Jump to content

Recommended Posts

Non avendolo trovato apro questo argomento per poter parlare delle varie differenze in termini generali (rendimento, accuratezza del lavoro, prezzo ecc.) trà le varie macchine in commercio.

Allego un video fatto nella mia vigna l'anno scorso..

 

 

Link to post
Share on other sites
  • Replies 131
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Dipende dalla varietà: anche quest'anno il grigio l'ho fatto anche sotto l'acqua, proprio mentre pioveva. Io dico sempre una cosa: portiamo un perito grandine in campo e facciamo una perizia. Sarà rov

se si usa defogliatrice pneumatica ho visto che la parete rimane molto più pulita a lungo e con una passata a grano di pepe sei a posto non devi più rientrare anche perchè ti pulisce la parte interna

La singola, cioè fai un lato solo, credo sia sui 15/16. Quella che fa una fila completa è sui 24. Sono macchine eterne, come dice Mattia basta pochissima manutenzione. Infatti non ne trovi usate,

Intanto per iniziare si può vedere un pò di teoria sulla defogliazione...tralasciando qua i motivi fisiologici per i quali è utile/non utile eseguire una defogliazione in viticoltura e concentrandoci solo sulle tecniche meccaniche utilizzate. La meccanizzazione in questa operazione ha una notevole importanza, in quanto la defogliazione manuale ha un impegno di manodopera elevatissimo, quantificabile a 60 ore per ettaro!

 

Le defogliatrici si raggruppano in due categorie principali: pneumatico/meccaniche e termiche. Le defogliatrici termiche, poco diffuse a dir la verità, sfruttano l'intenso calore provocato da un radiatore a infrarossi (di norma alimentato a GPL in bombole) per provocare il disseccamento fogliare (e non quello degli acini a causa delle diverse capacità termiche). Le foglie avvizziscono in circa 24 ore, seccano e nel giro di 15 giorni cadono. Con questo sistema però i risultati non si vedono subito, quindi serve molta abilità da parte dell'operatore. Le tempistiche di intervento scendono a circa 3-5 ore/ettaro, con un consumo di GPL quantificabile in circa 15 kg.

 

Le defogliatrici pneumatico/meccaniche sfruttano invece la differenza di massa tra foglie e grappoli, per aspirare queste e porle a contatto di un sistema di rimozione. Tale sistema può essere costituito da coltelli, dalla stessa ventola aspirante o da rulli in gomma (defogliatrici a strappo).

Poi in queste categorie esistono molteplici modelli: alcuni costruttori utilizzano delle barre falcianti abbinate a degli aspiratori, qualcuno utilizza rulli controrotanti in rete che aspirano la foglia e la strappano...

Link to post
Share on other sites

Io diffido molto dalle defogliatrici termiche,non mi piace affatto qulle'intenso calore che pducono e va contro i grappoli,l'ho vista lavorare su guyot,ma l'uva prendeva una bella scaldata,mentre per quelle pneumatiche,ne ho viste lavorare qualcuna e devi dire che se il trattorista ci mette un pò di pazienza vien fatto un buon lavoro,anche se io personalmente sono contrario alla defogliazione,infatti anche in accordo col tecnico di cantina l'hanno scorso non è stata fatta in quanto non era necessaria,è possibile che però in certi casi diventi utile farla,ma con macchina pneumatiche.

Link to post
Share on other sites
Io diffido molto dalle defogliatrici termiche,non mi piace affatto qulle'intenso calore che pducono e va contro i grappoli,l'ho vista lavorare su guyot,ma l'uva prendeva una bella scaldata,mentre per quelle pneumatiche,ne ho viste lavorare qualcuna e devi dire che se il trattorista ci mette un pò di pazienza vien fatto un buon lavoro,anche se io personalmente sono contrario alla defogliazione,infatti anche in accordo col tecnico di cantina l'hanno scorso non è stata fatta in quanto non era necessaria,è possibile che però in certi casi diventi utile farla,ma con macchina pneumatiche.

 

Guarda sul farla o non farla molto dipende dall'annata e dal clima della zona...

io personalmente la eseguo spesso, manualmente, per aerare meglio i grappoli in modo da ridurre ad un solo intervento antibotritico...

 

riguardo alla defogliatrice termica l'ho vista solo in fiera, quindi non ho potuto vedere bene i risultati...so che si erano diffuse un pò prima che i costi di carburanti e gas si alzassero molto...

Link to post
Share on other sites

Da me le defogliatrici sono in un costante aumento come utilizzo,sia su pergola che su guyot,da me direi che il 99% dei viticoltori effettuano la defogliazione che sia meccanica o manuale(molto diffusa).Io personalmente effettuo la defogliazione su tutti i vigneti meccanicamente,sulle pergole utilizzo una olmi come quella nei video postati,deve essere effettuata in un determinato periodo in base alla varieta' in quanto essendo che funziona ad aria ad alta pressione che "spacca" le foglie se viene effettuata tardi provoca danni al grappolo paragonabile alla grandine,questa macchina devo dire che va davvero bene sulle pergole,inutile dire che bisogna un po saperla usare,e il prezzo e' un po proibitivo,si aggira attorno i 23mila euro.Sui guyot invece utilizzo una binger che ha due rulli controrotanti,piu semplice da usare,puo essere utilizzata piu volte durante l'estate e un prezzo decisamente minore,pero' puo essere utilizzata solo su guyot,in quanto sulla pergola effettua un lavoro scarso.

Link to post
Share on other sites

Come gia detto da Dadorex la sfogliatura nella nostra zone è considerata una pratica molto importante in quanto consente di migliorare le caratteristiche qualitative dell’uva creando un microclima favorevole nella zona dei grappoli ed esponendoli alla luce del sole. La sfogliatura risulta molto efficace anche quale misura preventiva contro l'insorgenza di botrite e oidio (da effettuare a fine fioritura) arrivando ad eliminare completamente i trattamenti antibotritici.

Nei vigneti allevati a pergola l’opera della sfogliatrice viene molto spesso seguita da una veloce rifinitura manuale, mentre sulla spalliere si adotta una sfogliatura parziale sul lato di maggior esposizione al sole (specialmente sulle varietà bianche) per ridurre il rischio di scottature.

La sfogliatrice che ho messo nel video funziona attraverso degli impulsi di aria compressa quindi ha il vantaggio di pulire il grappolo dai residui fiorali che soprattutto su varietà a grappolo compatto costituiscono il substrato di attaccho della botrite.

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

t58780_img00069-20100701-1925.jpg

 

come detto in precedenza davvero molto sentita questa pratica da noi e a volte con delle diificoltà, come in val di cembra dove entrare con la olmi a volte è possibile ma nella maggior parte dei casi impossibile e allora si deve lavorare con macchine più piccole e telai particolari leggere e che possano anche spostarsi fuori sagoma per fare bene i lavori sui cigli.

 

anche se macchine come la binger che si vede in foto non sono nate per fare i lavori sulle pergole tante macchine vengono impiegate visto che l'alternativa è fare tutto a mano:AAAAH: quindi meglio dover ripassare che fare tutto a mano:perfido:

Link to post
Share on other sites

ieri somo andato a vedere la fama per guyot di un mio amico,metto qualche video fatto ieri,le mie impressioni sono state abbastanza positive....Questa settimana faro un confronto con la binger...

[/url]

[/url]

[/url]
Link to post
Share on other sites
t58780_img00069-20100701-1925.jpg

 

 

Piccolo "O.T." Bellissima montata sul Visani!

Bisogna aprire una discussione su queste piccole macchine ECCEZZIONALI!

(con tanto di servizio fotografico)

Link to post
Share on other sites

una domanda, dal video che a postato dadorex mi sembra che la defogliatrice lavori abbastanza vicino all'uva , in presenza di grappoli piccoli non cè il pericolo che tocchi anche uva

Link to post
Share on other sites
una domanda, dal video che a postato dadorex mi sembra che la defogliatrice lavori abbastanza vicino all'uva , in presenza di grappoli piccoli non cè il pericolo che tocchi anche uva

 

le macchine a rulli controrotanti tipo fama o binger o ero o metteteci voi il nome tanto tutto è nato dalla binger:fiufiu: lavorano con una depressione d'aria e dei rulli controrotanti. le foglie vengono attirate verso i rulli che le strappano. il grappolo se si interviene nel momento giusto (i futuri acini grandi come un grano di pepe:clapclap:) la differenza tra la superificie delle foglie e del grappolo fa si che le foglie vengano attirate e invece il grappolo no perchè fa passare aria e non viene aspirato dalla ventola. quindi si se sbagli il momento di sfogliare rovini l'uvaO0

Link to post
Share on other sites
Ho notato che se le foglie sono umide non lavora niente,anche la braun norbert e' cosi?

 

eh eh ormai mi si associa proprio alla braun:2funny:

 

cmq la binger in questione se le foglie sono bagnate lavora al 70% diciamo che sfogliare sfogli ma non è la situazione ottimale, due settimana fa che aveva fatto 2 giorni bruttini erano tutti a sfogliare e hanno detto che hanno lavorato bene...l'ottimo e sempre quando non è bagnato:n2mu:

Link to post
Share on other sites
le macchine a rulli controrotanti tipo fama o binger o ero o metteteci voi il nome tanto tutto è nato dalla binger:fiufiu: lavorano con una depressione d'aria e dei rulli controrotanti. le foglie vengono attirate verso i rulli che le strappano. il grappolo se si interviene nel momento giusto (i futuri acini grandi come un grano di pepe:clapclap:) la differenza tra la superificie delle foglie e del grappolo fa si che le foglie vengano attirate e invece il grappolo no perchè fa passare aria e non viene aspirato dalla ventola. quindi si se sbagli il momento di sfogliare rovini l'uvaO0

 

 

ograzie per la risposta

Link to post
Share on other sites
  • 10 months later...

buongiorno a tutti. per caso qualcuno ha visto lavorare la defogliatrice della Tordable?

Intendo quella con i due sensori (uno per l'inclinazione della testata, e l' altro per lavvicinamento della testata alla vegetazione) e con la lama alternativa che taglia le foglie una volta aspirate verso la stessa.

Grazie ciao

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

qualcuno di voi ha un esperienza sul lavoro della binger su pergola?Che non sia il suo impiego ottimale lo so,ma sto valutando l'acquisto di una con telaio herbanet e vorrei utilizzarla oltre che su guyot anche sulla pergola in quanto anche a fare il lavoro con la olmi devo in ogni caso ripassare a mano

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
bel giocattolino...e la foto del joistick non c^è?!? ma il telaio è tipo porta atrezzi o puoi usarlo solo con la sfogliatrice?

si e' una specie di porta attrezzi che nel caso della defogliatrice mi permette di usarla o a destra o a sinistra.Ho gia in previsione entro un annetto di completarlo con cimatrice a L spollonatrice e andanatrice per sarmenti.ecco la foto del joistick

t128538_108.jpg

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...