Jump to content
Impag

Prezzo trebbiatura

Recommended Posts

13 ore fa, cece ha scritto:

Se uno ritiene troppo caro il prezzo o cambia terzista o prende, va dal concessionario si compra una trebbia e trebbia il suo poi va a contoterzi a 100€/ettaro e fa soldi...

esatto, ed è quello che stanno facendo in tanti, come ho scritto sopra per la soia chiamo un'azienda agricola che, misteriosamente, con poco più della metà della spesa ci sta dentro (addirittura un anno "ho pagato" pressando una ventina di Ha di paglia con trasporto incluso). lo sai anche tu che quando vai a vendere ti danno lo stesso prezzo di dieci anni fa anche se ti si sono quadruplicati i costi, il risultato è che o chiudi o ti arrangi, e così i concimi hanno iniziato ad arrivare dall'est, i fitofarmaci da magazzini all'ingrosso e qualche azienda agricola ha iniziato a fare contoterzi. e quest'ultima cosa è perfettamente legale, nel caso qualcuno abbia dubbi, a patto che il fatturato da contoterzi non superi quello da azienda agricola. chi ci ha rimesso a calcare la mano sui prezzi? io non posso fare un utile di 100 euro all'ettaro spendendone 1300, è ovvio che cerco altre vie per diminuire i costi, come qualsiasi altra azienda, è semplice legge di mercato, non una mia presunzione.

13 ore fa, cece ha scritto:

se ci sono terzisti che riescono a farsi pagare bene e la gente li chiama non capisco perché devono passare per ladri... 

nessuno sta dando del ladro a nessuno. riescono a farsi pagare bene perché non trovi a meno e non puoi rivolgerti tre province più in là. probabilmente il tessuto imprenditoriale agricolo qui è più piccolo rispetto ad altre zone e non ci sono aziende agricole talmente grandi da poter influenzare il mercato delle lavorazioni e fare un ragionamento del tipo "se vuoi lavorare ti do questi e se sei bravo ci stai dentro, se no avanti il prossimo" che è lo stesso ragionamento che fa con te il mulino quando vai a vendere. in quel caso, molto probabilmente, si "manifestano" i reali costi d'uso delle macchine e non potrebbe essere altrimenti perché in caso contrario in quelle zone non ci sarebbero contoterzisti.

1 ora fa, superbilly1973 ha scritto:

Certi discorsi non è che si fanno per andare contro i terzisti ma giusto per vedere anche le altre realtà. Poi ovviamente se io guardo la mia realtà e vedo che tutti stanno intorno a quei prezzi lì a prescindere dalle macchine, chiedo come mai in certe altre realtà si spende così tanto in più e come si arriva a quei prezzi lì.

esatto, non sto facendo un processo, sto solo cercando qualcuno in grado di giustificare prezzi simili. tra l'altro, è vero che i contoterzi ti vengono a mietere a 170/180 euro trasporto escluso, però nelle stalle in zona parmigiano fanno la fienagione finita a 3/4€ (anche meno, e questo si che è davvero incredibile) al quintale –ovviamente quasi sempre alla cazzo, per fortuna mia e di molti altri– compresa di falciacondizionatura, più rivoltature, andanatura, imballatura e trasporto in fienile con accatastamento, magari a 20/30 km da casa (pieno, tra gli altri, di contoterzi della bassa cremonese). per cui mi chiedi cifre folli quando ti chiamo a lavorare però poi non chiedi praticamente nulla quando mi fotti il lavoro. ed è fattuale, non è un'accusa, mi è capitato.

1 ora fa, fendt724 ha scritto:

Io la trebbiatura al quintale non l’ho mai trovata una cosa giusta però magari mi sbaglio, a grano sai che nella tua zona fai ad esempio 70qli di media e fai un prezzo poi però se grandina e ne escono 40qli cosa fai cambi il prezzo?

ho lavorato in passato un pò a bologna, dove si paga al quintale, e non mi è sembrato così male in realtà, tanto frumento vai piano e prendi di più, poco frumento vai forte e prendi di meno, cosa c'è che non va? soprattutto, da notare, i segnalatori di perdita granella montati anche su mietitrebbie vecchie di trent'anni.

 

E ripeto, se qualcuno è in grado di giustificare 170€/Ha, mi farebbe solo che piacere.

Edited by gregor samsa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Certi discorsi non è che si fanno per andare contro i terzisti ma giusto per vedere anche le altre realtà. Poi ovviamente se io guardo la mia realtà e vedo che tutti stanno intorno a quei prezzi lì a prescindere dalle macchine, chiedo come mai in certe altre realtà si spende così tanto in più e come si arriva a quei prezzi lì. Considerando che si hanno più sconti sui mezzi etc etc. Anche se fai 60-70 quintali ad ettaro SE hai lavoro per una stagione intera e non 20 giorni l'anno comunque con quelle tariffe hai un bel introito. L'unica cosa che mi pare di capire da quel che dite è che da voi c'è molta più concorrenza tra i terzisti. Da me i trebbiatori sempre quelli sono alla fine. Magari qualcuno anche per 10 euro in meno va da un'altro piuttosto che da quello che ha sempre chiamato ( e questo è un comportamento che giudico molto scorretto da parte degli agricoltori ma anche dei terzisti che vanno a ribasso mentre si dovrebbe andare sempre verso lavorai migliori e più remunerati ) e ogni tanto si vede una trebbia diversa , però grosso modo da me il livello è quello. Se poi guardo come stanno nascendo i miei campi e un pò tutti quelli che ho in zona allora si è meglio lasciar perdere il discorso mietiture....

Altroche concorrenza, dalle mie parti alcuni escono a girare e dove vedono il campo ancora da raccogliere chiamano il proprietario dicendo che sono già lì con la macchina e se vuole raccolgono, anche sul fatto di chi continua a cambiare sono d’accordo con te io da quando ho iniziato chiamò sempre lo stesso però è anche vero che se vogliamo guardarla in un ottica di gestione aziendale cambiando ogni volta per quello che vuole meno alla fine sono soldi risparmiati, come fanno le industrie che prendono le materie prime da chi ha il prezzo più basso..
Poi c’è chi cambia perché non paga e chi lo fa appunto per risparmiare a fine stagione


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mais da me(collina) 120/ettaro


Inviato dal mio iPad

È una cifra onesta potrebbero chiederti anche qualcosa in più forse ma in questo caso ben per te, sono curioso sulla trebbiatura di un mais irrigato


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
ho lavorato in passato un pò a bologna, dove si paga al quintale, e non mi è sembrato così male in realtà, tanto frumento vai piano e prendi di più, poco frumento vai forte e prendi di meno, cosa c'è che non va? soprattutto, da notare, i segnalatori di perdita granella montati anche su mietitrebbie vecchie di trent'anni.
 
E ripeto, se qualcuno è in grado di giustificare 170€/Ha, mi farebbe solo che piacere.

Giusto ma invece di perdere del tempo ad adattare il prezzo al quintale in base alla produzione è più comodo avere un prezzo fisso ad ettaro. Inoltre quando hai finito il cliente devi chiedergli i quintali che ha consegnato se il trasporto se lo fa lui


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, gregor samsa ha scritto:

Cremona  179,2€/Ha + 25% (225€/Ha) se inerbito o allettato + 6,9€/Ha se lo scarico non è effettuato al seguito (tariffe uncai 2019). 

Reggio emilia cereali 215 €/Ha (261€/Ha collina), mais 230€/Ha e soia 254€/Ha, trinciapaglia + 42€/Ha a meno che non ti venga la malsana idea di raccogliere la paglia a soli 7,21€ la balla (tariffe riferimento apima 2019).

Mantova cereali 201€/Ha, mais 208€/Ha, soia 230€/Ha (tariffe riferimento confai 2019).

prezzi tutti senza trasporto variabile da 0,8€ a 1,1€ il quintale

Ci si può chiedere a che pro facciano il listino se poi è evidente che siano prezzi impraticabili, però, dal sito uncai rassicurano che "Come sempre, per la loro individuazione [delle tariffe], si è tenuto conto dei costi fissi e variabili delle diverse macchine rapportate alle singole lavorazioni, della mano d'opera e del rispetto delle norme previdenziali, di sicurezza, tributarie, fiscali e di circolazione stradale" prova a chiedergli quali conti hanno fatto, secondo me non lo sanno, anche perché ad Alessandria (per trovare "prezzi umani" non bisogna arrivare a Foggia) le tariffe cai dicono che "in base ai costi d'esercizio rilevati al 25/06/2018" il prezzo per la mietitrebbiatura, per superfici maggiori 10Ha, è di 110€/ (140€/Ha se minore).

i casi sono due, o in certi posti sono deficienti i contoterzisti a chiedere poco o in altri posti sono deficienti gli agricoltori a dare troppo. 

prova a giustificare un costo di 170€, cosa vuoi che ti dica.

essendo ad alessandria posso confermare che il mio terzista lavora a quella tariffa (110/130€/ha) mentre poi ci sono i soliti contoterzisti disperati che vanno a 70/80€/ha e rovinano il mercato delle lavorazioni perchè poi la voce tra gli agricoltori si sparge e te come fai a proporti a 130€ se poi lui viene per 80€... insomma invece di mettersi d'accordo come fanno quasi tutti gli industriali sui prezzi e guadagnare di più, noi ci facciamo sempre la guerra... che furbizia!

http://www.ilnuovoagricoltore.it/cereali-la-mietitrebbia-e-ancora-una-macchina-redditizia-in-italia/

intanto vi lascio un articolo fresco di ieri visto che parlavate di questo

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io a 100 euro ettaro neanche la metto in moto la trebbia. Prendo 2,40 euro al ql più trasporto. A fare un ettaro ci vuole un ora e una macchina da 250 cv con quello che costa di manutenzione e consumo di meno di 2 euro non ci si sta dentro 
Qualcuno che fa i conti ogni tanto c'è ancora...

Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 27/1/2020 Alle 10:05, superbilly1973 ha scritto:

Da me prendono tutti lo stesso tanto cioè circa 80-90 euro ad ettaro. SE dio vuole e il grano è bello ci mettono si e no 30-35 minuti a fare un ettaro in terreni grandi. Se non è bello 20 minuti ma non pensiamoci a quello.  Qualcuno prende di più per fare favino se è messo male o anche il grano o i piselli se sono particolrmente ostici perchè allettati o troppo belli. Per me quei prezzi che ho letto sono frutto più di intesa tra i terzisti che non calcoli di ammortamento macchine. Cioè se devi fare un lavoro per bene e lo puoi fare con una macchina da 100 k euro che ti una certa redditività X ad un prezzo Y non è che se ti prendi una macchina da 200k euro che per avere la stessa redditività X devi andare a 1,2 volte Y per fare lo stesso lavoro. Mi sembra una cosa assurda . O c'è un miglioramento della prestazione complessiva ( cioè anche per l'agricoltore se ci mette due giorni in meno a mietere è un guadagno che va remunerato ) oppure anche con una trebbia da 30 k euro dovresti prendere sempre Y . Poi certamente con quella da 200 fai 20 ettari al giorno e con quella da 30 ne fai 8 e magari fai guasto e l'agricoltore chiama un altro e allora hai 0 reddittività. 

Che zona sei che prendono 80/90 € ettaro e con medie di 2/3 ettari all'ora?? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
essendo ad alessandria posso confermare che il mio terzista lavora a quella tariffa (110/130€/ha) mentre poi ci sono i soliti contoterzisti disperati che vanno a 70/80€/ha e rovinano il mercato delle lavorazioni perchè poi la voce tra gli agricoltori si sparge e te come fai a proporti a 130€ se poi lui viene per 80€... insomma invece di mettersi d'accordo come fanno quasi tutti gli industriali sui prezzi e guadagnare di più, noi ci facciamo sempre la guerra... che furbizia!
http://www.ilnuovoagricoltore.it/cereali-la-mietitrebbia-e-ancora-una-macchina-redditizia-in-italia/
intanto vi lascio un articolo fresco di ieri visto che parlavate di questo

80 sono veramente pochi, poi si vede quanto grano hanno seminato al primo temporale, comunque se quello che chiede 110/130€ lavora bene i suoi clienti li mantiene o comunque tornano quando vedono come lavora l’altro


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Qualcuno che fa i conti ogni tanto c'è ancora...

Inviato dal mio Mi 9T utilizzando Tapatalk


Con 80qli/ha sono 200€, qui nessuno si farebbe trebbiare a queste cifre


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, AlessandroV ha scritto:

Che zona sei che prendono 80/90 € ettaro e con medie di 2/3 ettari all'ora?? 

Lo leggi nello stato sotto la reputazione utente. Sono sardo medio campidano. Da me la media di rese è 35 q.li per ettaro . Io l'anno scorso ho pagato 90 euro però sono in una cooperativa con aziende moolto frazionate e una TC 56 che comunque qualche problemino lo tira fuori sempre. Non fa 2 ettari ora solo perchè i terreni sono sparsi e anche se si cerca di fare un programma serio per la giornata ha molte interruzioni o per scaricare o per spostarsi. Però se lavora su pezzi grandi e il grano è bello riesce a fare 1,5 ettari per ora su grano in piedi con rese sui 50. Il prezzo si fa alla fine campagna sempre in base a quelle che sono le reali spese. Però il trifoglio lo mieto con una claas che ha 5 anni e fa un ottimo lavoro e il prezzo è lo stesso. La TC 56 perde seme assai. Sul grano è accettabile ma sul trifoglio no. Forse da me si tende a tenersi i clienti per cui alla fine , a parte pochi casi , ognuno ha i suoi clienti e sa che andrà a mietere tot ettari in tutta la campagna e con quello riesce a fare un prezzo realistico. Poi io non dico che questo deve essere il prezzo giusto , però allora sarei curioso , se qualcuno miete a 170 euro ad ettaro , che sia terzista o agricoltore, come si calcola quell'importo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, green deer ha scritto:

... insomma invece di mettersi d'accordo come fanno quasi tutti gli industriali sui prezzi e guadagnare di più, noi ci facciamo sempre la guerra... che furbizia!

temo che quel tipo di "mettersi d'accodo" di cui parli in giurisprudenza si chiami "collusione tra imprese" e sia considerato reato penale. sia nel caso in cui sia espresso che nel caso in cui sia tacito, tra l'altro.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
temo che quel tipo di "mettersi d'accodo" di cui parli in giurisprudenza si chiami "collusione tra imprese" e sia considerato reato penale. sia nel caso in cui sia espresso che nel caso in cui sia tacito, tra l'altro.
La scoperta dell' acqua calda

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

L importante è sempre guardare sotto l andana della paglia quando si spende poco.  Se vediamo in meridione con delle cariole fanno 20/30ettari al giorno. Noi in padana non possiamo cominciare a trebbiare prima delle 10/11 del mattino e raramente la sera vai dopo le 21.  Tra una cosa e l altra faccio con una 5 scuotipaglia 8/10 ettari. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sfido chiunque a vedere sotto la mia andana che non ce grano , anni fa a una prova in campo vicino todi organizzata da agriumbria c'era anche il toso e altri del forum, c'erano un paio di trebbie a confronto e facevano a gara chi perdeva di piu 🤣🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
L importante è sempre guardare sotto l andana della paglia quando si spende poco.  Se vediamo in meridione con delle cariole fanno 20/30ettari al giorno. Noi in padana non possiamo cominciare a trebbiare prima delle 10/11 del mattino e raramente la sera vai dopo le 21.  Tra una cosa e l altra faccio con una 5 scuotipaglia 8/10 ettari. 


Io ho lavorato un paio di stagioni per un mio amico a cui ho fatto comprare la 521, ora non sarà potente e prestante come la tua che hai modificato, ma pressoché siamo lì.
Da mattina a sera, per non perdere, in campi comodi, puoi fare dai 13 ai 18 ettari, massimo.
Ma si inizia alle 8 e si finisce quando si vuole per questioni climatiche, non perché siamo più ignoranti o menefreghisti.
Poi chi non ha problemi a lasciare la scia fa 30 ettari al giorno sia al sud che al nord

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, alfieri ha scritto:

L importante è sempre guardare sotto l andana della paglia quando si spende poco.  Se vediamo in meridione con delle cariole fanno 20/30ettari al giorno. Noi in padana non possiamo cominciare a trebbiare prima delle 10/11 del mattino e raramente la sera vai dopo le 21.  Tra una cosa e l altra faccio con una 5 scuotipaglia 8/10 ettari. 

Da me iniziano intorno alle dieci tra preparazione della macchina viaggio e scarrellamento. Di sera per legge dovrebbero essere a casa al tramonto ma qualche volta sforano quindi diciamo che a seconda delle necessità mietono fino alle 20:30 massimo 21.

7 ore fa, luca santolamazza ha scritto:

sfido chiunque a vedere sotto la mia andana che non ce grano , anni fa a una prova in campo vicino todi organizzata da agriumbria c'era anche il toso e altri del forum, c'erano un paio di trebbie a confronto e facevano a gara chi perdeva di piu 🤣🤣

Un pò di grano lo perdono quasi tutte. A parte che dipende dal grano perchè se ha avuto una bella stretta o hai paglia nella vasca o hai grano per terra e comunque se mieti 70 q.li per ettaro vuoi che non possa perdere anche 50-100 kg ? Io non sono così pignolo ma in ogni caso c'è una bella differenza tra perdere grano per un malfunzionamento o perchè si corre e perderlo perchè obbiettivamente qualche chicco scappa sempre.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

Da me iniziano intorno alle dieci tra preparazione della macchina viaggio e scarrellamento. Di sera per legge dovrebbero essere a casa al tramonto ma qualche volta sforano quindi diciamo che a seconda delle necessità mietono fino alle 20:30 massimo 21.

In che senso per legge? Qui i pochi giorni che c’è vento si continua finché si riempiono tutti i carri

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, cece ha scritto:

In che senso per legge? Qui i pochi giorni che c’è vento si continua finché si riempiono tutti i carri

Nei permessi che hanno alla circolazione per la mia provincia c'è scritto che subito dopo il tramonto devono essere in rimessa . Non possono circolare di notte. Poi gli autisti che sono dipendenti non ci pensano proprio di rischiare per cui magari al tramonto precisi no però smettono in modo si sforare di poco. I terzisti invece qualcuno torna a casa buio pesto mentre altri chiedono di pernottare in campagna a qualche azienda con un minimo di sorveglianza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, superbilly1973 ha scritto:

Nei permessi che hanno alla circolazione per la mia provincia c'è scritto che subito dopo il tramonto devono essere in rimessa . Non possono circolare di notte. Poi gli autisti che sono dipendenti non ci pensano proprio di rischiare per cui magari al tramonto precisi no però smettono in modo si sforare di poco. I terzisti invece qualcuno torna a casa buio pesto mentre altri chiedono di pernottare in campagna a qualche azienda con un minimo di sorveglianza.

In teoria questo vale per tutti i mezzi eccezionali.... Sui permessi rilasciati c'è scritto che i mezzi non possono circolare in ore notturne, con scarsa visibilità, nebbia, ecc... Ciò è riferito quindi sia per i camion, che per le macchine agricole ovviamente... Poi però non viene mai rispettato! Perché qui le trebbie e le trincia girano fino a tardi!! Anche perché a settembre /ottobre in piena campagna mais-soia-riso toccherebbe smettere alle 7.00 di sera!! Improponibile!! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sapevo di questa legge,da me generalmente le lasciano nelle cascine e via


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nei permessi che hanno alla circolazione per la mia provincia c'è scritto che subito dopo il tramonto devono essere in rimessa . Non possono circolare di notte. Poi gli autisti che sono dipendenti non ci pensano proprio di rischiare per cui magari al tramonto precisi no però smettono in modo si sforare di poco. I terzisti invece qualcuno torna a casa buio pesto mentre altri chiedono di pernottare in campagna a qualche azienda con un minimo di sorveglianza.
Sui nostri c'è scritto che non puoi circolare con scarsa visibilità.
Ma di notte puoi con le tue luci a posto.
Anche perché tutti i camion eccezionali girano di notte

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Edo ha scritto:

Sui nostri c'è scritto che non puoi circolare con scarsa visibilità.
Ma di notte puoi con le tue luci a posto.
Anche perché tutti i camion eccezionali girano di notte

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
 

Non so di più di quello che ha sempre detto il presidente della cooperativa. Poiovviamente da personaggi che iniziano a mietere alle 10:30-11:00 non è che poi ti aspetti che vadano avanti fino a notte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha ragione Edo la notte si può circolare. Sui permessi c'è scritto con scarsa visibilità cioè nebbia o pioggia forte

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve mi trovo in Umbria, e il mio terzista varia il prezzo ma orientativamente siamo tra le 110, 120 €/ha. Per quanto riguarda il trasporto lui, fa a viaggi... Il viaggio si paga tra le 20 25 euro 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salve mi trovo in Umbria, e il mio terzista varia il prezzo ma orientativamente siamo tra le 110, 120 €/ha. Per quanto riguarda il trasporto lui, fa a viaggi... Il viaggio si paga tra le 20 25 euro 
20 euro a viaggio?
Costa meno di un taxi per fare 5km.
Buon per te

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...