Jump to content
Mapomac

Tecniche di taglio - Tecniche di abbattimento

Recommended Posts

Si parlava nella discussione sulle motoseghe, di alcune tecniche di taglio. Pertanto per non creare OT, ho creato questa discussione.

 

Dato che tra noi abbiamo un ottimo conoscitore dell'argomento, ovvero Tommy lascio a lui la parola.

 

Inizio io con le domande.

Se non si è ancora capito :asd:, ho una discreta soggezione nei confronti della motosega:leggi:. Quindi chiedo: qual'è la tecnica migliore per tagliare diametri maggiori alla lunghezza della barra ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente, si effettua la tacca, con le normali proporzioni, 1/5 del diametro della pianta. Si lascia la ceniera, poi si parte con il taglio di abbattimento. Si inizia a tagliare da un lato (catena a tirare), fino ad arrivare alla cerniera. Una volta arrivati, si infilano i cunei, e si passa a tagliare dall'altro lato, dove non si è arrivati prima (catena a spingere). Non sò se mi sono spiegato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ad esempio come tecnica di taglio quando devo abbattere piante anche abbastanza grosse faccio sempre ho la (tacca ) ho semplicemente la incido dipende da come è messa la pianta e poi mi metto dalla parte opposta a tagliare badando di aver modo di allontanarmi senza ostacoli , e questa operazione di taglio la faccio all 80% a un metro da terra. In questo sistema secondo me, quando vai a tagliare il pezzo restante che normalmenteè un bel diametro rispetto a un metro sopra,tagli più basso possibile senza rischiare e prendendo tutto il legno vicino a terra,che magari gli devi fare il giro intorno per arrivare fino al centro.E questa operazione la faccio con una hsquarna 372xp o 254xp.Una cosa non mi ritengo un professionista perchè faccio legna per uso privato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La tacca è da fare sempre. Incidere solo la pianta, non basta.

Tagliando la pianta a 80 cm da terra, rimangono poi i pezzi corti, che sballano tutto il carico del rimorchio (se si fà legna "corta", se si lavora la legna lunga, è impensabile)

Share this post


Link to post
Share on other sites
La tacca è da fare sempre. Incidere solo la pianta, non basta.

Tagliando la pianta a 80 cm da terra, rimangono poi i pezzi corti, che sballano tutto il carico del rimorchio (se si fà legna \"corta\", se si lavora la legna lunga, è impensabile)

ma come ho detto io la faccio per casa e se è più corta ho due vantaggi uno duro meno fatica a caricarla e due faccio un taglio in meno quando la preparo per il camino,e poi qui in toscana la legna si lavora a metro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ha fatto notare giustamente Tommy, il taglio ad altezza da terra, è posibile se si lavora legna da ardere, ma se abbattiamo alberi per legname da lavoro, tipo castagno, il tagli và fatto necessariamente il piu "a terra" possibile al fine di avere un tronco il piu lungo possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho un problema di taglio di robinie su ripa

 

queste piante sono di circa 16 anni , messe su una riva alta nel punto piu alto circa 6/7metri

il vicino mi ha piantato la rete appena sotto, al di la di dargli una spallata a tutti i pali di cemento , come faccio a tirarli di sopra?

 

alcune piante sono di diametro a petto d'uomo di 25cm , e alte quasi tra i 10 e i 20 metri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il taglio su ripa, almeno a mio avviso è quello che comporta i maggiori rischi di sicurezza per l'operatore che lo effettua, in quanto, gli alberi che vengono tagliati, sono soggetti a scivolare con la parte bassa prima che la pianta cada del tutto, se poi " a valle" c'è la rete che non dovrebbe essere rovinata, le cose si complicano, perchè la cosa piu semplice sarebbe stata quella di abbatele facendole cadere a valle.

Dovendo fare il contrario, non vedo altre soluzioni che usare un verricello o far fungere un trattore da verricello (non serve sottolineare che l'operazione non è una passeggiata).

Sperando di essermi spiegato, se non avete capito chiedete.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho il tuo stesso problema, l'anno scorso la rete da 180 cm è diventata 18 cm :asd: così le altre piante ho preferito legarle con il verricello :fiufiu: sarebbe meglio essere in due persone, uno che taglia e l'altro sul trattore in modo da tirare quando ce n'è bisogno, io invece da solo devo correre su dalla ripa per tirare la pianta prima che cada dalla parte sbagliata

Share this post


Link to post
Share on other sites

io in genere mi aiuto col caricatore frontale , e la forca da rotoballe, in pratica le inforchetto , e poi gli faccio girare in torno una catena ad una altezzadi 3 metri , cioe mi aiuto con una scala x legarle , e poi le metto in tiro , faccio un doppio taglio e quando ne rimane 1cm le strattono e le adagio x terra, il problema e' sono quelle al fondo della ripa , oltre che son guardato a vista del vicino e si mette sempre nella posizione piu pericolosa , nella speranza che gliene cada una addosso , per farsi pagare per nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, spero che sia uno scherzo quello che il vicino si mette in posizione pericolosa, perchè senza discutere, gli puoi intimare di mettersia a distanza di sicurezza (lo decidi tu quanto è). se le piante son in fondo all ripa, legale in alto e tira, la laboriosità sta nel legarle, il resto procedi come è stato detto. Se sei bravo nel lanciare le corda puoi provare anche senza salire, o salendo sul caricatore per stare piu alto.

Se il vicino è rompiballe, chiedi le autorizzazioni per il taglio e per l'esecuzione del lavoro appoggiati ad un operatore forestale che verifica l'esecuzione del lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non e' uno scherzo , io non ce lo con i sardi , ma piu gli dici di stare lontano , piu lui mugugna qualche imprecazione in sassarese tstretto e dice che lui sul suo terreno sta dove vuole ,e se voglio che si sposti devo pagarlo , gia 17 ani fa quando con la liquidazione se comprato il pezzo sotto , mi ha tagliato le robinie fino a 2 metri , e non ce stato verso di averle indietro , perche gli ha usati x piantare i pomodori e , perche il vecchio proprietario , vicino di uno zio di mio padre dacui affitto, (Ora sono i cugini nbdr), gli ha assicurato che facevo perdere le piante, perche gli fanno ombra.

poi me ne ha fatte seccare 50metri , dove la ripa e' piu bassa,

 

oltre tutto ce un vicino , che come diciamo , no lo cissa, lo istiga contro , e di sto pezzo di olivo(per non dire una altra parola) di un sardo non ce verso di farlo ragionare,

 

mi son gia messo in contatto con una squadra di abbattitori, e vedro nel prossimo inverno di farlo

 

domanda da quale mese in poi si puo abbattere la robinia di ripa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per l'abbattimento, valgono le regole di taglio dei boschi salvo deroghe che solo il CFS ti può dare.

 

Per la convivenza con i vicini, non ti invidio, ma per il rispetto delle norme di sicurezza, se le cose stanno in questo modo, stai attento, perchè potrebbe essere il tipo che và cercando chi gli paga il mutuo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate la domanda un pò cretina...ma perchè avete messo in evidenza questo topic in cui nessuno scrive più da un anno?

le risposte le immagino già...perchè è un argomento importante. vero. condivido.

solo per capirsi...

 

saluti e auguri

peppone

Edited by peppone69

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come si fa a capire se una pianta è marcia? Ho letto che Peppone usa un trapanino per vedere se all'interno è appunto marcia, cosa dite?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come si fa a capire se una pianta è marcia? Ho letto che Peppone usa un trapanino per vedere se all'interno è appunto marcia, cosa dite?

quell'attrezzo è una via di mezzo tra un trapano a mano ed una piccola carotatrice. lo avviti dentro, prelevi un pezzetto del midollo della pianta e guardandolo e toccandolo ne valuti la consistenza e capisci in che condizioni è la pianta dentro. è molto usato dagli agronomi che si occupano di valutare le condizioni di salute delle piante lungo i viali delle grandi città, ma a volte torna utile anche ai boscaioli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come si fa a capire se una pianta è marcia? Ho letto che Peppone usa un trapanino per vedere se all'interno è appunto marcia, cosa dite?

 

Si dice fare il "tasto". Prendi la motosega, e fai entrare la barra nel tronco. Mentre lo fai, guardi la segatura che esce. Se esce segatura scura, o particolarmente bagnata, è segno di marciume.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Con le piante marce come ci si deve comportare?

 

Dipende. Se si tratta di marciume esterno, basta fare in modo che la zona com marciume non interessi uno dei cardini della cerniera.

Per marciume interno, quindi che normalmente parte dal centro della pianta, se interessa meno di 1/3 del diametro della pianta, basta fare una tacca più profonda (1/3 - 1/4 della pianta, rilasciare una cerniera più spessa e più alta, e introdurre i cunei il prima possibile.

Se il marciume è esteso, si può effettuare tacca e taglio di abbattimento a 1 metro da terra, visto che il marciume interessa nella maggioranza dei casi, la zona del piede.

Altrimenti si usa la tecnica di taglio a "tacca rovesciata", che si fà effettuando una serie di tagli sempre più profondi dal basso verso l'alto. Il primo taglio, eseguito a circa 1 metro da terra, entra nel fusto di circa 1/4 del diametro. Poi un secondo taglio, circa 3 cm più in basso, e meno profondo. E via così, fino a fare questi tagli verso il basso, per un altezza di circa metà del diametro, ma con profondità via via decrescendo. Questi tagli, servono a fare da appoggio mentre la pianta cade, così che mentre si siede, ammortizzi il suo peso, e non strappi la cerniera. Il taglio di abbattimento và fatto 1/10 del diametro della pianta più in alto rispetto all'incisione più profonda, e sempre inserendo i cunei.

Poi, se non sei esperto o non ti senti sicuro, puoi sempre legare le piante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guardate spesso mi capita di pizzicare la catena come posso evitare questo problema? Domanda stupida e con un pò di ragionamento si riesce a rispondere anche da soli, ma gli esperti siete voi n particolare Tommy372 (a quanto vedo) quindi.... Qualche consiglio?

 

Ps

Lo so è una cosa che è naturale anche per un hobbista la direzione del taglio se da sotto in su o viceversa comunque questo è data dalla mia poca esperienza... (Ho solo 15 anni e mio padre e mio zio i miei "prof" la sanno usare abbastanza bene la motosega ma sicuramente voi siete più esperti)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...