Jump to content

Quando si comincia con i trattamenti ??


Recommended Posts

1 ora fa, CBO ha scritto:

Non fidarti molto delle risposte.

La quasi totalita' del fol e' composto da venditori di qualcosa. 

Non ho tempo di leggere il trafilotto ma, se non l'han gia' fatto lo faranno a breve sicuramente, ti consiglieranno di leggere le etichette e soprattutto di rispettare le dosi ivi indicate. Quelli sono venditori di veleni non sono buoni consiglieri. 

Ocio. Qualche giorno fa sono stato accusato di eresia perche' proponevo la vera conoscenza di quello che si ha per le mani per costruire un strategia di difesa funzionale al proprio obbiettivo che non e' salvare il prodotto finale ma limitare l'impatto delle nostre azioni criminali sul resto del mondo. Pensa che un goccia di un marti riesce a percorrere con favore di vento km e km.

Come a dire che quando tratto il mio in realta' sto trattando anche quello del vicino del vicino. Basterebbe trattare con vento a favore e si abbatterebbero costi economici e ambientali.

E invece cosa ti diranno al corso? Te lo anticipio io che non l' ho fatto perche' inutile: ti convinceranno che vanno evitati i trattamenti con vento a favore perche' generano deriva e la deriva comporta un doppio costo: economico ma soprattutto ambientale.

Una realta' rovesciata a beneficio di pochi: venditori e tecnici, i primi vendono i secondi procacciano. Il gatto e la volpe.

Ma tu sei ancora vergine e puoi rimanere illibato. Fai come me: non fare il corso e fai di testa tua. 

Sempre criminale pentito.

Cos'è il fol? Comunque quoto tutto, aggiungo solo 1,5 kg/ha di zeolite. Colombiana, dicono vada meglio.

Se devi buttarla in caciara, buttiamola.

Edited by alefriuli
Link to post
Share on other sites
  • Replies 9.7k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Vignetta pronta per l'estate. Un pizzico di anti botritico e siamo a posto. Rinvenuta 1 (una) macchia di peronospora su glera. Macchia in pessima salute. Aspetto ancora una settimana per valutare i da

..... ma come?, non va di moda ora l'economia circolare?, il riutilizzo?, l'evitare lo spreco? l'oculatezza delle risorse?. Ma quando mai in azienda si butta via un secchio di plastica ri-ri-ri-r

Svuaz da noi guazz. Intanto oggi festa , vado all Onda Blu si San Mauro Mare , festeggio il mezzo secolo....uno in meno della mia vigna vecchia ....si va di bollicine..... Crudità a volontà.

Posted Images

17 ore fa, Max Delta ha scritto:

Solo il buon senso per non auto-avvelenarci.

io sono un hobbista, il vino me lo bevevo io, ora mi mangio  l' uva. io dopo metà o fine giugno a seconda di come va la stagione uso possibilmente solo rame e zolfo,

prima sistemici anti peronospora e oidio. l' uva è ottima ma a volte ho avuto malattie. io tratto una media di 15 volte l' anno se piove tanto anche 20, provincia di vicenza.

  • Like 1
  • Thanks 1
  • Confused 1
Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Max Delta ha scritto:

Buongiorno, 

ho letto un pò di discussioni di questo lunghissimo post. E mi sono accorto che non ne so niente!! Ma niente!. Il fatto è questo. Per anni al vigneto ha pensato mio padre, ma quest'anno ha subito un intervento al ginocchio e quindi  devo occuparmene (faccio tutto io).

Sto facendo i trattamenti (ho appena fatto il secondo). Ho usato zolfo bagnabile e melody Trevi. Il fatto è che io l'ho fatto seguendo quello che diceva mio padre, ma per come sono fatto, ci voglio vedere chiaro. Ho letto sulla scheda del Melody che si può dare solo tre volte all'anno. Ma già questa informazione mi lascia perplesso: se mi capita la stagione piovosa vado ben oltre le tre volte! Volevo un pò capire...cosa sto sbagliando?  

E' logico alternarlo? Si ma con cosa? Scusate le domande, ma sono ignorante e volevo aver qualche chiarimento.

il vigneto è in provincia di Parma.

Te lo hanno già detto però guardati le linee complete dei marchi più noti e vedi come si posizionano certi principi attivi. Poi inizi a farti dire da tuo padre grosso modo cosa mette in seria difficoltà la tua vigna perchè se lui faceva solo 5-6 trattamenti all'anno ( solo liquidi o compresi pulvirulenti ? ) evidentemente siete in una posizione molto favorevole alla vite. Io in sardegna quando mi va di lusso ne faccio quel tanto lì più insetticidi però ma viviamo in zone con climi un pò diversi. Io ho problemi con oidio e con MdE . Però per capire una strategia per la mia vigna ci ho messo 3 anni perchè comunque anche se ti si può dire l'ordine o le precedenze con cui usare certi principi attivi, nella tua vigna ci entri tu e la vedi tu non noi.

16 ore fa, alefriuli ha scritto:

Eccomi. Ho il Movento nell'armadietto, appena sfioriscono lo faccio. Speriamo funzioni, ho qualche dubbio derivante da esperienze altrui, personalmente non l'ho mai provato.

Ma allora le cocciniglie si possono fregare ora ? Se sono belle sotto la corteccia vecchia mi sa che un insetticida ora avrebbe poca efficacia. A meno che non abbia una sistemia totale. Ne ho anche in una pergola in casa.

7 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Si ok, ma io avrei l'esigenza di utilizzarlo nel melone e non saprei posizionarlo visto che non l'ho mai usato e nessun tecnico me ne ha mai parlato (forse xké sul melone ha poca efficacia???). Fatto adesso nel vigneto non conta praticamente nulla?

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Se tu consideri come si usa sulla vite, cioè lo dai in post vendemmia per fare pulizia per la prossima stagione, dovresti iniziare ad usarlo quando il melone è bello pimpante in pieno accrescimento e sta  per iniziare a formare i primi frutti. Cioè quando vedi il fusto bello verde acceso , non aspettare a quando inizi a tagliare perchè poi se inizia a colpire le foglie diventa una lotta continua. Solo che è una mia deduzione,  non vedo nomi commerciali e non ho trovato alcun consiglio se non uso preventivo e dose minima e massima a seconda della pressione della malttia.

5 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

on line lo vendono a 1€/gr quindi a circa 50/70€ ettaro, non una follia se mi risolve la situazione. La cosa più interessante è che avendo carenza nulla, potrei usarlo sotto raccolta dove non ho molti prodotti per l'oidio, nel melone si raccoglie tutti i giorni per circa un mese e in quella fase stare fermi 3 giorni è impossibile. Xò chiedevo se fosse efficace o meno.

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Per me sotto raccolta è tardi. Ma scusa hai una raccolta così scalare ? Però siamo ot qua.

2 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Ecco i nuovi cumulati, indovinate dove sono io?!? emoji35.pngemoji35.pngemoji35.pngemoji34.pngemoji34.pngemoji34.png

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

e29faf64c1f018f695e56eaa926541fe.jpg

Nella zona rosa !

42 minuti fa, alefriuli ha scritto:

Cos'è il fol? Comunque quoto tutto, aggiungo solo 1,5 kg/ha di zeolite. Colombiana, dicono vada meglio.

Se devi buttarla in caciara, buttiamola.

fol -> forum on line .

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, CBO ha scritto:

Non fidarti molto delle risposte.

La quasi totalita' del fol e' composto da venditori di qualcosa. 

Non ho tempo di leggere il trafilotto ma, se non l'han gia' fatto lo faranno a breve sicuramente, ti consiglieranno di leggere le etichette e soprattutto di rispettare le dosi ivi indicate. Quelli sono venditori di veleni non sono buoni consiglieri. 

Ocio. Qualche giorno fa sono stato accusato di eresia perche' proponevo la vera conoscenza di quello che si ha per le mani per costruire un strategia di difesa funzionale al proprio obbiettivo che non e' salvare il prodotto finale ma limitare l'impatto delle nostre azioni criminali sul resto del mondo. Pensa che un goccia di un marti riesce a percorrere con favore di vento km e km.

Come a dire che quando tratto il mio in realta' sto trattando anche quello del vicino del vicino. Basterebbe trattare con vento a favore e si abbatterebbero costi economici e ambientali.

E invece cosa ti diranno al corso? Te lo anticipio io che non l' ho fatto perche' inutile: ti convinceranno che vanno evitati i trattamenti con vento a favore perche' generano deriva e la deriva comporta un doppio costo: economico ma soprattutto ambientale.

Una realta' rovesciata a beneficio di pochi: venditori e tecnici, i primi vendono i secondi procacciano. Il gatto e la volpe.

Ma tu sei ancora vergine e puoi rimanere illibato. Fai come me: non fare il corso e fai di testa tua. 

Sempre criminale pentito.

A parte che il buon senso imporrebbe che anche al ministero della salute o delle politiche agricole seguissero il tuo ragionamento e verificassero l'efficacia dei nuovi macchinari con cognizione di causa per sapere veramente cosa fanno e quali effetti collaterali ci sono oltre al perseguimento di un buon raccolto, le etichette le si segue anche in base ai mezzi e agli attrezzi che si hanno. Mica tutti vanno con il recupero e comunque non era una accusa di eresia, diciamo una pericolosa lacuna di dettagli che avrebbero potuto indurre in errore. Molto più grave fare un verbale da 30 mila euro perchè non si vuole capire una mazza di quelli che sono i principi che stanno ala base della norma. A me comunque non hanno mai consigliato di trattare con il vento a favore piuttosto che contro vento. Si deve trattare in assenza di vento o quasi ma tutto è relativo alla posizione e alla dimensione del campo. Io poi che un mezzo scoperto figurati come mi diverto con il vento. Che poi se non ricordo male trattando contro vento fai deriva non il contrario perchè si dovrebbe considerare la differenza algebrica tra i vettori velocità in gioco ( vento e vanzamento del mezzo con l'attrezzo ). Però mi dovrei ricontrollare alcuni appunti.

Edited by superbilly1973
Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

Te lo hanno già detto però guardati le linee complete dei marchi più noti e vedi come si posizionano certi principi attivi. Poi inizi a farti dire da tuo padre grosso modo cosa mette in seria difficoltà la tua vigna perchè se lui faceva solo 5-6 trattamenti all'anno ( solo liquidi o compresi pulvirulenti ? ) evidentemente siete in una posizione molto favorevole alla vite. Io in sardegna quando mi va di lusso ne faccio quel tanto lì più insetticidi però ma viviamo in zone con climi un pò diversi. Io ho problemi con oidio e con MdE . Però per capire una strategia per la mia vigna ci ho messo 3 anni perchè comunque anche se ti si può dire l'ordine o le precedenze con cui usare certi principi attivi, nella tua vigna ci entri tu e la vedi tu non noi.

Ma allora le cocciniglie si possono fregare ora ? Se sono belle sotto la corteccia vecchia mi sa che un insetticida ora avrebbe poca efficacia. A meno che non abbia una sistemia totale. Ne ho anche in una pergola in casa.

Conosco solo una persona (ammesso sia una persona) che riesce ad annegare la farinosa con l'olio bianco quando è sotto la corteccia. Per il resto, non ho notizie di alcun insetticida che arriva sotto la corteccia in maniera tale da risultare efficace.

fol -> forum on line .

Grazie!

 

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Cultivar, aq10 quindi funziona bene anche sul melone? A volte abbiamo il problema dell'oidio anche nel mese di raccolta e non possiamo trattare con certi prodotti causa carenza, Aq10 potrebbe fare al caso mio? Si può miscelare con lo zolfo? Nella vite lo consigliano in post vendemmia, sulle cucurbitacee sarebbe efficace anche durante la fase vegetativa? Scusate l'off topic

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

No è coerente certo che è in topic. Oidio le piante classiche sono rose, cucurbitacee e vite quelle più segnate e siepi. Certo il melone è una cucurbitacea lo usi appunto con 30 e passa gradi, costa 42 euro a bustina ma con una bustina fai un ettaro se non una vigna. Lo zolfo lo dai col fresco ai primi trattamenti poi non è miscelabile Aq10. E' propriamente alternativo allo zolfo anche perché e cucurbitacee non vanno troppo bene con lo zolfo.

Edited by CultivarSé
Link to post
Share on other sites
No è coerente certo che è in topic. Oidio le piante classiche sono rose, cucurbitacee e vite quelle più segnate e siepi. Certo il melone è una cucurbitacea lo usi appunto con 30 e passa gradi, costa 42 euro a bustina ma con una bustina fai un ettaro se non una vigna. Lo zolfo lo dai col fresco ai primi trattamenti poi non è miscelabile Aq10. E' propriamente alternativo allo zolfo anche perché e cucurbitacee non vanno troppo bene con lo zolfo.
E come efficacia? È pari allo zolfo o migliore? Quindi potrei posizionarlo anche in raccolta in caso di problemi?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites

Ecco io ho già fatto 4 giro

24/04 mancozeb zolfo fosfito 

05/05 mancozeb zolfo fosfito 

15/05 mancozeb zolfo fosfito 

25/05 metiram zolfo fosfito 

Per ora pulito .....toccando ferro..

A Bertinoro  invece 

01/05 mancozeb zolfo+scudex fosfito 

15/05 mancozeb zolfo +scudex fosfito 

25/05 mancozeb zolfo scudex  fosfito 

Ho tirato fuori i rotoloni domani piove! 

Siccome son grezzo la ricetta è uguale per tutti tranne per lo scudex che lo uso solo a Bertinoro 

1,5kg/ ha mancozeb 

4 kg/ ha zolfo

2 lt /ha fosfito 

200 cc/ ha  scudex

Anche il metiram lo uso a 1,5 kg /ha è più caro purtroppo del buon mancozeb  6,71 al kg contro 4,52....

 

 

 

Edited by 5500
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Sapevatelo. 

https://www.venetoagricoltura.org/2020/05/news/vendemmia-2020-in-anticipo-buona-la-produzione/

Per fortuna c'e' il B1 di Udine che compensera' l'ammanco di pg del B1 della TvVePn srl a socio unico (la piu' grande azienda produttrice di pg al mondo) 😌 spero che su di la' non facciano cazzate e abbiano capito la differenza tra grammi/dose e qli/resa.

Speren ben.

Ormai penso al mio pg veneziano giorno e notte. E' diventata un ossessione. 

Il glera mi ha stancato. Troppo monotono. Mai una sorpresa. 4 pigne in pianta e sei a 400 ql/ha. Se fai bio arrivi tranquillamente a 500 perche' c'e' il rame che pesa e se poi usi pure il rame che non usi nel convenzionale arrivi anche sui 600 ql. Questo per avere un 6 in pagella ma conosco gente che in pagella ha 8/9/10.

Il pg invece e' delicato, introverso. Lo tratti male? Ti ritrovi un piede tra le gambe e son dolori. Lo tratti bene? Ti fa comunque spallucce se non ha voglio.

Insomma come con tutti gli introversi lo devi attenzionare senza che lui si accorga delle tue attenzioni. Come fare? Non so lo sto scoprendo pian piano pure io e mi diverto un sacco a dirla tutta.

Mi diverto meno quando vedo questo. Quasi 4 segnalazione/ha fatte dalla squadra che oggi e' passata a setaccio. Poco piu' di 400 piante capitozzate fd o ml (mi son tenuto una decina di piante piu' vicine al perimetro esterno che portero' a far esaminare) e virosi. 400 piante su quasi 360mila sono lo 0.1..%, un cazzo in teoria. Nella pratica sono sparsi senza un ordine quelle di fd/ln ergo ho bisogno di capire se si tratta di fd o di ln. 20200528_171100.jpg20200528_171129.jpg20200528_171124.jpg

Link to post
Share on other sites

comunque, anche il mio vicino, da quest'anno, mi segue sul diserbo. mi ha confermato che non vuole più darlo.

e siamo già in 3 in zona (non bio) che non usano più erbicidi.

certo, poi ci son quelli che ne fanno 2 o 3 e compensano l'inquinamento....😆

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

per la FD quanti trattamenti insetticidi dovete fare? qui sono 2 obbligatori su vigneti da produzione.

poi, come fornitore di marze per una nota cooperativa vivaistica del nord-est, devo farne 3  sui vigneti dai quali verranno prelevate le marze (sono arrivate oggi le linee guida dalla regione piemonte).

Edited by alexbrown
correzione
Link to post
Share on other sites

Gianni Gianni Gianni......chissà se pioverà.....

Oggi cimato a mano, ci sono delle carvaje che se ci metti il piede non esci piu☠️

  • Like 2
  • Haha 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, alexbrown ha scritto:

comunque, anche il mio vicino, da quest'anno, mi segue sul diserbo. mi ha confermato che non vuole più darlo.

e siamo già in 3 in zona (non bio) che non usano più erbicidi.

certo, poi ci son quelli che ne fanno 2 o 3 e compensano l'inquinamento....😆

Io ne faccio anche 4, se servono! Poi casomai vado al bar in bicicletta così compenso!

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

E come efficacia? È pari allo zolfo o migliore? Quindi potrei posizionarlo anche in raccolta in caso di problemi?

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Ma per oidio solo zolfo non è molto efficace. Non usi triazoli, karathane ? Solo zolfo ?

2 ore fa, siesa ha scritto:

@superbilly1973 scusa cosa c'è di non chiaro nel mio post, così magari capisco meglio anche io.

Erano i 20 trattamenti. Ma solo rame e zolfo quanti ne vengono ?

Link to post
Share on other sites

Oggi grande festa!

Fatto il primo sistemico antiperonosporico della stagione (sinceramente spero piova almeno un pochetto ) quindi si brinda con una ribolla in super sconto alla Coop................Non sanno più dove mettere tutta sta roba!ed919e19e0b17b038a333151c5051f6c.jpg

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Oggi grande festa! emoji312.pngemoji323.pngemoji322.pngemoji313.png

Fatto il primo sistemico antiperonosporico della stagione (sinceramente spero piova almeno un pochetto emoji120.pngemoji120.pngemoji120.png) quindi si brinda con una ribolla in super sconto alla Coop................Non sanno più dove mettere tutta sta roba!ed919e19e0b17b038a333151c5051f6c.jpg

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

 

 

Io ho preso un verdicchio in super sconto alla Coop....ed è finito nella damigiana dell’aceto!😂😂😂

  • Like 2
  • Haha 2
  • Sad 1
Link to post
Share on other sites
9 ore fa, monster ha scritto:

Io ne faccio anche 4, se servono! Poi casomai vado al bar in bicicletta così compenso!

Pensa che io son o anni che riesco a farmene servire zero.  Comunque se vi servono potete farne anche 5, le vigne e la pelle son le vostre...😆

Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, alexbrown ha scritto:

Pensa che io son o anni che riesco a farmene servire zero.  Comunque se vi servono potete farne anche 5, le vigne e la pelle son le vostre...😆

Bravo

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Erano i 20 trattamenti. Ma solo rame e zolfo quanti ne vengono ?

dipende da quanto piove. se ne viene tanta saranno almeno metà perché da come mi hanno spiegato se la pianta è zuppa

non circola niente quindi i sistemici non servono e si va solo di copertura.

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, alexbrown ha scritto:

per la FD quanti trattamenti insetticidi dovete fare? qui sono 2 obbligatori su vigneti da produzione.

poi, come fornitore di marze per una nota cooperativa vivaistica del nord-est, devo farne 3  sui vigneti dai quali verranno prelevate le marze (sono arrivate oggi le linee guida dalla regione piemonte).

1 trattamento deciso di anno in anno.

Io ne ho sempre fatti 2 perche' sono nel perimetro esterno di una zona rossa gia' individuata a fine anni 90 che va da S.Lucia di Piave fin quasi a San Dona' di Piave, diretrice Piave. 

La cosa sta sfuggendo dalle mani pero' ma chi di competenza non ne vuole sapere di portare l'obbligatorieta' a 2 nonnostante sia stato denunciato piu' volte che da rilievi in campo si stanno creando bubboni pericolosi con l'esplosioni di nuovi impianti con varietali sensibili (chardonnay, pinot...) e la non curanza e/o la non volonta' di capitozzare. 

Credo che con certi spettacoli di quest'anno i piani alti dovranno prendere atto che il problema non e' piu' tanto circoscritto.

Oggi passati a tappetto piu' di 100 ettari di pg veneziano. Piccola nota. La fascia colpita da giallume nel 2019, molto meno produttiva, e sotto osservazione anche quest'anno e' risultata. Su poco piu' di 8 ettari, controllavo proprio nel pomeriggio le segnalazioni della squadra che mi hanno inviato i ragazzi che ho mandato a seguirla, ho 13 capitozzature. Sottomedia rispetto al resto dei due lotti. 

Nel pordenonese molto meno, credo. Domani la stessa squadra passa in rassegna il mio, quello del mio vicino e quello di un collega (trevigiano) quasi vicino e' vediamo.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Intanto i 30mm previsti son diventati 3mm.

Il nulla reiterato.

😭.....72mm da inizio anno....

I numeri non mentono mai, finisce male...

  • Like 1
  • Sad 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, CBO ha scritto:

1 trattamento deciso di anno in anno.

Io ne ho sempre fatti 2 perche' sono nel perimetro esterno di una zona rossa gia' individuata a fine anni 90 che va da S.Lucia di Piave fin quasi a San Dona' di Piave, diretrice Piave. 

La cosa sta sfuggendo dalle mani pero' ma chi di competenza non ne vuole sapere di portare l'obbligatorieta' a 2 nonnostante sia stato denunciato piu' volte che da rilievi in campo si stanno creando bubboni pericolosi con l'esplosioni di nuovi impianti con varietali sensibili (chardonnay, pinot...) e la non curanza e/o la non volonta' di capitozzare. 

Credo che con certi spettacoli di quest'anno i piani alti dovranno prendere atto che il problema non e' piu' tanto circoscritto.

Oggi passati a tappetto piu' di 100 ettari di pg veneziano. Piccola nota. La fascia colpita da giallume nel 2019, molto meno produttiva, e sotto osservazione anche quest'anno e' risultata. Su poco piu' di 8 ettari, controllavo proprio nel pomeriggio le segnalazioni della squadra che mi hanno inviato i ragazzi che ho mandato a seguirla, ho 13 capitozzature. Sottomedia rispetto al resto dei due lotti. 

Nel pordenonese molto meno, credo. Domani la stessa squadra passa in rassegna il mio, quello del mio vicino e quello di un collega (trevigiano) quasi vicino e' vediamo.

Sui 2 insetticidi non posso che concordare. Credo sia del tutto evidente che uno non basti. E sarebbe anche il caso di adottare regole più stringenti e controlli più puntuali. Non so in Veneto, ma in Friuli ci sono i fenomeni del "so ben io" che saltano allegramente il trattamento. Conosco realtà di pinot grigio col 30% di fallanze a 5 anni dall'impianto. Mettici l'incremento del terzismo, con macchine sempre meno pulite e stai poco a far decollare il problema. Mettici i nuovi viticoltori che han preso i 1000 metri delle autorizzazioni e, ambientalisti improvvisati, non rispettano le imposizioni per non foraggiare big pharma. 

Anche perché se non fai nulla, estirpi e ciao.

Edited by alefriuli
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...