Jump to content

Recommended Posts

  • 2 years later...
  • Replies 54
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ciao a tutti, non so se mi inserisco nella discussione giusta ma mi servirebbe una mano per il restauro che sto facendo al fiat 211 rb.

Più che un restauro è una ricostruzione perché sono partito con il trattore che era completamente smontato da anni e non da me, ora non so come collegare l'alternatore :asd:

in particolare non so come era il collegamento meccanico con le leve dell' acceleratore e anche il collegamento elettrico, vi allego alcune foto perché immagino che la mia spiegazione sia poco chiara e vi ringrazio in anticipo per l'ottimo forum e per la disponibilità :clapclap::clapclap:

 

[ATTACH=CONFIG]22391[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]22392[/ATTACH]

Link to post
Share on other sites

Per la dinamo (non è un alternatore) devi avere anche il regolatore di tensione da qualche parte...i collegamenti non sono difficili, il più è vedere se tutto funziona!! colleghi i 2 fili dalla dinamo al regolatore e poi dal regolatore a batteria...se guardi nella dinamo ci sono scritti i numeri dove vanno attaccati i fili (51 e 67), e se hai fortuna li trovi scritti anche nel regolatore...per l'acceleratore non saprei, di 211rb non se ne vedono molte in giro!!

Link to post
Share on other sites

Nella dinamo, la puleggia -che si vede che è "panciuta"- contiene il regolatore di giri a mase centrifughe, indispensabile per mantenere il motore al regime prestabilito indipendentemente dal carico applicato.

Il leverismo che aziona la valvola a farfalla è molto complesso e non di rado si verificavano problemi, dovrei aver qualche schema in giro, dammi un po' di tempo e poi se trovo lo schema, lo pubblico.

Per lo schema elettrico, penso sia identico alla versione diesel, anche in questo caso lasciami buttare un occhio e poi ti so dire.

Il motore è lo stesso della Fiat 1100 D messa in commercio nel 1962, con modifiche dettate dall'uso in agricoltura e notevolmente depotenziato, era pure montato suula 1100 TV e Granluce, sul furgone 1100 t e Autobianchi Primula (motore trasversale e cambio in linea -prima mondiale-), che nella versione Coupè erogava 65 cv (sae vecchia formula) con il carburatore doppio corpo.

Link to post
Share on other sites

Inserisco alcune scansioni relative la 211Rb nelle sue caratteristiche principali dell’alimentazione, accensione a spinterogeno e leverismo del comando acceleratore attraverso il regolatore contenuto nella puleggia anteriore della dinamo.

Per l’impianto elettrico, ancora un po’ di tempo.

 

 

20141012141314788770577.jpg

 

20141012141314803527394.jpg

 

20141012141314810617729.jpg

 

20141012141314827152348.jpg

Link to post
Share on other sites

ottimo lo schema per il collegamento a leve con l'acceleratore mentre per il collegamento elettrico ho controllato i numeri e nella dinamo sono presenti mentre nel regolatore di tensione non ci sono. se tiziano riesci a pubblicare qualcosa riguardante anche questo ti ringrazio, senza alcuna fretta O0 grazie anche samista105, mitici per la velocità di risposta O0

Link to post
Share on other sites

ha 3 morsetti e a uno di quelli è collegato un filo che va direttamente al positivo della batteria, quindi basterebbe capire come collegare i 2 rimanenti morsetti alla dinamo.. ma ho un altro dubbio, il filo che io ho trovato collegato che va dal regolatore di tensione al positivo della batteria non sarebbe meglio farlo passare per il contatto della chiave in modo che il regolatore o la dinamo consumino batteria quando il motore è spento?

 

* NON consumino batteria quando il motore è spento

Edited by MET80100
unione messaggi consecutivi
Link to post
Share on other sites

In teoria non dovrebbe consumare batteria perchè quel filo li dentro nel regolatore ha un "interruttore" che si attacca quando la dinamo gira...in pratica in tutti quelli che ho sistemato ho messo tutto sotto chiave, in modo che quando stacco la chiave sono sicuro che non ci siano assorbimenti!! Andando a memoria quello che va alla batteria dovrebbe essere a sinistra (visto da davanti), il 51 (il polo grosso della dinamo) va in mezzo (e fa anche da massa alla spia) e il 67 alla fine...comunque domani controllo e ti dico con più certezza...io in questi casi sono sempre andato a tentativi e non mi si è mai bruciato niente, se proprio sbagli si mette a girare la dinamo!!

Link to post
Share on other sites

ok grazie provo subito... e non sono sicuro se ho collegato bene l'uscita piccola del filtro dell'aria, se qualcuno ha uno schema o una foto che mi possa aiutare grazie. poi forse potrò testare il motore se riescono a sistemarmi il motorino di avviamento

Link to post
Share on other sites

ok grazie!

 

ho trovato difficoltà nel collegamento a leve tra acceleratore e dinamo, cioè ho capito dove devono essere collegate le varie parti ma non so quanto lunghi fare le leve perché non ho capito bene come funziona la regolazione dei giri e quindi come devo impostare quell'innesto che attiva o meno la puleggia..

Edited by MET80100
unione messaggi consecutivi
Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Ciao! io ho nel parco macchine aziendale anche un 215N...quindi 22 CV... ed anch'io ho provato delle trincie...ma l'unica che riesce a tenere bene è da 1,20. ovviamente serie leggera.... :blink: il problema tra l'altro è anche il peso dell'attrezzo...conoscendo il sollevatorone della Piccola....:asd:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

io ho provato quella di un amico col mio trincia da 1.60m e 300kg per segare erba non molto alta va benino, 1 - 2 lenta. secondo me pero la pto è alta e il gardano stava parecchio piegato. poi lui ha preso un trincia da 1.40

Link to post
Share on other sites

E' anche un problema di frizione a semplice stadio, poichè se non si ha il cardano con la ruota libera, anche se si stacca la frizione, l'inerzia del rotore della trincia fa percarrere alcuni metri prima di fermarsi e bisogna tenerne conto quando ci si avvicine a degli ostacoli

Link to post
Share on other sites
ragazzi una fiat 211 riesce a tirare una trincia da 1.4m serie leggera solo per tritare e erba? o è meglio pensare a un piatto tagliaerba?
Dimenticavo di dire che ho provato il trinciatutto Zilli da 1,20m e non trinciaerba... la versione da 1,40 richiede 30cv e pesa 340 kg... ovviamente con ruota libera...altrimenti prova dalla prima a passare alla retromarcia...:2funny:
Link to post
Share on other sites

prova il regolatore, anche il mio sul 315 faceva quel che voleva poco tempo fa. puoi provare a misurare sulla dinamo, metti il puntale piu del tester sul filo piu grosso, il meno a massa, a spento non dovrebbe segnarti nulla, poi metti in moto e al minimo leggererai un valore basso ( es 8-10V) poi accelerando dovrebbe superare i 12. se la tenzione non va su prova ad unire i 2 morsetti sulla dinamo con un ponte volante, cosi dovrebbe caricare a massima potenza. se vuoi puoi anche provare con tutto spento e batteria scollegata e dinamo scollegata a misurare se i 2 fili che vanno sulla dinamo danno continuita fra loro ( all'interno del regolatore a spento c'è un rele che li unisce).

 

anche il mio trincia è a ruota libera, indispensabile per le frenate, cambi marcia.

Io lo accendo in folle, accelero cosi prende velocita, e poi parto

Edited by ste
Link to post
Share on other sites

le spazzole "escono" dal filo grosso, qundi in teoria son ok. dovrebbe quei 2.7V mandarli sul piccolo e autoeccitarsi e far aumentare i 2.7V

hai provato anche unendo il piccolo col grosso ( chiamiamo 67il morsetto piccolo e 51 il grosso)con un ponte? puoi anche provare a staccare i 2 fili e dargli + dalla batt sul 67, con in serie una lampadina se vuoi e misurar cosa da fuori 51, a motore acceso.

si puo provare se la dinamo è buona anche staccando la cinghia e unisci 67 e 51 e gli dai +12 dovrebbe girare.

se vuoi guardare in officina c'è anche una bella discussione su dinamo, alternatori e motorini avviamento

Edited by ste
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Signori esperti di elettricità, sto finendo di montare un alternatore di una ford fiesta(benzina) dato che penso sia l'unico che va bene, ora sto eliminando la parte elettrica vecchia della dinamo e sto montando un portalampada con lampadina da 5w per eccitare l'alternatore, ora però mi sorge un dubbio.... Il

senso di rotazione, cambia qualcosa nel caso lo si inverte sull'alternatore? Anche perchè le vecchie fiesta non so come giravano....

Link to post
Share on other sites

montare un alternatore di ford su una fiat....:AAAAH:

io ho montato quello di un panda!

mi sembra che non sia importante il verso di rotazione se non per il raffreddamento.

Edited by ste
Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

ciao ragazzi,

ho cominciato il restauro di una 211r del 1962;

avrei bisogno di alcuni ricambi che non riesco a trovare in zona:

stemma anteriore Fiat sul cofano (solo lo stemma non la parte curva del cofano da rimbullonare)

vetri rossi dei faretti posteriori

Impianto elettrico completo (se c'è qualcuno che lo produce già cablato per non riscotruirlo ex novo)

chiave di accensione Fiat quadro originale (adesso sto usando le chiavi di un TM e funzionano :asd:)

 

Se potete aiutarmi ve ne sarei grato.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...