Jump to content
DjRudy

Aratri Portati

Recommended Posts

2 ore fa, cicciolino ha scritto:

percio' dicevo a meno che non taglio definitivamente  fino all' altezza del secondo  foro

Meglio di no, se poi non ti trovi? Considera se togliendo lo spessore esterno si può fare passare l'aggancio

Share this post


Link to post
Share on other sites

oppure taglio a meta' quello interno e' un pochino difficile con il frullino fare un taglio perfetto pero' uno ci prova  cosa ne pensi ?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Puoi mettere una foto di tutto il gruppo di attacco? Provi a tagliare una piastra e fai una giunta di modo da allargare lo spazio per la rotula... Non so se mi sono spiegato

Share this post


Link to post
Share on other sites

niki199  credo che la tua idea  sia da scartare perche' vado ad indebolire il tiro  mio pensiero per carita' aspettiamo  gabriele

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono sincero nelle aziende che servo che ne sono solo 2 perche' sono grosse  circa 500 ha  negli ultimi anni l'aratura per via dei costi la fanno solo sul necessario altrimenti l'avrei gia' cambiato e' una bella macchina ma secondo me ce' di meglio  ho avuto ermo fsv3 108 con doppia slitta peccato per la stessa che mi ha dato non pochi problemi  poi nardi con parallelogramma  come questo che ho ma il versoio non girava un granche il resto c'era ma prendeva molta potenza in confronto all' ermo e poi questo che e' una via di mezzo  tutto questo sempre secondo il mio parere  il nardi non si e' mai rotto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non si rompe perché la macchina non si carica, se guardi l'impostazione dello sforzo ti rendi conto che lavori a posizione, questa a mio avviso è la causa che rende l'aratura non competitiva, se il trattore si carica poi il carico per l'aratro è diverso, ora bisogna risolvere il discorso attacchi, si riesce a togliere quello spessore? E ridurlo per fare stare la rotola cat 4 con l'aggancio??

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi procedere con un dissaldamento dello spessore fresarlo per bene per ridurre lo spessore e risaldare ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

quale secondo te dici che non si rompe perche' non carica ?  scusa se faccio tante domande ma ce' sempre da imparare da chi sa' piu'

7 minuti fa, ggb58 ha scritto:

Non si rompe perché la macchina non si carica, se guardi l'impostazione dello sforzo ti rendi conto che lavori a posizione, questa a mio avviso è la causa che rende l'aratura non competitiva, se il trattore si carica poi il carico per l'aratro è diverso, ora bisogna risolvere il discorso attacchi, si riesce a togliere quello spessore? E ridurlo per fare stare la rotola cat 4 con l'aggancio??

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non si rompe perché la macchina non si carica, se guardi l'impostazione dello sforzo ti rendi conto che lavori a posizione, questa a mio avviso è la causa che rende l'aratura non competitiva, se il trattore si carica poi il carico per l'aratro è diverso, ora bisogna risolvere il discorso attacchi, si riesce a togliere quello spessore? E ridurlo per fare stare la rotola cat 4 con l'aggancio??

Gabriele,

Forse ho capito male io,

Ma come dovresti lavorare se non a posizione con lo sforzo controllato?

 

 

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
niki199  credo che la tua idea  sia da scartare perche' vado ad indebolire il tiro  mio pensiero per carita' aspettiamo  gabriele
Sì in effetti hai ragione. Se no devi spianare il tutto al CNC smontandolo o dissaldandolo in qualche modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Edo ha scritto:

Gabriele,

Forse ho capito male io,

Ma come dovresti lavorare se non a posizione con lo sforzo controllato?

 

 

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

 

 

 

In sforzo controllato! Altrimenti perché è stato fatto? Se non viene usato forse è il caso di chiedersi come mai! E non l'ho fatto io! Come pensi che si carichi la trattrice se lavori in posizione? Come fa ad analizzare il carico? Avete macchine che Non usate correttamente, una riflessione la farei

Share this post


Link to post
Share on other sites

io ci lavoro e mi rimane il terzo punto grossomodo alla meta' dell asola che gioca in continuazione

Share this post


Link to post
Share on other sites
In sforzo controllato! Altrimenti perché è stato fatto? Se non viene usato forse è il caso di chiedersi come mai! E non l'ho fatto io! Come pensi che si carichi la trattrice se lavori in posizione? Come fa ad analizzare il carico? Avete macchine che Non usate correttamente, una riflessione la farei

Forse non ho capito bene io.

 

(Per esempio): se l'aratro tende ad affondare troppo l'unica cosa che posso fare è girare la rotella dello sforzo controllato.

 

Sbaglio?

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Edo ha scritto:

Forse non ho capito bene io.

 

(Per esempio): se l'aratro tende ad affondare troppo l'unica cosa che posso fare è girare la rotella dello sforzo controllato.

 

Sbaglio?

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

 

 

 

Si, lo sforzo non regola la profondità, quello è il sollevatore, quindi l'impostazione che adottiamo è: sforzo controllato se possibile al massimo, e profondità con il sollevatore, ma voi fate giù tutto sulla ruota!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, lo sforzo non regola la profondità, quello è il sollevatore, quindi l'impostazione che adottiamo è: sforzo controllato se possibile al massimo, e profondità con il sollevatore, ma voi fate giù tutto sulla ruota!
Secondo me hai ragione, il problema è che non tutte le macchine prevedono questa impostazione.
Noi abbiamo 2 macchine per l'aratura, un valtra 193 e un 824. Su Entrambe non si può regolare l'abbassata del sollevatore.

C'è solo un tasto del sollevatore con SU - STOP - GIU
Lo sforzo controllato lavora solo se il tasto è un posizione GIU

Invece su new holland e johndeere so che è possibile

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Edo ha scritto:

Secondo me hai ragione, il problema è che non tutte le macchine prevedono questa impostazione.
Noi abbiamo 2 macchine per l'aratura, un valtra 193 e un 824. Su Entrambe non si può regolare l'abbassata del sollevatore.

C'è solo un tasto del sollevatore con SU - STOP - GIU
Lo sforzo controllato lavora solo se il tasto è un posizione GIU

Invece su new holland e johndeere so che è possibile

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
 

Non ricordo il pannello di controllo valtra, ma essendo gruppo Fendt mi sembra strano, fai una foto che vediamo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me hai ragione, il problema è che non tutte le macchine prevedono questa impostazione.
Noi abbiamo 2 macchine per l'aratura, un valtra 193 e un 824. Su Entrambe non si può regolare l'abbassata del sollevatore.

C'è solo un tasto del sollevatore con SU - STOP - GIU
Lo sforzo controllato lavora solo se il tasto è un posizione GIU

Invece su new holland e johndeere so che è possibile

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Come no. C'è il potenziometro per regolare l'intensità dello sforzo controllato, e il potenziometro per la profondità di lavoro

Inviato dal mio BLN-L21 utilizzando Tapatalk

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, Edo ha scritto:

Secondo me hai ragione, il problema è che non tutte le macchine prevedono questa impostazione.
Noi abbiamo 2 macchine per l'aratura, un valtra 193 e un 824. Su Entrambe non si può regolare l'abbassata del sollevatore.

C'è solo un tasto del sollevatore con SU - STOP - GIU
Lo sforzo controllato lavora solo se il tasto è un posizione GIU

Invece su new holland e johndeere so che è possibile

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
 

Io ho fendt vecchio. Ho la regolazione dello sforzo controllato in piccolo, poi rotellona per profondità di lavoro , in grande che puoi variare quando vuoi e che dà la posizione ( in teoria potresti anche alzarti l'aratro eh ) , e poi leva con tre posizioni giù-blocco-su. Penso che anche il valtra sia simile. Forse ti sei spiegato male però il sollevatore elettronico fendt lavora bene da 40 anni e passa

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
53 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

Io ho fendt vecchio. Ho la regolazione dello sforzo controllato in piccolo, poi rotellona per profondità di lavoro , in grande che puoi variare quando vuoi e che dà la posizione ( in teoria potresti anche alzarti l'aratro eh ) , e poi leva con tre posizioni giù-blocco-su. Penso che anche il valtra sia simile. Forse ti sei spiegato male però il sollevatore elettronico fendt lavora bene da 40 anni e passa

Che modello di Fendt, se hai il pomello sul montante, va ruotato in senso orario verso il simbolo aratro, se non erro,(chissà perché lo hanno messo) il massimo sarebbe a fondo scala ma bisogna avere un tolusso?

Edited by ggb58

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ggb58 ha scritto:

Che modello di Fendt, se hai il pomello sul montante, va ruotato in senso orario verso il simbolo aratro, se non erro,(chissà perché lo hanno messo) il massimo sarebbe a fondo scala ma bisogna avere un tolusso?

mmmm il pomello della profondità  è in entrambi in orizzontale solo che mentre nel 312 sono tutti in orizzontale le regolazioni, nel 307 le altre sono sul montante.  Nel 312 ho posizione aratro-spandiconcime sempre tutto aratro o tutto spandiconcime, poi ho frequenza regolazione sforzo controllato che in genere è leggermente sbilanciata verso le alte frequenze ( onde piccole ) . Nel 307 meno vecchio non c'è quest'ultima regolazione. Avendo un aratro grande ora sul 312 non lo facccio mai scendere tutto o mi ferma il trattore a meno di non avere terreno in tempera da manuale

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

mmmm il pomello della profondità  è in entrambi in orizzontale solo che mentre nel 312 sono tutti in orizzontale le regolazioni, nel 307 le altre sono sul montante.  Nel 312 ho posizione aratro-spandiconcime sempre tutto aratro o tutto spandiconcime, poi ho frequenza regolazione sforzo controllato che in genere è leggermente sbilanciata verso le alte frequenze ( onde piccole ) . Nel 307 meno vecchio non c'è quest'ultima regolazione. Avendo un aratro grande ora sul 312 non lo facccio mai scendere tutto o mi ferma il trattore a meno di non avere terreno in tempera da manuale

Forse non ci siamo capiti, lo sforzo è lo sforzo, il sollevatore è il sollevatore, perché regolate la profondità con lo sforzo??

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, ggb58 ha scritto:

Forse non ci siamo capiti, lo sforzo è lo sforzo, il sollevatore è il sollevatore, perché regolate la profondità con lo sforzo??

Mmmm no sono 3 regolazioni diverse. Se sto arando che sia in profondità o no, la posizione è tutta aratro , frequenza alta e profondità tra 4,5 e 5,5 in genere. La posizione tutta aratro la uso anche per coltivatore e ripuntatore . Posizione spandiconcime solo con fresa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, se così va bene, forse la frequenza un poco alta

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, ggb58 ha scritto:

Ok, se così va bene, forse la frequenza un poco alta

In genere vicino a metà tra le due posizioni leggermente verso le alte frequenze. Poi va da sè che se il terreno è giusto e tutti parametri sono messi a valori quasi giusti lo sforzo controllato quasi non lo vedi lavorare ( i due led rosso e verde ) . Per me il problema è che è un aratro sovradimensionato per il mio mezzo  soprattutto sul peso e oggi dopo 30 anni non lo posso usare a mio piacimento per cui devo trovare un giusto compromesso tra profondità e velocità. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, cicciolino ha scritto:

quale secondo te dici che non si rompe perche' non carica ?  scusa se faccio tante domande ma ce' sempre da imparare da chi sa' piu'

 

Quello col tiro più basso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...