almeno un giorno intero su un trattore di 20/30 anni fa

 

.... oggi i trattori hanno listini da extrasupercar!

 

si ma anno anche una tecnologia ben superiore a quella di una extrasupercar!!!e poi vuoi mettere la versatilita di un trattore?!!il trattore a differenza di tutte le altre macchine create dalluomo( che anno una funzione sola o in casi rari due o tre)puo essere usato in centinaia di modi,da lavorare la terra a spalare neve da caricare legna a trainare carri di carnevale da portare cibo alle mucche a scavare fossi......impossibile elencare tutti i modi in cui si puo usare questa meravigliosa incredibile e in assoluto la migliore e piu utile macchina che abbia inventato il genere umano.

Edited by Andrea terratech
Link to post
Share on other sites
il concetto di "coerenza" relativamente ai modelli trattati e che volevo esprimere si può così riassumere:

...................

- john deere tale era, tale è, stessa fabbrica, stessa autarchia, stessa proprietà, stessa filosofia...

 

parole sante!

Link to post
Share on other sites
si ma anno anche una tecnologia ben superiore a quella di una extrasupercar!!!

 

Qui ti sbagli caro Giovanni: una extrasupercar (ma di quelle vere) ha tanta di quella tecnologia nel suo DNA che il confronto con qualsiasi trattore del pianeta non regge... :cheazz:

Edited by puntoluce
sistemata citazione
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...