Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 1.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Il professor Bartolini è sul libro paga Kverneland, che punta molto sulla minima........ A pensar male si fa peccato, ma.......

Inutile leggere i suoi articoli, è al pari di Mastrota pure lui pagato per vendere le seminatrici...

La senape migliore a mio avviso è la cabri, Ciclo precoce, geliva, buona quantità di biomassa. Subito dopo c’è l’octopus che è leggermente più tardiva ma ha molte ramificazioni laterali delle radici.

Posted Images

ciao ragazzi leggevo la discussione e volevo porvi alcune domande:

 

chi usa la tecnica del sovescio solitamente non ha letame/liquame e lo fa appunto per apportare migliorie appunto per il fatto di non avere ammendanti ma nelle aziende zootecniche potrebbe essere comunque una tecnica da tenere presente?? perchè bene o male le aziende zootecnica praticano monocoltura oppure alternano al mais il loietto ma nel periodo invernale non sarebbe meglio mettere una coltura da sovescio in modo da non lasciare il terreno totalmente incolto ma soprattutto andrebbe a migliorare la struttura dato che nonostante buttinoliquame/letame si vedono sempre più terreni aridi e difficili da lavorare....che ne pensate?

Link to post
Share on other sites
ciao ragazzi leggevo la discussione e volevo porvi alcune domande:

 

chi usa la tecnica del sovescio solitamente non ha letame/liquame e lo fa appunto per apportare migliorie appunto per il fatto di non avere ammendanti ma nelle aziende zootecniche potrebbe essere comunque una tecnica da tenere presente?? perchè bene o male le aziende zootecnica praticano monocoltura oppure alternano al mais il loietto ma nel periodo invernale non sarebbe meglio mettere una coltura da sovescio in modo da non lasciare il terreno totalmente incolto ma soprattutto andrebbe a migliorare la struttura dato che nonostante buttinoliquame/letame si vedono sempre più terreni aridi e difficili da lavorare....che ne pensate?

 

Dipende da che terreni hai, se hai la terretta puoi fare una cover crop, a marzo ci liquami e letami sopra, e poi ari, mentre se hai terra argillosa non puoi farlo perchè arare a marzo terra argillosa crei una zollosità tale che comporta grandissimi problemi di affinamento per la semina delle colture a ciclo primaverile estivo.

Link to post
Share on other sites

Ciao Fabio, io ho terretta e sono 2 anni che "gioco" a fare quello che dici. Mi sono interessato particolarmente ad un appezzamento in cui alterno mais da trinciato 1° raccolto e loietto+mais da trinciato 2° raccolto. Quest'anno ho seminato circa 100Kg/ha di orzo a spaglio i primi di ottobre, poi ho liquamato più volte durante l'inverno, tanto le gomme non si sporcano, fine gennaio ho letamato, arato e ieri ho dato una prima passata di vibro. L'apporto di sostanza organica non sarà elevato ma spendo poco o niente e spero di recuperare parte di nitrati che se ne andrebbero in falda.

Questo era la situazione i primi di dicembre

t81024_dsc090172.jpg

Link to post
Share on other sites

Ottimo lavoro 5820jd!

 

Qui da me che di letame e liquame neanche l'ombra, un agricoltore che sta in una zona da mais, levato il mais semina direttamente su sodo il favino, poi a marzo ara tutto sotto e rifà mais, così durante l'inverno il favino cresce e apporta un po' di sostanza organica e azoto al terreno, quell'azoto che aiuterà gli stocchi del mais a degradarsi riducendo la fame di azoto del terreno.

Link to post
Share on other sites
Ciao Fabio, io ho terretta e sono 2 anni che "gioco" a fare quello che dici. Mi sono interessato particolarmente ad un appezzamento in cui alterno mais da trinciato 1° raccolto e loietto+mais da trinciato 2° raccolto. Quest'anno ho seminato circa 100Kg/ha di orzo a spaglio i primi di ottobre, poi ho liquamato più volte durante l'inverno, tanto le gomme non si sporcano, fine gennaio ho letamato, arato e ieri ho dato una prima passata di vibro. L'apporto di sostanza organica non sarà elevato ma spendo poco o niente e spero di recuperare parte di nitrati che se ne andrebbero in falda.

Questo era la situazione i primi di dicembre

t81024_dsc090172.jpg

 

interessante...però nelle mie zone da novembre ad oggi è vietato spargere liquame e letame...quindi non so se sarà lo stesso però molto interessante

 

Ottimo lavoro 5820jd!

 

Qui da me che di letame e liquame neanche l'ombra, un agricoltore che sta in una zona da mais, levato il mais semina direttamente su sodo il favino, poi a marzo ara tutto sotto e rifà mais, così durante l'inverno il favino cresce e apporta un po' di sostanza organica e azoto al terreno, quell'azoto che aiuterà gli stocchi del mais a degradarsi riducendo la fame di azoto del terreno.

 

una domanda: ma è possibile sapere i costi delle varie semenze per i sovesci??

Link to post
Share on other sites
interessante...però nelle mie zone da novembre ad oggi è vietato spargere liquame e letame...quindi non so se sarà lo stesso però molto interessante

 

 

 

una domanda: ma è possibile sapere i costi delle varie semenze per i sovesci??

 

Beh se devi fare delle graminacee, puoi usare orzo, o grano tenero direttamente di quello che hai in casa dell'ammasso tanto anche se si ammala un po' mica deve essere conciato per il fusarium, quindi il costo è quello di mercato. Mentre la veccia villosa costa un po' di più circa 1,5 €/kg e occorrono almeno 70 kg/ha, però hai il vantaggio che porta quasi 200 unità di azoto ad ettaro, di cui circa la metà disponibili per la coltura in successione, quindi risparmi circa 2 q.li di urea.

 

Se fai il favino (ma al nord è un problema perchè resiste poco al freddo) occorre circa 1 q.le ad ettaro e costa circa 20 €/q.le, anche lui porta azoto ma meno della veccia.

Link to post
Share on other sites

io ho utilizzato l'orzo semplicemente perchè lo trebbio e ne metto da parte un pò. Quest'anno trebbio anche un pò di segale quindi proverò a seminare anche quella così vedo se ci sono differenze. Anche se non puoi portare liquame durante l'inverno l'orzo viene uguale, non ho visto grosse differenze tra dove avevo liquamato e dove no, forse risente dell'azoto non utilizzato dal mais.

Link to post
Share on other sites

Quindi se utilizzo l'orzo come cover crop devo smuovere il terreno con lavorazione leggera e poi passare con la seminatrice oppure può bastare una passata con lo spandiconcime seminando a spaglio e poi ricoprire leggermente il seme in un secondo passaggio?

Link to post
Share on other sites
Quindi se utilizzo l'orzo come cover crop devo smuovere il terreno con lavorazione leggera e poi passare con la seminatrice oppure può bastare una passata con lo spandiconcime seminando a spaglio e poi ricoprire leggermente il seme in un secondo passaggio?

 

dipende; dalle condizioni del terreno, dal tempo disponibile , dalle attrezzature che hai a disposizione e comunque nei due casi anche la quantità di seme cambia

Link to post
Share on other sites
Quindi se utilizzo l'orzo come cover crop devo smuovere il terreno con lavorazione leggera e poi passare con la seminatrice oppure può bastare una passata con lo spandiconcime seminando a spaglio e poi ricoprire leggermente il seme in un secondo passaggio?

quest'anno non finiva mai di piovere e son solo passato con lo spandiconcime in un pomeriggio di non pioggia (dire sole sarebbe troppo). L'anno scorso dopo averlo distribuito son passato con uno stirpatore con rullo a meno di 5 cm di profondità, giusto per ricoprirlo con un pò di polvere. Ho provato anche con i vibro, viene meglio ma su sodo nei miei terreni ci lascio tutte le molle.

Con la seminatrice puoi dosare meglio il seme e non lasciare buchi ma ci metti dieci volte di più di tempo. Dipende da che obiettivo ti poni.

Edited by 5820jd
Link to post
Share on other sites

Ci sono almeno due problemi da superare, primo il terreno che coltivando riso rimane sempre difficile da praticare causa sommersione estiva e magari autunno piovoso (2010) e per secondo la paglia che rimane. Sarebbe meglio lo spandiconcime perchè più veloce ma poi si deve coprire un pò il seme e con la paglia cosa uso? Basta una passata con un rullo secondo voi?

Link to post
Share on other sites
  • 6 months later...

molto interessante l'argomento...e mi sa che un giorno proverò di brutto...bisogna dare un futuro migliore all'agricoltura...

quindi tipo dopo trebbiatura a grano...ripper e a settembre rotante e semina della veccia villosa...

quando arrivo a marzo erpice a dischi o coltivatore per interrare i residui e poi semina del mais o sorgo?

dico bene?

ma nelle concimazioni dopo cover crop...andate con le dosi standard o le calate visto l'apporto di N che danno?

Link to post
Share on other sites

Le puoi calare, calcola che la veccia se cresce bene arriva a fissare fino a 200 unità di azoto, di cui la metà va alla coltura in successione, e metà invece si ha progressivamente nell'anno successivo.

 

Per capirsi quando faccio il girasole con la veccia, non do i 2 q.li/ha di urea che si danno normalmente ai girasoli in presemina, e il grano fatto dopo quel girasole è sempre un po' più nero del grano fatto dopo girasole senza cover crop, quindi un po' di fertilità residua la prende anche il grano.

 

Va bene come dici di interrare la veccia con erpice a dischi in primavera, ma puoi farlo solo se hai terreno sabbioso, perchè se è terreno argilloso come fai? A marzo se passi l'erpice a dischi su un terreno argilloso lo destrutturi tutto e poi come fai a seminare?

Link to post
Share on other sites

Scusa e perchè no ora? Prendi e semini 50 kg/ha di veccia villosa su 3-4 ettari e così fai la prova. La veccia va seminata entro fine settembre altrimenti poi è piccola quando viene freddo e si cucina.

Link to post
Share on other sites

Bè ti devo dire innanzitutto che non sò al momento dove trovarla...nel senso i miei fornitori...

Seconda cosa non ho la seminatrice da semi minuti...

Terza cosa...non ho la seminatrice da sodo per seminare le culture autunnali...

Quarta cosa...ho ancora un tot di robe da fare negli appezzamenti e tempo poco...

:(

 

Però si come discorso fila...oltretutto con una passata di rotante ho già la terra pronta da primavera...

Avrei in teoria 1 ha...se si può seminare con la seminatrice da grano nessun problema...poi eventualmente a marzo dò una passata di frangizolle pre-semina...

Mmmmmm...ci potrebbe stare...

Link to post
Share on other sites

1) Si può seminare con la seminatrice da grano senza alcun problema

 

2) La veccia si trova senza problemi basta fare un giro di telefonate

 

3) Un ettaro proverei a seminarlo per vedere almeno come resiste al freddo.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...