Jump to content

Recommended Posts

Questo argomento lo apro per parlare dei compressori che si usano in fase di potatura dei frutti...chi ha molti etttari mi sa che ce l'hanno perchè a potare tutto a mano...aiaia..:asd:

 

 

t3914_IMG3595.jpg

t3913_IMG3594.jpg

Edited by nh72-85

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla faccia del compressore! Complimenti!

Il mio è un Ferroni piccolino: trattore sempre acceso, sebbene al minimo.

Rompe un po' le scatole ma ci si fa l'abitudine.

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie..però si.. ci si rompe le scatole...:asd:....te che forbici usi?

Edited by nh72-85

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quest'anno in fiera finalmente ho visto qualcosa che permette di eliminare il compressore.

 

zainetto a batteria al litio dell apellenc con possibilità di montare:

 

Forbice da potatura

Abbacchiatore per olive

Sega rami motosega elettrica

Potatore di grosse dimensioni

 

Il mio compressore penso che andrà in pensione e lo trasformi in fisso oppure lo vendo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno mi ha detto che alcuni si attrezzano di una particolare bombola (abbastanza grossa, non saprei dire il volume), che una volta caricata, riesce a garantire l'aria per 3-4 utenze, per un'intera giornata.

Confermate ? Smentite ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma in commercio ci sono i compressori con sebatoio da 1500-2000 litri.

 

Se devi andare a potare anche con due o tre forbici riesi a lavorare anche in due o tre bene perchè comunque quando sposti il trattore per la fila successiva lo ricarichi sempre.

 

Certo sono molto più comodi di quelli con i quali il trattore deve stare al minimo.

 

Noto comunque che i compressori sono molto più utilizzati da chi fa frutticoltura per la versatilità dlle attrezzature (forbice troncarami e motosega ad aria) che attacchi e la potenza del taglio.

 

In zona particolarmente votata alla viticoltura come la nostra a farla da padrone sono le forbici elettriche che ti consentono di tagliare per un giorno senza ricarica, sono più leggere e maneggevoli e un taglio molto più modulare.

In più non ti devi portare dietro trattore e ambaradan vari, ma solo gli acessori.

 

Potrammo parlare delle differenze anche qua senza aprire un'altra discussione sugli attrezzi da potatura elettrici che ne dite????

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh dipende da quanto ci sarà da dire in merito...

 

Le forbici elettriche non sono molto più pesanti delle pneumatiche ?

A favore mi sembra però, che non abbiano il contraccolpo che caratterizzano le pneumatiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nell'azienda in cui lavoro usiamo sia le forbici pneumatiche che quelle a batteria (Pellenc).

Le forbici pneumatiche sono più veloci ma anche più pesanti (e non poco) inoltre si ha sempre il tubo che intralcia un po.

Le forbici elettriche sono più leggere e hanno il taglio progressivo inoltre hanno una forma più affusolata che le rende più maneggevoli, per contro sono più lente e rispetto all'anno scorso (quando le abbiamo comprate) la batteria ha diminuito la sua durata.

Per azionare le pneumatiche usiamo un compressore attaccato ad un International 633 con tre serbatoi da 25 litri perciò il trattore sta acceso tutto il giorno. Sopra il compressore c'è un incastellatura con due ali fatte con due tubi zincati (quelli per l'acqua per intenderci) che fungono da condotta per l'aria e sono dotati di attacchi rapidi per i tubi delle forbici (noi usiamo quelli spiralati in modo che non si trascinino per terra). Le ali possono essere ripiegate in avanti per i trasferimenti e abiamo anche delle prolunghe per le ali in modo da attaccareancora una forbice per parte. In pratica noi potiamo con 6-8 forbici in 6 o 8 filari contemporaneamente mentre il trattore avanza lungo i filari (naturalmente servono 6-8 persone).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio compressore penso che andrà in pensione e lo trasformi in fisso oppure lo vendo.

 

Lo vendi davvero???...se c'è il prezzo sarei interessato!!

:):):)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Invece qua da me si preferiscono le forbici pneumatiche..perchè sono molto ma molto più veloci di quelle elettriche...( se metti il dito in mezzo stai tranquillo anche se lasci l'assicura parte via :asd:)...quelle elettriche .. che aveva visto mio babbo a una fiera un paio di anni fa'....andavano a lumaca...non so che marca fosse...così abbiamo puntato per le forbici pneumatiche....quelle piccole sono lisam e le grosse star 50 .

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

All'Eima ho guardato le Felco elettriche: sarà anche il futuro, ma a me non piacciono.

Intanto la rapidità di quelle pneumatiche è imbattibile e (sembrerà una vaccata ma è così) con volumi di vigna come i miei (16,5 ha quest'anno da potare) anche quei pochi secondi a taglio alla fine fanno la differenza.

Lo zainetto mi convince poco e il fatto di avere il trattore per me non è un problema, anzi, essendoci montato intorno il carro mi è indispensabile comunque per stare in posizione rialzata.

Ho guardato le Felco pneumatiche ma il prezzo spaventerebbe chiunque: mi conviene continuare a usare le Paterlini e buttarle via alla fine di ogni stagione. Parliamo di un rapporto di 60 euro al paio contro i 400 delle Felco.

Ciao!

 

Lorenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve a tutti. Anche dove lavoro io si usano forbici ad aria ,ma solo quelli grossi, marca campagnola modello F6, eseguono tagli eccezionali di diametro, impensabili per i tucano manuali, e il compressore rimane sempre in funzione alla presa di forza, un pò perchè è piccolo, un pò perchè sti F6 ciucciano un litro di aria ogni movimento. Qualcun altro li usa? così per confermare i difetti. Però sono un sollievo grande grande per le nostre braccine!! Caro JONDIN, mi diresti qualcosa in merito a forbicioni elettrici di cui parlavi indietro? alè , :gluglu:il solito goccetto e saluti da :martini:az

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Martinaz (mai aperitivo......ehm cognome fu più azzeccato:asd::asd:) le forbici che intendo io sono il nuovo modello dellla pellenc, la comodità grossa del modello evoluto è che a una batteria di grande capacità che porti a zainetto (600 700 e 800W mi pare m appena leggo i ldepliant te lo scrivo per benino) ci puoi attaccare:

 

La forbice per potare la vite (e la pellenc e relativi cloni è sicuramente la migliore)

Il troncarami

La motosega elettrica

IL troncarami con prolunga

 

Praticamente cambi l'accessorio e tieni lo zainetto a spalla, dovremmo fare una prova abreve nel vigneto di un mio amico poi ti informerò anche del costo e funzionalità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se posso dire la mia. Io il compressore attaccato al trattore, l'ho venduto perchè ho fatto i conti che a tenere acceso un trattore anche se nel mio caso mettevo sotto la 300 mi consumava troppo e a mio avviso è un'attrezzo spacca motori, andando al minimo cominciano a trasudare olio a tutto andare. Diverso è se si ha un serbatoio come ne ho visti ultimamente montati con cui si riesce ad andare almeno per mezza giornata. Comunque io avendo anche il compressore sul carro raccolta ho montato una ruota con 200 mt. di tubo e uso il carro che monta un diesel monocilindrico (cinese) che consuma pochissimo e non da i problemi di trasudamento di olio, con consumi ridottissimi. La mia forbice preferita è la lisam è potentissima, mentre la campagnola, è più maneggevole e da meno contraccolpo. Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
se posso dire la mia. Io il compressore attaccato al trattore, l'ho venduto perchè ho fatto i conti che a tenere acceso un trattore anche se nel mio caso mettevo sotto la 300 mi consumava troppo e a mio avviso è un'attrezzo spacca motori, andando al minimo cominciano a trasudare olio a tutto andare. Saluti

Nel mio caso non mi posso lamentare sui consumi , sono nell'ordine di un litro all'ora il trattore è hurliman 42 cv. mitsubisi (scritto male?) e problemi di trasudamento nulli. Ma possibile che nessuno usi i troncarami???:boh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma io vedo che qua usano tutti le forbici e quelle elettriche sono eccezionali, poi il compressore ce l'ho anch'io ma penso di liberarmene perchè gli attrezzi elettrici sono più comodi e non ho problemi di pendenza o altro.

 

Certo che prendere la forbice in questione full optionals è una vera mazzata economica...

 

P.s. lo zainetto della versione più potente penso pesi un paio di kg quindi nulla per sforzo o danno alla schiena.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo è il mio impianto per potare. Quando vado per terra uso la ruota con il tubo da 200 mt. Quando faccio la parte alta si va col carro. La potatura della vite la faccio sempre sul carro.

 

t8713_Immag025.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
è hurliman 42 cv. mitsubisi (scritto male?)

(mitsubishi) Praticamente il Solaris color verdino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per il mio impianto per potare abbiamo adottato diversi metodi: allora all'inizio tutto andava con il trattore acceso, poi visto la scocciatura e i consumi, siam passati a un mega bombolone (tipo quelli del gas che ti davano se non avevi l'allacciamento con il gas in casa). questo era una gran cosa. lavoravamo 4ore tranquillamente in 4 potando kiwi con pressioni maggiori di 6atm.poi...ce lo rubarono!!che schifo, ancora oggi sto stronzo che me lo ha rubato lo ammazzerei!

allora siam passati a un'altra soluzione: stazione di compressione che rimane nel capannone con un motore elettrico, poi 1km di tubazione principale fino ai carrelli, dove poi c'è anche una bombola da un paio di quintali..fatto sta che il tubo principale fa molto da "bombola" e inoltre non ci dobbiam portar dietro quasi nulla. e l'attivazione del compressore è automatica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
, poi 1km di tubazione principale fino ai carrelli, dove poi c'è anche una bombola da un paio di quintali...

 

Perchè mettere una bombola vicino all'utenza? Cosa ci guadagni, a parte un po di peso da portare dietro? Che diametro di tubo usi per la lunghezza di un chilometro?

 

LorenzVigna, ti conviene tenere il motore acceso sempre al minimo? Non tanto per il consumo, ma perchè a nessun motore fa bene lavorare al minimo per tempi prolungati, considerando praticamente trascurabile la potenza assorbita dal compressore (come se non ci fosse potenza assorbita dall'attrezzo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

LA bombola vicini all utenza serve per mantenere costante la pressione di lavoro

Noi potiamo cosi same italia 35 +compressore carrellato da 650 litri e testata da 1200 litri min pressione di lavoro 8 bar e 2 forbici ferroni

Morale della favola con un pieno ci faccio tutta la potatura ( 6 ha di vigna)

Share this post


Link to post
Share on other sites
LorenzVigna, ti conviene tenere il motore acceso sempre al minimo? Non tanto per il consumo, ma perchè a nessun motore fa bene lavorare al minimo per tempi prolungati, considerando praticamente trascurabile la potenza assorbita dal compressore (come se non ci fosse potenza assorbita dall'attrezzo)

 

i motori che lavorano troppo al minimo hanno problemi di lubrificazione perchè al minimo la pressione dell'olio cala rispetto a regime..ho visto trattori fare trecento ore all'anno con la pedana, sempre al minimo: tutti i cuscinetti mangiati e il motore praticamente da rifare e le bielle si stavano mangiando l'albero..

 

una bella botte da mille litri, costa un bel po' ma la carichi solo quand osposti il trattore..

 

una cosa che non ho, ma è comoda è il motorino che avvolge i tubi dell'aria compressa, attaccato alla spina a sette poli..

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

io proprio per non rompere le scatole ho acquistato un compressore separato dal trattore, motore 400cc diesel 560 lt al min, si carica il 25 in pochi secondi e si accelera automaticamente quando necessario, per gli sbattitori (karbonium zanon) forbici (kaiman della zanon) e la sega da potatura ad asta... artigianale di una ditta di chieti barra oregon...

 

di norma lo lascio caricato sul 616 che tanto gira nei campi come un trattore... :)

 

a marzo sarà messo a dura prova, oltre 260 piante da fare dopo 20 anni di abbandono! :AAAAH:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi hanno regalato un serbatoio da 500lt verticale per aria compressa, un officina non sapeva che farsene e lo dovevano scartare; gli ho trovato subito l'impiego:asd::asd::

 

[ATTACH=CONFIG]17272[/ATTACH]

montato su un carrello che già avevo, amovibile, collegato al compressore mediante un tubo spiralato con due attacchi rapidi (stacco il carrello, stacco il tubo); praticamente adesso ho a disposizione 585 litri d'aria (500+60+25)....c'ho messo 9 minuti per caricarlo (compressore con testata da 750lt).

Adesso non mi resta che vedere quanto mi dura con due forbici pneumatiche (no seghetti ad aria) nella potatura degli ulivi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...