Jump to content
Siles22

Saldatrici ad inverter : cercasi consigli

Recommended Posts

non diciamo sconcezze il basico ha una tenuta 10 volte superiore al rutile e per l'innesco dopo 2 consigli anche un ragazzino salda tranquillo. Come in tutte le cose se le sai e' facile, ciao

 

quali sarebbero i consigli da seguire per saldare col basico?

Share this post


Link to post
Share on other sites
quali sarebbero i consigli da seguire per saldare col basico?

 

niente di particolare.

pulizia del canale di saldatura.

corrente adeguata .

l elettrodo tende ad "attaccarsi "al ferro.

se fosse la prima volta ,suggerico di effettuare delle prove .

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

arrivata ieri la telwin force 165 inverter trovata in offerta a 215 euro compresa maschera automatica.......

 

[ATTACH=CONFIG]17287[/ATTACH]

Edited by iron200

Share this post


Link to post
Share on other sites

Basico 3.25? Per quanti secondi?

C'è lo anche io la versione non stabilizzata, già con il 2.5 se saldo materiali grossi e tengo alta la corrente non dura molto prima dello scatto del termico

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma da cosa dipende , il fattl che una saldatrice fa scattare il. Magnetotermico?

 

Se si tratta del semplice magnetotermico(senza differenziale salvavita incorporato) le cause sono sovraccarico di assorbimento corrente, o cortocircuito( dubito che sia il tuo caso) se invece il magnetotermico è abbinato al differenziale salvavita nel caso si usino utenze con inverter devi averne uno non suscettibile agli impulsi emanati dall'inverter, con quelli normali infatti, collegando un'utenza con inverter possono scattare anche con poco carico perchè questi interpretano gli impulsi emanati dall'inverter come sovraccarico, se continua a scattare e la causa non è nessun altra dovrai adeguare il magnetotermico con uno non suscettibile (costosetto).E' successo a me, due motori pilotati da inverter, due magnetotermici sostituiti perchè scattavano a caso, quando gli veniva in mente, sostituendoli problema risolto.

Edited by cremonese 61

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, quindi vllendo sostituire la miamsald0datrice normale con una ad inverter su quale modello dovrei orientarmi come vlltaggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie, quindi vllendo sostituire la miamsald0datrice normale con una ad inverter su quale modello dovrei orientarmi come vlltaggio...

 

Tutto dipende da quanto vuoi spendere....

 

Io fino a un anno e mezzo fa non avevo mai preso la saldatrice in mano, poi mi sono deciso e ho detto voglio imparare a saldare almeno per sistemarmi le piccole rotture delle attrezzature, fare delle staffe per i computer dei trattori, fare riporti antiusura ecc, quindi sono andato dal buon Franco (titolare dell'officina meccanica dove mi servo quando ho qualche attrezzo da sistemare/modificare), mi sono fatto insegnare a saldare, e una volta che ho un po' imparato mi ha detto questo vuoi spendere per la saldatrice?

 

Se spendi 200 € hai una cosa, se ne spendi 500 hai ben altra è sempre 150....E dato che quando prendo una cosa la voglio buona, ho preferito spendere 500 e andare sul sicuro con la Fronius, (guarda caso lui in officina ha tutte Fronius sia a filo che a elettrodo anche roba da 6-7 mila € per quella a filo) quindi mi sono fidato di lui e sono andato su Fronius.

 

Ergo caro maxxum tutto dipende dal budget che hai a disposizione.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cercherò qualcosa da da 150 ah, e poi mi regolo con i prezzi, da prendere con il sistema per attaccare al gruppo elettrogeno o no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Saldature di piccola entità, niemte di eccessivamente impegnativo, nnqueii casi vado dal mio amico fabbro che ha una grossa a filo continuo e stò più tranquillo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'utilità dell'inverter la vedo per imparare o per saldature su lamiere fini, per lavori medio grandi conviene risparmiare i soldi dell'inverter!

Io ne ho 2 una inverter (telwin mod 188 da 150 ampere) e una vecchia normale con cui posso saldare anche con un tondino di "ferro"(350 ampere/400v)

 

Perciò fossi in te risparmierei, magari prendendola usata su subito, c'è n'è sono parecchie!(100/200€) Poi se ne avrai la necessita ne prendi una grossa non inverter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per imparare non serve l' inveter. L' utilita' di questo tipo di saldatrici sta nel fatto che con la normale corrente

di casa, hai una macchina che ti fornisce prestazioni immaginabili rispetto a una statica e che salda in alternata.

Se vuoi un consiglio prendila di una buona marca, che puo' andare anche con generatore , sui 4,5/5 kw di potenza

massima e sulle 150/180 ampere come regolazione e rivolgiti a un rivenditore di roba professionale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco la mia Fronius 1500 sul carrellino.

 

20140120139025130882833.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

E sempre relativo all'uso che pensi di fare!

La mia mod 188 la danno a 10 mm e elettrodi fino a 4mm, però non lo regge d'estate quando saldoin maniera intensa mi scatta il termico con i 2.5!

Share this post


Link to post
Share on other sites

La volta che la prendete prendetela buona! Io con la Fronius ho si speso, ma cavolo è una bomba! E oltre a essere performante è anche ottima nell'attacca stacca dell'elettrodo (difficilmente si attacca l'elettrodo) cosa che invece avviene su saldatrici di fascia bassa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La volta che la prendete prendetela buona! Io con la Fronius ho si speso, ma cavolo è una bomba! E oltre a essere performante è anche ottima nell'attacca stacca dell'elettrodo (difficilmente si attacca l'elettrodo) cosa che invece avviene su saldatrici di fascia bassa.

l'attacca stacca dell'elettrodo dipende molto dal tipo, ad esempio l'innesco è molto piu facile con elettrodi acidi rispetto al basico, ovvio che la tenuta non è paragonabile di solito per "puntare" si usa l'acido ed a pieno si va col basico ovviamente dove serve tenuta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su questo non c'è dubbio, ma sul basico se hai saldatrice balorda rimane molto più attaccato rispetto alla saldatrice buona, io almeno ho questa esperienza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vorrei imparare anche la saldatura TIG oltre alla MMA, e ho visto che per il mio modello ce un kit a parte per poterlo fare, sto valutando la possibilita di prenderlo, ovviamente avra i suoi limiti rispetto ad una saldatrice TIG dedicata ma come inizio penso possa andare bene. il costo del kit è di 100euro piu o meno e mi sembra contenga la torcia con vari ugelli ed elettrodi di vario spessore il regolatore per l'argon e ovviamentte i cavi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente è una torcia con innesco a striscio, un po' più difficile da usare :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quale è la differenza tra una saldatura fatta MMA e una a TIG? E più resistente, più semplice da fare... e ripetto a quelle a filo continuo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra saF - Fro, cemont e telwin, quale è la piu affidabile? La telwin è la più economica, 165 amper 190 euro, le altre 40-50 euro in più.

Per un uso obbistico, lavoretti di ripristino in azienda su che dimensione devo orientarmi? La 130 amper basta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...