Jump to content
Johndin

Trince da vigneto e frutteto

Recommended Posts

Ragazzi ma vi pare che dopo 200 ore di onesto levoro devo già sostituire le cinghie della trincia???:tickedoff::tickedoff:

 

Va beh si erano allentate e dovevano essere tesate, ma mi sembrano poche le ore di lavoro.

Forse che gli ho fatto fare qualche lavoro troppo gravoso? Quasi sicuramente è così ma pensavo che qualche slittamento fosse sopportabile dalla macchina.

A voi è capitato???

 

La mia è una Agricom175eurospecial serie pesante (per fortuna) ovviamente subitissimo il vicino mi ha fatto notare che se comeperavo una Berti...... :nonno::nonno:

 

Voi che esperienze avete avuto????:insonnia::insonnia:

Share this post


Link to post
Share on other sites

200 ore sono poche, magari se te tensionavi bene non succedeva nulla.

se hai trinciato potature grosse magari hanno fatti slittare le cinghie e a lungo andare le hanno rovnate.

a me è successo con il trincia spedo dopo grossi slittamenti mi si girassero nelle gole, al berti invece niente problemi......sotto quell'aspetto perlomeno

Share this post


Link to post
Share on other sites

200 ore sono poche, mi dispiace ma mi sa che la colpa non è dell'agricom ma di uno che conosco:fiufiu: e che mi sembra vada con aria condizionata e radio a palla.:tickedoff:

 

Una bella impolverata ogni tanto no èh? :nonno:

Per questa mancanza ti rimanderemo da dove sei venuto:frusta::asd:

 

Scherzi a parte mi sa proprio che dovevi tirarle di più e non solo devi fare attenzione a tirarle pare altrimenti da una parte tirrano di più e dall'altra meno, con il risultato che una o due sono maciullate e le altre sembrano nuove, però poi dopo al momento di cambiarle le devi cambiare sempre tutte e 4, quindi spendi ed in più quelle ancora buone le devi buttare, con doppio rodimento.

Edited by MCT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi tritare e non tritare la macchina così devono essere le trince.....e le cinghie tutto bene????

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se vuoi tritare e non tritare la macchina così devono essere le trince.....e le cinghie tutto bene????

 

a quella da 1.60 le ho sostituite, ma puù che normale manutenzione è stata totale incuria dei vecchi utilizzatori. quella da 1.40 invece no problem.

Son certo che se le avessero tirate dopo 5 o 6 anni di utilizzo non sarebbe successo nulla (la macchina ha una decina di anni).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece ho queste due trincia; la Rinieri (rossa) larga 125cm a mazze, comprata nuova e che attacco alla fiat 27c, e la Peruzzo (verde) larga 160cm a coltelli, comprata usata, che uso col landini 6000 cl; all'ultima gli faccio fare i lavori più gravosi (trinciatura di rovi e spini ecc, ecc...:asd:) Ma mi sono sempre trovato bene con tutte e due O0 Però la Rinieri sembra molto più robusta in senso di materiali:clapclap::)

i3382_trinciaperuzzo160cm.jpg

i3383_trinciaRinieri125cm.jpg

P.S. Nella mia peruzzo non ci sono le rotelline davanti... Il vecchio proprietario le aveva cavate forse perchè altrimenti stava troppo distante da terra... boh?

Edited by FIAT 27C DIESEL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,volevo chiedere se qualcuno ha qualche esperienza con trincia-caricatrice ed eventualmente marca e modello di questo attrezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intendi le macchine col cassone per il recupero vero? Ho visto diverse macchine alle fiere ma qui in giro nessuno l'ha.

 

Avevo visto la Peruzo col cassone ribaltabile e anche la Berti, poi la Nobili quella che carica il saccone che non è male come idea, almeno quando il saccone è pieno lo lasci li e vai vanti col lavoro senza il rischio di dover fare dei giri a vuoto per andare a scaricare, certo servono due macchine e non so l'economia del lavoro se lo permette.

Share this post


Link to post
Share on other sites
io possiedo 2 becchio e mandrile (da 1.40 e 1.60). belle macchine lavorano bene, robustissime (unico neo il peso, entrambe sopra i 4.5 q.li).

 

medium.jpg

 

Modello MEDIUM

 

e come quiella che ho io , ma ho lo spastamento alterale a parallelogramma..

 

non so quante ore , forse piu di 1000, e gliene ho fatte passare tra salmenti stocchi e residui delle bobinie , gerbidi..

 

JohnDin, non e' che ti ahnno montato delle cinghie falalte , o hai delle pulegge con poche gole?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Intendi le macchine col cassone per il recupero vero? Ho visto diverse macchine alle fiere ma qui in giro nessuno l'ha.

 

Avevo visto la Peruzo col cassone ribaltabile e anche la Berti, poi la Nobili quella che carica il saccone che non è male come idea, almeno quando il saccone è pieno lo lasci li e vai vanti col lavoro senza il rischio di dover fare dei giri a vuoto per andare a scaricare, certo servono due macchine e non so l'economia del lavoro se lo permette.

 

C è qualcosa anche della tortella e della perugini col cassone.In effetti la nobili è superiore(ha ricevuto anche un premio come innovazione tecnica) però ha di contro il peso elevato in quanto il modulo di raccolta è applicato su una trincia che loro già producevano ed è in grado di riempire un saccone oppure un bind e di poggiarlo direttamente su un rimorchio.Per quanto riguarda il problema economico il materiale raccolto è ok per la caldaia quindi non si pone anzi mi farebbe risparmiare legna e gasolio.é da valutare solo il costo iniziale(5-6000€ di sicuro)e la bontà del lavoro svolto.Di vederla non se ne parla di provarla peggio ancora,in zona non ce n è nemmeno l ombra...

Edited by Filippo B
sistemata quota

Share this post


Link to post
Share on other sites

salve ragazòli ,nella mia carriera da colono ho avuto un nobili con coltelli, la faceva fine fine ma con la legna grossa era un disastro aveva il cofano tutte gobbe come il cammello, grande lavoro per il fabbro! Poi ho provato Agrimaster con le mazze ma anche qui il cofano era deboluccio, ma la legna grossa la tritava già meglio! Poi ho fatto il salto:: agrimaster reversibile con le mazze (modello shuttle 200 cm.) con l'altezza del cofano maggiore rispetto al precedente .Risultato:: macina anche il creatore, il cofano non si è più ingobbito, ma però la "tritatura" rimane più grossolana !! Come mai? Sarà per lo spazio maggiore esistente tra le mazze e il cofano? come si può chiamare questo spazio, da mè dicono che ha più "cassa" !! salutoni da :martini:AZ

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Martinaz guarda io ho una SEPPI e una Agrimaster larga 2,25 come dici tu da legna è imbattibile ma da erba è un disastro prima avevo i coltelli e trinciava male poi ho messo su le mazze e non cambia niente. La Seppi invece da erba sembra i rasaerba quelli da giardino è precisa e tira su anche l'erba che pesti con la ruota. Comunque in fiera ho trattato la calderoni quella doppia mi piacerebbe per restringere i tempi qualcuno la usa o sa come va? Inoltre ho visto anche delle trincia con la botte da diserbo su. Anche qui qualcuno le ha provate? Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:n2mu:la seppi ha la possibilità di lavorare con gli utensili più vicini al terreno?? dico questo perchè la mia prima agrimaster aveva le slitte registrabili , si poteva abbassare , terreno perfettamente piano permettendo. ---Salute

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ma anche la mia agrimaster ha le slitte è un modello K 2250.Per non parlare dello spostamento che non si sposta. Io ho visto lavorare la BERTI e devo dire che è una trincia che lavora bene ed è anche veloce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo alla Berti ho sentito dire che è una trincia fantastica, ma che ha di speciale??:cheazz:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnicamente non lo so ma vedendola lavorare le impressioni sono poco tiro, velocità e precisione di lavoro. Con la mia vado sui 5 kmh ma dove schiaccio l'erba con le ruote lì non riesce a tagliare bene il giorno dopo già ci sono i ciuffi. C'è da dire che fin'ora non ho avuto rotture se non i cuscinetti del rullo che a differenze per dire della BERTI costano una fischiata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi a casa abbiamo una SICMA TRX 185 con spostamento idraulico, siamo molto contenti del mezzo in quanto in 5 anni non ha mai avuto grossi problemi, una volta si è rotto il lamierino che blocca la ruota libera, ma mio padre se lè rifatto da solo con un pezzo di ferro di una spatola di quelle che si usano per raspare i muri o per togliere la calce dai pavimenti, in quanto il ricambio arrivava con ritardo, o meglio a noi sarebbe servito con molto anticipo e un'altra volta si è leggermente storta la staffa che collega il rullo posteriore al cofano sul lato dx, ma quella è colpa nostra che per cercare di accostare il più possibile alle piante o sui bordi campo ogni tanto gli facevamo prendere delle botte con sassi o tronchi proprio in quel punto, comunque risistemata e rinforzata con un triangolino di ferro non s'è più mossa nonostante ogni tanto qualche bella sberla di lato la prende.

Altra cosa che mi piace molto di tale mezzo è il coperchio posteriore che ritengo obbligatorio su qualsiasi trincia ed il tipo di mazzette montate ne troppo pesanti dal profilo tagliente, buone per tutti gli usi e quando serve un'affilata con la smerigliatrice e via.

Edited by MCT

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Berti che cos'ha??? Più ferro addosso, miglior sistema di trinciatura (nel senso di connubbio rotore utensili cofano).

 

Qua da noi tutti quelli che hanno tanti vigneti ne hanno una e rispetto alla mia agricon tagliano la legna molto meglio (anche a velocità superiori a quella che devo tenere io per fare un lavoro umano non super come quello della Bert:AAAAH::AAAAH:).

 

In più con la ruota interfilare col tastatore fa impressione a qualsiasi velocità va una bomba.

Share this post


Link to post
Share on other sites

t9920_605trincia3.jpg

 

 

ecco la mia trincia della MASCHIO di 2 metri a mazze spostabile e ha me personalmente va beneO0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma guarda io dffico di quelli che non sono costruttori di una attrezzatura e la commerciano prodotta da altri e pitturata nel ral aziendale con relativi adesivi.

 

Se devi prendere una macchina nuova la cosa più importante per una trincia è il peso, poi decidi gli utensili in base al lavoro che devi fare ovvero se tagli erba e basta i coltelli vanni benone, se invece triti anche la legna allora ci vogliono le mazze secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo chiesto se qualcuno aveva esperienza della CALDERONI doppia e di quelle trincia che hanno l'impianto da diserbo su. Nessuno le ha provate? Altro quesito. Ho trovato un disco da 80 cm da applicare alla mia agrimaster da 2,25, per aumentare la larghezza di lavoro, non mi interessa l'interfila. CHIEDO c'è la fa il disco a tagliare bene come la trincia oppure se c'è l'erba alta essendo idraulico si intasa o taglia male? Qualcuno di voi ha esperienza in merito? Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi per tagliare l'erba nei frutteti usiamo il tosaerba.... adesso stiamo cercando le lame nuove e cosi come sono quelle del nostro tosaerba non le fanno più!!

stiamo andando ovunque e sembra che qualcuno le abbia...oppure da lame normali facciamo fare i buchi che corrispondono alle lame che abbiamo..

 

Dell'attrezzo non posso lametarmi...è un po' vecchiotto ma va ancora bene perciò per adesso non abbiamo intenzione di cambiarlo.

Visto che ha le lame col trattore si può andare veloci e la taglia bene....di solito col cingolato , sia landini che NH in 4 lenta o prima veloce dove ce n'è poca oppure anche la terza lenta dove ce n'è abbastanza..

Dove c'è l'erba molto alta non è consigliato perchè non è un trincia...ma la tosa solo e la trita un po...

In tutto è largo 2.20 , con la ruota verso l'esterno ( 4 lame ) , senza ruota ( come da foto , cioè con 3 lame ) è 180 cm.

 

La ruota nella foto non c'è perchè st'estate si è rotta .. la ruota va molto bene tra una pianta e l'altra...l'interfila , così lo spedo si ingolfa meno con l'erba.... ma il brutto è che si rovina un po' se prende contro la terra...e infatti quest'anno si è rotto il cuscinetto e non girava più la cinghia.

 

Se utlizzato con cura dura molto , in certi campi dove ci sono le ruotate del trattore fonde....rischia di prendere sotto anche la lama centrale e fa un gran rumore e si può rischiare di rovinarla... però il prblema si risolve se ad esempio noi che usiamo sia il 3 punto idraulico sia il laterale destro idraulico...basta una toccata di leva che il tosaerba viene su un po' e non tocca più.

 

Appena lo utilizziamo farò qualche foto con la ruota montana.

t10899_IMG3505.jpg

 

Saluti.

 

:)

Edited by nh72-85

Share this post


Link to post
Share on other sites

Perchè avevo trovato un trincia nuovo dell'alpego, largo 150 cm a mazze, con spostamento idraulico, a 1600 euro... avevo intenzione di prenderlo al posto del mio peruzzo stravecchio a coltelli che ormai fatica a tritare i sarmenti...

Ah lo devo attaccare al landini 6000 CL :), per il Fiatino ho un rinieri a mazze largo 130cm ;)

Voi cosa ne pensate?

Edited by FIAT 27C DIESEL

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...