Jump to content
DjRudy

Riforma PAC 2014-2020

Recommended Posts

I psr sono strani, sempre per la Puglia, ad esempio: finanziano l'impianto di vigneti per uva da tavola ma non quella da vino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per inserire un terreno appena acquistato nella pac 2017 e prenderci il contributo, avendo naturalmente i titoli da metterci, è sufficiente aver stipulato il contratto preliminare oppure bisogna andare a rogito entro il 15 maggio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per inserire un terreno appena acquistato nella pac 2017 e prenderci il contributo, avendo naturalmente i titoli da metterci, è sufficiente aver stipulato il contratto preliminare oppure bisogna andare a rogito entro il 15 maggio?

Penso che debba esserci atto registrato entro il 15 maggio. Al limite anche comodato che è più veloce da fare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia associazione me lo ha inserito comunque. Dite che poi se ne accorge l' organismo pagatore? Anche perché è già sul mio fascicolo aziendale però non c'è nessun contratto a parte il contratto preliminare di compravendita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La mia associazione me lo ha inserito comunque. Dite che poi se ne accorge l' organismo pagatore? Anche perché è già sul mio fascicolo aziendale però non c'è nessun contratto a parte il contratto preliminare di compravendita.

Scusa ma tu avevi già più titoli dei terreni? Cosa intendevi con avendo già i titoli da inserirci? Si il terreno nel facicolo aziendale lo mettono perchè come minimo lo hanno scricato dal vecchio proprietario però non è detto che ti diano pac. Probabilmente loro lo caricano ora per completare la documentazione in seguito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, avevo dei titoli in più rispetto alla terra che ho condotto nel 2016. Quindi andrei a metterli su questa nuova. Mi ha fatto venire il dubbio un articolo che ho letto e non ho ancora capito bene. Se il terreno l' ho già inserito nella domanda pac, ma il rogito lo faccio il 20 maggio al posto del 15 poi non mi daranno la pac?

Edited by jd3130

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì, avevo dei titoli in più rispetto alla terra che ho condotto nel 2016. Quindi andrei a metterli su questa nuova. Mi ha fatto venire il dubbio un articolo che ho letto e non ha ancora capito bene. Se il terreno lo già inserito nella domanda pac, ma il rogito lo faccio il 20 maggio al posto del 15 poi non mi daranno la pac?

Mmm noncredo perchè al limite ti farebbero un comodato d'uso. Però dovresti sentire il tuo patronato. Non credo ci siano problemi se avevi già i titoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se è la discussione giusta (nel caso chiedo a moderatori di spostarla)volevo chiedere come mi devo comportare con un terreno che ho dato in affitto per coltivare meloni x questa stagione? Sì tratterebbe di un 4 mesi e poi dovrei seminarla a grano x la stagione prossima, posso tenerlo nel mio fascicolo aziendale o devo levarlo x questi mesi? Nel 2° caso perdo una parte della pac e si quanto in %?

Ringrazio in anticipo a chi mi può dare indicazioni..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so se è la discussione giusta (nel caso chiedo a moderatori di spostarla)volevo chiedere come mi devo comportare con un terreno che ho dato in affitto per coltivare meloni x questa stagione? Sì tratterebbe di un 4 mesi e poi dovrei seminarla a grano x la stagione prossima, posso tenerlo nel mio fascicolo aziendale o devo levarlo x questi mesi? Nel 2° caso perdo una parte della pac e si quanto in %?

Ringrazio in anticipo a chi mi può dare indicazioni..

 

Da quello che so io dipende da quando parte il contratto d'affitto stagionale, per avere diritto alla Pac bisogna condurre il terreno fino ai primi di luglio. Poi tra luglio e dicembre puoi affittarla senza perdere la Pac. I proprietari da cui prendo in affitto i terreni stagionalmente per il radicchio fanno così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo va da maggio a settembre e a ottobre rientrerebbe nel mio fascicolo, va bene lo stesso x avere diritto alla Pac?

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Non so se è la discussione giusta (nel caso chiedo a moderatori di spostarla)volevo chiedere come mi devo comportare con un terreno che ho dato in affitto per coltivare meloni x questa stagione? Sì tratterebbe di un 4 mesi e poi dovrei seminarla a grano x la stagione prossima, posso tenerlo nel mio fascicolo aziendale o devo levarlo x questi mesi? Nel 2° caso perdo una parte della pac e si quanto in %?

Ringrazio in anticipo a chi mi può dare indicazioni..

 

Da quello che so io dipende da quando parte il contratto d'affitto stagionale, per avere diritto alla Pac bisogna condurre il terreno fino ai primi di luglio. Poi tra luglio e dicembre puoi affittarla senza perdere la Pac. I proprietari da cui prendo in affitto i terreni stagionalmente per il radicchio fanno così.

Prima di tutto l'affitto va registrato e non esistono contratti di affitto registrabili per meno di 12 mesi. Hai per caso impegni tipo difesa suolo o altro? Se si non lo potresti piantare ad orticole se non in asciutto almeno in sardegna è così, altrimenti quello che conta è la coltura principale per la pac e se è nel tuo fascicolo aziendale la dichiari tu. Per noi in sardegna in genere è la coltura invernale. Ad esempio se togli i carciofi e ci metti pomodoro o melone ad aprile-maggio dichiari i carciofi non il resto. Però in quel caso sempre di orticole si tratta. Non so se vale lo stesso ad esempio per doppia coltura su graminacee ( ad esempio grano orzo e poi mais ) oppure su foraggi ( ad esempio foraggio e poi orticole). In ogni caso un patronato ti può dare delucidazioni al merito però il terreno te lo tieni nel tuo fascicolo aziendale ed al limite tu dichiari la coltura. Fare cose tipo contratti di affitto o comodati per quattro mesi ti servono solo a incasinarti la vita perchè comunque per avere pac non servono ma bastano a bloccare pratica ( intero fascicolo aziendale ) perchè comunque tu stai dicendo che non coltivi quel terreno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Prima di tutto l'affitto va registrato e non esistono contratti di affitto registrabili per meno di 12 mesi. Hai per caso impegni tipo difesa suolo o altro? Se si non lo potresti piantare ad orticole se non in asciutto almeno in sardegna è così, altrimenti quello che conta è la coltura principale per la pac e se è nel tuo fascicolo aziendale la dichiari tu. Per noi in sardegna in genere è la coltura invernale. Ad esempio se togli i carciofi e ci metti pomodoro o melone ad aprile-maggio dichiari i carciofi non il resto. Però in quel caso sempre di orticole si tratta. Non so se vale lo stesso ad esempio per doppia coltura su graminacee ( ad esempio grano orzo e poi mais ) oppure su foraggi ( ad esempio foraggio e poi orticole). In ogni caso un patronato ti può dare delucidazioni al merito però il terreno te lo tieni nel tuo fascicolo aziendale ed al limite tu dichiari la coltura. Fare cose tipo contratti di affitto o comodati per quattro mesi ti servono solo a incasinarti la vita perchè comunque per avere pac non servono ma bastano a bloccare pratica ( intero fascicolo aziendale ) perchè comunque tu stai dicendo che non coltivi quel terreno.

L'intenzione era fare un comodato gratuito perché chi lo coltivavano vuole assicurare la coltura. Ma se le cose stanno come scrivi... rischio di incasinarmi la Pac e mi sa che mi era "convenuto" lasciare incolto sino al grano :)

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho sempre fatto contratti stagionali, con registrazione all'agenzia delle entrate, inoltre su quei terreni mi viene assegnato il gasolio agricolo per seconda coltura.

Dopo non so se nel resto d'Italia funzioni diversamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
L'intenzione era fare un comodato gratuito perché chi lo coltivavano vuole assicurare la coltura. Ma se le cose stanno come scrivi... rischio di incasinarmi la Pac e mi sa che mi era "convenuto" lasciare incolto sino al grano :)

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Infatti fai il comodato gratuito. Sono loro che non si mettono il tuo terreno nella loro pac. Sono due enti diversi agea e consorzio di difesa. Normalmente sei obbligato a dichiarare la coltura che sta su campo il periodo più lungo come coltura principale. Non so se nel piano di coltivazione devi dichiarare anche la seconda coltura o che procedura si deve seguire.

Io ho sempre fatto contratti stagionali, con registrazione all'agenzia delle entrate, inoltre su quei terreni mi viene assegnato il gasolio agricolo per seconda coltura.

Dopo non so se nel resto d'Italia funzioni diversamente.

Si ma l'agenzia delle entrate non ti da la pac. Non gliene importa nulla che ci coltivi. Per questo puoi fare contratti di affitto anche di tre mesi ove ti serva un contratto simile e non ti sia sufficiente un comodato d'uso che potresti fare con tuoi parenti ma con estranei non penso proprio ci crederebbe l'agenzia delle entrate. Se devi dimostrare un'attività imprenditoriale ti serve un contratto di affitto ma se dovessi fare come nel caso di elsi solo assicurazione al consorzio di difesa ti basterebbe un comodato. Assegnazione di gasolio e pac sono due cose distinte . Tu di fatto quei terreni li coltivi per tre-quattro-cinque mesi non so il ciclo del radicchio, e stop. Ti danno gasolio ma non pac o mi sbaglio?

Edited by superbilly1973

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vi ringrazio x le informazioni, comunque credo la prassi più giusta sia quella che segue Ambrosius, anche perché da quel che so io PAC e assegnazioni gasolio non vanno ognuna x conto suo come scrive Superbilly....ma son legate fra loro.

Le cosa che vorrei capire meglio è se è corretto tenere il campo nel mio fascicolo dandolo in affitto e se può essere assicurato da chi lo coltiva?

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vi ringrazio x le informazioni, comunque credo la prassi più giusta sia quella che segue Ambrosius, anche perché da quel che so io PAC e assegnazioni gasolio non vanno ognuna x conto suo come scrive Superbilly....ma son legate fra loro.

Le cosa che vorrei capire meglio è se è corretto tenere il campo nel mio fascicolo dandolo in affitto e se può essere assicurato da chi lo coltiva?

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Ma poi tu quest'anno lo hai coltivato ? La pac non è una cosa che va di anno in anno, di fatto devi garantire una certa continuità di titolo per la coltivazione e tua professione. Per la PAC tu DEVI avere il terreno dichiarato per tutta l'annata agraria con un titolo per la coltivazione, possesso , affitto registrato o comodato d'uso. Se tu lo dichiari quest'anno in teoria avresti subito la pac ma non funziona così perchè te lo devono caricare e poi devi accedere al plafond nazionale se non avevi quote di tuo e poi SE agea trova tutto regolare allora ti corrisponde la pac. Per quel che so io Agea non corrisponde pac a chi va a dirle che lui ha coltivato il terreno 4 mesi e stop. Lasciamo perdere il caso se non sei agricoltore diretto etc etc. Quindi il tuo terreno te lo tieni tu nel fascicolo aziendale, al limite fai un comodato d'uso che dovrebbe valere per il consorzio di difesa anche se non siete parenti stretti ( ma di questo non ne sono sicuro ) oppure fai contratto di affitto registrato per breve periodo. No pac e asseganzione del gasolio sono due cose diverse perchè puoi avere doppie colture, affitti temporanei e/o vincoli di coltivazione per certi prorammi. Allora i terzisti o le cooperative di servizio? Niente gasolio? Eppure mica hanno pac. I patronati fanno tutto dal piano di coltivazione alla domanda unica di pagamentoperchè è più comodo e statisticamente è quello che succede per la maggiore ma non è l'unica soluzione. Elsi mai fatti scambi di coltivazione al tuo paese? E mica stanno a farsi i comodati sempre. Poi ovvio se è una cosa saltuaria non ti scervelli cerchi di fae quello più semplice ma io fossi in te mollelerei l'idea di modificar il tuo fascicolo aziendale.

Edited by superbilly1973

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, anche nel mio paese sento dire che si fanno scambi di terreni x coltivazione, ma non so come li regolarizziamo, a me ancora non è capitato anche se avrei intenzione di farlo.

Per le assegnazioni sinceramente non riesco a capire bene, per quel che sento da chi ha terreni in affitto (o comodato) con accordo di non metterli nel proprio fascicolo aziendale non può avere assegnazioni gasoli x quelle colture.

Sul conto terzi non so proprio come funzioni...ma credo sia un po' diverso x avere il gasolio agevolato

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì, anche nel mio paese sento dire che si fanno scambi di terreni x coltivazione, ma non so come li regolarizziamo, a me ancora non è capitato anche se avrei intenzione di farlo.

Per le assegnazioni sinceramente non riesco a capire bene, per quel che sento da chi ha terreni in affitto (o comodato) con accordo di non metterli nel proprio fascicolo aziendale non può avere assegnazioni gasoli x quelle colture.

Sul conto terzi non so proprio come funzioni...ma credo sia un po' diverso x avere il gasolio agevolato

 

Inviato dal mio MotoG3 utilizzando Tapatalk

Elsi non li regolarizzi. Ognuno tiene i suoi terreni nel suo fascicolo aziendale e poi in compilazione del piano di coltivazione ognuno segna la coltura che è presente nel campo. Idem per il gasolio ognuno tiene la sua assegnazione.

Edited by superbilly1973

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Pac aspetta a chi fa la coltivazione principale, nel mio caso che prendo terreno in affitto dopo orzo o frumento, la Pac va al coltivatore proprietario, e non può fare un contratto d'affitto prima di una certa data, all'incirca inizio/metà luglio. Dopo da luglio fino a dicembre può affittarlo senza problemi, però in questo caso non riceve il gasolio per la coltura secondaria, che spetta a me. Lunico caso in cui il proprietario abbia problemi con la Pac è nel caso sia giovane agricoltore o prenda contributo per qualche misura particolare, tipo agroambietale, minima lavorazione ecc..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ancora x vostri pareri, lunedi' sentirò anche cosa mi diranno alla cd.

Mi scordavo di scrivere che nel mio caso non sono giovane agricoltore e non prendo contributo per qualche misura particolare....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Grazie ancora x vostri pareri, lunedi' sentirò anche cosa mi diranno alla cd.

Mi scordavo di scrivere che nel mio caso non sono giovane agricoltore e non prendo contributo per qualche misura particolare....

Infatti per me puoi fare come ti ha detto Ambrosius senza problemi. Se gli serve solo per il consorzio di difesa puoi potrebbe bastare un comodato ma altrimenti fai affitto registrato al minimo e pazienza per le spese di registrazione che se gli portano il gasolio agevolato alla fine sono ininfluenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti,

Ho da poco acquistato un terreno agricolo di 1,5 ettari circa, in pianura molto vicino alla città. E' vicino ad altre proprietà e potrebbe venirmi utile in un futuro comunque sicuramente non prossimo, passeranno sicuramente parecchi anni. Nel frattempo vorrei affittarlo, almeno per tenerlo in ordine, in questo momento è seminato a frumento, quasi pronto per il taglio. Se affitto a coltivatore diretto, lui potrà godere dei contributi PAC, Greening e dei litri di gasolio? Di che importo totale annuo parliamo? Serve un contratto di affitto particolare e soprattutto che durata deve avere?

Grazie mille per le risposte :n2mu: :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti,

Ho da poco acquistato un terreno agricolo di 1,5 ettari circa, in pianura molto vicino alla città. E' vicino ad altre proprietà e potrebbe venirmi utile in un futuro comunque sicuramente non prossimo, passeranno sicuramente parecchi anni. Nel frattempo vorrei affittarlo, almeno per tenerlo in ordine, in questo momento è seminato a frumento, quasi pronto per il taglio. Se affitto a coltivatore diretto, lui potrà godere dei contributi PAC, Greening e dei litri di gasolio? Di che importo totale annuo parliamo? Serve un contratto di affitto particolare e soprattutto che durata deve avere?

Grazie mille per le risposte :n2mu: :)

di che zona stiamo parlando? è irriguo?quando lo hai comprato hai comprato anche i titoli pac? Il contratto di affitto non è indispensabile, ma per prenderci la pac deve essere registrato e la registrazione costa circa 50 100 € quindi non ti conviene farlo durare un solo anno.

Comunque probabilmente potrai ricavarci meno di 1000 € anno e dovrai pagarci circa 100€ di imu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...