Jump to content

Recommended Posts

Ciao a tutti ho aperto un nuovo argomento perchè non ho trovato nulla al riguardo con il tasto CERCA.

 

ho saputo che, in alternativa alla trincea, si può stoccare l'insilato di mais in specie di sacconi, come un gigantesco salame che viene riempito da una macchina apposita.

 

Vantaggi:

- miglior conservazione dell'insilato

- minori perdite per fermentazione

- non serve pestare la trincea

- più veloce rispetto alla trincea

- più flessibilità, si possono stoccare anche altri foraggi

- miglior pulizia del prodotto, si scarica direttamente nella bocca del compattatore che riempie il "saccone"

- la lunghezza del saccone non è vincolata

 

 

Svantaggi:

- costo del saccone

- costo iniziale del compattatore (se non ci si rivolge a un contoterzista)

- non si possono muovere i salamoni una volta terminati, sono lunghi molti metri

- necessità di un piazale con fondo duro per lo stoccaggio

 

 

 

Volevo sapere se qualcuno di voi lo fa, e cosa ne pensa..

 

 

grazie e ciao

 

 

 

si vede verso la fine

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'anno scorso mi è capitato di trinciare in un'azienda in cui era in fase di costruzione l'impianto a biogas e non avendo ancora realizzato le trincee hanno optato per questi "salami". Non so dire nulla in merito alla qualità del trinciato, però dal punto di vista lavorativo il cantiere è rallentato in quanto per vuotare il dumper ci vogliono diversi minuti, mentre in trincea si ribalta e poi si va. Senza contare il fatto che ho perso i catarifrangenti posteriori a causa del fatto che la barra dei fanali andava ad appoggiarsi sul labbro inferiore della tramoggia della macchina insaccatrice... :nutkick:

 

Ecco alcune foto:

 

t112135_dsc05441.jpg t112136_dsc05443.jpg t112137_dsc05445.jpg

t112138_dsc05446.jpg t112139_dsc05447.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Costo a parte è un sistema valido, specie per chi usa modeste quantita giornaliere di trinciato, il sistema di compressione che garantisce il macchinario, fa si che l'aria residua venga consumata velocemente, il salame si stabilizza e perde calore velocemente, rispetto ad una trincea tradizionale puoi utilizzare prima l'insilato, ho visto alcuni dopo neanche diedi giorni utilizzarlo, il prodotto si presentava freddo ed insilato, pur essendo in periodo estivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Costo a parte è un sistema valido, specie per chi usa modeste quantita giornaliere di trinciato, il sistema di compressione che garantisce il macchinario, fa si che l'aria residua venga consumata velocemente, il salame si stabilizza e perde calore velocemente, rispetto ad una trincea tradizionale puoi utilizzare prima l'insilato, ho visto alcuni dopo neanche diedi giorni utilizzarlo, il prodotto si presentava freddo ed insilato, pur essendo in periodo estivo.

 

lo consiglieresti anche per grandi aziende?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Qui è ben descritto il funzionamento di queste macchine, che sono esattamente le stesse che ho fatto lavorare l'anno scorso per più di un mese...qui in zona sono di proprietà di una grossa OP che li impiega per stoccare grano orzo mais sorgo. Esistono anche insaccatrici senza coclee che sono studiate apposta per prodotti umidi come il silomais (queste non le ho mai viste pero)

Edited by fatmike

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quella per il silomais ed il pastone di mais ha un soffiatore che spinge il prodotto all'interno del saccone. Esistono anche insaccatrici collegate ditrettamente al mulino in modo da stivare la farina all'istante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come alternativa alla trincea ecco un altro tipo di stoccaggio del silomais

Press-Wickel-Kombination fr Mais

Secondo me più valido del "salcicciotto".

 

 

per il silomais? mi sembra molto più macchinoso, certo è più facile trasportare un ballone e il nastro non deve essere alimentato dal dumper..

 

però tutto quel cellophane:confused:

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
lo consiglieresti anche per grandi aziende?

Per grandi aziende non sono competitivi come costo , troppo alto, in questi casi risulta sempre migliore la trincea, sono buone soluzioni per situazioni di emergenza e per piccole entita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per grandi aziende non sono competitivi come costo , troppo alto, in questi casi risulta sempre migliore la trincea, sono buone soluzioni per situazioni di emergenza e per piccole entita.

 

parli per esperienza personale o per sentito dire? nel caso tu l'abbia usato, puoi fare una valutazione, anche approssimativa, dei costi?

 

 

grazie ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

qualcuno che l'ha usato (per un certo periodo) sa fare una stima dei costi del cantiere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per grandi aziende non sono competitivi come costo , troppo alto, in questi casi risulta sempre migliore la trincea, sono buone soluzioni per situazioni di emergenza e per piccole entita.

 

 

minuto 2:10

 

!

 

 

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi si sostituisce la trincea?se si a conti fatti conviene piu questo o la trincea?

Share this post


Link to post
Share on other sites

boh, nessuno mi sa dare dati precisi..

 

intanto hanno quasi tutti la trincea, forse per abitudine..

 

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

premesso che non è il mio campo assolutamente...

 

ma in trincea come si garantisce il rispetto igienico dell'insilato?

 

stando cosi all'aria aperta e dovendo subire pressatura dai trattori la comunità europea è strano che non rompa ancora i cosidetti... :nutkick:

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh, i rimorhci con le gomme sporche non dovrebbero entrare in trincea..

 

poi anche nel fieno qualche sasso si trova..

 

ovviamente è per alimentazione di animali..

 

 

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

i "salamoni" in nailon sono senz'altro piu igienici...in trincea può capitare che venga inquinata da perdite anche consistenti di fluidi idraulici (un tubo che scoppia!) olio motore,diesel,ecc...che bontà per le povere bestie a cui capita l'insalatona condita con olio extravergine :AAAAH::nutkick:

Share this post


Link to post
Share on other sites
i "salamoni" in nailon sono senz'altro piu igienici...in trincea può capitare che venga inquinata da perdite anche consistenti di fluidi idraulici (un tubo che scoppia!) olio motore,diesel,ecc...che bontà per le povere bestie a cui capita l'insalatona condita con olio extravergine :AAAAH::nutkick:

 

vero anche questo..ma quando i campi sono bagnati rischi di portar dentro di tutto..

 

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me ha costi molto più alti qui lo usano solo le piccole aziende, lo vedo anche più scomodo quando ce da usare l insilato e poi x sostituire una grossa trincea quanti salami bisogna fare! dovrei avere un appezzamento a salami mi sa

Share this post


Link to post
Share on other sites
secondo me ha costi molto più alti qui lo usano solo le piccole aziende, lo vedo anche più scomodo quando ce da usare l insilato e poi x sostituire una grossa trincea quanti salami bisogna fare! dovrei avere un appezzamento a salami mi sa

 

 

certo i salami non riescono a raggiungere l'altezza di una trincea e comunque ti serve un piazzale duro dove tenerli..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, ho trovato questa discussione molto legata alla nostra attività e mi dispiace di non essere intervenuto prima, mi sto rendendo conto che il Forum è veramente grade ed articolato e servirebbe molto tempo per intervenire (seriamente) su tutti gli argomenti interessanti legati alla nostra attività. Comunque andiamo per gradi.

 

Anche la Boschi Servizi ha una soluzione per i prodotti umidi da insaccare ed è l'insaccatrice Manitoba Ensiler Evolution (per tutti i dettagli tecnici Vi rimando al nostro sito internet http://www.boschiservizi.it nella sezione prodotti).

Noi crediamo che l'insaccamento in silobags sia una soluzione complessivamente migliore alla trincea, (o non crederemmo nel nostro prodotto), ma bisogna valutare tutte le caratteristiche delle due soluzioni caso per caso.

 

Per Purin: sì... i "salamoni" non si possono spostare... ma credo che nemmeno la trincea ha questa facoltà... :). Scherzi a parte... ci sono pro e contro in entrambe le soluzioni e bisogna valutare tutti gli aspetti. Noi (economicamente parlando) abbiamo fatto questo confronto e valutando divesi fattori (costo dei sacconi, della manodopera, delle strutture e perdita di prodotto) siamo qui a sostenere la scelta dell'insaccamento. Se ti interessa parlarne più approfonditamente puoi contattarci liberamente.

 

Per Gian81: potrei essere d'accordo che "scaricare" in trincea un rimorchio sia rapido... ma facciamo differenza tra "scaricare" e stoccare... dopo lo scarico in trincea... penso che dovrò anche pressarla, no? Dovrò anche coprirla... Il tempo di lavoro necessario deve essere considerato.

 

Per Fat Mike: Attenzione! Il video che hai postato riguarda le macchine per insilare CEREALE SECCO nel silobag. Mentre il saccone (silobag) può essere lo stesso, la macchina insaccatrice cambia radicalmente tra prodotti umidi e granulari (secchi). Fai un salto nell'altra discussione ( Stoccaggio cereali in silos orizzontali- Silobags ) o sul nostro sito e trovarai una più accurata spiegazione.

 

Per Sierdze: Hai affermatoo che il sistema silobags non è adatto per le grandi aziende... Discordo! Anzi penso sia vero esattamente il contrario. La macchina che proponiamo noi (La Manitoba E.E.) ha una struttura considerevole e numerosi elementi oleodinamici e quindi può essere giustificata solo con un utilizzo intenso (e quindi grandi quantità da stoccare). Certo, aumentando la quantità da stoccare aumenta proporzionalmente anche il costo dei silobags necessari, ma la differenza la fanno due altri importanti fattori:

 

1) la percentuale di prodotto che perdo (in più!) per colpa che la trincea permette una respirazione maggiore (rispetto al silobag) può variare da un 5 ad un 10% e su grandi quantità è una percentuale che comincia ad essere influente.

 

2) il costo della trincea è fisso, ma così anche la sua capacità di stoccaggio (che non permette aumenti, a meno di non costruire nuove trincee). Mentre la macchina insaccatrice, più viene sfruttata su una quantità maggiore di stoccaggio, più viene ammortizzata.

 

Per Pole: Hai ragione sul fatto dello spazio. Uno degli aspetti negativi del sistema silobags è la maggiore necessità di spazio (superficie per stoccare). Non potendo stoccare in altezza serve indubbiamente un'area maggiore. Va però tenuto conto che tale area non è impegnata con una struttura fissa come la trincea e può quindi essere poi riconvertita ad altre attività più facilmente... Evento comunque difficile perchè la tendenza è quella di impegnare sempre maggior terreno vista l'efficienza del sistema.

 

Attualmente possiamo offrire due macchine:

 

- L'insaccatrice Manitoba Ensiler Evolution (per sacchi da 8', 9' e 10') E' considerata la macchina "da Biogas" perchè è spesso affiancata per assicurare lo stoccaggio di un biodigestore da 1MW. Può insaccare una grande gamma di prodotti umidi per grandi quantità.

 

- L'insaccatrice Boschi IR6 (per sacchi da 6') E' una macchina di piccole dimensioni (e di ridotto impegno economico) che può stoccare sia prodotti secchi (cereali) che umidi (insilati). E' la soluzione ideale per piccoli allevamenti o dove sia presenta contemporaneamente la necessità di stoccare queste due tipologie di prodotti diversi.

 

(sul nostro sito potete trovare foto, descrizioni e schede tecniche di queste due macchine)

 

Invito chiunque abbia domande/critiche su questo argomento a farle, sarà nostro piacere usare la nostra esperienza per dare risposte chiare ed esaurienti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con questo messaggio volevamo notificare a tutti gli amici del forum la nostra presenza alla fiera dell' EIMA 2012 a BOLOGNA (dal 7 al 11 Novembre).

In questa occasione avremo il nostro stand A14 nel padiglione 30bis che conterrà:

 

- Insaccatrice per cereali Boschi IM9;

- Estrattore per cereali Boschi ER9;

- Carro tramoggia Boschi Grain 20500;

- Insaccatrice per silomas e biomasse Manitoba E.E.

 

Il nostro personale sarà ben lieto di mostrarvi tutti i dettagli delle macchine esposte e della tecnologia dell'insaccamento in silobag. Siete, con piacere, invitati per confrontarci e scambiarci esperienze.

 

[ATTACH=CONFIG]8586[/ATTACH]

 

 

 

Quasi contemporaneamente alla fiera ECOMONDO / KEY ENERGY 2012 a RIMINI (da 7 al 10 Novembre) esporremo la:

 

- Insaccatrice per silomais e biomasse Manitoba E.E.

 

al padiglione D5 (Key Energy). Sarà presente un nostro tecnico pronto ad illustrarvi le caratteristiche dell'insaccatrice.

 

[ATTACH=CONFIG]8587[/ATTACH]

 

 

(ulteriori informazioni potete trovarle sul nostro sito internet Tesenet )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...