Jump to content

Recommended Posts

Si lo sto fresando tutto, c'è molta uva ma fino ad ora non ha piovuto quasi per niente a parte a febbraio che ne ha fatta anche troppa, ho paura mi patisca di secca, è per questo che freso... Dite che sbaglio?

 

 

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ai primi di maggio il filare come si presenta per sfavorire le malattie?

E' giusto diserbare l'erba già a d inizio primavera?

Fonti affidabili relativamente a lavorazioni sul filare che favoriscono la propagazione della peronospora/malattie?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ai primi di maggio il filare come si presenta per sfavorire le malattie?

E' giusto diserbare l'erba già a d inizio primavera?

Fonti affidabili relativamente a lavorazioni sul filare che favoriscono la propagazione della peronospora/malattie?

Ottimo diserbare sottofila a dicembre e fine marzo prima di buttata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ottimo diserbare sottofila a dicembre e fine marzo prima di buttata

sotto i miei filari non c'è stata erba in primavera, perchè sono passato con disseccante già due volte, quindi è corretto operare così?

 

Sul manuale di viticoltura c'è scritto che l'inerbimento e l'erba alta dovrebbero essere presenti fino a tarda primavera per ostacolare la proiezione delle oospore di peronospora dal terreno sulle piante...

Edited by Toso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi puliamo il sottofila scalzando rincalzando e con le lame estive, per quanto riguarda le erbe aspettiamo la fioritura prima di trinciare l'erba sull'interfila.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla peronospora c'è solo d afavorire la decomposizione e la demolizione delle foglie e tritare tutto lo spollonato e il verde, non c'è nessuna correlazione con l'erba. Anzi erba alta favorisce altri insetti come nottue, zigena, insetti del legno. Il sottofila diserbato o no andrebbe lavorato spesso anche per evitare il troppo uso del glyphosate che io uso solo se ci sono infestanti perenni e piuttosto tardi.

Erba alta è un pericolo in collina o nelle zone a forte erosione perché paradossalmente fa effetto stuoia ossia aumenta la velocità dell'acqua, va bene lo sfalcio alternato dei filari ma in fioritura va sfalciato tutto anche i bordi, le capezzagne le testate, Massima attenzione a tutte quelle erbe che attirano i cixidi le cicaline del legno nero, dopo giugno non andrebbero toccate andrebbero casomai diserbate prima.

Sulla peronospora è utile il drenaggio o la scarificatura, rippuntatura superficiale senza necessariamente rivoltare ma far di tutto per evitare pozzanghere e ristagni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla peronospora è utile il drenaggio o la scarificatura, rippuntatura superficiale senza necessariamente rivoltare ma far di tutto per evitare pozzanghere e ristagni.

ma a fine novembre cosa si può dare al terreno per eliminare le oospore?

Avevo pensato alla calce superventilata distribuita con la zolfatrice a coprire il terreno per più di una volta dopo che sono cadute le foglie..rivoglio creare un ambiente alcalino così che con le piogge la peronospora in primavera avrà difficoltà a svilupparsi...

Edited by Argilloso

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma a fine novembre cosa si può dare al terreno per eliminare le oospore?

Avevo pensato alla calce superventilata distribuita con la zolfatrice a coprire il terreno per più di una volta dopo che sono cadute le foglie..rivoglio creare un ambiente alcalino così che con le piogge la peronospora in primavera avrà difficoltà a svilupparsi...

Purtroppo non si possono eliminare tutte le foglie solitamente si da urea anche e soprattutto dopo la vendemmia ovviamente anche sulle foglie a terra solo che su melo e ticchiolatura funziona benissimo ne estingue tantissima, su peronospora non funziona tantissimo. Su oidio AQ10 verso la vendemmia funziona molto poi bisogna togliere più bandiere e germogli sciocchi possibile anzi solitamente se ne fa uno prima della vendemmia e uno dopo con aq10 e intanto si passa a togliere i germogli infetti prima della potatura secca.

Il dopo avviene solo in potatura-legatura, usare il polisolfuro pulisce bene anche dalle cocciniglie però bisognerebbe prima spazzolare i ceppi e poi andare di polisolfuro ma qualora si volesse usare un olio bianco bisognerebbe aspettare anche 1 mese nonostante ci si trovi sul bruno.

Meglio spazzolare e dare olio appena finito tutto e aspettare col polisolfuro al germogliamento anche se ritorni di freddo potrebbero fare un macello ma queste pratiche semplici e con epatema funzionano. Chiaramente qualcosa parte e l'oidio purtroppo è un buon volatore specie le infezioni secondarie.

La calce in polvere funziona nel breve e poi perde nel giro di poco perché si carbonata reagendo subito tende a sterilizzare anche troppo ma la massa di foglie è assai quelle sotto non la sentono.

Serve drenare e ripuntare il più possibile e tenere lo scolo rapido purtroppo quando la pioggia è troppa è come una doccia e le goccie schizzano.

L'importante è non avere polloni e rami bassi.... poi uno fa quel che può.

Da me il problema restano gli incolti e le zone che ha ripreso il bosco dove abbonda di tutto specie la fd.

Estinguere 100% è scientificamente impossibile, far un bel po' di pulizia è possibile ma se non si ha una certa cura c'è poco da fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scrivo qua per un consiglio dovrei mettere 2 ha di vigna e vorrei mettere merlo anche perche il nero va prendendo di nuovo quota visto che da 15 anni si estirpa sistematicamente solo neri a vantaggio dei bianchi i porta innesti che vanno per la maggiore sono il 1103 e il 779 guardando il catalogo rauscedo vedo che per la stesso varieta ci sono tanti tipi di cloni e chiedo a voi per un consiglio per una varieta produttiva. Terreni irriguo

 

Anche perche ho il dubbio che ci mandano cloni che producono poco vedi chardonnay merlo ecc a favore del grado babo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Anche perche ho il dubbio che ci mandano cloni che producono poco vedi chardonnay merlo ecc a favore del grado babo

 

Chiedi a qualche agronomo sul clone più produttivo, ti saprà indicare certamente... Il 1103 è il portainnesto che si sposa meglio con tutti i tipi di terreno, io andrei su quello

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lasciamo stare l agronomo mi fido molto di piu del forum comunque guardando il catalogo rauscedo ci sono almeno 10 varieta di merlo con caratteristiche molto diverse di produttivita pensate siano affidabbili queste descrizioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lasciamo stare l agronomo mi fido molto di piu del forum comunque guardando il catalogo rauscedo ci sono almeno 10 varieta di merlo con caratteristiche molto diverse di produttivita pensate siano affidabbili queste descrizioni

 

Si sono affidabili infatti guardando i cloni del trebbiano che tanto si utilizza da me, effettivamente segnano l'R4 come quello più produttivo, e così è... Ciò vale anche per gli altri vitigni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...