Jump to content
sonic

trattori allis chalmers

Recommended Posts

ciao a tutti!conoscete questi trattori?mi piacerebbe approfondire la mia conoscenza su questi trattori e sulla loro storia...sono anche salito su uno di questi:era un grosso cingolato con motore detroit diesel 2t volumetrico che se nono sbaglio dovrebbe avere circa 160 cv!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lascerei gli argomenti separati visto che qui si tratta la storia del marchio e nell'altro il recupero di un mezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lascerei gli argomenti separati visto che qui si tratta la storia del marchio e nell'altro il recupero di un mezzo.

ConcordoO0

Anche perchè si era parlato della storia ma poche righe. Nessuno sa qualcosa in più? Ad esempio modelli, potenze ecc.

Mi pareva facesse anche presse per ballette:cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessante!inoltre ho scoperto che dalle mie parti questi trattori non erano conosciuti...ne acquisto per la prima volta un grosso contotrezista 3 o 4 di queste macchineche erano sta importate da un commerciante di mezzi agricoli che le importava dal vietnam dove erano state usate per creare strade dentro le foreste durante il perido della guerra...pensate che alcune non avevano l'apripista con comandi idraulici bensì aveva gli argani...e tralaltro ce ne sono nei dintorni 2 o 3 ancora funzionanti che le utilizzano principalmente per lo scasso dei terreni....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli anni '60 erano importate dalla ditta Farina di Verona (se non sbaglio) ed erano già nella versione con motori a 4 tempi.

In Italia sono stati conosciuti i cingolati sopratutto per essere dotati (anni '40-50) con motori a 2 tempi General Motors con compressore volumetrico (feritoie per il lavaggio e valvole in testa per lo scarico) e pompa iniettore per ogni cilindro.

Erano sopratutto gli HD, 10, 14, e successivamente gli HD 9, 15, poi i 4 tempi HD 11 e HD 16 (con motore Buda-Lanova a camera di accumulazione, poi sostituiti dagli operatori con i camionistici Fiat -ovviamente-).

Più avanti metterò dei riferimenti illustrativi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sonic, non stupirti se macchine AC erano in Vietnam e nemmeno se avevano il dozer azionato dal cable rig.

Fino alla fine degli anni 60 parecchi costruttori lo avevano ancora in listino.

Tornando ai trattori, oltre normali rapporti commerciali di acquisizione e quindi presenza sparsa per il globo ( ad esempio a metà anni 30 il Ministero della Guerra Italiano acquistò privatamente numerosissimi Caterpillar) vi sono stati anche patti tra Cancellerie che stabilivano consegne di tal mezzi; noi con il trattato di pace abbiam dovuto fornire all'Urss tra le altre cose anche trattori ed escavatori; ancora qualche anno prima con il Lend-Lease Act gli Usa hanno dato alla Russia migliaia di trattori sia IH sia AC; eccoti gli Allis:

Engines of the Red Army in WW2 - Medium Tractor M1 - Allis-Chalmers HD-7W

e qui, dal 1° minuto in avanti li vedi sfilare

YouTube - 1945 Victory Parade in Color (4) - Final

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su Yt puoi trovare tanti documentari d'epoca o meno, e certamente i più interessanti a parer mio sono quelli fatti girare dalla casa produttrice:

 

Come scritto, producendo l'Allis tante cose, sino ai frantoi per cave e miniere, vedrai nei titoli di testa sempre in aderenza la dicitura tractor division .

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Immagine pubblicitaria dei cingolati Allis Chalmers metà/fine anni 50, sono quelli equipaggiati con i General Motors /71 progettati da Kettering, ciclo diesel due tempi, con compressore volumetrico, feritoie perimetrali alle canne per l’alimentazione e lavaggio, valvole di scarico in testa; erano dotati di pompa iniettore per ogni cilindro comandato da asse a camme laterale e bilanceri.

Gli HD9 e 15 li ho visti (e filmati) personalmente nella nostra zona mentre erano in aratura; un HD 15 era in esercizio fino a 2 anni fa, lo sentivo il mattino presto (nel silenzio generale della campagna) con il suo classico > tipico di quei motori, che sembrano sempre in fuori giri.

t64366_2010-08-22-allis-gamma-2t-cingolati.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il " sound" di un trattore AC con il Detroit 2T

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse qui si comprende meglio (è il 4 cilindri).

 

 

questo è il 6 cil (hd15)

 

Edited by Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Forse qui si comprende meglio (è il 4 cilindri).

Ma è una cosa folle il rumore che fanno!:AAAAH:

E poi non un bel rumore pieno, ma un urlo del genere...:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma è una cosa folle il rumore che fanno!

 

Meglio l'urlo che ( ma non eran comunque soli, altri 2T e 4T pure lo facevano) quando sottosforzo in alcuni casi ti partivan al rovescio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti sono decisamente rumorosi, però bisognerebbe sentirli dal vivo per rendersene conto e valutare.

Il fatto che compiano il doppio delle combustioni rispetto il 4 t, fa si che sembrano girino altissimi come giri anche se in realtà ne fanno solo 1600.

I difetti principali sono: forte usura delle fascie e delle canne cilindri per via delle feritoie; il mio conteterzista (negli anni 60) ne aveva due e diceva che dopo 4000 ore il motore era da rifare; altro difetto è che sono motori poco elastici, se cominciano a perdere giri sotto sforzo, poi "muoiono" quasi subito, a differenza (tanto per fare un esempio) del motore della Fiat 70C, che prima di impiccarsi lo puoi lasciare scendere fino quasi al minimo (ha la coppia max a 900 giri min!).

Probabilmente questi motori non sono nati esclusivamente per l'uso agricolo, ma come scopo principale avevano la prerogativa di essere polivalenti, infatti il 6 cil equipaggiava il famoso carro armato Statunitense Sherman, ed erano accoppiati con una speciale campana, inoltre con una minima modifica potevano girare destrorsi o sinistrorsi in modo da adattarsi a svariati usi, la potenza poteva essere aumentata facilmente agendo sugli iniettori.

Erano usati su varia scala anche nell'autotrasporto USA, in europa li adottavano i Bedford d'alto di gamma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, sicuramente polivalenti; hanno spaziato per lunghi anni nel motorizzare dal dozer agli autocarri, dai tank ai gruppi elettrogeni etc.

Il suffisso rimane sempre il 671; il numero antecedente innvece ad indicare quanti pistoni installava.

E si parte dal mono 1/671 sino alle serie V con il 16 V 671.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sigla dovrebbe indicare numero di cilindri, e la cilindrata unitaria in pollici cubi.

Es 6.71 significa 6 cilindri con cilindrata unitaria di 71 pollici cubi (circa1157cc, che moltiplicato per i 6 cilindri dà circa 7000cc).

I motori a V erano contraddistinti dalla lettera V Tra il numero dei cilindri e quello della cilindrata (es 8V92, montato anche sugli autocarri Bedford TM).

Il 6V71 era montato sull' M113, e non sullo Sherman, che ha impiegato soprattutto motori a benzina (Continental; Ford, ecc).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho verificato su letteratura e lo Shermann era dotato anche di motorizzazione costituita da coppia di 6/71 da 300 cv complessivi (vedasi immagine).

Sono gli stessi motori (singoli) montati sull’Allis Chalmers HD 15

t65743_2010-09-17-gm-671.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho controllato bene su un libro che ho, ed hai ragione.

A causa della forte richiesta di mezzi aerei, i motori continental stellari a 9 cilindri vennero destinati agli aerei, e venne sviluppata la soluzione dei motori accoppiati.:ave:

In ogni caso pensavo ti riferissi al motore a V, 6V71, e non a quello in linea 6.71.

Edited by Twin Spark

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niente paura, e poi è facile perdersi tra le motorizzazioni usa, sullo Sherman usarono pure un Chrysler Multi-bank 4 tempi benzina 30 cilindri da 20 litri di cilindrata e 460 cv a 2600 giri min, consumo medio 0,6 miglia per gallone.

Oppure un Caterpillar diesel radiale! a 9 cil, questo faceva un po' di più, 0.8 miglia per gallone.

 

Aggiungo la sezione sulla biella del motore 6/71, tratto da una pubblicazione del 1950, questi motori dovrebbero essere stati lanciati prima del 1939.

Si nota l'albero a camme in posizione bassa, ma le versioni successive l'avevano appena sotto la testa.

t65876_2010-09-18-gm6-71-sezione-biella-1950.jpg

Edited by Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell’immaginario collettivo gli Allis non hanno la stessa titolarità che ha Cat, ma come macchine, per alcuni era considerata superiore, in virtù di un maggior accessibilità di riparazione e facilità di smontaggio dei vari organi senza ricorrere ad attrezzi specifici o officine attrezzate appositamente.

(intendo le macchine cingolate degli anni dopoguerra fino agli anni 70).

A tal proposito inserisco l’immagine di un HD 15 di un mio conoscente (legge spesso il forum) che fa parte della sua collezione e lo usa saltuariamente per fargli sgranchire “i cingoli”.

E’ una macchina che arava regolarmente ma poi rimpiazzata da mezzi più versatili e meno stancanti; attualmente ha subito qualche modifica per renderla più performante, infatti non ha più la caratteristica coppia di filtri aria a bagno d’olio.

Metto anche un video dove la si vede operare momentaneamente……al galoppo…..

20130302136225851102353.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà se era nato così, cable o trattore semplice.

L'apparato idraulico dozer non somiglia molto a quelli degli allestitori Usa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nell’immaginario collettivo gli Allis non hanno la stessa titolarità che ha Cat, ma come macchine, per alcuni era considerata superiore, in virtù di un maggior accessibilità di riparazione e facilità di smontaggio dei vari organi senza ricorrere ad attrezzi specifici o officine attrezzate appositamente.

(intendo le macchine cingolate degli anni dopoguerra fino agli anni 70).

A tal proposito inserisco l’immagine di un HD 15 di un mio conoscente (legge spesso il forum) che fa parte della sua collezione e lo usa saltuariamente per fargli sgranchire “i cingoli”.

E’ una macchina che arava regolarmente ma poi rimpiazzata da mezzi più versatili e meno stancanti; attualmente ha subito qualche modifica per renderla più performante, infatti non ha più la caratteristica coppia di filtri aria a bagno d’olio.

Metto anche un video dove la si vede operare momentaneamente……al galoppo…..

20130302136225851102353.jpg

 

quanti cv ha l'hd15 del video?L'aratro è borgatti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...