Jump to content
Siles22

Saldatrici ad inverter : cercasi consigli

Recommended Posts

Le differenze sono per lo piu sostanziali, quelle MMA MIG MAG sono saldature autogene con apporto di metallo, ovvero sia i pezzi da saldare che il metallo costituente l'elettrodo parecipano attivamente alla realizzazione del bagno di saldatura, ovviamente, causa scoria generata dai rivestimenti degli elettrodi, si avranno saldature con possibili inclusioni non metalliche e quindi piu soggette a rottura, (perche le cricche partono proprio da questi vuoti).

Saldature TIG invece (acronimo di tungsteno inerte gas) utilizza un elettrodo infondibile di tungsteno che provoca la fusione dei lembi dei due metalli base creando cosi un cordone di saldatura protetto dal gas (viene utilizzato Argon prevalentemente) che risulterà molto piu pulito rispetto ad uno realizzato con MMA (qui si puo scegliere se utilizzare o meno un metallo di apporto alla saldatura).

C'è da dire inoltre che con il progesso di saldatura TIG si possono saldare spessori molto sottili.

per quanto riguarda MIG e MAG la differenza tra le due sta nell'usare rispettivamente un gas inerte per le prima e un gas attivo per la seconda, ed ovviamente non avremo i problemi della scoria data dai reisidui del rivestimento degli elettrodi usati nella MMA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perfetto, spiegazione semplice e soddisfacente, grazie.

In sintesi è sempre meglio una saldatrice a filo continuo.

Ma rispetto a quelle ad inverter, una a filo continuo di quelle piccole senza gas, assorbe molta corrente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non l'ho mai usate le MIG no gas quindi non saprei proprio farti un confronto con una inverter, ma non credo consumino tanto di piu dipende sempre a quanti ampere arrivano di potenza massima

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad esempio le inverter consumano pochissimo, le classiche saldatrici ad elettrodo di un tempo ti facevano scattare i continuazione gli stotz

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda come corrente assorbita non so ma una saldatura a filo fatta con filo animato,senza gas non è un gran che anzi diciamo che non è minimamente paragonabile come resistenza ad una fatta ad elettrodo anche da una persona non super esperte,le saldatrici a filo senza gas le scarterei a priori un'po meglio con l'uso del gas ma con saldatrici piccole a 220 secondo me è sempre meglio quella elettrodo, considerazioni fatte da una persona apposionata di saldatura,ma non espertissima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una a filo è più sempice di una a elettrodo? Non saprei ma non credo.

Cmq ho appena comprato una Telwin Force 145 Ahp a 145 euro, per i miei progetti è più che sufficiente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sto cercando una piccola saldatrice a filo, a livello hobbistico, pe saldare alcune lamiere di 1,5 mm (max 2), da utilizzare in vari lavoretti di riparazione e restauro di attrezzature. Non vorrei spendere molto, e ho letto che su internet si può trovare qualcosa di valido a prezzi veramente contenuti; avete qualche consiglio sulla marca e, magari, qualche link a qualcosa che possa fare al caso mio? grazie mille

Share this post


Link to post
Share on other sites

Personalmente dopo aver provato 3 saldatrici a filo hobbistiche, posso dire che non fanno per me (sarà anche perchè ho usato per parecchi anni saldatrici professionali) poche regolazioni di corrente e torcia che fa massa anche senza premere il pulsante (che serve solo ad azionare il traina filo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho preso da poco una Telwin Force 145 pagata 130 euro, e mi trovo molto bene, non faccio saldature di grosso spessore ma ho avuto soddisfazione, e invertendo i cavi ho anche saldato la lamiera in maniera perfetta

Share this post


Link to post
Share on other sites

la polarita che è scritta sul pacco degli elettrodi è quella da mettere sull'elettrodo?

io ho elettrodi rutili 6013 che c'è scritto -, il pacco vecchio aveva scritto + ma mi sembra saldo uguale sia col - o +,

saldo a correnti 120-140A col 2.5 e spessori 5-10mm

coi basici 7016 c'è scritto + e li ho sempre attaccati al + e mi sembra saldano bene

per saldare in verticale io faccio la base sotto che mi tiene su la fusione e poi parto da un po piu in alto e vado in giu, con il basico, anche se cerco di evitarle

Edited by ste

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Minitauro riesci a saldare con elettrodi da 4mm.

Ero interessato anche io ad una macchina simile con 180 Amper di potenza ma o paura che non vadi per materiale con spessori intorno ai 15/20mm.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io possiedo una mma presto pfc saf fro , pagata 550€ saldo putrelle profilati in tutte le posizioni solo che a volte quando saldo col basico scatta il contatore , sono soddisfatto del mio acquisto costa un po di piu rispetto alle saldatrici che trovi nei ferramenta ma a mio modesto avviso sono sooldi spesi bene, l'unico inconveniente ripeto quando saldi putrelle o grossi spessori ed adoperi il basico scatta il salvavita[ATTACH=CONFIG]24158[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ho una telvin force 165 , diciamo che fino a 3,2mm di elettrodo saldi bene ma se metti il 4mm ti scatta il contatore, ho provato a metterla su generatore da 6 kw e li tira bene ma da fredda piu di 2 elettrodi non ti fa saldare e poi scatta il termostato e la devi lasciare 10 minuti a raffreddare, con elettrodi da 3,2 ci saldo anche spessori di 2 cm senza problemi, se poi la usi con 2mm di elettrodo è una macchina ecezzionale e non scalda mai, pagata 189 euro

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciaoooo...voglio comprare una saldatrice per iniziare a imparare....pensavo a una force 145 o 165 della telwin a elettrodi ovviamnete inverter... un consiglio spassionato.... meglio la classica maschera ''da mano'' oppure prendo il casco...la uso poco o cmq solo per semplici lavori....voi che usate????

 

ad esempio ho trovato (spero di non uscir dal regolamento)

 

 

http://www.ebay.it/itm/131226904117?_trksid=p2060353.m1438.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT

 

http://www.ebay.it/itm/151533299069?_trksid=p2060353.m1438.l2649&ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT

 

http://www.ebay.it/itm/252028943617?ssPageName=STRK%3AMEBIDX%3AIT&fromMakeTrack=true

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho anche io una telvin 150 inverter e va benisimo, presa nel 2007.

quelle col kit valigetta sono anche comode dentro c'è tutto.

per la maschera io uso quella a mano, fatta di "cartone" molto leggera e non si buca e mi trovo bene

Share this post


Link to post
Share on other sites

Assolutamente maschera semplice che ti da in dotazione la telvin su valigetta portatile, aggiungo che se compri telvin inverter non te ne pentì mai,ottima saldatrice a prezzo contenuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest baccio 56

Va considerato solo per obiettivo consiglio, che usando la maschera normale hai entrambi le mani occupate, con il casco automatico hai una mano libera, e non è male, oltre ad avere molta più protezione per sfiammate che con la maschera normale spesso non si evitano.

Edited by baccio 56

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve,

 

Baccio, attenzione perchè se per "automatico" intendi il casco con vetro autoscurante non è questo il caso in quanto quel caschetto ha lo stesso vetrino della mascherina semplice solo che è fissato sullo sportellino del casco e di conseguenza come vantaggio, secondo il mio parere, hai solo quello di avere le mani libere che alla fine non è poco. Per il casco con vetro a cristalli liquidi che si oscura automaticamente servono un bel po di euro in più.

 

Se l`utilizzo è minimo io andrei con la maschera semplice. La scelta poi della saldatrice va fatta in base agli elettrodi che devi usare. Secondo me con una 145 riesci già a fare un sacco di lavori però la scelta rimane a te.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nelle saldatrici c'e' una targhetta delle caratteristiche che indica quali elettrodi puoi usare in percentuale in modo continuo

prima che questa abbia necessita ' di raffreddarsi. La mia se non ricordo male da a 110ampere il 100/100 di utilizzo.

Tradotto , il 2,5 basico lo salda dalla mattina alla sera.. Il 3,15 mi sembra 12 elettrodi e il 4 , tre elettrodi. Poi va in protezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest baccio 56
Salve,

 

Baccio, attenzione perchè se per "automatico" intendi il casco con vetro autoscurante non è questo il caso in quanto quel caschetto ha lo stesso vetrino della mascherina semplice solo che è fissato sullo sportellino del casco e di conseguenza come vantaggio, secondo il mio parere, hai solo quello di avere le mani libere che alla fine non è poco. Per il casco con vetro a cristalli liquidi che si oscura automaticamente servono un bel po di euro in più.

 

Se l`utilizzo è minimo io andrei con la maschera semplice. La scelta poi della saldatrice va fatta in base agli elettrodi che devi usare. Secondo me con una 145 riesci già a fare un sacco di lavori però la scelta rimane a te.

 

Certo, sto parlando del casco automatico, di quello normale è meglio la maschera, anche se io francamente non li ho mai visti di quel tipo, è vero che ha un costo un pochino più elevato, ma visto che si sta dando dei consigli mi sembra giusto palare anche di questo, poi ognuno fa le sue scelte, io ne ho preso uno della Wurth, pagato allora 158 euro iva compresa, lo uso da quasi 15 anni direi quasi giornalmente, ed è ancora perfetto, se si considera che la Wurth non è fra le ditte più economiche, vale la pena almeno chiedere non dimenticando che le sfiammate agli occhi sono tutt'altro che "curative"per non parlare di comodità, soprattutto per una persona che ha detto che deve imparare per me la scelta migliore è quella che ho indicato.

Per quanto riguarda la scelta della saldatrice è naturale che molto dipende dall'uso che uno intende farne, come dice il proverbio l'appetito vien mangiando, magari uno parte con saldature piccole poi con il tempo si trova a farne usi più professionali a quel punto conviene riflettere bene su questo e magari andare su un oggetto on pochino più professionale che permetta anche questo, credo che un buon venditore affidabile sappia consigliarti molto bene, io ho una Aro stabilizzata 200 ampere ci saldo di tutto e non mi ha mai dato problemi.

Edited by baccio 56

Share this post


Link to post
Share on other sites

capisco quindi secondo voi o casco automatico oppure semplice maschera ''a mano'' bocciato il casco con la finestra manuale..... in effetti lo vedo si protettivo ma molto scomodo perche devi abassare e lavorare....allora secondo voi la 145 basta o meglio la 165????

 

perche non mi capisco...... con elettrodi da 2.5mm che faccio?? inteso come spessori....e con i 3.2???? perche sembrerebbero fini ma non ho la piu pallida idea dell abbinata spessori e diametro elettrodo

Edited by mitomane

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...