Jump to content
Bestia

Ho ereditato un po' di terra....che ne faccio??

Recommended Posts

Ciao ragassi.....

quest'anno ho ereditato 2 campi di terra di mio nonno che ha deciso di passarmeli probabilmente perchè lui non ci guadagna più:asd:.

Io non ho mai gestito della terra da solo quindi ora mi trovo un po' di pratiche da sistemare di cui non so niente;

I terreni sono stati sfruttati dalla monocultura del mais per decine di anni ormai....com'è solito nella zona in cui vivo. Dai bilanci dell'ultimo anno è venuto fuori che dalla granella venduta il ricavo è stato di 1000 euro circa e le spese di lavorazione 1300 euro circa.....con i contributi è stato pagato il consorzio che fornisce l'acqua per irrigare.

Trovandomi di fronte a questa situazione di pareggio o in certi anni di perdita in termini di profitto ho pensato che per 1 anno mi prendo il tempo per cercar di capire cosa seminare in futuro...in modo che mi renda di più, e intanto quest'anno lascio il terreno a maggese....gli faccio fare un'aratura più profonda del solito, una passata di erpice rotante e lascio crescere erba che farò trinciare da un amico 2 volte in estate in modo che il terreno sia comunque curato e così mi prendo i contributi con cui pago le 2 lavorazioni prima citate.

Secondo me è la scelta migliore perchè così non ci rimetto soldi e il terreno si riposa quindi spero che abbia tempo per rigenerare un po' di elementri nutritivi che gli mancano causa estenuante monocoltura.

Il prossimo anno sicuramente seminerò qualche coltura azoto-fissatrice o qualcosa di simile....durante quest'anno cercherò di capire come e cosa seminare....e dai raccolti del 2010 capirò l'andazzo medio dei prezzi credo.

 

Secondo voi è la scelta giusta o avete qualche consiglio migliore su come gestirmi i miei nuovi terreni?:cheazz:(considerando che non voglio investirci capitali mondiali)

Edited by Bestia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro, carissimo Bestia per caso frequenti Facoltà umaniste ? Stai forse conseguendo un diploma al Dams ?

Forse nel mondo di Pandora di Avatar (il filmone attuale per chi non lo conoscesse) i cereali fissano azoto, no di certo in quello che ci ospita chiamato Terra.

Inoltre stai pur sicuro che in un solo anno, di elementi se ne rigenerano ben pochi...

 

Io una coltura da suggerirti l'avrei, e con poco si diventa ricchi. Ma poi ricordo la tua passione per la pipa (si, con 2 P, come mi hai giustamente fatto notare) e va a finire che ci rimetti come per il mais...

Forza e coraggio.

Edited by Mapomac

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sarà che io sono fissato,ma io metterei della medica,in fondo se vuoi arare e preparare la terra,invece di far pasare un amico col trincia,potresti venderla sul campo,non avrai dei gran guadagni ma nemmo perdite!e ti migliora un pò il terreno........

Share this post


Link to post
Share on other sites

La medica per fissare l'azoto..... mi diceva qualcuno che servono almeno 3 anni.

 

Con due campi (quanti metri quadri?) è impossibile guadagnare coi seminativi, almeno nella mia zona.

Se li coltivi per diletto è ovviamente altra cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sarà che io sono fissato,ma io metterei della medica,in fondo se vuoi arare e preparare la terra,invece di far pasare un amico col trincia,potresti venderla sul campo,non avrai dei gran guadagni ma nemmo perdite!e ti migliora un pò il terreno........

 

Esatto, se riesci a fare un accordo con qualcuno semina medica e per 4-5 anni sei tranquillo anche se non prenderai granchè, del resto coi cereali non va certo meglio! Finito il ciclo di medica avrai sicuramente un terreno meno stressato di adesso e potrai fare altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

che tipo di terreno è?quanti metri quadri?i cereali ormai non rendono più...bisogna cambiar aria...non saprei che dirti...io sto convertendo tutta l'azienda a frutticolo...ho solo poca terra a mais da trinciato...dipende da quanto vuoi investire e il tempo che ci vuoi dedicare!e le conoscenze che hai!ora come ora i cereali sono a terra!l'unica cosa che ha ripreso un pò quota è la soia che è una leguminosa che non fa proprio male...potresti usare il terreno per la soia!

tutto dipende da che zona sei...e dalla tua voglia...ma se vuoi restare sulle erbacee ora come ora soia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi un avvicendamento colturale razionale potrebbe essere mais-maggese-medica?

In tal caso potrei come ho già detto lasciare il mio terreno a riposo(ma curato) quest'anno e poi lasciarlo in gestione a un mio vicino che ha bisogno di medica per le vacche, quindi io mi tengo i contributi e non spendo niente in termini di lavorazione perchè si arrangia quell'altro a coltivare....lui si tiene la medica che gli serve, io non ci rimetto soldi, il terreno si rigenera un'attimo dopo qualche anno di medica e tutti sono contenti.....me pare n'alternativa decente:)

 

Caro, carissimo Bestia per caso frequenti Facoltà umaniste ? Stai forse conseguendo un diploma al Dams ?

Forse nel mondo di Pandora di Avatar (il filmone attuale per chi non lo conoscesse) i cereali fissano azoto, no di certo in quello che ci ospita chiamato Terra.

Inoltre stai pur sicuro che in un solo anno, di elementi se ne rigenerano ben pochi...

 

Io una coltura da suggerirti l'avrei, e con poco si diventa ricchi. Ma poi ricordo la tua passione per la pipa (si, con 2 P, come mi hai giustamente fatto notare) e va a finire che ci rimetti come per il mais...

Forza e coraggio.

Non ho capito niente:buck2:.....a parte il fatto che il mio 6 regalato in agronomia è immortale:uglystupid2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riprendo il discorso di Mapomac e inserisco un link utile per il nostro nuovo imprenditore agricolo...

YouTube - Le Iene - Marijuana fatta in casa (ps ascoltate gli ultimi 10 secondi...)

 

occhio pero tra una cinquantina d'anni a non finire cosi!!!

YouTube - Le Iene - ROSANOVA - Marijuana e galline

:2funny::2funny::2funny:

 

Un consiglio spassionato è quello di non lasciare il terreno a maggese che li sei veramente sicuro che non prendi nulla...al limite la soia...

per curiosità, hai a disposizione qualche attrezzo per lavorare sto terreno? e quanti metri quadri sara all'incirca?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto intnteressante l'alternativa della canapa.......ma non è zona la mia, massa freddo:fiufiu:

 

Comunque quando sono andato a richiedere il titolo dei miei campi io ho accennato che volevo lasciarli incolti 1 anno e la tipa mi ha detto che se non li coltivo, ma cresce erba spontanea e la sfalcio almeno 2 volte l'anno posso richiedere comunque dei contributi....approfondirò meglio sta storia fra 2 settimane quando vado all'ufficio apposta.

Comunque non ho mezzi per coltivarmi i terreni....anche perchè sono appena 2 Ha quindi sicuramente non sono una fonte di lucro....cerco solo un modo per mantenerli nel miglior modo senza dover perder soldi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si certo ci vogliono sui 3 anni perchè la medica migliori un pò il terreno,anche perchè farla uscire prima è controproducente,poi hai il vicino a cui interesserebbe la medica,tanto meglio,potresti affittarglielo per tre anni,ti prendi i contributi puliti e magari qualcosa d'affitto,dopo i tre anni il medicaio esce e vedrai che fare.......

Share this post


Link to post
Share on other sites
Molto intnteressante l'alternativa della canapa.......ma non è zona la mia, massa freddo:fiufiu:

ma vala'...quel vecchietto non abita lontanissimo da casa mia,e ti assicuro che se c'e' un posto freddo e umido e' quello:asd:....tempo fa ne avevano beccato uno che gli aveva fatto tutto l'impianto a goccia...un meito...ahahahah:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma vala'...quel vecchietto non abita lontanissimo da casa mia,e ti assicuro che se c'e' un posto freddo e umido e' quello:asd:....tempo fa ne avevano beccato uno che gli aveva fatto tutto l'impianto a goccia...un meito...ahahahah:asd:

Ecco risolto il problema dell'impiego dei miei poderi:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me , a questo punto la cosa migliore sarebbe dare in affitto x 3 anni il terreno al tuo vicino, il quale provvederà lui a seminare la medica e sfalciare;.

Inoltre, fai stipula un regolare contratto di affitto-locazione, così ti metti al riparo da eventuali sorprese future (sai com'è, il vicino potrà anche essere la persona più squisita del mondo, però poi magari al momento di restituire il terreno, sorgono controversie).

Dopodichè potresti pensare a riconvertire il terreno con un bel frutteto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla fine è stato deciso così:

-Il primo campo lo do in affitto a un piccolo agricoltore che mi ha chiesto di poterne usufruire per seminare medica per le sue vacche per almeno 3 anni: con la medica in 3 anni l'azoto dovrebbe rigenerarsi in teoria e preparare il campo a future rendite cerealicole + alte delle attuali. E qui mi becco contributo+affitto.

-Il secondo campo il mio terzista mi ha proposto di lasciarglielo in gestione totale, quest'anno seminerà soia(quindi finalmente si cambia dal mais) lui si prende il ricavo della granella(quindi rischio suo se la produzione dovesse essere misera) e paga il consorzio irriguo e io mi becco i contributi; Quest'ultimo campo lo sottoporrò a rotazione triennale.

In entrambi i casi il mio terreno non verrà finalmente coltivato a mais e riesco ad avere un guadagno sicuro senza rischio, mi sembra la soluzione idealeO0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...