Jump to content
Ford4000

Radicchio

Recommended Posts

Salve a tutti...

è da un'anno che sono iscritto a questo splendido forum ed ho sempre letto con molta passione i vostri post(non scrivendo mai in quanto mi sento come un bambino delle elementari davanti ai professori:ave:)

Ora apro questo Thread perché cercando ho visto che nessuno ne parla...

Qualcuno di voi la semina questa pianta??? Ne siete soddisfatti??? Io sento i miei amici "gricoli :fiufiu:" che quest'anno si lamentano assai in quanto il prodotto non viene remunerato adeguatamente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao io sono della provincia di Verona, e mio padre coltiva circa 40 ettari di radicchio, divisa tra radicchio di Verona, Chioggia e Treviso. Se avete qualcosa da chiedere, saro felice di rispondervi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao a tutti mi servirebbe qualche dettaglio su la coltivazione del radicchio, dal diserbo alla concimazione. qualcuno sa illustrarmi. io sono di Trento e qui da noi siamo completamente ignoranti in materia però io sono una delle poche aziende che produce ortaggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perfetto io sono di Trento e sono ignorante in materia quest' anno ho piantato per la prima volta radicchio di treviso mi potresti dare info sui trattamenti fitosanitari e il diserbo da eseguire. grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao io come diserbante uso il Kerb-Flo della della Dow AgroSciences, il principio attivo è il Propizamide. Altri prodotti che uso sono l'Ortiva della Syngenta contro l'oidio e malattie funginee, il principio attivo è Azoxystrobin. Generalmente questi sono gli unici 2 trattamenti che faccio, perche il ragnetto rosso cerco di combatterlo con le irrigazioni e facendo semine più fitte, altri insetti quali notue e piralide colpiscono e fanno danni sul radicchio solo in annate particolari.

Il Kerb-flo è un diserbo post semina e va fatto entro 8-10 giorni dalla semina e necessita di un irrigazione per fare efetto, altri diserbi che si possono usare sono l'Agil contro le graminacee. L'Ortiva va fatto in base a quando sono previsti i raccolti, si fa un solo trattamento che può variare da inizio settembre a fine ottobre.

Tu che varietà di Treviso ai messo giu! Semina o trapianto? La raccolta quando è prevista.

In che sona del trentino sei? Li grazie al fresco estivo dovresti riuscire ad andare in contro stagione ed riuscire a raccogliere prima di noi!

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT

Marcon Renzo è il papà di un mio caro amico...

Comunque Ambrosius88... il padre dio mia morosa ha avuto un attacco di ferretto... Te come sei messo??? Anche il tecnico che li segue ha detto che causa stagione favorevole sta proliferando...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi invece su un apezzamento abbiamo avuto un attacco di notua, probabilmente quindi per sicurezza abbiamo trattato con il Karate, ma è stato un attacco isolato. Disolito non trattiamo. Il ferretto se non ricordo male lo abbiamo avuto un paio di anni fa, ma mi sembra di ricordare che anche li incide il tipo di terreno e le colture circostanti.

Il problema quest'anno è stato il caldo soprattutto le semine del 27-30 luglio hanno sofferto molto, e tutti qui in zona hanno avuto una scarsa emersione, e le le piantine nate hanno sofferto e son morte nei giorni sucessivi. Alcuni qui in zona hanno avuto perdite del 50-60 % su certi apezzamenti, noi dovremmo essere sul 20-25 % sulle semine in quel periodo.

Va considerato che il radicchio va seminato con una distanza lungo la fila compresa tra i 3 e i 6 cm, per ottenere dopo una distanza dopo la sarchiatura e zappatura di almeno 20-25 cm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi quest'anno abbiamo trapiantato circa 350 mila piantine, più circa 25 Ha di seminato. Trapiantiamo solo le varietà di radicchio di Chioggia che si raccolgono da metà settembre a metà ottobre, il resto è tutto seminato. Perchè il seminato costa meno, ha bisogno di meno acqua per l'irrigazione, è più facile da gestire e resiste di più ai freddi, (il seminato produce una radice fittonante più robusta che fa resistere la pianta anche ai freddi intensi se il terreno è adatto, la piantina produce una radice più superficiale che non resiste ai freddi intensi).

Per il trapianto utiliziamo una rotostrapp della Ferrari macchine agricole, che utilizza cubetti pressati e non alveoli. Per le semine invece utiliziamo una Gaspardo pneumatica di precisione per semi minuti, il modello dovrebbe essere una SV 255.

Share this post


Link to post
Share on other sites

CIAO AMBROSIUS88 io sono di Avio sul confine tra il trentino e veneto, la varietà è fiero l ho trapiantato la 31esima settimana. io ho usato kerb-flo come diserbo. mi dicevano anche a me di usare ortiva potresti dirmi come va distribuito lungo la stagione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi hai trapiantato ai primi di Agosto? Guardando su internet ho visto che Fiero è una varietà della Bejo, con ciclo di 70 giorni, quindi la raccolta dovrebbe essere prevista per metà ottobre o sbaglio? Quindi il trattamento con ortiva dovresti farlo a metà settembre, ma non ne sono sicuro, è ancora mio papà che segue i trattamenti, quindi non sono ancora un gran esperto. COmunque per quanto riguarda le varietà a ciclo breve un solo trattamento basta. Poi non penso che i tuoi terreni hanno problema di marciume radicale visto che è da poco tempo che fai orticole.

Ma li da te come sono le temperature in primavera estate? Sono tanto diverse da quelle della pianura Veneta? Perchè se il clima è più fresco potresti valutare di trapiantare radicchio di chioggia da raccogliere a metà giugno, trapiantando a inizio aprile oppure un ciclo estivo prevedendo la raccolta a fine agosto inizio settembre.

Noi i primi raccolti gli abbiamo al 12-15 settembre, trapiantando al 18- 20 luglio, ma nella nostra zona non sempre danno buoni raccolti perchè se dal 20-25 agosto in poi è troppo caldo i cespi non si chiudono bene, anzi rimangono aperti. L'anno scorso su quel turno abbiamo lasciato in campo quasi il 50 % delle piante, le quali non avevano chiuso. Quest'anno grazie a questi ultimi giorni di pioggia e fresco dovremmo riuscire a fare un buon raccolto, almeno spero!

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho seminato un pò di radicchi nell'orto (un po di tutto) non semino gli ettari che mettete voi ma ad ascoltare consigli si può sempre migliorare..siccome a volte sono un pò pigro e voglio innovare le tecniche ho pensato bene di attaccare la seminatrice (meccanica universale) rgolandola con i fori più piccoli e la marcia più lenta, ho aperto solo 5 file al centro del trattore (non dove si pesta) con una larghezza di 24 cm...so che non è il meglio della tecnica ma per provare di sabato si può.....il prblema è stata l'emergenza la prima volta ho bagnato e ha fatto una bella crosta è morto sotto così ho riprovato e tenendo umido il terreno è nato bene (dove c'era un pò d'ombra mentre in pieno sole poco e niente)...voi quanto e come irrigate tra la semina e l'emergenza? adesso ho seminato anche un pò di spinaci ma quelle hanno semi più grandi ed è più semplice, credo....un pò di radicchio lo trapianto anch'io e come detto da ambrosius le radici invece di andare in profondità restano tutte attorcigliate a 10 cm circa...

[ATTACH=CONFIG]7579[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]7580[/ATTACH]

Edited by mattia 3645

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora dalla prima irrigazione all'emersione delle piante passano dai 2 ai 4 giorni quindi dalle 48 alle 96 ore, a seconda del terreno e di quanto è umido. In questo arco di tempo il terreno deve rimanere sempre umido o perlomeno fresco. Noi facciamo 2 irrigazione in questo arco di tempo con il rotolone con boccaglio da 24 o 26, con una velocita di rientro di 25-30 metri orari. La prima irrigazione non deve essere troppo abbondante o intensa perchè c'è il rischio di spostare il seme da dove è stato deposto e quindi che nascano file tutte storte o adirittura che non nasca niente.

Per questo il rischio più grande che si ha dopo la semina del radicchio, è che venga un grosso temporale prima che si sia fatta la prima irrigazione, In questo caso ti ritrovi i semi accumulati tutti dove ci sono le impronte dei pneumatici del trattore.

Questo perchè il seme del radicchio ha dimensioni di circa 1 mm e va seminato a non più di 2 o 3 mm di profondita.

Se le trovo nei prossimi giorni metto un pò di foto della coltura e delle varie tecniche colturali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ovviamente con la mia seminatrice la profondità che hai indicato tu è irraggiungibile e comunque anche il terreno se non passato con una interratrice diventa complicato da seminare anche con la tua seminatrice a quelle profondità penso...comunque i tempi per l'emergenza in caso di semina più profonda si allungano...dov'è troppo fitto comunque lo dirado manulmente vista la ridotta superficie seminata...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il diradamento è una pratica indispensabile, noi diradiamo con la zappa tutti i campi che seminiamo, e tutti lo fanno, al momento non esiste nessuna macchina che può sostituire il diradamento manuale. Per quanto riguarda la profondità di semina in pratica il seme viene apoggiato sopra la superfice del terreno e poi l'irrigazione lo fa approfondire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma quindi la tua seminatrice deposita i semi sopra la terra praticamente...se è così potrei fare anche con la mia magari facendo appenna un solchetto con i falcioni...ma quindi diradi 25 ha di seminato con la zappa?quanti dipendenti hai?

Share this post


Link to post
Share on other sites

No ha i falcioni e i semi li interra, ma 2 o 3 mm sono talmente pochi che capita che alcuni semi rimangono in superfice, basta una zolla appena un pò più grossa che alza il falcione e il seme rimane in superfice. Si dirado 25 ha tutti a mano con la zappa, e bastano 5 o 6 persone, partendo dopo ferragosto per il 15 settembre si finisce. Comunque ti ripeto chiunque fa radicchio seminato dirada a mano anche chi fa 100 e più ettari, al momento non esiste nulla che possa sostituire la zappa, perchè come ho detto prima la distanza sulla fila alla semina è di varia da 3 a 7 cm, mentre la distanza finale deve essere di 20-25 cm e anche più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao qui da noi le temperature sono molto diverse adesso è finito di piovere e siamo sui 25 gradi, la settimana scorsa eravamo sui 40 come da voi penso. la pianura veneta però è molto più umida e io sinceramente ho il campo vicino al lago di Garda e li è sempre più ventilato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi se è un po più freaco valuta seriamente il prossimo anno la possibiltà di trpiantare radicchio di Chioggia da raccogliere a meta/fine giugno e a fine agosto inizio settembre. Dovresti riuscire a spuntare buoni prezzi. Per vedere come si comportano puoi provare con 2 o 3000 piante messe giu in primavera con con una distanza di 5 o 6 girni tra un gruppo e l'altro a oartire dai primi di Aprile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Ragazzi!!! Come sta andando la raccolta del radicchio??? Io sento i miei amici MOOOOOOOOOOOOOLTO insoddisfatti ( e in.....ti ) per il prezzo di vendita... Alcuni stanno già riempiendo le celle coi ""bastardi"" o i precocissimi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao dopo un settembre e i primi giorni di ottobre soddisfacente, i prezzi sono crollati, e adesso si aggirano dai 0,70 a 0,85 €/kg, per quanto riguarda il prodotto lavorato e confezionato, incluso l'imballaggio, il che vuol dire non guadagnare quasi nulla.

Inoltre con il settembre e ottobre anomalo per quanto riguarda il clima, tutte le varieta si stanno sovrapponendo, anticipando tuute quante la maturazione, basti pensare che ieri abbiamo iniziato a raccgliere il chioggia 4, che di solito si raccoglie a meta novembre. Conseguenza di tutto ciò è che a gennaio potrebbe non rimanere più nulla in campo, quindi potrebbe esserci un'aumento dei prezzi dai primi di gennaio fino a fine campagna! Speriamp.

Cosa intendi per bastardi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh si... Sentivo dal papà di mia morosa che il (Treviso) lo pagavano 0,17 €/kg... Che strana stagione...

Comunque non so se sia il loro nome ma il papà della mia ragazza chiama bastardi i (Verona) che vanno dal B1 al B4... In pratica quelli che si raccolgono dai primi/metà Settembre ai dieci/quindici di Ottobre..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vi serve aiuto riguardo la concimazione, il diserbo e i trattamenti con fitofarmaci sono a vostra disposizione per qualsiasi coltura orticola (patate, cipolle,aglio, pomodoro, radicchio, insalate, carote, cavoli, spinaci ecc...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quotazioni all'asta di Roveredo riferite a Sabato

Radicchio Tondo ( Chioggia ) 0.10 € al Kilo

Radicchio Semilungo ( Verona ) 0.20 - 0.25 € al Kilo

Radicchio Lungo ( Treviso ) 0.13 - 0.17 € al Kilo

 

Quest'anno in zona sarà molto diffusa la pratica del sovescio ( Chi ha orecchie da intendere intenda :perfido::perfido: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...