Jump to content
teo90c

Inizio attivià/ampliamento azienda

Recommended Posts

senza offesa, ma se fai fatica a sapere quanta terra hai non sei proprio sulla buona strada, qualunque cosa farai sarà la prima cosa sapere di cosa disponi in termine di superficie, se si parla di 30/50 ettari si può anche parlare di cereali, se parli di un ettaro non si prende nemmeno in considerazione...una buona cosa sarebbe sapere di cosa il tuo territorio ha bisogno, nel senso che c'è meno produzione e maggior richiesta, naturalmente che sia compatibile col clima e anche qualità del terreno per poterlo fare....potresti poi intraprendere un allevamento di bovini ad esempio o caprini(se vi è in zona un centro di raccolta latte) ma parti dal presupposto di essere autosufficiente (quantomeno sopra il 50%) con foraggi, insilato, granaglie ecc..ho sentito parlare molto ultimamente di allevanti di ovaiole a terra, credo le uova siano maggiormente remunerate e molto richieste, ma io ho parecchi dubbi in proposito....poi il discorso che tutti fanno tabacco, tutti fanno pomodori, o questo o quello, non è mica sbagliato, ci son zone più vocate a certe produzioni, vuoi per clima vuoi per cultura... vorrà dire che comunque ci si vive di quello quindi un produttore in più o in meno non credo faccia la differenza sul mercato.....credo invece che la differenza sia nelle capacità imprenditoriali che spesso ci mancano, perchè bisogna saper fare un ottimo prodotto ma sopratutto saperlo vendere alle migliori condizioni ed è in questo passaggio che spesso perdiamo tutto il nostro guadagno

Share this post


Link to post
Share on other sites

A questo punto teo90 non ti resta che concludere con i proprietari ed affittare più terra che puoi poi parti da lì col fare i calcoli. Considera anche un allevamento di vacche da latte in regime biologico, faresti un prodotto diverso dalla concorrenza, magari non più di 30 - 40 vacche per iniziare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Punta su orticole facendo più cicli colturali possibili, esempio loieto che sfalci ai primi di maggio, subito dopo zucche, coltura facile da fare, pochi costi, e non necessita di meccanizzazione, entro fine luglio la raccogli. fine luglio inizio agosto radicchio. Il loieto puoi venderlo ai vari apassionati di cavalli, che sono molti in zona + prendi il contributo pac, e non necessità di nessun trattamento. Per lo sfalcio cerca atrezzatura usata su subito.it, se non la hai già. Riduci al minimo le concimazioni chimiche riccorendo a letame, pollina ne trovi parecchia in zona, magari anche gratis e fai sovescio. Invece di cercare grandi appezzamenti dove i prezzi sono alti, cerca i vari quadratini vicino al paese, magari riesci affitarli per poco niente e su questi fai foraggi sempre per i cavalli, magari non guadagni nulla ma neanche ci rimetti e fai esperienza. E soprrattuto studia fatti un abbonamento all'informatore agrario o terra e vita, prenditi libri di agronomia, tieniti informato su tutte le possiblità, le innovazioni e contributi che offre il settore. Riduci al minimo i costi e ottimizza al massimo i tuoi terreni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io dico la mia e sconsiglio l' allevamento di animali per la macellazione e comunque anche bovini da latte perchè serve un investimento molto importante per uno che comincia e poi se si ha poca terra bisogna acqistare tutto e non so se a questo punto conviene....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispondendo a tutti, ho deciso sulle orticole inizio nei miei 3 campi che di roba ne viene fuori, poi se incomincio a prendere più soldi allora investo su altri campi e piano piano mi evolvo.

 

ma per diventare imprenditore agricolo, a quali spese vado contro senza tener conto di attrezzi trattori campi ecc che ho già? e sopratutto mi serve un titolo di studio agrario??

Edited by teo90c

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rispondendo a tutti, ho deciso sulle orticole inizio nei miei 3 campi che di roba ne viene fuori, poi se incomincio a prendere più soldi allora investo su altri campi e piano piano mi evolvo.

 

ma per diventare imprenditore agricolo, a quali spese vado contro senza tener conto di attrezzi trattori campi ecc che ho già? e sopratutto mi serve un titolo di studio agrario??

 

non occorre nessun titolo,se vuoi diventare imprenditore agr.devi recarti alla sede della camera di commercio di appartenenza,ti spiegheranno tutto loro,e ci vogliono pochissimi euro,poi ci sarà da pagare annualmente la retta,ma questo ti darà diritto ad accedere ad aiuti comunitari ed altre cosine,ma fatti aiutare da un padronato che si occupa della sezione agricoltura,il tesseramento qui da noi per es.è di 20€ ANNO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inoltre devi pagare circa 2000 € di contributi inps, tenuta contabilità presso associazione di categoria o commercialista, l'iscrizione al consorzio raccolta rifiuti agricoli circa 100 €. Non sono necessari titoli di studio, ma se vuoi fare domanda di contributi Psr, e non hai diploma di settore agraria devi fare un corso di 150 ore, se non ricordo male. Quindi sommando tutto avrai da pagare circa 2500-3000 di spese annue per tenere aperta l'azienda. Oltre a tutte le tasse quali IMU, IRPEF, IRAP.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Inoltre devi pagare circa 2000 € di contributi inps, tenuta contabilità presso associazione di categoria o commercialista, l'iscrizione al consorzio raccolta rifiuti agricoli circa 100 €. Non sono necessari titoli di studio, ma se vuoi fare domanda di contributi Psr, e non hai diploma di settore agraria devi fare un corso di 150 ore, se non ricordo male. Quindi sommando tutto avrai da pagare circa 2500-3000 di spese annue per tenere aperta l'azienda. Oltre a tutte le tasse quali IMU, IRPEF, IRAP.

 

Pur essendo nella categoria giovani??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, teo90 , questa è la amara verità!!

 

Solo la contabilità in regime normale (quindi superiore ai 7000 € di fatturato annuo) ti costa dai 500 ai 600 € annui, può aumentare o dminuire in base al fatturato.

88 € l'anno fissi come iscrizione alla camera di commercio.

Se scegli coldiretti il solo tesseramento annuo ti costerà circa 180 € per le ditte individuali e 300 e passa per le società agricole. Poi ogni volta che farai domande di contributo, il libretto del gasolio, piano colturale, denuncia di produzione uva ecc ecc te le faranno pagare a parte. Oltre a tutte le tasse vecchie e nuove!! Quindi una buona fetta del tuo guadagno andrà a sfamare lo stato e le caa.

Sì anche la storia del corso di formazione è vera, è obbligatorio se non hai un titolo di studio agrario (diploma 3 o 5 anni o laurea) ricorda che il corso prima lo fai meglio è, puoi persino chiedere il rimborso spese perchè è un corso mangia-soldi pure lui.

 

Per il resto tolta questa fetta dalla torta dovrai aggiungere i costi fissi (gasolio) + tutte le spese colturali!!! Buona Fortuna!

Edited by FalcoTK

Share this post


Link to post
Share on other sites

Occhio ragazzo o compagno visto che hai 21 anni e io 24..Sarò schietto. Non mi sembra tu abbia la preparazione adatta per partire in un percorso produttivo altamente specializzato com'è l'ortaggio..se lo vuoi fare per "provare" ok...ma se pensi di guadagnarci da vivere...non lo so.

Posso invece vivamente consigliarti di fare tesoro delle tue esperienze meccaniche a di trovarti un socio, un'amico un'agricoltore che abbia le adeguate conoscenze tecniche in campo e in ufficio perchè aimè il notro lavoro si fa al 50%in campo e al 50%sulla carta... Non sottovalutare questo aspetto.

e poi, PRIMA di decidere COSA coltivare, devi sapere COME VENDERE quello che produrrai.. altrimenti non servirà a nulla il tuo lavoro.

l'era dell'agricoltura che produce non c'è più. Ora l'agricoltura deve vendere! altrimenti finisci nel circolo di quelli che nella loro epoca dovevan produrre e produrre, ed ora sapendo fare solo quello sono in crisi perchè non sanno come fare per dare una giusta remunerazione a quello che producono.

Pensaci bene.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
A proposito di radicchio,aziende che si ampliano troppo e anche di agricoltori che piangono miseria ma continuano la loro attività

 

 

questo marchini se l'è saputa inventare una soluzione....

J. Marchini Farms | Premium Farm Fresh Radicchio, Figs and Produce

 

Per chi non lo sapesse, trattasi di un imprenditore (Florindo Marchini di Lucca) che andò a insediare la sua azienda in america dove guardate un po produce radicchi...

e questo è quello che ha creato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

senza aprire ulteriore 3D che voi sappiate per irrigare campi di verdure, posso pescare acqua dal fosso oppure deve essere depurata? o pescata dal pozzo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Puoi benissimo usare acqua di fosso, se questa è sana.

 

Bisognerebbe farla analizzare giusto? Perche di questi tempi non sono molto pulite ... Negli appositi depuratori ci va sabbia apposta oppure qualche sale particolare per depurare l'acqua?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pur essendo nella categoria giovani??

 

io non so nella vostra regione con il psr 2007/2013( perchè cambia da una regione all'altra) ma se il bando progetto giovani ancora è aperto ci sono 40000€ a fondo perduto,anche se bisogna accedere ad una misura per un minimo 80000€, e sicuramente con questi 40000 si possono pagare i contributi inps per almeno 16 anni che sicuramente per un giovane di 21 anni sono una buona parte della sua vita contributiva,per il corso di capo azienda,in sicilia le varie SOAT ne fanno uno ciascuno all'anno e ti pagano pure,la contabilità da noi costa 200€ anno,la rata camera di commmercio la paghi con il recupero dell'iva,cosi se acquisti mezzi agricoli,concimi,attrezzi agricoli,puoi recuperare l'iva per intero,io se fossi in te mi consulterei bene con un serio consulente agronomo delle tue parti,(la tessera padronato AIC da noi costa 20€ anno se ti fa la domanda di integrazione prende 5€ ettaro,il resto di domande sono gratuite perchè sei socio.

Edited by snikola

Share this post


Link to post
Share on other sites
io non so nella vostra regione con il psr 2007/2013( perchè cambia da una regione all'altra) ma se il bando progetto giovani ancora è aperto ci sono 40000€ a fondo perduto,anche se bisogna accedere ad una misura per un minimo 80000€, e sicuramente con questi 40000 si possono pagare i contributi inps per almeno 16 anni che sicuramente per un giovane di 21 anni sono una buona parte della sua vita contributiva,per il corso di capo azienda,in sicilia le varie SOAT ne fanno uno ciascuno all'anno e ti pagano pure,la contabilità da noi costa 200€ anno,la rata camera di commmercio la paghi con il recupero dell'iva,cosi se acquisti mezzi agricoli,concimi,attrezzi agricoli,puoi recuperare l'iva per intero,io se fossi in te mi consulterei bene con un serio consulente agronomo delle tue parti,(la tessera padronato AIC da noi costa 20€ anno se ti fa la domanda di integrazione prende 5€ ettaro,il resto di domande sono gratuite perchè sei socio.

ho letto alcune cose sul psr veneto,in effetti rispetto a quello della regione sicilia è molto piu restrittivo una delle cose ad es.il fondo perduto varia da 10000 a 30000€ e deve essere rendicondato, e bisogna accedere a due misure,e devi essere coltivatore diretto o coltivatore professionale,ma io se fossi in te ci proverei ci vuole un po di cocciutaggine sicula ,anche perchè se questa deve essere l'attività della tua vita il contributo del 50% ti darebbe un serio aiuto e poi hai una vita davanti sei giovane e puoi fare tutto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sì, teo90 , questa è la amara verità!!

 

Solo la contabilità in regime normale (quindi superiore ai 7000 € di fatturato annuo) ti costa dai 500 ai 600 € annui, può aumentare o dminuire in base al fatturato.

88 € l'anno fissi come iscrizione alla camera di commercio.

Se scegli coldiretti il solo tesseramento annuo ti costerà circa 180 € per le ditte individuali e 300 e passa per le società agricole. Poi ogni volta che farai domande di contributo, il libretto del gasolio, piano colturale, denuncia di produzione uva ecc ecc te le faranno pagare a parte. Oltre a tutte le tasse vecchie e nuove!! Quindi una buona fetta del tuo guadagno andrà a sfamare lo stato e le caa.

Sì anche la storia del corso di formazione è vera, è obbligatorio se non hai un titolo di studio agrario (diploma 3 o 5 anni o laurea) ricorda che il corso prima lo fai meglio è, puoi persino chiedere il rimborso spese perchè è un corso mangia-soldi pure lui.

 

Per il resto tolta questa fetta dalla torta dovrai aggiungere i costi fissi (gasolio) + tutte le spese colturali!!! Buona Fortuna!

scusa ma sei della coldiretti? quello che dici è alquanto esagerato...mai pagato nulla oltre la tessera annuale che mi pare sia 80€ se non ricordo male....e mi risulta che i corsi siano gratuiti(da noi) perchè son organizzati da un'ente regionale , che mangiano si ma dalla regione non dai diretti interessati....da aggiungere 80€ per la denuncia dei redditi, e se hai una moglie che lavora anche in altro settore te la fanno sempre loro e sempre per 80€

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eh voi in Sardegna siete presi meglio, qui i "sindacati" se ne approfittano e basta!

Ad esempio con la Coldiretti la tessera è minimo 60 €, mi pare se hai fino a 2 ettari, con più superficie aumenta in proporzione, e non di poco!

Bene ora hai la tessera, ma non serve proprio a niente:asd:, in quanto tutti i servizi che richiedi es. domanda pac, gasolio agricolo, contabilità iva, denuncia dei redditi ecc. devi pagarli a parte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Eh voi in Sardegna siete presi meglio, qui i "sindacati" se ne approfittano e basta!

Ad esempio con la Coldiretti la tessera è minimo 60 €, mi pare se hai fino a 2 ettari, con più superficie aumenta in proporzione, e non di poco!

Bene ora hai la tessera, ma non serve proprio a niente:asd:, in quanto tutti i servizi che richiedi es. domanda pac, gasolio agricolo, contabilità iva, denuncia dei redditi ecc. devi pagarli a parte.

ora capisco tutto quel "giallo" in giro, magliette, cappellini, bandiere, stand alle fiere, programmi in tv, presidenti vicepresidenti direttori, regionali, provinciali, locali......:sticazzi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non serve che tu le faccia analizzare, non lo ha mai fatto nessuno. Almeno che tu non abiti dietro una raffineria dell'eni :-). Che l'acqua sia torbida non vuol per forza dire che sia inquinata, altrimenti non potrebbero usarla neanche per le altre colture perche tutto sommato anche il mais o la soia si mangiano.

Per quanto riguarda il Psr i bandi sono attualmete aperti, ma bisognava fare l'insediamento entro ieri cioè il 10 febbraio. Dopo se è possibile fare le altre misure singolarmente non so.

Per maggiori informazioni guarda qesta pagina Settimo Bando generale 2011 - Sito Ufficiale della Regione Veneto .

Il bando per innovazione tecnologica scade a fine marzo quindi sei ancora in tempo. Ma fai in fretta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi da noi Piemonte la tessera coldiretti 2012 supera i 100€....mi rifiuto di andare a controllare bene di quanto li supera.:AAAAH::AAAAH:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi ormai lo sappiamo tutti che per quanto riguarda il psr ogni regione fa storia a sè sia per quanto riguarda bandi numero domande requisiti e tipo di finanziamento,quindi per non andare troppo fuori tema è meglio consigliare di informarsi presso le associazioni e scegliere poi quella che ci sembra vada per la maggiore nella nostra zona.In questo modo sopratutto per chi inizia si possono ottenere dei consigli su come muovere i primi passi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti il mio messaggio è rivolto a Teo90C residente anche lui in Veneneto. Dopo è ovvio che se vuole maggiori informazioni deve rivolgersi a un agronomo a una associazione.

Inoltre su il Psr Veneto sono abbastanza informato perche sto facendo anche io domanda di finanziamento, come giovane agricoltore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringrazio molto chi mi ha aiutato, e anche ambrosius, ti offrirô una birra :) apparte questo vado a sentire mercoledì dai coltivatori diretti.. E vediamo come svolgerà il seguito, vi terrò comunque aggiornati :)

 

Ps ho comprato la trapiantatrice 2 file è pressoché nuova tenuta da dio, nessun punto di ruggine, e una Ferrari costruzioni meccaniche pagata 850 ;) un bel affare no??

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ pastore

 

e sì io sono coldiretti e ti posso confermare tutto quello che ho scritto, più grossa è l'azienda e più paghi, il problema è che da noi le aziende rimaste sono tutte grosse!! 70-100 Ha di terra l'una e anche di più.

La tessera è una pro-forma come tante cose in italia (vedi giustizia, legalità, trasparenza, correttezza, rispetto delle leggi,ecc,ecc)

Io personalmente non posso cambiare associazione anche volendo perchè a 10 minuti da casa mia ho l'ufficio coldiretti di zona e mi trovo comodo andarci, sennò cambierei di corsa!!!

Edited by FalcoTK

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...