Jump to content

Recommended Posts

Salve volevo aprire questa nuova discussione per parlare un po' del vigneto;

Bè comincio io, ho circa un ettaro di vigna nelle colline bertinoresi, provincia di forlì-cesena, in due campi separati; un mezzo ettaro da una parte, e l'altro mezzo dall'altra:2funny: una vigna è di sangiovese allevato a guyot, e albana a doppio guyot, con qualche filare corto di trebbiano e pagadebit ( sempre a doppio guyot); l'altro vigneto è quasi tutto sangiovese allevato a cordone speronato (era a doppio capovolto, ma io l'ho modificato a cordone speronato :asd:) con due filari lunghi di trebbiano allevato a doppio capovolto (per mantenere le tradizioni locali :asd:) :)

Lunedì ho già cominciato la potatura del sangiovese... Forse è un po' presto, ma dato che va bel tempo meglio approfittarne:asd:O0 Voi che ne pensate?

CiaoCiao:briai:

Edited by Mapomac

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che produzioni hai (in termini quantitativi) ?

 

[Ho dato una sistemata al titolo così è più preciso. ]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti per l'argomentoO0, in quanto nel mio piccolo e' forse l'unico nel quale posso dire la mia.

Allora, io ho, per passione, un piccolo vigneto di circa 400 ceppi (in espansione), costituito dal 85% merlot e 15% sirah, allevato a guyot semplice con reti antigrandine.

Impianto nuovo di 4/5 anni, su terreni collinari terrazzati (prealpi lepontine).

Per la potatura attendo come sempre i mesi di febbraio/marzo.

Mi chiedo: come mai iniziate gia' da ora la potatura? Perche' iniziando a febbraio non riuscireste a ultimare il lavoro, oppure e' per un fattore agronomico?:cheazz:

Produzione, quest'anno 500 litri a 13 gradi alcolici:gluglu:, senza aggiunta di zuccheroO0.

 

Per FIAT27CDIESEL:

occhio alla grandine:AAAAH:, mi spiace molto per quello che hai subito quest'anno.

Ciao

Edited by Mikis70

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve io sono un contoterzista......facciamo la posa in opera di impianti chiavi in mano e la gestione completa.....attualemte gestiamo dalla potatura alla raccolta circa 50 ettari di trattamenti arriviamo anche a 70 ettari e di racolta meccanica ne facciamo 230 circa.......da noi gli allevamenti sono tutti a cordone speronato tranne che in alcuni casi su Pinot alcuni fanno il capovolto.....i vitigni che vanno per la maggiore sono sangiovese, merlot, cabernet, grechetto, sagrantino, ....... la maggior parte degli impianti abbiamo usato (finalemte:clapclap:) i pali in acciaio profil alsace . Ancora non abbiamo iniziato a potare anche perche di solito si aspetta che cadano le foglie anche per via che usando al prepotatrice Pellenc Vision che legge il palo con la fotocellula, se ci sno el foglie non puoi andare in automatico perche rimarebbe sempre aperta

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che produzioni hai (in termini quantitativi) ?

 

[Ho dato una sistemata al titolo così è più preciso. ]

A casa mia (considerando che la vigna è al terzo anno di atà) ho raccolto 320 ql di trebbiano per ha con una media di grado del 10,8 ,e in 4200 mq di sangiovese 146 ql con una media di 11 gradi!!!! Ma ho avuto amici che (col trebbiano)sono arrivati a 400 ql!!!!Da noi si misura il grado alcolico!!!Vi riporto una tabella per fare il paragone !!!:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io solitamente cavo circa 70 quintali di uva in totale... Tranne quest'anno che la tempesta mi ha distrutto tutto, è difficile anche a potare, perchè sono rari i sarmenti ancora buoni, per fortuna che gli avevo dato del concime fogliare subito dopo, così ha cacciato molte femminelle...

Anno scorso il sangiovese ha fatto 13.20 gradi per 52 q di uva, mentre l'albana 14 per 9q d'uva... poi il trebbiano l'ho tenuto, ma aveva fatto circa 11,80-12 gradi...

quest'anno ho cavato 8 quintali di sangiovese a 15.20 gradi, e 6 quintali di bianca (albana trebbiano pagadebit) a 13.50 gradi... 6 damigiane di sangiovese e 4 di bianco, (compreso il torchio) Almeno sono riuscito ad averne un po' per me... Al mio vicino invece la grandine ha spazzato via completamente tutto, pensare che è una vigna al terzo anni, aveva appena cominciato la produzione :( dopo la grandinata l'ha potata, almeno adesso ha i tralci buoni per la potatura invernale

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrizi, che si misurasse il grado alcolico l'avevo capito quando abbiamo fatto la cena qui a Reggio.... uauahuahauauhU!

Ciao!

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao a tutti

una vite, di uva fragola, che ho messo il marzo scorso non cresce e non si secca.... che mi consigliate ??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me bisognerebbe comnciare a dividere gli argomenti cosa ne pensate:

 

Vigneto cloni e vitigni autoctoni

Tipo di impianto e sesto di impianto

Pali in ferro in legno o in cemento differenze e caratteristiche

Meccanizzazione del vigneto

Fili per vigneto tipo durata

 

Macchine per potatura e prepotatura

Macchine per la lavorazione interfilare

Macchine per i trattamenti fitosanitari

Macchine per cimare

Macchine per sfogliare

Macchine per la raccolta meccanizzata trainate

Macchine per la raccolta meccanizzata semoventi

 

Tecniche di vinificazione

Attrezzature di cantina

Tecniche di imbottigliamento

 

Cosa ne pensate pensavo di aprire una sezione apposta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me può funzionare. Eliminerei "Meccanizzazione del vigneto" perché con le sottocategorie che hai messo racchiudi già tutti i vari settori. Eliminerei anche quelli sui pali e sui fili: secondo me si racchiudono in ogni singolo tipo di impianto.

Aggiungerei "Macchine per la spollonatura".

E aggiungerei anche argomenti di carattere agronomico oltre che "meccanico", ad es. "Nutrizione del vigneto", "Gestione della chioma - tecniche e sistemi (fili mobili... palizzatura)", "Potatura della vite", "Diradamento e controllo della produzione/qualità".

 

E poi non so se mi sono dimenticato qualcosa!

Ciao!

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao a tutti

una vite, di uva fragola, che ho messo il marzo scorso non cresce e non si secca.... che mi consigliate ??

 

Scusa, ma quest'anno da marzo a ottobre è cresciuta? Ha vegetato? I tralci hanno lignificato? Non capisco cosa vuol dire "non cresce e non si secca"...

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Scusa, ma quest'anno da marzo a ottobre è cresciuta? Ha vegetato? I tralci hanno lignificato? Non capisco cosa vuol dire \"non cresce e non si secca\"...

 

Lorenzo

ciao a tutti

da marzo a ottobre è crescita ma non come le altre.. riguardo al frutto ha fatto tre acini...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao a tutti

da marzo a ottobre è crescita ma non come le altre.. riguardo al frutto ha fatto tre acini...

 

Ok, naturale... ma i tralci hanno lignificato? Il primo anno è abbastanza normale che non ci sia frutto. Può capitare, insomma.

Se ha lignificato, il mio consiglio è di potarla a 2 gemme: cioè tagliare COMPLETAMENTE il tralcio nuovo tranne le prime due gemme fuori terra (stavo per scrivere "sopra l'innesto", ma è uva fragola!!! :-))

Se non ha lignificato manco un po', allora c'è qualcosa che non va.

Muovi la terra intorno alla pianta e buttaci CACCA di mucca.

Ciao!

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao a tutti

spero che mi potrai scusare ma il termine lignificato che significa ?? SCUSA PER LA MIA IGNORANTAGGINE

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per me può funzionare. Eliminerei \"Meccanizzazione del vigneto\" perché con le sottocategorie che hai messo racchiudi già tutti i vari settori. Eliminerei anche quelli sui pali e sui fili: secondo me si racchiudono in ogni singolo tipo di impianto.

Aggiungerei \"Macchine per la spollonatura\".

E aggiungerei anche argomenti di carattere agronomico oltre che \"meccanico\", ad es. \"Nutrizione del vigneto\", \"Gestione della chioma - tecniche e sistemi (fili mobili... palizzatura)\", \"Potatura della vite\", \"Diradamento e controllo della produzione/qualità\".

 

E poi non so se mi sono dimenticato qualcosa!

Ciao!

 

Lorenzo

 

 

Ovviamente ci vogliono fai una bella cosa dai una sistemata all'elenco che preparo il tutto....

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciao a tutti

una vite, di uva fragola, che ho messo il marzo scorso non cresce e non si secca.... che mi consigliate ??

Che ti consiglio ?

Ti consiglio di leggere questa discussione http://www.tractorum.it/forum/coltivazioni-arboree-f22/vedemecum-di-sezione-leggere-prima-di-postare-362/

Perdonami se lo hai già fatto...ma se lo hai fatto, evidentemente qualcosa non torna :fiufiu:

Share this post


Link to post
Share on other sites
E poi non so se mi sono dimenticato qualcosa!

Ciao!

 

Lorenzo

 

Malattie e trattamenti del vignetoO0.

 

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ottimo Mikis appena passata la fiera apriamo la sezione......

Share this post


Link to post
Share on other sites
A casa mia (considerando che la vigna è al terzo anno di atà) ho raccolto 320 ql di trebbiano per ha con una media di grado del 10,8 ,e in 4200 mq di sangiovese 146 ql con una media di 11 gradi!!!! Ma ho avuto amici che (col trebbiano)sono arrivati a 400 ql!!!!Da noi si misura il grado alcolico!!!Vi riporto una tabella per fare il paragone !!!:)
Ciao Patrizi ,che sistema di allevamento hai nel trebbiano?Grazie, intanto nell'attesa mi cavo la sete ,aaah!:gluglu:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sistema di allevamento è un sylvoz- casarsa con un sesto di impianto di 3.20x1.5.

la foto è stata scattata quest'anno ai primi di maggio

Share this post


Link to post
Share on other sites

se non mi sbaglio hai prodotto solo con un tralcio, quello" arravolzato" al filo. Giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sylvoz è simile al casarsa, meglio dire un "guyot" modificato, dove il capo a frutto viene "ripetuto" sul cordone produttivo.

Nella foto i tralci che hanno prodotto l'anno prima non li vedi.

 

Sylvoz

 

Sylvoz.jpg

 

Guyot

 

t4692_Immagine1.png

Edited by Mapomac

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il sylvoz è simile al casarsa, meglio dire un \"guyot\" modificato, dove il capo a frutto viene \"ripetuto\" sul cordone produttivo.

Nella foto i tralci che hanno prodotto l'anno prima non li vedi.

 

Sylvoz

 

Sylvoz.jpg

 

Guyot

 

t4692_Immagine1.png

 

A quanto scritto da mapomac aggiungo che la differenza tra sylvoz e casarsa è che nel casarsa i capi frutto sono generalmente più corti e più numerosi e non vengono ne piegati ne legati ma si piegano da soli durante l'estate sotto il loro stesso peso.

Rispetto al sylvoz e al guyot che hanno i capi a frutto legati il casarsa è molto più problematico da vendemmiare meccanicamentte perchè i capi liberi tendono ad incastrarsi all'interno della vendemmiatrice rompendosi e facendo cadere molte foglie nell'uva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...