Jump to content

Recommended Posts

Parliamo un pò di andanatori per sarmenti.

 

Qualcuno di voi utilizza l'andanatore per i residui di potatura? Come vi trovate? Quanto costano?

 

Non l'ho mai visto in funzione e nella mia zona non ne ho mai visto uno applicato ad un trattore e sarei curioso di vedere come opera; se lascia indietro qualcosa.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 112
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Col cavolo! Il gruppo motore spazzole te lo vendono sui 1400€! Due pezzi di ferro ed un pistone che non costa 70€, ne vogliono altrettanti se non di più! Digli di non arrampicarsi sugli specchi che, l

intanto, con un colpo di culo, mi sono portato a casa questo andanatore usato...praticamente nuovo. e ho pure scoperto che era di un mio ex compagno di classe!   

😳 è identico al mio! cioè il mio è diverso per via che è la versione per installo anteriore.  se hai il sollevatore anche davanti ti consiglio di  posizionarglielo, a tener distanz

Posted Images

Anche Berti fa 4 modelli...uno monofilare, due bifilari (uno più piccolo e uno più largo) e uno con spatole in gomma...mai visti direttamente al lavoro, ma mi piacerebbe molto vederne uno, perchè di passare sotto al filare con la forca a togliere le ramaglie cadute dopo un pò ti fa passare la voglia!

Link to post
Share on other sites

Io ho visto sia il monofilare che il bifilare e devo dire che semai dovessi comperarne uno prenderei il secondo perchè mette bene tutto in centro, per la vigna direi che è obbligato il bifilare, il mono non lavora così bene.

 

Io parlo di quelli con le spazzole tipo lavaggio auto per intenderci non di quelli fatti propio come un girello.

Link to post
Share on other sites

Noi stiamo valutando l'acquisto di un andanatore per vigneti bifilare. E' molto utile soprattutto in caso di prepotatura meccanica, infatti i residui dei tralci tagliati dalla prepotatrice cadono direttamente sotto il filare rendendo difficoltose le lavorazioni successive (ad. es. spollonatura o lavorazione interfilare con spedo). Per il costo di u andanatore a doppia fila ci si aggira attorno ai 2.700 € + IVA, cifra secondo me elevata considerata la costruzione abbastanza semplice della macchina.:o

Link to post
Share on other sites

E' chiaro che con il bifilare fai il lavoro completo in una passata...

 

Io ho visto sia il monofilare che il bifilare e devo dire che semai dovessi comperarne uno prenderei il secondo perchè mette bene tutto in centro, per la vigna direi che è obbligato il bifilare, il mono non lavora così bene.

 

Io parlo di quelli con le spazzole tipo lavaggio auto per intenderci non di quelli fatti propio come un girello.

 

 

Che marchio hai visto all'opera di preciso? L'andana era abbastanza "regolare" oppure lasciava indietro tralci?

Non chiedo la velocità approssimativa di lavoro perchè dovrebbe avere molte variabili...

 

Noi stiamo valutando l'acquisto di un andanatore per vigneti bifilare. E' molto utile soprattutto in caso di prepotatura meccanica, infatti i residui dei tralci tagliati dalla prepotatrice cadono direttamente sotto il filare rendendo difficoltose le lavorazioni successive (ad. es. spollonatura o lavorazione interfilare con spedo). Per il costo di u andanatore a doppia fila ci si aggira attorno ai 2.700 € + IVA, cifra secondo me elevata considerata la costruzione abbastanza semplice della macchina.:o

 

Alla faccia :AAAAH: ... 2700€ + iva!? Un'esagerzione..... Se non sono indiscreto, che marchio?

 

perchè di passare sotto al filare con la forca a togliere le ramaglie cadute dopo un pò ti fa passare la voglia!

 

... e il preventivo ti fa venire la voglia di prendere la forca in mano e fare qualche km a piedi :asd::2funny:

Edited by ISO
Link to post
Share on other sites

Non faccio nomi altrimenti con la concorrenza tra costruttori che c'è qua in zona si arriva all'omicidio!!!Comunque è una ditta friulana...la macchina sarebbe anche relativamente semplice auto costruirsela in azienda, tuttavia on le nuove normative sulla sicurezza del lavoro ogni attrezzatura deve essere omologata e marchiata CE dando la definitiva mazzata a chi (come me) la domenica pomeriggio al posto che andar via con la morosa gli piace sbizzarrirsi sotto il capannone!

Link to post
Share on other sites
Non faccio nomi altrimenti con la concorrenza tra costruttori che c'è qua in zona si arriva all'omicidio!!!Comunque è una ditta friulana...la macchina sarebbe anche relativamente semplice auto costruirsela in azienda, tuttavia on le nuove normative sulla sicurezza del lavoro ogni attrezzatura deve essere omologata e marchiata CE dando la definitiva mazzata a chi (come me) la domenica pomeriggio al posto che andar via con la morosa gli piace sbizzarrirsi sotto il capannone!

 

Hai detto anche troppo, grazie. Si, ti do ragione.. La mia domanda iniziale era per capire quale sistema poteva essere il "migliore" per realizzarla sotto al capannone (il papi; mentre io vado via con la morosa:fiufiu:.

Link to post
Share on other sites

io ho il doppio della lotti...è porta attrezzi e monto anche gli spollonatori...pulisce bene sotto le file...gli inconvenienti sono che se c'è bagnato ( praticamente sempre) ti sporca molto il trattore, se c'è un pò di ghiaia te la spara tipo proiettili sul cofano...per il resto diciamo che va bene...nella vigna costeggiata dai platani fa una bella pulizia di tutte le foglie O0( tipo vecchietto con il rastrello ma un pò più produttivo :asd:)

Link to post
Share on other sites

Il preventivo fa anche venire voglia di un'autocostruzione...dopotutto un monfilare con due pistoni e un motore idrualico lo fai...e il bifilare aggiungi un pistone...dopotutto meccanicamente sono macchine molto semplici!!

Link to post
Share on other sites
Non faccio nomi altrimenti con la concorrenza tra costruttori che c'è qua in zona si arriva all'omicidio!!!Comunque è una ditta friulana...la macchina sarebbe anche relativamente semplice auto costruirsela in azienda, tuttavia on le nuove normative sulla sicurezza del lavoro ogni attrezzatura deve essere omologata e marchiata CE dando la definitiva mazzata a chi (come me) la domenica pomeriggio al posto che andar via con la morosa gli piace sbizzarrirsi sotto il capannone!

 

ma su questa macchina credo hai elettrovalvole per i comandi...se devi comprare tutto non credo spenderai meno della metà :cheazz:...se magari hai operai avere in casa una macchina non certificata non credo sia il massimo...discorso diverso in caso di piccola azienda familiare...puoi dirci la marca cosi i costruttori si fanno un pò di concorrenza in più che non fa male :fiufiu:...è imeca?!

Link to post
Share on other sites

Guarda è un pò che ci penso per un'autocostruzione (certo non avendo operai sono avvantaggiato)...ma niente elettrovalvole...parto da una presa idraulica doppio effetto del solaris, due tubi con innesto rapido e da li inserisco un distributore 4/5 leve...dal distributore via con i tubi che si infilani in una piastra davanti e inserisco gli agganci rapidi...così "moltiplico" le prese idrauliche del solaris e posso intercambiare attrezzi senza dover acquistare per ognuno il distributore...

Link to post
Share on other sites
Guarda è un pò che ci penso per un'autocostruzione (certo non avendo operai sono avvantaggiato)...ma niente elettrovalvole...parto da una presa idraulica doppio effetto del solaris, due tubi con innesto rapido e da li inserisco un distributore 4/5 leve...dal distributore via con i tubi che si infilani in una piastra davanti e inserisco gli agganci rapidi...così "moltiplico" le prese idrauliche del solaris e posso intercambiare attrezzi senza dover acquistare per ognuno il distributore...

 

sicuramente spenderai meno ma credo che un migliaio di euro ti vadano via...4 pistoni, 2 motori idr., ferro vario, boccole, e le spazzole....

Link to post
Share on other sites
sicuramente spenderai meno ma credo che un migliaio di euro ti vadano via...4 pistoni, 2 motori idr., ferro vario, boccole, e le spazzole....

 

lo farò monofilare...il progetto è già giù...inoltre penso che alcuni componenti (vedesi i pistoni) saranno intercambiabili con un'altra macchina in progetto...adesso manca solamente il tempo per farla:2funny::2funny::2funny:

l'unico punto sono le spazzole...pensavo di utilizzare del filo tipo bayco, di plastica rigida, con spessore adeguato (4-5 mm)...cosa dite potrebbe andare bene?

Link to post
Share on other sites
puoi dirci la marca cosi i costruttori si fanno un pò di concorrenza in più che non fa male ...è imeca?!

....esatto!!!

se magari hai operai avere in casa una macchina non certificata non credo sia il massimo

Infatti, con le nuove leggi in materia di sicurezza sul lavoro TUTTE le attrezzature devono essere in regola in quanto anorme CE ed omologazioni varie, quindi una macchina autocostruita non risponde assolutamente a queste normative...:( Logicamente sto parlando in caso di azienda con manodopera esterna, tuttavia anche i coadiuvanti familiari pare siano assimilati alla manodopera salariata, infatti durante un controllo ad un'azienda vicina hanno contestato il fatto che non avevano tutta l'attrezzatura a norma;pur non avendo operai gli ispettori hanno insistito sul fatto operai = coadiuvanti familiari!:AAAAH:

l'unico punto sono le spazzole...pensavo di utilizzare del filo tipo bayco, di plastica rigida, con spessore adeguato (4-5 mm)...cosa dite potrebbe andare bene?

Secondo me conviene puntare su spazzole simili a quelle che montano le macchine originali, il filo tipo Bayco è troppo fino per agire con un azione energica sui tralci.

Link to post
Share on other sites
....esatto!!!

 

Infatti, con le nuove leggi in materia di sicurezza sul lavoro TUTTE le attrezzature devono essere in regola in quanto anorme CE ed omologazioni varie, quindi una macchina autocostruita non risponde assolutamente a queste normative...:( Logicamente sto parlando in caso di azienda con manodopera esterna, tuttavia anche i coadiuvanti familiari pare siano assimilati alla manodopera salariata, infatti durante un controllo ad un'azienda vicina hanno contestato il fatto che non avevano tutta l'attrezzatura a norma;pur non avendo operai gli ispettori hanno insistito sul fatto operai = coadiuvanti familiari!:AAAAH:

 

Secondo me conviene puntare su spazzole simili a quelle che montano le macchine originali, il filo tipo Bayco è troppo fino per agire con un azione energica sui tralci.

 

Beh sull'avere le macchine a norma lo so...i problemi sussistono penso un pò per tutte le aziende: se facessimo un sondaggio voglio vedere chi di noi abbia tutto a norma:asd: modifiche, autocostruzioni, attrezzi vecchi che non sono più a norma...

 

Per le spazzole...dovrei provare a sentire chi vende le macchine se le ha disponibili come ricambio (penso di si, perchè è un materiale di consumo) e il costo...

Link to post
Share on other sites

qui in trentino per la maggiore vanno questa macchine

 

XAN - SEPPI M.

 

perchè sono compatte, spesso messe sulla trincia così quando passi raccoglie i sarmenti e li macina. In due passate raccogli bene residui di potatura e anche molte foglie così fai un lavoro completo.

 

Montata sulla trincia costo si aggira sui 7-800 euro!

 

Come detto la grande dote è il ridotto ingombro, serve un doppio effetto per farla andare e finito il lavoro la ripieghi verso la macchine e torni bel bello a casa!O0

Link to post
Share on other sites
Per le spazzole...dovrei provare a sentire chi vende le macchine se le ha disponibili come ricambio (penso di si, perchè è un materiale di consumo) e il costo...

 

Nella macchina che ho costruito ho montato dei tondini in Naylon di diametro 12 mm(forse appena rigidi quindi,appena ripasso dal rivenditore di plastiche,proverò quelli da 10 mm) avendo risultati ottimi sia per elasticità,robustezza e durata.Per una ventina di metri di materiale ho speso 10 euro(nb. va a peso).

 

t77940_spazzola-15.jpg

t77941_spazzola-17.jpg

 

Da evitare,a mio avviso,le spazzole in gomma,dalle prove che ho effettuato ho ottenuto pessimi risultati con questa configurazione

 

t77946_spazzola-2.jpg

 

...un poco meglio con questa..

 

t77947_spazzola-27.jpg

 

 

...ma con i tondini in plastica il lavoro è migliore:meno giri del rotore(con meno "sparo" di materiali vari in giro) e buona pulizia nell'interfila(anche se qualcosa lascia,....è una macchina...)

 

 

 

 

A mio parere l'andanatore anteriore è ottimo per il lavoro in combinata con il trincia ma non sposta sufficientemente i sarmenti per creare un'andana corretta per la rotoimballatrice,specialmente in filari larghi,cosa che riesce bene ai modelli posteriori(tipo quelli postati da Fabio88 e nh72-85)insieme al lavorare tralci lunghi, ma che non possono ovviamente abbinarsi al trincia ed entrare nell'interfila.

Di questi ultimi ne ho visto anche modificati per l'aggancio anteriore,occorre però un'autostrada come capezzagna per girarsi.

Link to post
Share on other sites

complimenti per la realizzazione...puoi anche correre un pochino di più però...io in genere vado in base alla potenzialità della trincia sui 4 km/h il primo passaggio e 5-5,5 il secondo...io faccio due passate per fila perchè il trincia è 1,8 m (senza rastrello) e non riesco a prendere tutta l'erba e con il secondo giro l'andanatore prende quello che è scappato prima...ps i tralci li lasciamo a file alterne

Link to post
Share on other sites

Posso dirvi che da 13 anni io ho un andanatore marca CABE. Eccezzionale nei frutteti dove pulisce tutto foglie comprese. Nel vigneto è meglio prima darci una passata altrimenti con i tralci lunghi il lavoro non viene così bene. Prima lo avevo montato anteriormente su un fiat ora in reversibile su un carraro srx è fantastico. Calcolate che per fare 1 ettaro ci si impiga un po' più di 2 ore.....hai voglia di farlo con il rastrello o con la forca.....Nella mia zona sona stato il primo, ora credo che sono pochi quelli che non lo hanno. Manutenzione poca come il consumo delle spazzole. A mio parere funziona meglio la macchina con i tondini in materiale plasticoe non con le gomme.

Link to post
Share on other sites
Nella macchina che ho costruito ho montato dei tondini in Naylon di diametro 12 mm(forse appena rigidi quindi,appena ripasso dal rivenditore di plastiche,proverò quelli da 10 mm) avendo risultati ottimi sia per elasticità,robustezza e durata.Per una ventina di metri di materiale ho speso 10 euro(nb. va a peso).

 

t77940_spazzola-15.jpg

t77941_spazzola-17.jpg

 

Da evitare,a mio avviso,le spazzole in gomma,dalle prove che ho effettuato ho ottenuto pessimi risultati con questa configurazione

 

t77946_spazzola-2.jpg

 

...un poco meglio con questa..

 

t77947_spazzola-27.jpg

 

 

...ma con i tondini in plastica il lavoro è migliore:meno giri del rotore(con meno "sparo" di materiali vari in giro) e buona pulizia nell'interfila(anche se qualcosa lascia,....è una macchina...)

 

 

 

 

A mio parere l'andanatore anteriore è ottimo per il lavoro in combinata con il trincia ma non sposta sufficientemente i sarmenti per creare un'andana corretta per la rotoimballatrice,specialmente in filari larghi,cosa che riesce bene ai modelli posteriori(tipo quelli postati da Fabio88 e nh72-85)insieme al lavorare tralci lunghi, ma che non possono ovviamente abbinarsi al trincia ed entrare nell'interfila.

Di questi ultimi ne ho visto anche modificati per l'aggancio anteriore,occorre però un'autostrada come capezzagna per girarsi.

 

Complimenti alla realizzazione!! Proprio come lo vorrei fare io...una domanda sulla quale vorrei un consiglio: che motore idraulico hai utilizzato? Quanti giri fai al minuto? Io ho fatto due conti...da alcuni filmati mi sembra che facciano sui 100 giri/min circa, quindi con un 15-20 litri di olio al minuto (il solaris ne fa 30 alla massima portata) per garantire i 100 giri minuto servirebbe un motore con una cilindrata di circa 150 cc...il calcolo è giusto?

PS: ho visto che nel motore hai 3 tubi...qual'è la funzione del terzo tubo più piccolo?

Edited by Giordy
Link to post
Share on other sites
complimenti per la realizzazione...puoi anche correre un pochino di più però...io in genere vado in base alla potenzialità della trincia sui 4 km/h il primo passaggio e 5-5,5 il secondo...io faccio due passate per fila perchè il trincia è 1,8 m (senza rastrello) e non riesco a prendere tutta l'erba e con il secondo giro l'andanatore prende quello che è scappato prima...ps i tralci li lasciamo a file alterne

 

Grazie Mattia,nel video stavo provando per la prima volta le spazzole in plastica nei tralci lunghi della vite e tentavo varie velocità di avanzamento e di rotore.Non avendo la misurazione della velocità sul 640 non so di preciso a che velocità vado,con la trincia(stesse dimensioni della tua e che non avevo nel video) dovremmo essere più o meno con quelle che hai indicato tu,2-3 ridotta a 2000 giri.

 

Complimenti Giuseppe O0!!! Le spazzole in gomma sinceramente le vedo poco "consigliate" per i sarmenti.... Vediamo cosa dice il babbo:perfido:

 

Grazie Fabio,ribadisco il mio consiglio:vai di spazzole in plastica(che forse costano anche meno).

 

Posso dirvi che da 13 anni io ho un andanatore marca CABE. Eccezzionale nei frutteti dove pulisce tutto foglie comprese. Nel vigneto è meglio prima darci una passata altrimenti con i tralci lunghi il lavoro non viene così bene.... ......Manutenzione poca come il consumo delle spazzole. A mio parere funziona meglio la macchina con i tondini in materiale plasticoe non con le gomme.

 

Concordo

 

Complimenti alla realizzazione!! Proprio come lo vorrei fare io...una domanda sulla quale vorrei un consiglio: che motore idraulico hai utilizzato? Quanti giri fai al minuto? Io ho fatto due conti...da alcuni filmati mi sembra che facciano sui 100 giri/min circa, quindi con un 15-20 litri di olio al minuto (il solaris ne fa 30 alla massima portata) per garantire i 100 giri minuto servirebbe un motore con una cilindrata di circa 150 cc...il calcolo è giusto?

PS: ho visto che nel motore hai 3 tubi...qual'è la funzione del terzo tubo più piccolo?

 

Grazie anche a te Giordy.Non ricordo di preciso che pompa monta il 640(non è l'originale,mi informo così possiamo fare i calcoli)però avendo montato un motore da 50 cc arrivo a circa 600 giri-minuto che ora,con le spazzole in plastica,sono inutili.Avendo il regolatore di giri sul rotore posso adeguare la rotazione alle varie situazioni di lavoro,comunque si aggirano sempre dagli 80,se non meno, ai 130 giri.

In questa situazione il 50cc è diventato appena sufficiente,sarebbe,meglio nel mio caso,montare un 100cc dimezzando i giri massimi e aumentando la coppia ma mettendo poi in crisi il rinvio angolare a valle del motore quindi per il momento lo tengo così.

Il terzo tubo nel motore serve per il drenaggio dello stesso.In caso di sovrapressioni l'olio viene scaricato da li e non rovina il paraolio anteriore.

 

Se servono altre informazioni basta chiedere,credo però che sia opportuno spostarsi in un'altra discussione,qui siamo OT.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...