Jump to content

Recommended Posts

ciao miro,

io ho provato una volta col 25 e devo dire che se è tutto a posto il trattore parte subito; però mi è stato sconsigliato come metodo di avviamento sia perchè può cedere la testata, sia perchè potrebbero rovinarsi i cuscinetti di banco data la violenza dell'esplosione della benzina.

ricordo ancora la botta che ha tirato quando è partito, perchè il mio L 25 ha la marmitta verticale (tipo stradale), e in quel momento si trovava sotto una tettoia di lamiera...vi giurò che è riuscito a fare una "bogna" nella lamiera..e non vi dico le mie orecchie!!! non ci ho sentito più per qualche minuto

questa è la mia esperienza...per quel che riguarda la vite col galletto non saprei, attendo con te delucidazioni in merito

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao tommy , il tuo ha la candela o la candeletta?

Il mio proprio tutto a posto non lo è perchè aveva la candela con la ceramica rovinata quindi ho sostituito la parte interna con una candela a due punte di una vecchia ASTRA, inoltre avendo rifatto l' impianto con dinamo e batteria a 12v per il vibratore e la bobina concepiti a 6v non credo sia il massimo anche se dopo una decina di minuti di alimentazione non si sono bruciati.

La vite con i manici per svitarla anche a mano l' ho svitata e da quello che si vede tra le incrostazioni (che non ho pulito per non rompere l' incantesimo della tenuta) sembra proprio una valvola .

 

CIAO

Share this post


Link to post
Share on other sites

La vite a galletto non è una valvola, altra cosa, farlo partire a benzina vuol dire volergli poco bene, spesso si aprono i pistoni, si spaccano i cilindri, insieme alle teste, conviene??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi domando, però, perchè la Landini prevedeva questa tipologia di avviamento se gli esiti sono così nefasti perl'integrità del motore; confermo le esplosioni, mia madre, in gioventù, abitava vicino ad uno che usava avviare la 25 a benzina e le esplosioni erano notevoli....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non faccio come dice il manuale che dice di portare il pistone al PMS e pompare fino all avviamento spontaneo del motore col rischio di fatto di crepare qualcosa se la biella troppo orizzontale non comincia a pedalare e se si e iniettata troppa benzina. Do tre pompate poi agisco sul volano come si fa normalmente solitamente parte subito,starnuta da matti ma parte, se non lo fa libero il cilindro e ritentò

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi chiedo perchè uno deve correre rischi inutili, queste macchine partono tanto bene con 10 minuti di riscaldamento della calotta considerando che il bello di queste macchine è proprio questo, la partenza. Rischiare di spaccare qualcosa non so a cosa serva, ho visto pistoni lesionati, cilindri aperti, una bella soddisfazione.

L'avviamento a benzina fu fatto per cercare di tenere testa ad altre macchine uscite in quel periodo ed avevano sistemi di avviamento più semplici, così cercarono di stare al passo montando il motorino e il sistema a benzina, ma come tutti sappiamo la storia dei testa calda fini lì.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho notato che i Superlandini che ho visto hanni due tipi di teste diverse: una con il logo OLF e una di forma leggermente diversa più simile a qulle della serie L.

CI sono differenze sostanziali oltre a quelle estetiche?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Magari qualcuno è più esperto di me, mi sono sempre chiesto il motivo del successo di queste macchine in Italia, considerando che le hanno prodotte fino agli anni 50 e che gli altri costruttori facevano diesel veloci e produzioni di massa, che convenienza c'era nel comprare un testa calda?

 

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

a parte l' avviamento, la semplicità di conduzione e manutenzione basta acqua olio e carburante anche poco raffinato e trattoristi a darsi il cambio, e la continuità di lavoro impressionante: un' Orsi nei dintorni raccontano abbia lavorato 15 giorni ininterrottamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti il problema dell avviamento era relativo lo accendevano una volta la settimana

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ma il confort, la maneggevolezza, le prestazioni e il prezzo non erano a favore degli altri? Posso capire che gli americani erano fuori mano, ma deutz, fordson, hanomag, fendt che avevano già produzioni in linea? Forse era un pò una moda quella del Landini?

 

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volendo anche un diesel moderno o meno lavorare a ciclo continuo,anzi sarebbe meglio.

il tc lo compravano un po per tradizione un po perche' soprattutto sui medio grossi era molto piu' potente dei rispettivi diesel e ben si prestabano ai lavori a puleggia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sicuramente potenze specifiche e consumi e comodità sono a sfavore dei testacalda

Ma attacca lo stesso aratro ad un L 25 e un FIAT 25 oppure a un L45 e un Fordson

E per star dietro ad un L55 o un Argo devi prendere l' 80R.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi sicuramente peso, coppia e robustezza erano a favore del testa calda.

Il prezzo invece era competitivo essendo fatto quasi artigianalmente?

 

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk

Edited by Edo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stando al libro macchine e motori d epoca di william dozza,ne 1956 un fiat 60r costava 2900000 lire,un l55mod 56 costava la stessa cifra e

un da 67 2rm 27500000 lire il dt costava invece 600000 in piu'.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quindi sicuramente peso, coppia e robustezza erano a favore del testa calda.

Il prezzo invece era competitivo essendo fatto quasi artigianalmente?

 

Inviato dal mio SM-A310F utilizzando Tapatalk

peso e robustezza si anche bilanciamento ma se guardi le curve di coppia e potenza di un motore testacalda fanno praticamente ridere

lavora tutto di volani quindi deve stare alto di giri, se 700-800 giri li vogliamo considerare alti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bilanciamento non direi sono leggeri davanti e anche corti di passo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bilanciamento non direi sono leggeri davanti e anche corti di passo.

il mio non mi da quest' impressione anche in salita non si è mai alzato sarà per l' altezza azzeccata della barra di traino

certo quelli con sollevatore con aratro piantato se lo tiri su è normale che si alzi, ma quale trattore non lo fa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci sono varie testimonianze riguardo a trattori testacalda ribaltati durante sforzi di traino a causa dello sbilanciamento. Anche la grande energia giroscopica dei volani, soprattutto se girano all'indietro, tende comunque a sbilanciare

Edited by Lodi 300

Share this post


Link to post
Share on other sites

ripeto se attaccate l' attrezzo in maniera giusta ( e anche l' attrezzo giusto) non è più pericoloso di qualsiasi altro trattore vintage

Che poi ci sia la moda di cercare le "pinne" è un' altro conto

Molti incidenti sono successi perchè in salita non tenevano il motore allegro e gli è partito all' incontrario questo perchè spesso chi li adopera non consce quei basilari principi di funzionamento che ha questo motore a bassa compressione

Share this post


Link to post
Share on other sites
ripeto se attaccate l' attrezzo in maniera giusta ( e anche l' attrezzo giusto) non è più pericoloso di qualsiasi altro trattore vintage

Il vero trattorista fa la differenza e non lo "sborone"; non ci si mette mai nei guai, si valuta bene le potenzialità, non si mette in evidenza il lato debole della macchina....:)....

Share this post


Link to post
Share on other sites

col fatto che i testacalda sono una moda molti se ne innamorano senza sapere dove sta di casa la tecnica agricola

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attenzione, io parlavo di utilizzo all'epoca quando ancora si utilizzavano per lavorare, alle manifestazioni molti fanno gare di velocità e di impennate al posto delle dimostrazioni di aratura storica, ma questo è un altro discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...