Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 6.6k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non concordo per niente. Aratura é sempre aratura che sia 15 cm o 40, e per fare 20 25 cm va bene 4 corpi e prendere 160 180 cm, chi ara più fondo butta via solo del gran gasolio.   Inviato dal mio Y

Aratura 22 cm su favino da cover crop Inviato dal mio YAL-L41 utilizzando Tapatalk

A proposito di interramento residui VID-20220523-WA0008.mp4

Posted Images

Il 29/9/2021 Alle 21:00, giancarbon ha scritto:

Ciao.

A vedere il colore della rottura secondo me era già in parte rotto.

Il "problema" dei tubolari, il tubolare non può flettere, o si elimina la flessione o dove si localizza si spezza, è una legge fisica che riguarda tutti i costruttori, noi compresi

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Flessioni sicuramente da evitare, ma tutti quei fori passanti su un tubolare sono inguardabili. Un tubolare va lasciato intonso, o al più imboccolato se proprio serve il passaggio di una vite oppure di un perno.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

In teoria, in pratica più difficoltoso da realizzare, ci sono i punti di ancoraggio e quelli nostro malgrado creano la localizzazione delle flessioni, la difficoltà a mio modesto parere sta nel fatto che non esistono tabelle dei carichi, ovvero come quanto e dove un carico si dispone sulla struttura, la cosa peggiore che si può fare quindi sono modifiche continue e continui cambiamenti del concetto costruttivo, servono anni per capire se e dove si verificano le rotture, la strada migliore è l'evoluzione del progetto, chiaramente deve essere valido, ma questo è un altra storia

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
In teoria, in pratica più difficoltoso da realizzare, ci sono i punti di ancoraggio e quelli nostro malgrado creano la localizzazione delle flessioni, la difficoltà a mio modesto parere sta nel fatto che non esistono tabelle dei carichi, ovvero come quanto e dove un carico si dispone sulla struttura, la cosa peggiore che si può fare quindi sono modifiche continue e continui cambiamenti del concetto costruttivo, servono anni per capire se e dove si verificano le rotture, la strada migliore è l'evoluzione del progetto, chiaramente deve essere valido, ma questo è un altra storia
Quindi perché non realizzare il telaio con una barra in ferro pieno?
Anni fa' si vedevano aratri fatti in questo modo.
Peserebbe troppo? O costerebbe troppo?

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, Edo ha scritto:

Quindi perché non realizzare il telaio con una barra in ferro pieno?
Anni fa' si vedevano aratri fatti in questo modo.
Peserebbe troppo? O costerebbe troppo?

Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk
 

No, il tubolare è migliore ma, non deve flettere, quindi oltre un dimensionamento adeguato, la progettazione e successiva realizzazione ne deve tenere conto, il discorso è complesso e non si spiega in un post, ma fattibile, chiaramente si deve capire a che limite si vuole arrivare, un poco come il braccio delle pale escavatrici,  è fatto di una struttura scatolata, a seconda del carico va dimensionata, noi facciamo molta attenzione a come è perché costruiscano i bracci, e c'è sempre da imparare da chi ha una visione diversa delle applicazioni

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Modifica da 1,30€ che poteva prevedere Angeloni dalla fabbrica al posto del sottoscritto. Un'altra disattenzione che si aggiunge alla lista di problemi avuti, dispiace ma per un po' a casa mia un altro prodotto Angeloni mi sa che non entra.

doQUhG4dU2UTAuyVq4pvvnQpyFseXdYNn5nw6noF

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Buongiorno a tutti. Vorrei cambiare il mio vecchio bivomero con un nuovo aratro però con un versoio in più. Qui vicino a me vendono nardi ermo new holland e kuhn.

Ho visto sui loro siti i modelli e sono indeciso tra nardi NX10E, ermo TMN3 e new holland PL 3S.

Voi cosa mi consigliate? Io come aratura starei dai 20 ai 25 cm di profondità non di più e come superficie dove lo utilizzerei sarei sui 40 ettari tutto il resto vado con minima...

Link to post
Share on other sites
11 ore fa, MF6445 ha scritto:

Non è un Nardi

Inviato dal mio MAR-LX1A utilizzando Tapatalk
 

I nardi non hanno quel tipo di attacco con la sede per i perni e boccole in una struttura a u ?

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

buonasera a tutti, avete mai visto / sentito parlare di questi aratri a versoio ?

In rete, su youtube ne ho trovato qualcuno : TATU AARP - LEMKEN GLIMMER - KRONE ALLROUND - FEHRS INNOVATOR 716 .

Si trova anche qualche immagine e qualche catalogo descrittivo (in quello Fehrs ho trovato che può arare fino a 53 cm di profondità) . Ho notato che sono tutti nel mercato USA , Brasile , Australia o simili. In Europa si trova solo qualcosina di Krone o Lemken .

Secondo voi perchè non c'è mercato per questi aratri ? A me sembrano comodi, leggeri (ma robusti) e funzionali rispetto ai classici portati reversibili. Naturalmente sembra e credo che possano andar bene quasi esclusivamente su terreni sabbiosi o comunque molto leggeri.

i link ai video :
TATU AARP : 

FEHRS INNOVATOR 716 : 

KRONE ALLROUND : 

LEMKEN GLIMMER

 

Link to post
Share on other sites

Avevo visto un video della De Franceschi tempo fa con un aratro simile, ma non so se fosse un prototipo poi abbandonato o se ci siano stati sviluppi

Link to post
Share on other sites
Avevo visto un video della De Franceschi tempo fa con un aratro simile, ma non so se fosse un prototipo poi abbandonato o se ci siano stati sviluppi
Io l'ho provato due anni fa.
Da quel che so è un progetto che va avanti, e dovrebbe averne piazzato qualcuno.
Sicuramente merita.
Di fatto da noi gli aratri amboreversibili non si sono mai visti, a memoria i primi erano John Deere negli Usa.
Poi qualche costruttore tedesco mi pare
Impressioni mie:
a favore sicuramente il costo, molto più basso di un tradizionale reversibile;
lavora bene a bassa profondità, se si vuole andare profondo richiede cavalleria;
la pecca che ho trovato è nel caso ci sia molto residuo, fatica ad interrare proprio perché andrebbe usato per arature leggere.
Io ho abbandonato l'idea perché l'ho provato dopo il frumento con paglia trinciata: sicuramente più produttivo del tradizionale ma appunto scarso per interrare i residui.
Nelle condizioni giuste secondo me un attrezzo da considerare (soprattutto per il costo).

Inviato dal mio moto g(9) plus utilizzando Tapatalk


  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...
  • 2 months later...
  • 4 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...