Jump to content
paolosame

peschicoltura

Recommended Posts

ciao a tutti, pensando alle varie colture che potrei fare sul mio terreno ho pensato alla peschicoltura.io mi trovo nel bresciano tra la vallesabbia e il lago di garda a circa 200 m slm. è un'attività remunerativa?me la consigliate?per avere un ritorno quanta terra serve?io ho circa 3 ha.eventualmente potrei combinare questa coltura con altre, sono tutto orecchie.:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

stanno smettendo tutti dalle mie parti io stesso ho smesso i prezzi delle pesche sono bassissimi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanno smettendo tutti dalle mie parti io stesso ho smesso i prezzi delle pesche sono bassissimi...

 

Se te lo dice uno di Verona (provincia abbastanza rinomata per le pesche) ci penserei su...

 

Provare col Granny???

Share this post


Link to post
Share on other sites

dagli 0.15 ai 0.23 ....euro al kg anno 2011...che schifo! poi i trattamenti crescono sempre di più (come euro) , calano quelli da poter dare nella lotta integrata....

ma non so sai se consigliarti o meno....

Share this post


Link to post
Share on other sites
dagli 0.15 ai 0.23 ....euro al kg anno 2011...che schifo! poi i trattamenti crescono sempre di più (come euro) , calano quelli da poter dare nella lotta integrata....

ma non so sai se consigliarti o meno....

 

Consigliagli di no, valà !

Share this post


Link to post
Share on other sites

che bello!!!richiudiamo il progetto nel cassetto allora.invece altri tipi ci colture?tipo ciliegie, albicocche, kiwi, pere, mele?

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh albicocche se non ghiaccia e vengono belle ci guadagni , sono quelle che costano di più e raccolte in bins si fa presto...

Ciliegie costano si , però portano via tanto di quel tempo e anche come manodopera...raccoglierle bene , fare cestini con la parte finale capovolta col gambone in giu , poi nelle cassette...però si fa :asd:

 

Per kiwi e mele non so aiutarti mi di dispiace :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io hò avuto qualche soddisfazione con le susine ,varietà Black-Amber e Golden-Globe pagate 70-90 cent al chilo in padelloni da 10 kg e con mele fuji in casse da 20 kg,con le pere buio pesto.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
che bello!!!richiudiamo il progetto nel cassetto allora.invece altri tipi ci colture?tipo ciliegie, albicocche, kiwi, pere, mele?

grazie

 

 

le mele hanno un mercato discreto, ma è una zona soggetta a tanta grandine?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Nh ma 0.15-0.23 conferite come??

Xchè se ci metti cassetta e contenitore già sono più le spese che i guadagni!:AAAAH::AAAAH:

Tralasciando tutti gli altri costi

Share this post


Link to post
Share on other sites
le mele hanno un mercato discreto, ma è una zona soggetta a tanta grandine?

tanta grandine cosa intendi?diciamo che l'ultima grandinata che ha lasciato il segno è stata quella del 2003, ma quello è stato un evento straordinario.

io ho 3 ha di terreno(o meglio mia mamma) e siccome sono disoccupato ho molto tempo a cui pensare, quindi sto pensando se c'è modo di sfruttarli.al momento vengono coltivati mais e erba medica.io però vorrei puntare più su qualcosa di qualità.per quello avevo pensato alla frutticoltura.avevo pensato anche alla viticoltura, ma mi trovo a 3 km fuori dalla zona doc (garda), che sfiga.diciamo che le due colture che più mi avevano interessato erano la peschicoltura(perchè avevo visto da qualche parte prezzi intorno ai 40 cent al kg e i margini mi pareva ci fossero) e la nocicoltura da frutto

Share this post


Link to post
Share on other sites
tanta grandine cosa intendi?diciamo che l'ultima grandinata che ha lasciato il segno è stata quella del 2003, ma quello è stato un evento straordinario.

io ho 3 ha di terreno(o meglio mia mamma) e siccome sono disoccupato ho molto tempo a cui pensare, quindi sto pensando se c'è modo di sfruttarli.al momento vengono coltivati mais e erba medica.io però vorrei puntare più su qualcosa di qualità.per quello avevo pensato alla frutticoltura.avevo pensato anche alla viticoltura, ma mi trovo a 3 km fuori dalla zona doc (garda), che sfiga.diciamo che le due colture che più mi avevano interessato erano la peschicoltura(perchè avevo visto da qualche parte prezzi intorno ai 40 cent al kg e i margini mi pareva ci fossero) e la nocicoltura da frutto

 

 

qui siamo fuori tema, ma provare a fare un po' di mele potrebbe essere una buona idea, magari prova su una piccola parte, se non viene grandine meglio, altrimenti comincia a fare l'impianto con i pali per l'antigrandine, senza reti, che al massimo le monti in un secondo periodo..

 

ma c'è qualche magazzino che le ritira?

 

per altre colture non ti so aiutare, mi dispiace

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
qui siamo fuori tema, ma provare a fare un po' di mele potrebbe essere una buona idea, magari prova su una piccola parte, se non viene grandine meglio, altrimenti comincia a fare l'impianto con i pali per l'antigrandine, senza reti, che al massimo le monti in un secondo periodo..

 

ma c'è qualche magazzino che le ritira?

 

per altre colture non ti so aiutare, mi dispiace

 

ciao

se ci sia qualcuno che le ritiri in zona non saprei proprio dirtelo.so che a una ventina di km c'è qualche pometo.dovrei provare a chiedere.le mele a quanto vengono ritirate al quintale?c'è quale link dove poter trovare informazioni o qualche libro per farmi un'idea dei costi e dei lavori da fare?grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sia le nettarine, che alcune variteà di albicocche sia le susine le conferisco in un magazzino in bins ( cassoni 2.25 / 2.5 q l'uno...).

 

Sta di fatto che costano poco lostesso , perchè poi le rivendono a 3 euro nei supermecati!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
se ci sia qualcuno che le ritiri in zona non saprei proprio dirtelo.so che a una ventina di km c'è qualche pometo.dovrei provare a chiedere.le mele a quanto vengono ritirate al quintale?c'è quale link dove poter trovare informazioni o qualche libro per farmi un'idea dei costi e dei lavori da fare?grazie

 

 

il prezzo dipende abbastanza dalla qualità e da cosa chiede chi te lo ritira, ovviamente grandinato vale circa un terzo, se non troppo rovinato, diciamo che se lavori bene e fai una bella qualità, uniforme puoi stare su 35-40 euro al quintale (in cassoni)..

 

un ettaro ben lavorato arriva a 500 quintali, se hai la possibilità di irrigare..

 

poi attenzione , mi pare che si stimino 600 oreuomo per ettaro all'anno, ma più di metà sono concentrate alla potatura (pochi problemi i primi anni) al diradamento (idem) e raccolta (idem ancora)..

 

se prendi piante un po' sviluppate al secondo anno hai già un raccolto accettabile..

 

però qui siamo fuori tema, ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto nh........io ho 3,5ha di pesche e nettarine e te le sconsiglio al 100%i costi di produzione sono difficili da coprire.......anche io conferisco in cassoni e i prezzi sono quelli......adesso come adesso di frutta che ha un buon guadagno praticamente non cè le mele io ho preso 0,30 pere non ricordo ma anche quelle........le prugne ormai sono in abbomdanza....

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma il futuro della peschicoltura e della frutticoltura qual è?si aspetta che mollino più agricoltori possibili per tornare a vendere meno frutta ma ad un prezzo più alto?da qualsiasi parte uno si giri non ci sono margini per intraprendere una qualsiasi attività...purtroppo

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma il futuro della peschicoltura e della frutticoltura qual è?si aspetta che mollino più agricoltori possibili per tornare a vendere meno frutta ma ad un prezzo più alto?da qualsiasi parte uno si giri non ci sono margini per intraprendere una qualsiasi attività...purtroppo

 

La frutticoltura non si muove + sulla produzione di frutta. Oramai il prodotto è reperibile a in qualunque stagione e sempre a un prezzo + basso. Per cui aumentare questa massa di prodotto non ha alcun senso e anche se mollassero tutti i peschicoltori italiani delle pesche ce ne sarebbero in abbondanza. Quindi, ti consiglio di considerare prima di tutti l'aspetto commerciale del prodotto che vorrai ottenere: considera che cosa è richiesto, come perchè, cerca di capire le esigenze di chi compra quel prodotto e di chi lo commercializza, e poi di conseguenza scegli la specie da produrre. Altrimenti produrre per aumentare il mucchio di un magazzino non ha più senso.

 

Sicuramente le pesche stanno passando un periodo difficilissimo, ma dalle crisi o si impara a valutare qualcosa di nuovo e diverso, altrimenti ci si lascia trascinare dal vortice e si abbandona l'attività.

 

Ps. Per la tua zona potresti sentire anche la coop Santorsola che lavora i piccoli frutti.

Sono in constante ascesa e potrebbero essere interessanti.

Ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie, proverò a vedere se i piccoli frutti possono darmi un certo margine e vedere se si può lavorare con questa cooperativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si dirada e di strada se ne fà poca ! quanta roba da buttare a terra :AAAAH:

Edited by martinaz

Share this post


Link to post
Share on other sites

oi diradatore come te la passi? Si va con le concimazioni autunnali? noi penso sia il primo anno che le sperimentiamo...oggi ad esempio abbiam usato

25kg di nitrato ammonio + 20kg di Urea fosfato + 10 di nitrato K ad Ha....stiamo esagerando? ovviamente su albicocco....saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
]oi diradatore [/color]come te la passi? Si va con le concimazioni autunnali? noi penso sia il primo anno che le sperimentiamo...oggi ad esempio abbiam usato

25kg di nitrato ammonio + 20kg di Urea fosfato + 10 di nitrato K ad Ha....stiamo esagerando? ovviamente su albicocco....saluti.

solo adesso ho afferrato !

vuoi che faccia il pignolo ? perchè usare urea fosfato e nitrato di potassio quando puoi dare P e K spendendo meno ?

comunque io dove han prodotto a rotta di collo somministro sempre 30\40 unità di azoto in stò periodo e non mi han mai lasciato scarico (brinate permettendo)

av salut

Share this post


Link to post
Share on other sites

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

Edited by cavallaccio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao ragazzi, state trattando un tema molto difficile e rischioso. Tanto lavoro molti rischi e pochi soldi, ve lo dice uno che è stato concepito nelle pesche e li è rimasto. Diradate diradate! Potate potate!Concimate concimate! Inpiantate impiantate! Trinciate trinciate! Zappate zappate! Irrorate irrorate! Irrigate irrigate! Ma poi!!!!!!!!!!!!!

e tu addirittura hai fresato ! :AAAAH:ma solo nel sottofila ?

io ho iniziato con tagli grossi di prepotatura (campagnola F 6)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...