Jump to content

Recommended Posts

Salve a tutti,

 

apro questa discussione per presentarvi la mia macchina e , allo stesso tempo, permettere di presentare / porre domande a chiunque possieda o voglia ricercare informazioni riguardanti i motocoltivatori e le moto agricole prodotte dal marchio Ferrari nel periodo 1957 – 1990.

In questa discussione si parlerà quindi dei modelli facenti parte della serie MC , della “serie 70”, fino agli ultimi modelli denominati 90 (90 – 92 – 94) .

 

Inizierò parlando della “serie 70”, soffermandomi in particolare sul modello di punta, ovvero il Ferrari 74.

 

La macchina, risalente agli anni 70, è equipaggiata di:

- cambio a 6 marce avanti(3 lente + 3 veloci) + 3 retromarce

- differenziale bloccabile con comando sulle stegole

- presa di potenza a 2 velocità (550g/min e 800g/min)

- presa di forza sincronizzata per rimorchio trazionato

- frizione con molla a tazza

- stegole orientabili in 6 differenti posizioni di lavoro

- fresa da 100 cm con cofano ad altezza variabile

- peso dichiarato: 430Kg circa

 

· INTRODUZIONE

 

Modello di punta per potenza e peso, il 74 faceva parte della serie 70 che, a livello di motocoltivatori, comprendeva i modelli 71 (benzina da 7 - 10 hp), 72 e 72 Super (benzina o diesel da 13- 14 - 16 hp) e infine per l'appunto il 74 (solo Diesel, con potenza variabile dai 18 ai 21 hp, a seconda della motorizzazione installata).

Per quanto riguardano i trattori invece, facevano parte di questa serie gli isodiametrici 75 e 76.

 

 

t124460_gamma.jpg

 

 

Successore della serie Mc (composta dai modelli Mc 58 - 60 – 64 e 68) e predecessore della successiva serie 94, venne prodotto dal 1970 fino alla prima metà degli anni 80, ma purtroppo di questo non ne ho certezza (bisognerebbe poter accedere ai registri U.M.A., ma purtroppo non so come e se si possa fare: sarebbe interessante per verificare il numero di unità registrate e i relativi anni di iscrizione, oltre che il prezzo di vendita al pubblico).

 

- MOTORE

 

A livello di motore, sulla mia macchina è installato un Lombardini Lda 100: motore a ciclo diesel, 707 cm3 di cilindrata raffreddato ad aria, 18hp a 3000 giri/min.

Tuttavia il costruttore prevedeva l'installazione di altre due motorizzazioni, a scelta del cliente: una probabilmente di produzione Ruggerini, e un altra di produzione Lombardini ovvero un Lda 820 con accensione elettrica da 21 hp.

Al momento non ho notizie circa la possibilità del costruttore di installare su questa macchina motori Slanzi, come accadeva sulla precedente serie Mc.

 

- CAMBIO

 

Come già detto, il cambio del 74 è così suddiviso: 3 marce avanti veloci + 3 retromarce. Sulle marce in avanti è possibile utilizzare un riduttore, il quale porta il numero complessivo di rapporti a 6 AV + 3 RM.

La presenza del riduttore permette di spaziare da velocità di lavoro variabili fra 0,9 Km/h a 3,8 Km/h, a seconda della gommatura montata e del rapporto inserito, ideali per fresare in terreni sia soffici che più tenaci.

La gamma veloce invece permette di raggiungere velocità adeguate per lavori di altro genere (ad esempio con falciatrice laterale) e in particolare per i trasporti con rimorchio trazionato, spaziando da un minimo di 3,9 Km/h fino a 15,4 Km/h (sempre in base alla gommatura montata e al rapporto inserito).

Infine, grazie ad un differenziale di generose dimensioni combinato al peso complessivo piuttosto elevato, la macchina può tranquillamente essere impiegata in operazioni di aratura.

 

- GOMMATURA

 

Il costruttore prevedeva l’installazione di 3 diversi tipi di gommatura, riassumibili nelle seguenti dimensioni:

  • 5.00 – 15 con cerchio fisso

 

  • 6.00 – 16 con cerchio fisso o registrabile

 

  • 7.50 – 16 con cerchio fisso

Il cerchio registrabile consentiva, attraverso la combinazione cerchio – flangia, di ottenere differenti carreggiate, senza aver bisogno di montare gli appositi distanziali mozzo-cerchio (quest’ultimi disponibili nelle misure 90 e 120 mm).

A seconda del tipo di gommatura e cerchio installate, si possono ottenere carreggiate da un minimo di 56 cm fino ad un massimo di 97 cm.

 

- GRUPPO FRESA

 

Il gruppo fresa è costituito da una fresa larga da 62 cm fino a 100 cm. Tuttavia, attraverso l’installazione / disinstallazione dei gruppi porta zappe la si può restringere o allargare in diverse misure intermedie.

La fresa è azionata da un codolo pdf di tipo 26UNI220 a 6 scanalature, simile ad un normale codolo pdf di un trattore, solamente più sottile.

Tale soluzione permetteva l’utilizzo di varie attrezzature attraverso l’utilizzo di un normale cardano a differenza della precedente serie Mc la quale, presentando un sistema di accoppiamento fresa – pdf di tipo dedicato (simile a quello Pasquali) poteva azionare solamente le attrezzature con attacco apposito previsto dal costruttore.

 

- SISTEMI DI ANTINFORTUNISTICA

 

Nonostante l'età la macchina è dotata di 2 tipi di sistemi di antinfortunistica:

- uno di tipo interno, che impedisce l'inserimento della retromarcia con presa di forza inserita. Fra l'altro, essendo interno alla scatola cambio, è impossibile che venga rimosso (pena l'apertura della scatola stessa).

- il secondo è di tipo esterno sul selettore del cambio e impedisce l'inserimento della 3° retromarcia (in quanto troppo veloce per la conduzione a piedi) nel caso in cui non sia collegato un rimorchio trazionato.

 

- ATTREZZATURE DISPONIBILI

 

Il costruttore, come nel caso della vasta concorrenza nel campo dei motocoltivatori di quel periodo, prevedeva l’installazione di molteplici attrezzature su questa macchina.

Le principali a catalogo si possono riassumere in:

  • Pompe per irrigazione a pioggia o a scorrimento

 

  • Aratri monovomere – bivomere – volta orecchio

 

  • Rimorchi monoassi trainati o trazionati, di tipo fisso o ribaltabile

 

  • Barre falcianti trainate laterali

 

  • Puleggia a cinghioli per l’azionamento di seghe circolari, mulini e quant’altro

 

  • Retrotreno trazionato, per trasformare il motocoltivatore in un trattore isodiametrico

Queste le principali, senza escludere la possibilità di applicarvene altre di produzione esterna grazie al codolo pdf di tipo standard.

 

- CURIOSITA’

 

Non tutti sanno che in realtà la macchina viene in origine prodotta dalla Pasbo, azienda di Carmiano (LECCE) gestita dall'Ing.Colussa e dal Dr.Passera. Anche qui non ho dati certi, visto che di quest'azienda non se ne sa praticamente nulla. Tutt'oggi esiste una Pasbo a Carmiano, ma produce solo ed esclusivamente motozappe e quindi escludo si tratti della stessa azienda.

Può darsi che, all'epoca, Ferrari abbia deciso di inglobare la Pasbo nella propria sfera aziendale o, più semplicemente, si trattò di un accordo commerciale che le garantiva di piazzare più macchine nel Sud Italia.

Tuttavia la Ferrari fece largo uso della scatola cambio prodotta dalla Pasbo, tanto che venne in seguito montata anche sui trattori isodiametrici modello 75 - 76 - 85 e anche 86.

Va precisato però che, almeno per quanto riguarda il 74, dopo una prima versione completamente Pasbo seguirono delle modifiche di produzione Ferrari (come ad esempio il differenziale, il gruppo frizione con spingi disco di produzione Ferrari, il selettore marce e riduttore a leva unificata) il che fa pensare più a un assorbimento del gruppo che a una joint - venture.

In ogni caso il gruppo scatola cambio-fresa in oggetto è particolarmente robusto e necessariamente sovradimensionato, in ragione delle diverse motorizzazioni (e quindi potenze) che si potevano montare. Tale sovradimensionamento può comunque considerarsi prassi per tutti i costruttori di questa tipologia di macchine in quegli anni.

Negli anni di produzione della Serie 70, la Ferrari ebbe una consociata in Francia con la Gutbrod –Motostandard, alla quale fornì l’intera gamma (71 – 72 e 72 Super – 74) per essere appunto commercializzata in territorio francese.

Ricapitolando, la macchina era disponibile in 4 vesti: Pasbo (modello MTC75), Ferrari (modello 74), Gutbrod – Motostandard (modelli U180 e U210) e infine anche in veste Valpadana.

 

 

Gamma Gutbrod- Motostandard:

t124464_motost17.jpg

 

 

Esemplare marchiato Valpadana:

t124466_valpadana-18hp-a-1600-euro.bmp.jpg

 

 

- IL MIO ESEMPLARE

 

Il mio 74 l’ho acquistato qualche giorno dopo lo scorso ferragosto a Forli (Cesena).

Dopo averlo portato a casa, ho iniziato a ispezionarlo con un po’ di calma per procedere con la manutenzione che, stando a quanto ho potuto constatare, non veniva effettuata da un bel po’.

 

 

t124469_19082011048.jpg

 

 

Va comunque precisato che la macchina è sempre stata rimessata al coperto (cosa fra l’altro confermata dall’ottimo stato della vernice, considerata l’età), il che è già un’ottima base di partenza.

 

Gli interventi principali che ho effettuato (in gran parte da me, nel fine settimana) si possono sintetizzare in:

- Pulizia generale della macchina e ispezione perdite

- Pulizia filtro dell’aria con benzina

- Eliminazione perdite gasolio dal serbatoio (dado filtro poco serrato)

- Eliminazione perdita olio dalla scatola cambio (anche qui, dado poco serrato)

- Sostituzione olio motore e olio coppa filtro aria, con del nuovo Ambra SuperGold 15w40

- Sostituzione completa cuscinetti e paraoli fresa + cuscinetto albero p.d.f.

- Ispezione generale al cambio (tutto ok) e sostituzione completa olio cambio e fresa con del nuovo Ambra Hypoide 80w90

 

Questi i principali, più una serie di interventi secondari (sostituzione manettino acceleratore, fascette sui fili ecc..). Per completare l’opera, manca il filtro gasolio, che sostituirò appena me lo sarò procurato. Infine, dopo essermi procurato un paio di cerchi originali da 16 a carreggiata variabile (acquistati presso un demolitore) li ho fatti restaurare dal mio carrozziere e ho comprato un bel paio di Firestone nuove fiammanti.

Per quanto riguarda l’olio, mi sono affidato a Ambra, in quanto le caratteristiche di questi oli soddisfano le richieste della macchina (forse fin troppo, ma con la lubrificazione non si scherza).

 

 

Ecco come si presenta la macchina dopo un bel tagliando completo:

 

 

t124472_immagine-001.jpg

 

 

t124473_immagine-030.jpg

 

 

t124474_immagine-041.jpg

 

 

t124475_immagine-037b.jpg

 

 

La macchina funziona alla grande, anche se verrà impiegato a fondo questa primavera, quando avrò sistemato un pezzetto di terra dove poterlo usare.

Tornando all'Lda 100 è un gran bel motore, dal peso di 100Kg a secco. Nel mio caso è dotato di pompa di iniezione CIPA e devo dire che il suo lavoro lo fa alla grande. Accelerando bruscamente sale immediatamente di giri senza fare un filo di fumo e, anche a motore freddo dopo alcune settimane di fermo non fuma.

L’avviamento è molto efficace: in inverno si avvia al primo colpo utilizzando il supplemento, mentre in estate parte anche senza questo.

 

Insomma, nel mio piccolo io sono più che soddisfatto!O0 . Qualcuno di voi possiede e utilizza tutt’ora una macchina simile??.

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...
  • Replies 50
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Serie 70 mod. 74 motorizzato con Lombardini Lda100

Posted Images

  • 3 weeks later...

Ciao sono nuovo del forum,

quest'estate ho acuistato un 72 super del 1980 versione motoagricola con motore lombardini tipo 720 da 666cc (motore diabolico...) Contrariamente ad altri motocoltivatori il volante e il sellino sono montati sopra al motocoltivatore e non sul carro e inoltre manca anche la presa di forza per la fresa...

Magari metto una foto più avanti...

Link to post
Share on other sites
... Contrariamente ad altri motocoltivatori il volante e il sellino sono montati sopra al motocoltivatore e non sul carro e inoltre manca anche la presa di forza per la fresa...

Magari metto una foto più avanti...

 

 

Foto foto foto per favore, forse è proprio il motocoltivatore di cui mi hanno parlato e che non riesco a vedere da nessuna parte....

Link to post
Share on other sites
Ciao sono nuovo del forum,

quest'estate ho acuistato un 72 super del 1980 versione motoagricola con motore lombardini tipo 720 da 666cc (motore diabolico...) Contrariamente ad altri motocoltivatori il volante e il sellino sono montati sopra al motocoltivatore e non sul carro e inoltre manca anche la presa di forza per la fresa...

Magari metto una foto più avanti...

 

Ciao Franz!

 

Il tuo nuovo acquisto è la vera e propria versione moto-agricola del 72, e non la versione motocoltivatore al quale, in seguito, poteva essere applicato un rimorchio trazionato che lo trasformava in moto-agricola. Per intenderci, questa versione usciva così dalla catena di montaggio.

 

Questo spiega la diversa distribuzione del posto di guida rispetto al motocoltivatore. Per quanto riguarda la pdf, a tale macchina non può essere applicata una fresa.

Tuttavia il costruttore prevedeva l'installazione a richiesta di una pdf laterale, la quale serviva per azionare eventuali attrezzi applicati sul cassone (es. spandi letame, carica fieno ecc..).

 

In ogni caso, bell'attrezzo! Per quali lavori lo usi prevalentemente?

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

Ciao,

praticamente lo uso per i piccoli trasporti per i quali non ha senso utilizzare il trattore con rimorchio, a volte ci si mette più tempo a sganciare l'attrezzatura dall'attacco a 3 punti ed attaccare il carro che a fare il lavoro vero e proprio...

comunque lo utilizzo quasi quotidianamente.

La presa di forza manca del tutto, dove dovrebbe uscire, cioè sotto la pdp sincro c'è un tappo e manca anche la leva che la comanda. Inoltre non c'è nemmeno il blocco differenziale anteriore (che invece c'è nel motocoltivatore).

Il differenziale anteriore l'ho dovuto smontare poichè con le ridotte avanzava a scatti... Ho perciò sostituito "l'albero trasversale" cioè quello che dalla coppia conica che fa da riduzione ingrana col differenziale perchè aveva un dente rotto (il precedente proprietario forse ha provato ad avviarlo scendendo una dicesa e mollando la frizione di colpo). Il tutto è stato abbastanza semplice e con poca spesa.

Credo si possa montare la presa di forza prendendo gli ingranaggi di ricambio del 72 motocoltivatore... mi farebbe comodo

Ma sul serio esisteva lo spargiletame e l'autocaricante da montare al posto del pianale?

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Buonasera a tutti.

Sono fresco di registrazione per cui è la prima volta che scrivo ad un forum.

Possiedo anche io un Ferrari penso sia una serie 74 come quello delle foto.

Lo utilizzo principalmente per fresare l'orto visto la potenza non indifferente.

Forse la manovrabilità lascia un pò a desiderare a parer mio specialmente per quanto riguarda la frizione (di una durezza esagerata).

Ultimamente però mi è capitato un guaio:

mi si è rotto il perno che si infila nel cambio per innestare le marce.

Sapete per caso come e dove sia possibile reperire un simile ricambio?

Grazie per l'attenzione.

Link to post
Share on other sites

Ciao, potresti provare a mandare una mail alla bcs, magari ti possono dire se il pezzo è ancora disponibile e indirizzarti al centro ricambi più vicino... Oppure potresti vedere se è possibile risaldare...

Avrei anche una domanda da porvi:

Nel mio 72 è montato un lombardini tipo 720, nel libretto di circolazione viene indicata una potenza di 13,25kw, cioè 18cv. Nel manuale che ho scaricato dal sito lombardini invece viene dato per 15cv. Vuol dire che quella montata sul motocoltivatore è una versione speciale del motore?

Link to post
Share on other sites
Buonasera a tutti.

Sono fresco di registrazione per cui è la prima volta che scrivo ad un forum.

Possiedo anche io un Ferrari penso sia una serie 74 come quello delle foto.

Lo utilizzo principalmente per fresare l'orto visto la potenza non indifferente.

Forse la manovrabilità lascia un pò a desiderare a parer mio specialmente per quanto riguarda la frizione (di una durezza esagerata).

Ultimamente però mi è capitato un guaio:

mi si è rotto il perno che si infila nel cambio per innestare le marce.

Sapete per caso come e dove sia possibile reperire un simile ricambio?

Grazie per l'attenzione.

 

Ma che piacere conoscere un altro utilizzatore di questa macchina!:).

 

Allora, da quello che mi sembra di capire ti si è spezzato il selettore (ammazza.. ma come hai fatto? sarà quasi 1 cm di diametro!). In ogni caso niente panico, possiedo il catalogo parti di ricambio e tale selettore è disponibile come codice ricambio. Il tutto sta a contattare la Ferrari (o meglio un concessionario Ferrari, il quale provvederà poi a contattare la casa madre) e informarsi circa la disponibilità o meno del ricambio.

 

Mi sembra strano che la frizione sia dura. Pensa che, come già scritto nella presentazione, tale motocoltivatore è equipaggiato con una frizione con molla a tazza, la quale consente di ottenere un comando più morbido rispetto a una frizione tradizionale (come veniva montata sulla precedente serie Mc). Di conseguenza, è probabile che tu debba provvedere a regolare la corsa della leva, ripristinando il gioco iniziale.

 

Per il resto come ti trovi? Lo utilizzi molto? Mai avuto altri problemi? Lo avevi acquistato nuovo al tempo?

 

 

P.S. Contattami in privato: se mi fornisci cortesemente un tuo indirizzo e-mail ti mando il catalogo pezzi di ricambio, con il quale puoi richiedere ciò che ti serve, e anche il catalogo uso e manutenzione, visto che leggerlo non fa mai male!.

 

In compenso posta almeno una foto, è un ordine:asd:.

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

Ciao, intanto un grazie per il benvenuto.

Parto dal'ultima cosa; la foto.

La inserirò senz'altro non appena riesco a smanettare un pò di più e a capirci altrettanto.

Per la mail in privato;

anche qui non appena avrò capito come si fa ad inserirla te la invio.

Riguardo alla macchina;

l'ho comperata usata circa 10 anni fa se non ricordo male,a dire la verità non era trattata molto bene in fatto di manutenzione (il proprietario era una persona anziana che non riusciva più a metterla in moto causa la compressione a dir poco spaccapolsi)

lo utilizzo prettamente nel periodo della varie semine e comunque non mi ha mai dato problemi senonchè come ti dicevo per la durezza della frizione.E si che ai tempi gli cambiai disco,spingidisco e piatto con uno tipo motociclistico a detta della persona che mi vendette il tutto e a suo dire avrei dovuto trarre beneficio; non è stato così comunque sono contento della belva.

Riguardo alla rottura ti dirò che mi e suonato strano anche a me visto la dimensione del selettore a meno che non sia stato difettoso e con il tempo .....

Ho gia contattato la Ferrari ma bontà loro non si sono neanche degnati di rispondere alla mail, forse dovrò riscrivere e riscrivere fintanto che non si stufino...ma!

Ho già pensato di farlo saldare ma temo che il materiale con cui è fatto non sia compatibile con la saldatura a filo, ti farò sapere gli sviluppi non appena avrò buone nuovo.

Riguardo a regolare la frizione;

secondo me dovrei essere a posto infatti ha un minimo di gioco e poi stacca, ma sempre dovendo tirare la leva con forza per poter partire o fermarsi (a lungo andare è logorante per gli avambracci) comunque se hai qualche dritta in più è sempre bene accetta.

 

Un grosso saluto.

Link to post
Share on other sites

E si che ai tempi gli cambiai disco,spingidisco e piatto con uno tipo motociclistico a detta della persona che mi vendette il tutto e a suo dire avrei dovuto trarre beneficio

 

Quindi in pratica sul mezzo è stata montata una frizione non originale, così come per lo spingidisco.

Al di là del fatto che, in caso di sostituzione di eventuali pezzi, bisognerebbe utilizzare SOLO ricambi originali, il problema della frizione dura è molto probabile che possa dipendere dal fatto che lo spingidisco non è l'originale. Fra l'altro, è probabile, data l'età del mezzo, che la cuffia para-polvere che sta sopra lo sportello che da sulla frizione sia andata in pezzi, e quindi la polvere e lo sporco che entrano fanno si che lo spingidisco non lavori più correttamente.

Un'accurata revisione del mezzo sarebbe necessaria:leggi:

 

Dico questo pensando al mio esemplare che, ancora dotato di frizione originale, non manifesta tale tipo di problema.

 

il tuo esemplare che tipo di motore monta? Lo utilizzi anche con le ruote a gabbia?

 

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

ciao same :)

 

anzitutto grazie per i vari manuali che mi hai mandato. Utili.

per la frizione ti dirò, poi vedrai quando ti posto la foto, la cuffia parapolvere è in buono stato; se non ricordo male, è passato un pò di tempo, quando cambiai la frizione i ricambi erano nella scatola sigillata, poi magari all'interno non erano originali.

guardando l'esploso dei ricambi la frizione che ho montato è quella, sorella di quella che ho smontato, con il codice 81.9136.000 e non quella con il codice 81.9137.010.

purtroppo allora non avendo nessun manuale non ho potuto confrontare i pezzi con la matricola della macchina.

ha un motore lombardini LDA100( come già detto compressione spaccapolsi).

uso le sole ruote gommate; raramente le zavorro con le piastre.

volevo chiederti come sei riuscito ad avere i manuali??? solo per curiosità.

se riesco in settimana carico le foto e vado a vedere per la saldatura.

 

grazie ancora di tutto buona serata.

Link to post
Share on other sites

Ciao, controlla cordino e guaina che non facciano pieghe strane e siano ben oliati, il leveraggio interno che sia libero e non ossidato, anche il millerighe dove scorre il disco a volte può ossidare e fare indurire la frizione. Ma avevi detto che avevi sostituito la frizione con una di tipo motociclistico? forse intendevi la leva sul manubrio?

Tornando al mio 72, a parte le modifiche per il posto guida e pdf, le altre caratteristiche sono identiche a quelle del motocoltivatore normale?

Link to post
Share on other sites

volevo chiederti come sei riuscito ad avere i manuali??? solo per curiosità.

 

Molto semplice: ho mandato una di richiesta mail a un rivenditore Bcs-Ferrari di zona, fornendo modello e n° di matricola della mia macchina, e in una settimana mi hanno mandato il tutto.

 

In seguito all'arrivo del manuale parti di ricambio, ho provveduto a ordinare una serie di ricambi originali di cui necessitavo (ad esempio, la cuffia di protezione in gomma sullo sportello frizione, set guarnizioni di ricambio per tutta la macchina), e dopo avermi indicato quali erano disponibili o meno, il concessionario li ha ordinati e me li ha spediti a casa con il corriere.

 

Lo stesso rivenditore mi diceva che sono stato fortunato a trovare i pezzi di ricambio, perchè ormai non c'è più niente alla Ferrari.

Per sicurezza poi, ho provveduto ad acquistare anche un set completo di ricambio di tutte le guarnizioni del motore, non si sa maiO0.

 

In ogni caso non scoraggiarti: chiedi del ricambio che magari è disponibile, oppure te ne danno uno compatibile (es. il selettore del mod. 94).

 

vai di foto e tienici aggiornati! :)

 

 

Per Franz:

 

praticamente si, la macchina è la medesima, anche se generalmente il 72 montava motori più piccoli nella maggioranza dei casi. Diciamo che come motocoltivatore, il 72 più comune è il 14 hp con Lda 510 (se diesel).

 

 

Saluti.

Link to post
Share on other sites

Mi sembrava che fosse più veloce del motocoltivatore, ma forse è dato dal fatto che monta ruote da 15... Ho controllato il fissaggio del pianale ed effettivamente si può togliere facilmente.. ma mi sembra piccola però come motoagricola per montare spandiletame, autocaricante, ecc...

Volendo il carrello si può staccare, c'è da lavorare un pò però, inoltre bisogna acqistare le stegole, la pdp e tutti gli ingranaggi interni, ecc... mi sa che il gioco non vale la candela. Anche se, con 18 cv si potrebbe mettere un bel turboneve x l'inverno.....

Link to post
Share on other sites

ciao same, ti scrivo per disrti come penso di risolvere la situazione; dato che non risponde nessuno della ferrari, ho contattato un tornitore della mia zona, e, alla fine me lo faccio fare ex novo da lui; mi sorge una domanda però, il pezzo che ho rotto e di conseguenza smontato ha la parte alta, quella che va verso l'asta del cambio, leggermente piegata verso l'operatore; ti chiedo anche nel tuo modello è storta, oppure è un difetto del mio????

 

per quanto riguarda la foto, purtroppo non ho ancora avuto modo di farla, mi piacerebbe farla non appena lo sistemo cosi lo vedi bello pulito....:clapclap:

 

grazie

 

salutoni

Link to post
Share on other sites
ciao same, ti scrivo per disrti come penso di risolvere la situazione; dato che non risponde nessuno della ferrari, ho contattato un tornitore della mia zona, e, alla fine me lo faccio fare ex novo da lui; mi sorge una domanda però, il pezzo che ho rotto e di conseguenza smontato ha la parte alta, quella che va verso l'asta del cambio, leggermente piegata verso l'operatore; ti chiedo anche nel tuo modello è storta, oppure è un difetto del mio????

 

Il selettore è così di fabbrica, anche nel mio esemplare è fatto così. Comunque mi sembra strano che non ti rispondano..:cheazz: vabbè. Tienici aggiornati sugli sviluppi!

 

per quanto riguarda la foto, purtroppo non ho ancora avuto modo di farla, mi piacerebbe farla non appena lo sistemo cosi lo vedi bello pulito....:clapclap:

 

Ci contoO0.

 

X Franz,

 

La tua motoagricola è sensibilmente più veloce rispetto alla versione motocoltivatore perchè monta ruote da 15, mentre il 72 mtc generalmente montava ruote da 12, (le 15 erano optional).

 

Per il discorso trasformazione in mtc secondo me non è possibile sul tuo modello, perchè il tuo modello nasce di base come motoagricola fissa (o per meglio dire, è concepito per essere solo una motoagricola).

Viceversa, il mtc poteva essere trasformato in motoagricola, ma necessitava obbligatoriamente la rimozione delle stegole e del gruppo fresa se si montava un rimorchio trazionato, in quanto questo presenta un proprio volante di comando. Altrimenti per un rimorchio non trazionato si tenevano montate le stegole e anche il gruppo fresa.

 

Saluti.

Edited by Same Rubin 200
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Ciao a tutti,

 

ieri finalmente dopo 6 mesi dall'acquisto ho utilizzato il Ferrari:clapclap:.

Mattinata iniziata con un breve test in un piccolo (anche troppo) orto per verificarne il regolare funzionamento: tutto ok. Fresando sembra quasi che lavori a vuoto,non fa la minima fatica e la qualità finale del lavoro è ottima.

 

Fatto ciò, nel pomeriggio mi sono spostato nell'orto di un mio amico. Stavolta si lavora sul serio: 250 mq circa di orto in due lotti, nei quali bisogna interrare una decina di cm di letame misto calce spenta cosparsi su tutta la superficie.

 

Inizio con la pdf a 550 e la 1° ridotta, ma così facendo non si ottiene un buon sminuzzamento del letame (in quanto sia il motocoltivatore che la fresa avanzano troppo piano) e infatti questo tende ad ammucchiarsi sotto al cambio costringendomi di tanto in tanto ad arrestare il motocoltivatore che, come fosse un carrarmato, incurante del mucchio che avanza procede diritto per la sua strada trascinandosi dietro tutto il letame:2funny:.

Da qui l'illuminazione di utilizzare la pdf a 800 e la 2° ridotta, cosa che risolve completamente il problema: la fresa affonda meno e si lavora decisamente meglio.

 

Mi ha impressionato la capacità di trazione in questa fase: procedendo con le ruote completamente ricoperte da uno spesso strato di letame, calce e paglia, non ha mai accennato a slittare o piantarsi, nemmeno con il differenziale sbloccato. In quest'ultimo caso però risulta un po difficile andare dritti sul terreno, e si è costretti ad agire continuamente sulle stegole per "raddrizzare".

Utilizzando il bloccaggio invece lui va bello dritto, come fosse sui binari, e di conseguenza si fa anche meno fatica.

 

Sminuzzato il tutto si passa alla fresatura definitiva: pdf 550, 1° ridotta e giù a 25 cm di profondità, ottenendo un ottimo lavoro (molto meglio della fresa Maletti da 140 cm che mio zio attacca all'Argon, che non affonda e salta sempre:cheazz:). Anche in questo caso trazione ottimale (il 74 avanza da solo, non si spinge) e gran stabilità (non sobbalza per nulla, merito dei oltre 400 kg di peso).

 

A livello di motore nulla da dire: cala qualche giro quando si affonda al minimo ma poi ha una gran schiena : lavora tranquillamente a metà acceleratore ma accidenti se sbevazza:asd:: in un paio d'ore quasi metà serbatoio (ovvero circa 3,5 litri di gasolio).

 

La fresa da 85 cm di lavoro regala una buona produttività, peccato solo che quando dovevo rifinire il secondo lotto abbia iniziato a piovere costringendomi ad abbandonare il lavoro.

 

In ogni caso sono soddisfatto e ho confermato la mia teoria: un motocoltivatore di grosse dimensioni, utilizzato nelle medesime condizioni di uno medio-piccolo, non soltanto lavora meglio ma è anche più sicuro e meno affaticante da utilizzare.

 

P.s. Fiat 446, lo hai aggiustato il tuo???

 

 

t144871_01.jpg t144872_02.jpg

 

 

SalutiO0.

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

ciao a tutti,

ho da poco acquistato una motoagricola ferrari 74 e non trovando moltissime informazioni del mezzo in rete, questo forum e' stata per me come la manna dal cielo, inquanto e' gia' da un pezzo che cerco di poter usare il cardano supplementare del mezzo con una pompa idraulica che dovra' andare ad alimentare il pistone di un argano che mi sto' autocostruendo... lo spazio per applicare la pompa e' veramente poco quindi pensare ad un moltiplicatore penso sia ottimistico... siccome le flangiaturee standard delle pompe non corrispondono ai due dadi che mi permetterebbero di attacare la pompa, mi chiedevo se ne esiste una ad oc per questa macchina.

scusandomi per la fluenza e la chiarezza del quesito saluto tutti e ringrazio anticipatamente.... (sono di frettissima scusate ancora)!!

Link to post
Share on other sites
Ciao, per azionare la pompa puoi utilizzare un cardano e fissare la pompa al telaio del carrello oppure collegarla con una cinghia alla puleggia anteriore del motore...

 

credo di aver visto, chissa' quando e chissa' dove, un trattorino che ne montava una direttamente sul cardano, in presa diretta e agganciata direttamente al corpo macchina, come se la pompa ,al posto di uscire con il classico perno chiavettato ,avesse la sede femmina per il cardano

stesso; quella che "credo di aver visto non aveva moltiplicatore era una piccola pompa a forma di campana con i 2 tubi entrata e uscita, si vedeva palesemente dalla forma che era di vecchia fattura, pensavo cosi' che ne esistessero dei modelli fatti apposta... questa soluzione mi permetterebbe di far correre i tubi e non un ulteriore albero che corre sotto il telaio della macchina a rischio di urti ecc. ecc. mentre per la soluzione anteriormente avrei la pompa sempre in movimento e in caso di ko della batteria non potrei piu' mettere im moto a strappo (poco male entrambi gli inconvenienti ma se riuscissi ad utilizzare il cardano ovvierei anche questi)

in alternativa posseggo una pompe 12 V di un sollevatore che andrebbe bene per il mio utilizzo ma non vorrei rischiare di rovinare la batteria e avendo libero il cardano sarebbe piu' sensato riuscire ad usare quello...

 

grazie mille dell' interessamento e del consiglio che terro' cmq in considerazione

Link to post
Share on other sites
  • 1 year later...

Salve a tutti sono nuovo..

mi chiamo Massimo, ho acquistato da poco un ferrari 74 dopo aver venduto i miei due gioielli goldoni, un export 16 ed un super special 140 sempre goldoni, ora volevo sintetizzare il mio lavoro con un unica macchina ed avendo sentito parlare bene di ferrari ho deciso di prendermi questo 74 dichiarato in buone condizioni, oltretutto ho fatto circa 1000 km per ritirarlo, dopo averlo portato a casa inizio un controllo più selettivo e mi rendo conto che la fresa è completamente sballata, cosi decido di sostituire i cuscinetti albero e pignone, ma aprendo scopro che sia il pignone e la corona sono completamnte esausti, e mi reco da un rivenditore di zona scoprendo che per sostituire corona pignone ed asse spendo circa 800 , cosa devo fare? riprendermi un goldoni? qualcuno sa darmi indicazioni in merito su questa macchina e cosa mi conviene fare? devo ancora piantare le patate e sono in dietro con i tempi...Grazie a tutti

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...