Jump to content

Same Explorer e Explorer II i raffreddati ad aria.


Recommended Posts

Ho cercato ma non ho trovato nessuna discussione simile,se esiste unitela pure..O0

 

Volevo parlare di questa serie che secondo me è molto azzeccata come macchina tutto fare, in azienda abbiamo avuto un explorer 70 cv 2wd sostituito nel 2002 da un explorer II 80 cv 4WD la differenza principale e la più evidente rispetto alla serie III è naturalmente il motore, nel nostro caso raffreddato ad aria e aria e olio in quelli da 80 cv, che se per alcuni viene considerato un difetto nelal mia realtà aziendale è sicuramente un pregio, infatti richiede molta meno manutenzione e dato che questa macchina viene usata da mio nonno è meglio così... da noi come detto viene usata come tutto fare dalla semina del grano, a dare il concime al mais con le ruotine ai trasporti alla movimentazione dei sacconi e per finire con il braccio per pulire le rive.

Come dicevo il raffreddamento ad aria nella nostra condizione climatica non ha mai causato problemi, basta pulire le alette e il radiatore dell'olio e anche d'estate non ci sono problemi, il motore lo trovo molto pronto e brillante, non molto assetato ma molto molto rumoroso, le note dolenti secondo me sono il cambio che lo trovo particolarmente duro e l'accelleratore che quando sei in strada per fargli tenere i 40 km devi farti i muscoli...:AAAAH:

io sul mio ho montato una cabina omca, la sconsiglio perchè è molto spartana e per di più chiude dopo il tappo della benzina per cui te lo trovi in cabina e se cade qualche goccia quando fai rifornimento te la respiri tutto il giorno...

 

che dire è un ottima macchina economica e maneggevole con i difetti tipici di un progetto che ha gia circa 30 anni...

 

cmq ecco le foto del mio dopo aver arato il giardino di mia nonna...

 

t47366_resized-dscn1118.jpgt47367_resized-dscn1119.jpgt47370_resized-dscn1120.jpg

Link to post
Share on other sites
  • Replies 385
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Certo ragazzi se cambierò idea in futuro vi terrò aggiornati ma per ora lo tengo....i suoi lavori sono tagliare e ranghinatore durante la fienagione e nel bosco con rimorchio trazionato.....facciamo p

sedimenti negli iniettori dopo molte ore è normale , il fumo nero in quei motori è anomalo , prima di mettere mano a  qualche pezzo , prova a mettere dell'additivo nel gasolio abbondante (di qualità n

Beh per 15 euro penso che si possa comparare tranquillamente. Rispetto ai fiat penso che l'unica differenza sia l'olio delle pompe dei freni e frizione, nel Same ci va olio atf

Posted Images

Io ha avuto per 20 anni l'80DT con piattaforma cabinato e con tutto il male che dicevano del motore , delle valvole che cadevano per terra nel cortile , che il raffreddamento ad aria ed olio non era sufficente (si deve tenere sempre pulito le alette e iradiatori dell'olio) non ha mai visto il meccanico e si è bevuto una azienda da +/-45 ettari (in passato) ed era il grosso delle compagnia compreso aratuta con aratro da 800kg , mi pare che il suo lavoro lo abbia fatto + che onestamente.

ciao

Link to post
Share on other sites
Io ha avuto per 20 anni l'80DT con piattaforma cabinato e con tutto il male che dicevano del motore , delle valvole che cadevano per terra nel cortile , che il raffreddamento ad aria ed olio non era sufficente (si deve tenere sempre pulito le alette e iradiatori dell'olio) non ha mai visto il meccanico e si è bevuto una azienda da +/-45 ettari (in passato) ed era il grosso delle compagnia compreso aratuta con aratro da 800kg , mi pare che il suo lavoro lo abbia fatto + che onestamente.

ciao

il mio 70 cv acquistato nuovo nel 87 più o meno non ricordo bene la data e venduto quando ho preso l'80 con 8000 e più ore non ha mai visto il meccanico se non per i tagliandi e pensare che fino al 2000 in azienda avevamo solo due trattori e anche il bestiame quindi il mezzo si sorbiva molti più lavori, questo adesso ha circa 5000 ore e non mi ha mai dato un problema di nessun genere, se mi chiedessero io consiglierei ancora oggi l'acquisto di una macchina simile...:)

Link to post
Share on other sites

Io ho avuto un Explorer 90 I serie e ho attualmente un Explorer 90 II...entrambi modelli DT, cambio 20+20 con inversore meccanico, cabina originale senza accessori (neanche ventilazione o riscaldamento)...che dire...ottime macchine...il I serie era arrivato ad oltre 6600 ore senza problemi, e il II serie siamo li, sulle 6500 circa, molte delle quali fatte in acqua con le ruotine...

L'unico problema serio è un sieger dell'albero della PTO sincronizzata (ha due alberi distinti), che con le ruotine a volte causa vibrazioni si sposta dalla sede e l'albero mangia la cassa...si forma un pò di limatura che blocca il filtro fermandoti l'impianto idraulico (sterzo compreso)...se il sieger si è solo mosso smontando le coperture dietro e con un tubo lo rimetti al suo posto, se invece cade nella cassa sono volatili per diabetici perchè devi aprire in due il trattore...

comunque a parte questo altri inconvenienti niente di grave...qualche problemino elettrico, ma direi normale visto l'uso in acqua...scatola dei fusibili messa sotto il pedale della frizione, in un posto scomodissimo, comandi abbastanza comodi, sia il cambio che il sollevamento...un ottimo bilanciamento che lo rendono a mio parere perfetto per la risaia...peccato per l'assale anteriore con crociere a vista e per qualche tubo che spunta sotto...

ecco poi per me direi che l'acceleratore a pedale è un pò scomodo, sopratutto tenerlo a metà gas...o tutto su o tutto giù!

Il motore concordo con PPRT, è un pò rumoroso, sopratutto sul 90 senti la turbina che fischia parecchio...

in azienda da me è il tuttofare, in primavera fa i "lavoretti", cioè ricostruzione argini, chiusura lavori con un 4 vomeri normale (anche se l'abbiamo usato con un 4 vomeri voltaorecchio), poi va in acqua e li tira un girello carrellato da 2000 litri, una irroratrice trainata da 1500 lt, un'asse spianone da 7 metri e le normali attrezzature risicole!

Link to post
Share on other sites
Io ho avuto un Explorer 90 I serie e ho attualmente un Explorer 90 II...entrambi modelli DT, cambio 20+20 con inversore meccanico, cabina originale senza accessori (neanche ventilazione o riscaldamento)...che dire...ottime macchine...il I serie era arrivato ad oltre 6600 ore senza problemi, e il II serie siamo li, sulle 6500 circa, molte delle quali fatte in acqua con le ruotine...

L'unico problema serio è un sieger dell'albero della PTO sincronizzata (ha due alberi distinti), che con le ruotine a volte causa vibrazioni si sposta dalla sede e l'albero mangia la cassa...si forma un pò di limatura che blocca il filtro fermandoti l'impianto idraulico (sterzo compreso)...se il sieger si è solo mosso smontando le coperture dietro e con un tubo lo rimetti al suo posto, se invece cade nella cassa sono volatili per diabetici perchè devi aprire in due il trattore...

comunque a parte questo altri inconvenienti niente di grave...qualche problemino elettrico, ma direi normale visto l'uso in acqua...scatola dei fusibili messa sotto il pedale della frizione, in un posto scomodissimo, comandi abbastanza comodi, sia il cambio che il sollevamento...un ottimo bilanciamento che lo rendono a mio parere perfetto per la risaia...peccato per l'assale anteriore con crociere a vista e per qualche tubo che spunta sotto...

ecco poi per me direi che l'acceleratore a pedale è un pò scomodo, sopratutto tenerlo a metà gas...o tutto su o tutto giù!

Il motore concordo con PPRT, è un pò rumoroso, sopratutto sul 90 senti la turbina che fischia parecchio...

in azienda da me è il tuttofare, in primavera fa i "lavoretti", cioè ricostruzione argini, chiusura lavori con un 4 vomeri normale (anche se l'abbiamo usato con un 4 vomeri voltaorecchio), poi va in acqua e li tira un girello carrellato da 2000 litri, una irroratrice trainata da 1500 lt, un'asse spianone da 7 metri e le normali attrezzature risicole!

Strano anche il mio ha la pto sincronizzata ma non mi è mai successo, anche vero che io non l'ho mai usata... domanda io ho il dopio pistoncino per lo sterzo che sulla mia macchina era optional, però al minimo lo sterzo è duro, per alleggelirlo devo accellerare leggermente succede anche a te??

Link to post
Share on other sites

Anche io o un Explorer, un 70 special non ricordo le ore pero è un 1999, mai avuto problemi di nessuna sorte però anche il mio al minimo a lo sterzo lento lo devo tenere sui 1200....1300 da li in poi va beneO0

Link to post
Share on other sites

Bei mezzi...per me molto all'avanguardia appena usciti ma non capiti da subito...come ergonomia e tecnologia cosa c'era di meglio all'epoca tra i prodotti italian??? Ricordo lo sterzo a 50°,i freni anteriori,i 40kmh e con la serie 2 il sollevatore e pdf anteriori e il syncropower! Il motore raffreddato ad aria,con le alette ben pulite non crea poi tutti questi problemi,non avrà la brillantezza dei migliori ma sicuramente non è neanche un gran bevitore!!!

Link to post
Share on other sites

Nel 1983 avevo 6 anni, cio' nonostante l'apparizione dei nuovi (per l'epoca) Same me la ricordo bene.

 

"Same lancia la sfida", ecco lo slogan della campagna pubblicitaria dell'epoca.

Parlando di Explorer, all'inizio furono presentati solo i modelli 55 e 65, entrambi con il motore 916 (3 e 4 cilindri). Nell'85 (sto andando a memoria) venne presentato il modello 75, che fece da capostipite per la nuova "base pesante" (se si puo' definire pesante un explorer) e che tanto successo ebbe negli anni seguenti.

 

Nel 1985 nella mia zona arrivò il primo explorer, proprio un 75 dt.

Concordo con Alessandro, probabilmente gli Explorer non furono capiti nell'immediato. Alcuni li definivano troppo leggeri, forse all'epoca era vero ma oggi a ben guardare tali macchine hanno contribuito a mio avviso a creare quella che è l'attuale tendenza nella categoria da campo aperto al di sotto dei 100cv.

Leggerezza, compattezza, maneggevolezza, ottimo bilanciamento. Tutte doti proprie degli explorer.

Bloccaggi degli assali al 100%, freni anteriori anche nelle versioni a 30km (opzional), superiduttore, inversore meccanico, pto idraulica con doppia velocità, frizione di marcia idrostatica, eccetera eccetera eccetera.

Mi ricordo anche il prezzo dell'explorer menzionato prima. Dt senza cabina, superiduttore, freni anteriori, 35 milioni di lire.

 

L'anno scorso sono andato ad accendere un explorer fermo da mesi. Batteria quasi a terra, certo la temperatura ambiente era favorevole (settembre), comunque mezzo giro di motorino di avviamento ed il motore è andato in moto. Questo per sottolineare la facilità di avviamento di questi motori.

Alcune particolarità: le macchine in oggetto avevano gia all'epoca il radiatore per il raffreddamento dell'olio idroguida, e per le versioni con cabina riscaldata il secondo alternatore.

A proposito di idroguida, confrontando i primi explorer con i precedenti modelli same, il confronto era quasi imbarazzante per precisione di sterzo, ed anche per "modulabilità" su strada.

 

In sintesi, a mio avviso, delle gran belle macchine che hanno in un certo modo creato dei riferimenti per gli anni seguenti (almeno, in Italia).

Poi senz'altro qualche macchina che ha dato più di qualche problema c'è stata, ma quelle capitano a tutti.

Link to post
Share on other sites
Nel 1983 avevo 6 anni, cio' nonostante l'apparizione dei nuovi (per l'epoca) Same me la ricordo bene.

 

"Same lancia la sfida", ecco lo slogan della campagna pubblicitaria dell'epoca.

Parlando di Explorer, all'inizio furono presentati solo i modelli 55 e 65, entrambi con il motore 916 (3 e 4 cilindri). Nell'85 (sto andando a memoria) venne presentato il modello 75, che fece da capostipite per la nuova "base pesante" (se si puo' definire pesante un explorer) e che tanto successo ebbe negli anni seguenti.

 

Nel 1985 nella mia zona arrivò il primo explorer, proprio un 75 dt.

Concordo con Alessandro, probabilmente gli Explorer non furono capiti nell'immediato. Alcuni li definivano troppo leggeri, forse all'epoca era vero ma oggi a ben guardare tali macchine hanno contribuito a mio avviso a creare quella che è l'attuale tendenza nella categoria da campo aperto al di sotto dei 100cv.

Leggerezza, compattezza, maneggevolezza, ottimo bilanciamento. Tutte doti proprie degli explorer.

Bloccaggi degli assali al 100%, freni anteriori anche nelle versioni a 30km (opzional), superiduttore, inversore meccanico, pto idraulica con doppia velocità, frizione di marcia idrostatica, eccetera eccetera eccetera.

Mi ricordo anche il prezzo dell'explorer menzionato prima. Dt senza cabina, superiduttore, freni anteriori, 35 milioni di lire.

 

L'anno scorso sono andato ad accendere un explorer fermo da mesi. Batteria quasi a terra, certo la temperatura ambiente era favorevole (settembre), comunque mezzo giro di motorino di avviamento ed il motore è andato in moto. Questo per sottolineare la facilità di avviamento di questi motori.

Alcune particolarità: le macchine in oggetto avevano gia all'epoca il radiatore per il raffreddamento dell'olio idroguida, e per le versioni con cabina riscaldata il secondo alternatore.

A proposito di idroguida, confrontando i primi explorer con i precedenti modelli same, il confronto era quasi imbarazzante per precisione di sterzo, ed anche per "modulabilità" su strada.

 

In sintesi, a mio avviso, delle gran belle macchine che hanno in un certo modo creato dei riferimenti per gli anni seguenti (almeno, in Italia).

Poi senz'altro qualche macchina che ha dato più di qualche problema c'è stata, ma quelle capitano a tutti.

 

In azienda da me correva l'anno 1987 o giù di li mio nonno decise di sostituire l'ormai vecchio e finito corsaro 70 proprio con l'explorer 70 2 wd mi ricordo ancora le enormi differenze tra le due macchine prima di tutto l'explorer aveva l'idroguida mentre il corsaro no poi forse è solo una mia impressione ma il corsaro mi sembrava più lungo e pesante ma forse è solo un ricordo distorto dai tanti anni passati,cmq ricordo anche i pareri dei miei vicini che dicevano che era una macchina troppo piccola leggera e che dava l'impressione di essere fragile forse proprio quest' idea ha limitato in un primo momento la sua diffusione, infatti adesso vado a memoria non ho nulla che sostenga questa tesi l'explorer mi sembra che sia uscito di produzione per poi essere ri-immesso sul mercato come explorer II con la stessa linea del primissimo solo dopo alcuni anni...

 

 

p.s. lo slogan Same lancia la sfida non era per il tiger???

Link to post
Share on other sites

No PPRT, per il Tiger (e il resto della gamma dell'epoca) era "piu avanti con Same" :)

 

L'explorer non è mai uscito di produzione, la seconda serie (quella con il sincropower e i 40km per capirci) è uscita nel ...1988 (a memoria), dando continuità alla prima serie.

In effetti comunque c'è stato un pò di "balletto" sigle serie e motori.

Gli explorer nascono con i motori 916, nel 1985 arriva il 75 con nuovi dimensionamenti e struttura da 30 q.li, nel 1986 debuttano i nuovi motori con canna da litro e cambiano le sigle. I modelli diventano 60-70-80 e successivamente 90T.

Nel 1988 nuova serie II con tutte le varie migliorìe e nuovi accessori del caso. Compresa l'omologazione a 40km in Italia.

Una curiosità a tal proposito, gli Explorer nascono a 40km/h già nel 1983 ma tale velocità era riservata ad alcuni mercati esteri.

 

Altra curiosità, e nel nostro database se non ricordo male c'è pure la brochure; il gruppo SLH mette a listino versioni Explorer (anche con gli altri 2 colori del gruppo) denominate Robotic Sistem con varie dotazioni possibili compresi guida retroversa sollevatore anteriore eccetera eccetera e tutta una serie di attrezzature costruite su convenzione da Costruttori vari (retroescavatori, lame neve e via via, ho la lista completa da qualche parte, se serve). Macchine concepite per impieghi comunali e lavori su banchine stradali.

Link to post
Share on other sites

Cercato sui miei libri (pochi a dire la verità) hai ragione Filippo vengono presentati nel 1983 e nel 1986 i 55 e 65 diventano 60 70 e vengono affiancati ai nuovi 80 90 nell' 88 la serie subisce modifiche e aggiornamenti e si trasforma in explorer II nel 1995 viene sostituito dal silver e viene mantenuta la produzione per i paesi extra europei nel 1998 forti di una richiesta di macchine economiche vengono ri_immessi sul mercato italiano a un prezzo promozionale fisso e rinominati explorer II top con cavalleria a scelta 70 80 90 e per assurdo vendono molto di più...

 

si parla anche di un classic del 2004 con cofani del silver e cabina del vecchio explorer con cavalleria 75 e 95 io però questa serie non l'ho mai vista voi ne sapete qualche cosa???

 

anche perchè io ricordavo che il classic era la serie come il mio.... boh forse sto facendo confusione...

Edited by P.P.R.T
Link to post
Share on other sites

Il classic è stato prodotto eccome...però aveva già i motori raffreddati a liquido,se non sbaglio...io in giro ne ho visti! Comunque l'explorer II top di fine anni 90,nella versione da 80cv,fu per un pò di tempo leader nelle vendite,almeno questo riportano alcune riviste del settore,specificando come questa macchina,a vent'anni dalla presentazione,fosse ancora attuale...probabilmente con difetti di gioventù spariti e affidabilità aumentata!

Link to post
Share on other sites

Confermo che il Classic nella versione Euro II aveva il motore a liquido sempre canna da litro. Se non ricordo male è stato venduto fino all'avvento dell'Euro III, ed è stato in promozione a lungo, mi sembra la base partisse da 22-23.000 euro (sempre a memoria).

L'explorer a 20 anni dalla sua presentazione era attuale comunque, certo tutto meccanico, ma comunque per chi cercava una macchina senza fronzoli e tutta sostanza probabilmente era un ottima scelta.

 

Bisognerebbe parlare anche delle versioni special e basse, senza poi dimenticare le varianti in bianco e verde....

Link to post
Share on other sites
Confermo che il Classic nella versione Euro II aveva il motore a liquido sempre canna da litro. Se non ricordo male è stato venduto fino all'avvento dell'Euro III, ed è stato in promozione a lungo, mi sembra la base partisse da 22-23.000 euro (sempre a memoria).

L'explorer a 20 anni dalla sua presentazione era attuale comunque, certo tutto meccanico, ma comunque per chi cercava una macchina senza fronzoli e tutta sostanza probabilmente era un ottima scelta.

 

Bisognerebbe parlare anche delle versioni special e basse, senza poi dimenticare le varianti in bianco e verde....

 

A proposito di Special e Basso, io ricordo per il primo allestimento cavallerie da 60/65/70/80 e forse 90 cv con guida retroversa:cheazz: o sbaglio??

 

Del Basso ricordo il 70 e l'80cv.

Chi sa le velocità? I 60 e i 65 cv Special mi pare fossero prodsotti solo in versione 30km/h.

Gran macchine per l'utilizzo in boscoO0 entrambi, baricentro basso, ottima distribuzione dei pesi e semplicità.

Link to post
Share on other sites

Il Basso?

Un trattore un sogno, quando ne vedo uno non posso fare a meno di fermarmi.

L'unica fregatura?

Il fatto che probabilmente quando me lo potrò comprare sarà d'epoca.

 

Del basso per quel che sò io c'erano il 70 e l' 80 - poi 75 - 85 - 95 denominati TB ed ora con i motori Deutz producono l' 85 ed il 100 sempre denominati TB.

Edited by MCT
Link to post
Share on other sites
Comunque l'explorer II top di fine anni 90,nella versione da 80cv,fu per un pò di tempo leader nelle vendite,almeno questo riportano alcune riviste del settore,specificando come questa macchina,a vent'anni dalla presentazione,fosse ancora attuale...probabilmente con difetti di gioventù spariti e affidabilità aumentata!

 

Io, come da avatar ho l’80 explorer II top, del 2001. All’epoca era in offerta a 20.900 Euro se non ricordo male, + iva e trasporto. Non ricordo che allestimento è, comunque ha il cambio 24+12, che mi pare fosse disponibile solo sull’80, cabina originale, pto a 4 velocità, con una frenata eccezionale. Ora ha circa 1800 ore all’attivo, mai nessun problema, a parte la spia della doppia trazione che rimane sempre accesa, problema dell’ interruttore sotto il parafango posteriore sinistro, gia sostituito una volta, ma che purtroppo si trova in una posizione talmente scomoda, che allora sono anni che vado in giro con la spia accesa. Ho avuto modo di provare un 70 stessa serie del mio, ma con cambio 20+20 e mi è sembrata tutta un’altra storia, le 5 marce hanno una spaziatura migliore, sono più ravvicinate e in collina con del peso dietro senti la differenza. Certo qualche cavallo in meno si sente alla pto, come del resto qualche quintale in aratura, ma in trasporto credo che il 20+20 sia migliore rispetto al 24+12.

Quando presi il mio nel dicembre 2001, ricordo che dal concessionario ve ne erano altri due identici, ma che avrebbero consegnato successivamente, ed avevano i cerchi e il tetto cabina grigi, a differenza del mio che li ha bianchi. Poi successivamente parlando con i proprietari ho scoperto che essendo gia entrati nell’ anno 2002, dovettero sborsare 1000 euro più di me.

Link to post
Share on other sites
Strano anche il mio ha la pto sincronizzata ma non mi è mai successo, anche vero che io non l'ho mai usata... domanda io ho il dopio pistoncino per lo sterzo che sulla mia macchina era optional, però al minimo lo sterzo è duro, per alleggelirlo devo accellerare leggermente succede anche a te??

 

Ma neanch'io uso la PTO sincro...non so enanche perchè l'avevan presa all'epoca (sai in risaia è pieno così di colline:fiufiu::fiufiu::asd::asd:)...ma è un difetto che non succede a tutti, però so che Same aveva fatto un kit per eliminarlo, ma il mio concessionario non ne sapeva niente...

 

Riguardo allo sterzo si anche a me al minimo e se è un pò freddo lo sterzo è duro, basta accelerare che aumenta la portata d'olio e ridiventa normale...a me succede anche sul Solaris...penso sia che al minimo la portata della pompa sia poca rispetto alla necessità del pistone!

Link to post
Share on other sites
Ma neanch'io uso la PTO sincro...non so enanche perchè l'avevan presa all'epoca (sai in risaia è pieno così di colline:fiufiu::fiufiu::asd::asd:)...ma è un difetto che non succede a tutti, però so che Same aveva fatto un kit per eliminarlo, ma il mio concessionario non ne sapeva niente...

 

Riguardo allo sterzo si anche a me al minimo e se è un pò freddo lo sterzo è duro, basta accelerare che aumenta la portata d'olio e ridiventa normale...a me succede anche sul Solaris...penso sia che al minimo la portata della pompa sia poca rispetto alla necessità del pistone!

 

 

secondo me era di serie perchè naturalmente neanche io l'avevo ordinata...:)

 

 

noto una cosa strana il mio trattore è del 2002 ma ha i cofani e la linea del primo explorer invece quello dell'avatar di 80explorer è diverso dal mio, linea più recente ma ha un anno in più, in quegli anni hanno per caso diversificato la linea di quello con cabina da quello senza?????

Link to post
Share on other sites
Tu hai lo special,che è rimasto coi cofani quadrati fino all'ultimo,mentre il piattaformato nella versione top montava i cofani in stile silver...la differenza sta tutta qui!

 

 

Ok grazie, strana però l'idea di mantenere due linee diverse.

Forse quello come il mio non era prodotto in Italia?? azzardo piattaformato prodotto in Italia e special prodotto in India???

Link to post
Share on other sites
azzardo piattaformato prodotto in Italia e special prodotto in India???

 

Assolutamente no, lo special è made in treviglio.

 

La differenza è che gli special, come sai, hanno un cofano tutto loro. Si nota anche nelle tue foto la rastrematura in basso verso il portazavorrre, questo per non limitare l'angolo di sterzo.

 

Montare un nuovo cofano, pertanto, avrebbe reso necessario lo studio e la modifica dello stesso, mentre nel modello standard è stato ripreso direttamente dai silver, evidentemente gli calza a pennello senza modifiche e quindi senza costi... :)

 

Se fa piacere a tutti, potremmo allargare la discussione ad una cronistoria dei modelli in oggetto, giusto per schiarirci un po' la memoria... :)

Link to post
Share on other sites
Assolutamente no, lo special è made in treviglio.

 

La differenza è che gli special, come sai, hanno un cofano tutto loro. Si nota anche nelle tue foto la rastrematura in basso verso il portazavorrre, questo per non limitare l'angolo di sterzo.

 

Montare un nuovo cofano, pertanto, avrebbe reso necessario lo studio e la modifica dello stesso, mentre nel modello standard è stato ripreso direttamente dai silver, evidentemente gli calza a pennello senza modifiche e quindi senza costi... :)

 

Se fa piacere a tutti, potremmo allargare la discussione ad una cronistoria dei modelli in oggetto, giusto per schiarirci un po' la memoria... :)

 

si sarebbe molto interessante...O0 mi interesserebbe anche sapere qualche cosa degli omologhi verdi e bianchi...:)

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Quindi mi par di capire che sono macchine affidabili,un explorer 2 90 cv,come lo vedreste in aratura con monovomere da 8 quintali?preparazione letto di semina e tanti trasporti?quanto pesa la macchina?quanta elettronica?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...