Jump to content

Recommended Posts

non saprei dirti il valore di sostanza secca della sansa...

oltre al triticale e alla sansa che ho sentito essere molto convenienti, c'è anche il fieno di trifoglio ( pressato in balle), si potrebbe usare o no???

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il fieno deve essere sminuzzato prima, altrimenti ti da problemi nelle coclee di carico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 quintali di triticale fanno circa 280 Kw di corrente (30% ss, e ipotizzando resa elettrica del motore 35%), quindi se in un giorno fai 6000 Kw, ti servono 21,4 t di triticale, metti di funzionare 8300 ore, significa circa 345 giorni, quindi ti servono 7383 t di triticale, posto di utilizzare solo quello.

Non discuto la lungaggine, da voi allora niente rinnovabile sopra i 250 kw!!!

 

10 q di silomais quanti Kw producono?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un buon mais al 32 di secco fa circa 390 Kw (ipotizzando sempre resa elettrica 35%), quindi un impianto da 250 Kw che gira 8300 ore anno richiede circa 5350 ton di silomais, quindi circa 100 ha ipotizzando una produzione di 50 t ha.

Poi vi lascio gli estremi dove potete lasciare la vostra offerta!!!!ahahahahah

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque è un buon alimento per l'impianto il fieno??

volendolo integrare con il triticale quante tinnellate bastano per farlo funzionare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Case240, se non hai silomais, come la giri la giri con le altre colture che siano fieno, silo triticale, ecc ci vogliono sempre circa 200-250 ettari di terreno dedicati ad un impianto da 250 kw.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho capito... :asd::asd::asd:

cmq è un pò dura se questi terreni gli devi prendere in affitto!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest albe 86

Bisogna stare attenti perchè di sansa non se ne può usare in quantità molto elevate, perchè contiene dei tannini che in concentrazioni elevate sono dannosi per la vita microbica all'interno del digestore. Però non so fino a che punto si possa arrivare, ne ho solo sentito parlare perchè qui nelle nostre zone non se ne trova.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io vidi su un sito ( ma non mi ricordo quale) che come alimento per il digestore è molto produttivo.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest albe 86
io vidi su un sito ( ma non mi ricordo quale) che come alimento per il digestore è molto produttivo.....

 

Sarà anche molto produttivo, ma più di tanto non se ne può usare. Però non so di preciso quanto, comunque ne parlava proprio il dottor Fabbri del CRPA di Reggio Emilia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho chiesto a mio padre, e si ricordava la produzione di elettricità da un metro cubo di sansa, che era di 600 kw al metro cubo!!!!

credo che sia abbastansta produttivo....

riguardo alle quantità da usare non si parlava!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Poi vi lascio gli estremi dove potete lasciare la vostra offerta!!!!ahahahahah

 

Visto che non sei molto lontano da me possiamo sempre accordarci per una birra...:cincin:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Case la sansa puo' essere utilizzata fino ad un massimo del 15% / 20 % del totale oltre inibisce il processo . produce circa 200 m3 di biogas a tonnellata ( valore da prendere con le pinze , dipende molto da vari fattori) ... il triticale un po' di meno

quanti terreni in affitto riusciresti a reperire?

Edited by eddypd

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao Case la sansa puo' essere utilizzata fino ad un massimo del 15% / 20 % del totale oltre inibisce il processo .

 

questo vale per tutti i tipi di impianto e tecnologie?

se si allora bisogna diffidare che chi dice che l'impianto si può alimentare anche con dosi ben maggiori di sansa

Share this post


Link to post
Share on other sites

i fenoli sopra un certo livello inibiscono i batteri metanigeni ... e' un processo biologico e non si scappa .

Di certo c'e' che non ne puoi usare tanta , altrimenti diminuisce la produzione di biogas . il valore che ho dato è indicativo poi va testato di impianto in impianto fino a dove si puo' arrivare e molto fa il tipo di ricetta . ma ritengo che parliamo di punti percentuali non di piu'

 

Meglio se la sansa è denocciolata .

Edited by eddypd

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio se la sansa è denocciolata .

Sicuramente visto anche i prezzi e l'utilizzo del nocciolino come combustibile per caldaie, una macchina per denocciolare non è che ha prezzi inaccessibili.

Unico neo è il fatto che la sansa denocciolata è un pò liquida e si stocca male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi pare se arriva dal processo a tre fasi sia gia' denocciolata. a 2 invece dovrebbe ancora averlo .... per stoccarla potrebbero andare forse bene i tunnel .. ma non ho esperienza al riguardo

Share this post


Link to post
Share on other sites

I sottoprodotti vanno sempre visti caso per caso.

La sansa di oliva è un buon alimento, ma il suo utilizzo deve essere limitato (come qualcuno diceva contiene polifenoli che sono antibatterici, principalmente contenuti nel nocciolo).

Per quanto riguarda la produzione di gas dalla sansa è impossibile dare una forbice stretta, ripeto dipende dal sottoprodotto. Imparate, quando vi arriva una qualsiasi matrice, a ragionare sulla sostanza organica (o sul secco se preferite) anche per fare il prezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho appena avviato un biodigestore per la pollina e devo risolvere alcuni problemi. Il concetto di funzionamento è questo: un letto di paglia/stocchi di mais su cui spargere la pollina precedentemente diluita e successiva movimentazione giornaliera della massa.

 

Sono partito con gli stocchi di mais ma trinciati 2 volte sul campo ed imballati sono molto lunghi e poco assorbenti. Macinati con un mulino si migliora l'assorbimrento ma comincia ad esserci un certo costo ed in più è eccessivamente polverosa la lavorazione.

 

Quindi stavo pensando o trovare un 'altro modo di macinare gli stocchi (consigli?) oppure passare direttamente alla segatura. Qualcuno sa quanto può costare?

 

Un saluto a tutti :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti! sono nuovo del forum ma lo trovo molto interessante.

volevo sapere se qualcuno di voi aveva esperienza nell'utilizzo dell'insilato di sorgo come substrato per l'alimentazione di un impianto di biogas.

secondo voi c'è differenza, nella resa in biogas, tra un insilato di sorgo conservato per 2 anni rispetto ad uno conservato per tre anni?

Sono tempi di conservazione troppo lunghi per l'insilato di sorgo per l'impianto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

La segale ibrida non l'ho ancora provata, ma me ne parlano bene come produzione in biomassa.

Tra triticale e frumento sono rimasto molto contento del Frumento, calcolare però che comporta un secondo raccolto seminato avanti (come per il triticale).

Edited by albe 86

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest albe 86

La segale ibrida è andata in spigatura da un paio di settimane scarse, circa 10 giorni prima del grano. Il ciclo è più corto ma in annate come questa il mais di seconda è sempre parecchio tardivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ne ho visti un paio di campi la settimana scorsa, non mi è sembrata brutta, non ha comunque una gran spiga secondo me, poi bisogna sempre vedere come va nel digestore!!!! Se qualcuno fa qualche prova sarei curioso di saperne qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...