Jump to content
frack71

Quando si comincia con i trattamenti ??

Recommended Posts

Pampani che comincia a spingere su trebbiano romagnolo[ATTACH]33642[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gente , solo a me han consigliato a trattare con olio bianco 2,5L e zolfo 600gr. ?

eseguito una settimana fa ..

 

Lo faccio da sempre, soprattutto sulle viti al secondo anno. È fitotossico sulle gemme schiuse, al bruno non ho mai riscontrato problemi. Zero proprio. Poca spesa tanta resa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parlando di Remedier e simili: Sulla botrite, per come la intendo io, è acqua fresca. Con l'atomizzatore ne sprechi ovviamente parecchio ma i risultati ci sono contro il mal dell'esca a patto di cominciare fin dalla prima potatura. Su impianti vecchi è quasi sprecato essendo esclusivamente preventivo. Facendolo al pianto il fungo che inoculi si ciba delle sostanze emesse col pianto e le temperature non sono eccessive. Altrimenti dopo il pianto andrebbe miscelato con specifici concimi fogliari che contengano sostanza organica.

Edited by alefriuli

Share this post


Link to post
Share on other sites
Parlando di Remedier e simili: Sulla botrite, per come la intendo io, è acqua fresca. Con l'atomizzatore ne sprechi ovviamente parecchio ma i risultati ci sono contro il mal dell'esca a patto di cominciare fin dalla prima potatura. Su impianti vecchi è quasi sprecato essendo esclusivamente preventivo. Facendolo al pianto il fungo che inoculi si ciba delle sostanze emesse col pianto e le temperature non sono eccessive. Altrimenti dopo il pianto andrebbe miscelato con specifici concimi fogliari che contengano sostanza organica.

Come prodotto non ha mai tradito neppure in annate orribili certamente se le carie sono dentro non entra più dalle ferite si dovrebbe fare il flebo, io le avevo fatto su carie e mal del piombo. Fino a giugno no problem remedier e siapton o ammine o altri prodotti per antagonisti anche con fogliari minerali. Su botrite nessun problema neppure su fragole, la dose va aumentata e se si mette il serenade va ancora meglio verso le fasi finali di invaiatura e maturazione, quello vecchio funzionava di più perché un altro ceppo, questi nuovi vanno aumentati come dose ma se si rivitalizza al buio con substrato liquido non ci sono problemi neppure in foglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
CIAO Boss, Il Cap mi aveva scritto per il mal dell esca , x Remedier. ....ma io ho atomizzatore ancora i letargo

 

ahah boss , fat ciavè valà .....io il Remedier l'ho fatto 5 giorno dopo aver trattato con l'olio , 2 uggelli per parte indirizzati versi i tagli specie sul tronco dove ho abbassato

Share this post


Link to post
Share on other sites
ahah boss , fat ciavè valà .....io il Remedier l'ho fatto 5 giorno dopo aver trattato con l'olio , 2 uggelli per parte indirizzati versi i tagli specie sul tronco dove ho abbassato

:2funny: ieri il mio vicino e' venuto a prendere il Caffini da casa mia dove passa l inverno per dare zolfo su indicazione del suo tecnico:2funny:.....il mio Vulcano dormira' ancora x 15gg:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il remedier va dato subito appena possibile dopo la potatura se non non serve ad un ciffo, se poi la barbatella è anche infetta non serve ad un cippo. Il tessalis non è da meno. La situazione del mal dell'esca è assai preoccupante ma dopo il taglio il remedier va dato subito a spruzzo non ad atomizzatore. Aumento in ER della Eutypa con tutte quelle restizioni dai p.a. è la vendetta del passato. Le viti vecchie ribassate potete buttarle nella fornace.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prime viti che fan la foglia ...sta recuperando. ..25 aprile/1 maggio range trattamento

[ATTACH]33673[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Prime viti che fan la foglia ...sta recuperando. ..25 aprile/1 maggio range trattamento

[ATTACH]33673[/ATTACH]

 

Da me stanno avanti, tra 2 settimane si inizia infatti volevo arare di nuovo ma ho preferito non toccare la terra, non si sa' mai, tra 2 settimane trattamento e poi tiller

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arare di nuovo...... cioè già l hai fatta una volta quest'anno....?

Share this post


Link to post
Share on other sites

2 volte veramente, dopo la trinciatura dei ceppi e dopo la concimazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 volte veramente, dopo la trinciatura dei ceppi e dopo la concimazione

Io la lavoro ogni5/7 anni una rippatina a fine ottobre....meno la tocco meglio e".

Intanto Stomp e glifo stan facendo il loro mestiere nell interfila[ATTACH]33676[/ATTACH]

stamattina +3 poi +19 con tanto sole

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vite, pampani e cocciniglie a tiro di Polisolfuro di calcio, tanta pioggia forte e schizzi che stanno svegliando la amerinda bestia, il fantasma bianco sempre in attività.... inizio precoce quest'anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dare lo zolfo adesso non serve meglio il piombo di Lugo.

 

Un trattamento con zolfo a alto doseaggio per ha, con temperature mediamente alte e gemme ancora chiuse abbassa di molto il potenziale infettivo dell'oidio, soprattutto dove si trinciano i sarmenti. É una strategia che paga bene, soprattutto in bio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1° trattamento sul prosecco previsto la prossima settimana, fine settimana.
Cosa usi?

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo trattamento domani; fluopicolide e propineb (r6 pasadoble) e penconazolo+ zolfo (topas combi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ultimi anni 16 aprile e 20 aprile primo,trattamento.

oggi molto indietro, ecco la ribolla gialla che insieme al trebbiano romagnolo è il piu' avanti:asd:

trattamento previsto x 25 aprile /1 maggio

 

Inizierò con insetticida acaricida Piwak 1.9 , probineb e zolfo

[ATTACH]33719[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Un trattamento con zolfo a alto doseaggio per ha, con temperature mediamente alte e gemme ancora chiuse abbassa di molto il potenziale infettivo dell'oidio, soprattutto dove si trinciano i sarmenti. É una strategia che paga bene, soprattutto in bio.

Difatti il Piombo di Lugo è il Polisolfuro di calcio ma per qualche arcano e ignoto motivo non è più previsto in bio è un prodotto in forse. Caspita è zolfo e calcio cotto!! Ma ci rendiamo conto in che mani siamo? Da che mondo e mondo si iniziava o con olii bianchi o col polisolfuro. Olio bianco non più perché è un distillato del petrolio, distillato di una cosa che c'è in natura e che si usa a basse dosi una o due volte all'anno.

Lo zolfo normale anche ad alte dosi non trova le temperature giuste amenochè non zia zolfi molto fini micronizzati attivati che non sono più reperibili perché si usano zolfi granulari ad uso per tutte le stagioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Primo trattamento domani; fluopicolide e propineb (r6 pasadoble) e penconazolo+ zolfo (topas combi)

 

Vai già coi sistemici? Quante foglie hai fuori?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Difatti il Piombo di Lugo è il Polisolfuro di calcio ma per qualche arcano e ignoto motivo non è più previsto in bio è un prodotto in forse. Caspita è zolfo e calcio cotto!! Ma ci rendiamo conto in che mani siamo? Da che mondo e mondo si iniziava o con olii bianchi o col polisolfuro. Olio bianco non più perché è un distillato del petrolio, distillato di una cosa che c'è in natura e che si usa a basse dosi una o due volte all'anno.

Lo zolfo normale anche ad alte dosi non trova le temperature giuste amenochè non zia zolfi molto fini micronizzati attivati che non sono più reperibili perché si usano zolfi granulari ad uso per tutte le stagioni.

 

Da quando non si può più usare il polisenio in bio, sei sicuro? Perché almeno sui frutteti ( melo , però ecc) il servizio tecnico lo fa usare e dal disciplinare non è stato rimosso, attualmente io lo utilizzo su quasi 40 ha di frutteti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da quando non si può più usare il polisenio in bio, sei sicuro? Perché almeno sui frutteti ( melo , però ecc) il servizio tecnico lo fa usare e dal disciplinare non è stato rimosso, attualmente io lo utilizzo su quasi 40 ha di frutteti

Non tutti i disciplinari molti hanno fatto una moratoria, su frutteti lo tengono per via della recrudescenza della monilia, sta passando in UE una certa linea che è contro al rame e al polisofuro e vuole limitare lo zolfo. Anche questa è l'Europa quella dei ghiacci eterni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...