Jump to content

Recommended Posts

Nella nostra azienda per apportare piu azoto nei terreni, migliorare la produzione del grano duro , per non fare i soliti ringrani decennali, seminiamo in questo periodo la veccia o il favino .

Di solito nei terreni seminati a veccia , li sfalciamo per fare "fieno" cosi poi facciamo i balloni per venderli agli allevatori.

Il tutto rippando il terreno a circa 30cm , una botta di coltivatore e semina con seminatrice meccanica da 3,30 metri,dopodichè rulliamo il tutto.

Invece da quest anno ho voluto seminare anche il favino per poi trebbiarlo.

Non ho molta esperienza , di solito l ho soltanto trebbiato di raro e non so precisamente quali concimi o diserbi usare per non andare in contro a danni o nel peggiore dei casi di terreni sporchi di erbacce o di scarse rese per errati trattamenti.

 

Qualcuno di voi ha mai seminato tutto ciò?

Come vi comportate?

Che lavorazioni effettuate?

E i diserbanti da usare sul favino quali sono ? quali danni apportano alla coltura?

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Aggiunta by Dj Rudy

 

Ieri sono stato a Perugia a visitare delle prove sul diserbo di favino fatte dalla Dupont.

 

Dupont quest'anno ha introdotto un nuovo diserbo per il Mais chiamato: ALCANCE SYNC TEC, composto da:

 

pendimetalin 26,90% (= 298,00 g/l)

clomazone 3,87% (= 43,00 g/l)

 

tale prodotto da ottobre sarà registrato anche su Favino, per cui hanno fatto delle prove di confronto con l'Oklaoma considerato oggi il miglior diserbo in pre-emergenza per questa coltura.

 

Favino seminato il 18 dicembre

Testimone non trattato con: Poche infestanti graminacee, molte Brasicacee, qualche pianta di Ammi Majus, e basta.

 

20140430139888689841489.JPG

 

La prova era così divisa:

 

Oklaoma a 4 litri/ha

ALCANCE a 2,5 litri/ha

ALCANCE a 2,5 litri/ha + 0,4 litri/ha di Mesozin

ALCANCE a 2 litri/ha + 0,3 litri/ha di Mesozin

 

L'Alcance è un prodotto nato per il mais, quindi ha il limite di avere una concentrazione non troppo elevata di Pendimetanil e di conseguenza in caso di forte pressione di Brassicacee e ombrellifere, potrebbe scappare qualcosa, quindi aggiungendo il Mesozin (metribuzin 35,00%) si hanno 3 principi attivi che si aiutano e completano tra di loro avendo un'ottima selettività sulla coltura e un controllo totale delle infestanti.

 

Mi si è scaricato il cell e quindi non ho foto delle varie prove, comunque:

 

- Nella parcella dell'Oklaoma qualche pianta di Brassicacea c'era nonostante l'alto dosaggio (infatti difficilmente si danno 4 litri/ha, ma di solito 3, visto anche il costo di oltre 20 €/litro), quindi a 3 litri ci sarebbero state ancora più infestanti.

- Situazione simile all'Oklaoma dato a 4 litri anche nella parcella dell'ALCANCE dato da solo a 2,5 litri/ha, ma ha un costo inferiore all'Oklaoma a 4 litri/ha.

- ALCANCE 2,5 litri + Mesozin 0,4 litri pulizia totale nulla da dire! Davvero un bel lavoro.

- ALCANCE 2 litri + Mesozin 0,3 litri pulizia non al 100 %, ma direi tra il 95-98 %, in caso di pressione non troppo elevata di Sinapis è una miscela che permette di risparmiare e avere comunque un controllo totale.

 

Spesa? Usare 2,5 litri Alcance e 0,4 di Mesozin, si spende circa come 3,5 litri/ha di OKlaoma, ma si ha sicuramente un controllo maggiore.

Un'altra opzione potrebbe essere fare 2 litri/ha di Alcance e aggiungere del Pendimetanil per incrementare la sua azione su Sinapis ecc, spendendo meno rispetto all'aggiunta del Mesozin.

 

Dal prossimo anno con la nuova PAC (obbligo per le aziende sopra i 30 ha di fare 3 colture all'anno), soprattutto al Centro Sud, il Favino diventerà sempre più importante, quindi avere una nuova miscela per il controllo delle infestanti, è sicuramente una buona cosa.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Efficacia dei vari fungicidi su pisello e favino, in francese!!

 

 

http://www.cetiom.fr/fileadmin/cetiom/Cultures/Pois/Phytosanitaires_proteagineux_2014.pdf

 

Da fine marzo al 10 aprile è importante sul favino e pisello fare un intervento fungicida per ridurre il problema della ruggine, che comporta la distruzione dei palchi fogliari e gravi perdite produttive.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il favino caro conte per fare un bel lavoro dovresti distribuire 3 litri/ha Oklaoma (diserbo non proprio a basso costo siamo a circa 20 € a litro) subito dopo la semina, è un diserbante ad azione antigerminativa che controlla le principali infestanti sia graminacee, sia dicotiledoni; spendi un po' ma ti levi il pensiero per tutta la durata della coltura.

 

Inoltre per ottenere produzioni dignitose di favino non sarebbe male distribuire almeno 1,5 q.li/ha di perfosfato triplo (0-46-0) in presemina dato che invece per l'azoto dovrebbe fare da solo.

 

Riguardo alle lavorazioni, l'abbiamo fatto per un paio di anni (poi abbandonato a favore della più redditiva Brassica Carinata), comunque dopo il grano ripuntatura a 30-35 cm, prima della semina se vi era tanta erba 2 kg/ha di Roundoup, poi 1,5 q.li/ha di perfosfato triplo, successivamente passata vibrocoltivatore (nei terreni più pesanti erpice rotante) e semina con circa 100-120 kg/ha di seme.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie djrudy, vorrei capire anche che rese ci sono in media , dato che quello che ho trebbiato io , vuoi per la fretta, vuoi perchè non era mio il terreno , vuoi perchè era biologico, vuoi le lavorazioni non molto esatte, non era proprio un bel vedere.

 

Perfetto, acquisterò tutto il malloppo.....ma ricorda , se qualcosa va storto , ti arriverà un bel regalo al posto del lampeggiante del tuo caro grande puffo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

testa di maiale in arrivo....:2funny::2funny:

 

Le produzioni vanno da 15 ad oltre 30 q.li/ha. Nella tua zona dovresti avere minori problemi di ruggine a maggio dato il clima più secco rispetto a qui.

 

Diciamo che se nasce bene, non c'è erba e a fine aprile piove un po' i 30 q.li escono senza particolari problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io il favino lo utilizzo molto come cultura da sovescio prima del tabacco....quest anno ne ho seminato 75 ettari......

Share this post


Link to post
Share on other sites

io invece per adesso dato l ottimo erbicida (antigerminativo) consigliato dal djrudy posso dire che ottimo favino , zero erbacce , l'acqua per adesso non gli manca.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

io invece io sccome lo uso pe sovescio non uso erbicidi e ne tanto meno lo concimo.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

io invece devo andare dalla fine di ottobre a seminare 5 ettari di favino ad un mio cliente, ma a causa delle pioggie non ci sono riuscito. Il terreno è stato arato poi è stato passato il frangizolle ed in ultimo si dovrebbe ripassare con il vibro, il quantitativo di seme è di 2 quintali l' ettaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma 2 ql di favino per ettero non è un pò troppo? Anche l'aratura mi sembra sprecata per la semina del favino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cosi mi ha detto il cliente, poi qui da me il ripper non lo passiamo preferiamo arare anche 20 cm di aratura fa la differenza con il ripper. Che tipo di preparazione fai te?

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me se si vogliono meno erbacce bisogna arare e poi le colture da rinnovo(si usa l aratura o rippatura profonda 35cm circa) .

se si usa antigerminativo va bene pure una rippatura però le dosi siamo sui 100 120 kg ettaro , sennò se lo semini molto "fitto" fa troppa competizione , sfila troppo e si ramifica poco e poi con quelle dosi .....vagli a dare da mangiare a tutta quella popolazione.......perfosfato triplo 46 % come se nevicasse in presemina !!!!

 

io faccio cosi

rippo o aro il terreno

ripasso col vibro

semina

diserbo antigerminativo

rullo dentato

 

dosi 100 120 kg ettaro ....

ovviamente dopo il tutto dividerò in 3 pezzi e farò , semina su sodo, lavorazione con ripper e aratura ....e analizzero produzioni, qualità del grano duro , convenienza di un lavoro o un altro ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao a tutti domani devo seminare il favino ma sulla tabella della seminatrice non c'è. Mi sapete dire il peso specifico? grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

che io so 1000 semi dovrebbero pesare circa 650 grammi e dovresti avere una densità di semina di circa 50 piante per metro quadrato seminati a 35 cm di distanza.

per la semina occorre un pò di perfosfato triplo , che ne so, un 100 kg ettaro massimo direi.

 

molti qui da me li seminano molto fitte in modo che poi la mietitrebbia ha meno guai.......

siccome sfilano di piu viene piu facile a raccoglierle.....ma io a tutto ciò non sono favorevole.....

poi ognuno fa come gli pare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie conte siccome ho una seminatrice con dosatore volumetrico volevo sapere il peso specifico. A cosa lo posso paragonare? Ai piselli che il seme dovrebbe essere più o meno uguale?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma i piselli mica son tutti uguali come semi, mi sa che ci son differenze ......comunque sempre sui 500 grammi.....il favino pesa di piu.

Share this post


Link to post
Share on other sites
grazie conte siccome ho una seminatrice con dosatore volumetrico volevo sapere il peso specifico. A cosa lo posso paragonare? Ai piselli che il seme dovrebbe essere più o meno uguale?

 

I dati che stai chiedendo, e soprattutto il peso dei semi, dovrebbe essere SEMPRE riportato sulle confezioni. Non ci sono ? Strano.

Considera comunque un peso medio a seme di 0,4-0,6 g/seme.

 

Comunque, quando si insiste, che è necessario usare sempre google...un motivo c'è.:)

 

http://www.cgssementi.it/foraggi/pdf/favino_prothabat_2007.pdf

 

Come puoi vedere il peso varia sensibilmente anche in funzione della varietà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quest anno nella mia azienda non ho seminato neppure un chicco tra grano o orzo, ma in sostituzione di questo sto seminado il favino.......la parte che ho seminato fin ora (circa una 80 di ettari) sarà destinata al sovescio prima del tabacco...ora sto passando l erpice a dischi sulle stoppie poi quasi subito dietro la combinata...vediamo se è un buon sostitoto del grtano...sicuramente sarà meno costosa per farla crescere.......

Share this post


Link to post
Share on other sites

La parte dove non fai sovescio ti consiglio di dare un paio di q.li di perfosfato triplo 0-46-0 in presemina, e magari anche il diserbo antigerminello (pendimetanil se non ricordo male) così eviti che il favino diventi un prato di rapicelle. Queste sono le uniche due vere spese da fare per poter realisticamente pensare di arrivare a fare 25-30 q.li/ha, altrimenti è meglio o che non lo semini o che lo sovesci tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per i consigli....ma il diserbo quando coviene darlo???????

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao ragazzi

vorrei un informazione: quanto e quotato il favino in borsa attualmente:cheazz: grazie per le risposte in anticipo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per le quotazioni purtroppo non ne ho vaga idea....

 

Quest'estate ho avuto l'onore di far conoscenza e trebbiare questa coltura, che dire concorco con chi dice d'utilizzarla come sovescio, perchè aimè se le produzioni sono quelle...anche se lo semini per il contributo, te lo mangi tutto con le spese...

 

Però comunque devo dire interessante come pianta e coltura...

Share this post


Link to post
Share on other sites

credo sui 20 euro quintale a meno che si facci un contratto di moltiplicazione e mettersi d'accordo con la ditta sementiera, qui si arriva anche a 30 euro in alcuni casi......

Se si deve fare il lavoro come si deve costa parecchio , in base alla produzione, però il terreno migliora veramente anzi realmente. Quest anno ne farò un pezzo di prova sovescio ma con la favetta(la via di mezzo ).

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie, qui a fine romagna viene scarsamente inpiegato come cultura di rotazione dove viene preferito a coriandolo o colza (per guadagno) poi seguito da ringrani di circa tre anni... le produzioni calano e la gente da sempre la colpa alla stagione sbagliandosi di grosso... mi erano giunte voci che la cultura non fosse redditizia ma non avendo a disposizione stabbio o compost non si puo fare altrimeti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domani seminerò un ettaro di favino con la mia seminatrice "tradizionale" a dischi IMA LA ROCCA da 2 metri normalmente usata per grano e orzo. Come la devo regolare? Sulla tabella c'è solo l'indicazione per "frumento - Avena - Trifoglio ed erba medica - Barbabietola - Granoturco". Come faccio a regolarla per il favino se voglio, ad esempio, mettere 2 quintali per ettaro?

Edited by gianluca

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve io la settimana scorsa ho seminato le favette da granella 200 kg a ettaro semina a spandiconcime diserbo a febbraio marzo altorex post emergenza qui non si usa il concime perchè i terreni solo molto aridi.a giugno la raccolta e andata a 26 quintali a ettaro altri anni anche a 35

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...